Archivio su Mac OS X primissime versioni


Guest
 Share

Recommended Posts

  • Replies 1.2k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Per i menu, entrambe le soluzioni hanno pro e contro. Non penso che si possa dire quale sia la soluzione in assoluto migliore. Tanto per fare un esempio, pur essendo abituato ai menu del mac, ho dovuto constatare come la barra dei menu in alto confonda i novizi. Mi e' capitato di vederli bloccati alla ricerca di un menu senza che si rendessero conto che erano sull'applicazione sbagliata. E questo perche' e' difficile intuire che la barra dei menu cambia in funzione dell'applicazione e perche' non e' immediato rendersi conto di quale sia l'applicazione in primo piano.

Link to comment
Share on other sites

Certo Fabrizio, ma parliamo di problemi superati dopo i primi 20 minuti di confidenza con un mac. Ho visto anche impugnare i mouse al contrario, giustamente un topo e' un topo ed ha la coda dietro e non sul muso, ma anche qiu dopo dieci minuti si capisce che succede, se poi il nuovo utente ha un amico accanto, in tre minuti capisce che succede... viva i menu' in alto! ciao

Link to comment
Share on other sites

La maggiore efficienza dei menu in alto è una questione scientifica. A livello teorico è sostenuta dalla legge di Fitts, secondo la quale il tempo necessario a colpire un bersaglio è direttamente proporzionale alla sua distanza e inversamente proporzionale alle sue dimensioni. Sembra un'ovvietà, ma quello che forse non è ovvio è che un'area adiacente al bordo dello schermo ha in effetti altezza (o larghezza) infinita, poiché muovendo il mouse verso qualunque posizione oltre al bordo dello schermo, esso si fermerà comunque sul bersaglio. Quindi, come diceva Massimo Senna, basta spingere il mouse con una certa velocità verso l'alto e il cursore finirà a colpo sicuro sui menu. Fra l'altro, qui entra in gioco l'accelerazione del cursore del Mac che facilita ulteriormente l'operazione. Sul piano pratico, l'efficienza dei menu in cima è stata dimostrata da test condotti da Apple stessa ai tempi della realizzazione del Macintosh, in cui si doveva appunto decidere dove mettere i menu. Se non sbaglio, anche quando la finestra è espansa alle massime dimensioni, la barra dei menu di Windows non arriva mai fino al bordo dello schermo, quindi è richiesto comunque un lieve spostamento del mouse verso il basso che rende l'operazione meno efficiente che sul Mac; senza contare che la velocità del cursore è sempre direttamente proporzionale a quella del mouse. Il problema citato da Fabrizio sorge quando l'applicazione in primo piano non ha finestre. Per i principianti il cambiamento della barra dei menu non è un'indicazione sufficientemente chiara del cambio di applicazione, e questo è un cruccio del Mac fin dai tempi del Multifinder. Questo è in effetti un caso in cui il Mac sacrifica la facilità d'uso per l'efficienza.

Link to comment
Share on other sites

Anni fa un utente Win lamento' la scarsa intutitivita' di trascinare un floppy sul cestino per espellerlo.. Disse che si sarebbe aspettato che il floppy venisse cancellato... peggio sul 6100 dove c'era gente che spegneva il computer per estrarre il floppy (credendo quel tasto, posizionato con scarsa ergonomia l'espulsore del floppy!!) :)

Link to comment
Share on other sites

Camillo><FONT COLOR="ff0000">Se non sbaglio, anche quando la finestra è espansa alle massime dimensioni, la barra dei menu di Windows non arriva mai fino al bordo dello schermo</FONT> Infatti resta sempre la barra del titolo e dei 'gadgets' Diego><FONT COLOR="ff0000">la scarsa intutitivita' di trascinare un floppy sul cestino per espellerlo.</FONT> Infatti non è intuitivo, ma comodo. Molti non sanno (o non hanno capito, o non vogliono capirlo) che questo metodo per espellere un disco è semplicemente una scorciatoia, esattamente come i comandi da tastiera. Il metodo standard è selezionare l'icona del disco e scegliere 'Rimetti a posto' (in inglese Put Away) dal menu Archivio del Finder (adesso anche 'Espelli' fa la stessa cosa, ma in passato 'Espelli' manteneva il disco 'montato' sulla scrivania e serviva più che altro per fare copie da disco a disco avendo un solo lettore floppy a disposizione). La scorciatoia non era presente nel System 'originale' , ma è stata introdotta - se non ricordo male - al momento dell'uscita del Mac Plus. Apple ha addirittura tentato di toglierla nel System 7, ma pare ci sia stata la protesta di tutti i beta tester.

Link to comment
Share on other sites

> Certo Fabrizio, ma parliamo di problemi superati dopo i primi 20 minuti > di confidenza con un mac Purtroppo non e' sempre vero. Mi viene in mente un'altra cosa. Non sono molto convinto della nuova disposizione raggruppata dei pulsanti delle finestre in MacOS X. Mi ricorda molto quella di windows, in cui spesso si sbaglia a premere il pulsante giusto.

Link to comment
Share on other sites

3 pulsanti>Sono d'accordo, anzi credo che i tre pulsanti raggruppati siano una scelta windows like come il layout delle nuove tastiere per "facilitare" chi viene dall'altro mondo e fare in****are come non mai gli utenti tradizionali.

Link to comment
Share on other sites

3 pulsanti, sono d'accordo anche io, bisogna puntare quello giusto e questo richiede un minimo di pensiero e concentrazione in piu', viceversa sul system attuale, per chiudere una finestra, non devo pensare a quale bottone centrare, e' li' tutto solo, non puo' che essere quello...

Link to comment
Share on other sites

Col tempo forse cambiero' opinione ma MacOS X e' assai difficile... Installarlo, installare qualche applicazione e usarle sara' alla portata di tutti, ma "capire" il nuovo OS sara' tutt'altra cosa che adesso... Ora conosco la posizione e il significato di quasi tutti i file sul mio HD. Con X sono disorientato, niente e' come sembra, cose che appaiono come icone in X sono in realta' cartelle piene di file... Mi sembra anche peggio di Linux... Mi abituero'...

Link to comment
Share on other sites

Diego> "cose che appaiono come icone in X sono in realta' cartelle piene di file... "

E' vero se le guardi con OS 9, ma se le guardi con OSX vedi solo un'icona e interagisci solo con un'icona. Questo e' il modo elegante che apple ha trovato per permetterti di spostare le applicazioni come faresti in OS 9 senza preoccuparti di tutti i files accessori di risorse che unix vuole. Vedi SystemOverview di apple capitolo 4.

Per il resto concordo: la sensazione ceh provo e' di non sapere mai esattamente cosa sto facendo.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share