Sign in to follow this  
Guest

Cella Frigorifera per le vecchissime discussioni

Recommended Posts

Guest

> Fabrizio

Vorrei capire perché? Classic e OSX non sono la stessa cosa, per cui era necessario modificare il codice. Ma OSX PPC e OSX intel condividerebbero le stesse chiamate di sistem

Potrebbe essere, ma su unix la portabilita' e' un fattore molto sentito, X e le sue applicazioni non sono stati pensati con questi obiettivi in testa: siamo certi che non escano inghippi strani?

Anche se fosse, restano comunque tutti i driver.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Io sarò anche fuori dal coro ma voglio dire la mia:

I "Gx" come architettura sono già migliori degli x86, hanno solo bisogno di più mhz (ed anche di più cache L2 ne caso dei G4...).

Senza andare troppo a fantasticare secondo me la miglior cosa da fare sarebbe metter mano al nuovo G3 di IBM (quello che equipaggia l'ibook 700) e dotarlo di unità altivec.

Non avete idea di come sia ben realizzata quella cpu che, secondo IBM (e io gli credo), sarebbe già pronta a raggiungere i 2ghz con tanto di fsb a 200mhz (permettendo già l'adizione di ram DDR-400).

E 2ghz con pipelines a soli 4 stadi di profondità è sempicemente eccezionale...

Cambire architettura, a soli due o tre anni di distanza da "X" (altro cambio "storico") è semplicemente suicida.

Per chi non lo sapesse le nuove cpu a 64 bit di amd e intel non hanno un granchè di prestazioni con gli applicativi 32bit (un po' come classic con X...) e io pronostico che prima di arrivare ad essere soluzioni desktop (e non solo hi-end) ci vorrà ancora molto molto tempo (leggi "anni") anche perchè mai come ora le cpu x86 sono state così sovrabbondanti di velocità.

Se poi un'altra volta il marketing wintel convincerà gli "utonti" che con l'itanium si navighi meglio in internet (come ha già fatto con il P4...) allora tanto di cappello, ma chi ne capisce qualcosa, da un parte e dall'altra, stia con i piedi per terra.

Cisco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vorrei aggiungere una postilla a proposito dell'evangelismo Macintosh: ...per giustificare agli sviluppatori di terze parti un drastico passaggio alla piattaforma Intel/AMD - ormai improcastinabile - , Steve Jobs deve necessariamente presentare UN ALIBI CONVINCENTE. Altrimenti son dolori (e richieste di danni, probabilmente).

L'insoddisfazione di alcuni utenti Mac - comunque ancora pochi - per le ultime scelte di marketing (vedi iTools a pagamento, prezzi dell'hardware gonfiati e MacWorld Expo sottotono) va esattamente in questa direzione.

Con questo non voglio dire che Apple faccia apposta a sbagliare..., a incasinare laddove potrebbe semplificare..., pero'... se tanto mi da' tanto... (a pensar male, come dice il proverbio, non si sbaglia mai).

Eppure, nonostante tutte le rogne che noi utenti ci troviamo a fronteggiare di questi tempi, ci sono tantissime persone entusiaste che continuano a comprare prodotti Apple a tutto spiano (a qualunque prezzo), in quantita' tale che l'azienda di Cupertino ha presentato risultati finanziari positivi a dispetto della crisi generale.

Con un target di invasati clienti cosi' ROBUSTO, sono convinto che per Apple il passaggio a Intel/AMD sarebbe indolore ed anzi avrebbe un grande successo. Ma in questo delicatissimo momento gli evangelisti incalliti che trovano '...fantastico' il Decimo sistema operativo - pazzescamente lento sui G3 -, '...deliziose' le applicazioncine da Asilo Mariuccia come iTunes, iCal, iCazz e '...pienamente giustificato' il rapporto prezzo/prestazioni di tutta la gamma hardware - surclassata dalla concorrenza Wintel - , FRENANO di fatto il passaggio di Apple alla piattaforma Intel/AMD. E perdiamo ancora del tempo prezioso.

Trovo ridicolo sentir parlare di compatibilita' all'indietro quando MacOS 9 e' stato dichiarato *defunto* da Apple stessa...

Share this post


Link to post
Share on other sites

E triplico il mio intervento perche' a questo punto immagino le vostre obiezioni: '...se Apple ha venduto tanto - mi direte - e' anche grazie all'Evangelismo'.

In parte e' vero, anche se la quota di mercato di Apple (sul totale mondiale) e' scesa ai minimi storici: ...meno dell'uno per cento. A voler ben vedere, Apple si e' creata negli anni precedenti un'immagine che regge sempre con disinvoltura la scena dell'I.T. indipendentemente dalle scelte tecniche e strategiche adottate.

La filosofia di MacOS-X rappresenta l'ESATTO CONTRARIO di cio' che gli Evangelisti Macintosh avevano detto nei dieci anni precedenti. Eppure sono saliti tutti in groppa al Giaguaro (per la serie 'Francia o Spagna, purche' se magna'). Si sono rimangiati TUTTO!!!

Il guaio e' che in questo momento, visto il continuo potenziamento della concorrenza Wintel, il giochino sembra destinato a finire - prima o poi - e del resto (non lo ammetteranno mai) persino gli Evangelisti Macintosh piu' incalliti hanno ormai fatto lo 'switch' comprandosi un bel PC...

Dunque urgono scelte drastiche. Per quanto mi riguarda, prima di comprare ancora un Mac voglio setacciare da cima a fondo tutti gli stand del prossimo SMAU per un sano, onesto, realistico e spietato *confronto*.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nel caso del codice PPC la compatibilità all'indietro non riguarda il cosa (i singoli software) ma il come (cioè come sono stati compilati).

E vale per tutto di tutto di tutto. Basta sia stato compilato. Quindi direi che si estende dall'OS (8,9, X o Y) ai programmi, fino ai driver.

Un problema un po' più grave di quello che (seppur giustamente) lamenti tu, Alberto...

Share this post


Link to post
Share on other sites

onmouseover fabricius> scrivere un programma per una certa piattaforma richiede non solo la conoscenza del s.o. ma anche del processore, certo che un programma per linux su intel ricompilato funzionerà su ppc, ma le prestazioni saranno veramente scarse, perchè la struttura delle due cpu è differente e per essere sfruttati al meglio richiedono stili di programmazioni praticamente opposti, così finchè ricompilo un' applicazione open per divertimento, va tutto bene, se si tratta di photoshop..... basta vedere le lamentele che ci sono ora su os x....

chest>

1) la jvm usa altivec in maniera trasparente, basterebbe trovare un benchmark valido... cmq è possibile usare istruzioni altivec anche in java, ma si perde la portabilità.... una parte importante di java

2)in larga parte è vero

3) lì ormai non servono neppure i MHz, al massimo dei dischi più performanti per leggere - registrare...

4)cioè su vpc? io ho provato il 5 su un imac g4 800 e sono rimasto impressionato..... il vero problema è di non poter sfruttare la scheda video, ma è veramente un ottimo programma... dovrei vederlo su un g3 per giudicare meglio

5)in realtà in questo campo, a mio avviso, non è stato ancora sfruttato a dovere, soprattutto dalle applicazioni ibride, per motivi legati allo stile di programmazione, perchè il velocity engine funziona molto bene con grandi quantità di dati, indipendentemente dalla virgola

6)vedi la pagina su quartz exteme di jaguar

7)ovviamente

8)questo se dai credito a carmak, in realtà lui scrive del codice veramente ottimo, quasi perfetto, ma per intel.... per ppc andrebbe riscritto tutto da capo per farlo andare al massimo

A)non mi risulta, chiedi ai musicisti

B)final cut 3 ha il real time, non mi sembra una brutta cosa....

attualmente l' unico vero e serio problema dei ppc è che motorola ha accumulato un ritardo enorme nello sviluppo, se fosse possibile coinvolgere ibm e partire con un ritmo più sostenuto non ci sarebbero problemi, se proprio ci deve essere un cambio sarebbe meglio i power di ibm dato che le istruzioni sono compatibili (cioè i binari girano), ma non so' se così si conserverà l' emulazione little endian, che è veramente una bella cosa

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Alberto,

nonostante anch'io non esulti per alcune scelte di Apple non ravvedo affatto al tua descrizione distorta e falsa della realtà.

Prima di tutto è fastidioso (oltrechè ingiustificato) l'uso di termini quali "evangelisti" ed "invasati" rivolto a chi attualmente ha in programma l'acquisto di macchine mac (me compreso).

In secondo luogo, come dissi già a Franco, se non sei contento di X e dei mac, passa a Win, è tuo diritto e nessuno ti dice nulla di nulla, ma per favore non "sputare addosso" a chi non condivide le tue "opinioni" boolandoli in modo offessivo e maleducato.

Il tutto con rispetto parlando (se sai cosa significa).

Cisco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Andrea Mannori, io ho provato VPC su un Ti 667 Mhz (512MB di Ram, Radeon) e va male. In un sacco di operazioni è più lento del mio vecchio Toshiba a 120Mhz (32Mb di Ram...), per capirsi. La differenza si vede proprio. Ma tanto tanto.

Sui punti 5 ed 8, che tu mi contesti, io dico che la teoria è cosa assai diversa dalla pratica.

Se io sono Intel o AMD o Ati e creo un qualcosa ottimizzato per Windows oppure se sono Microsoft e creo qualcosa ottimizzato per una delle 3 di cui sopra, male che vada vado a cascare sul 30/40% del mercato.

Se io sono Apple e mando in giro cose che per essere sfruttate richiedono un'arte particolare di programmazione, la gente mi ride dietro e dice: "tu con l'1% vorresti che io lavorassi per te di più di quelli col 99%??? Ma tu sei matto".

Perdipiù sto bendetto Altivec è ancora oggi usato solo dal 70% dei computer Apple!!! E fino a poco tempo fa eravamo sotto la metà!!!

Io non credo che alla Wolfram o alla id abbiano cattivi programmatori Mac (anzi, tra i migliori al mondo), è che le logiche interne *al massimo* propongono uno sviluppo in parallelo delle 2 versioni (e già questo è un regalo!), con un occhio alla massima interoperabilità. Ma nella maggior parte dei casi il sw per Mac è de facto il porting, il più veloce possibile ed al minor costo possibile, di quello per Windows.

E' il top management di Apple che dovrebbe basare la propria strategia con in testa il fatto di essere infima minoranza. Altro che Switch, la parola d'ordine dovrebbe essere compatibilità, riciclaggio, portabilità.

Invece scelte come quella di Altivec ti danno un quadro di una azienda che ancora si crede parecchio boriosa, come se gli anni '90 fossero passati invano. Jobs è trattato come un semidio ma in proporzione vende meno computer del centro HL.

Anche perchè, una volta falliti, hai voglia di piangerti addosso che non ti facevano il sw ottimizzato. Tanto ormai hai chiuso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

anche i Power tinti di bianco: haargh!!!

Apple ordinerebbe la rimozione delle immagini anche se fossero false, perché danneggiano le vendite dai modelli attuali

Spymac è un noto imbelle

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

<Andrea,

"attualmente l' unico vero e serio problema dei ppc è che motorola ha accumulato un ritardo enorme nello sviluppo, se fosse possibile coinvolgere ibm e partire con un ritmo più sostenuto non ci sarebbero problemi, se proprio ci deve essere un cambio sarebbe meglio i power di ibm dato che le istruzioni sono compatibili (cioè i binari girano), ma non so' se così si conserverà l' emulazione little endian, che è veramente una bella cosa..."

Ecco questo è quello che anche io ritengo la migliore delle soluzioni.

Purtroppo noi non si capisce bene che intenzioni abbia Motorola, sembra che sia sulla via della dismissione (anche se l'ultimo trimestre ha dato utili proprio dal settore dei semiconduttori), e spero vivamente che Apple così come si sta preoccupando di consolidare e affermarsi in alcuni campi con le acquisizioni che ha compiuto negli ultimi anni, ricordiamo da Astarte in poi..., faccio lo stesso sul fronte processori.

Insomma che senso ha acquistare ottimi piloti(software specifico in diversi campi) ottime alternative (convincere conversioni importanti come Maya e MatLab o come si chiama) se poi il veicolo sul quale farli andare non ha un motore all'altezza??

Mickey

Share this post


Link to post
Share on other sites

comunque anche in termini di velocità c'è sempre da discutere. Ho fatto anche dei test di velocità con matlab (ricordate quando mi lamentavo del G3?). Bene il G4 a 400Mhz ha ottenuto prestazioni migliori di un celeron da 1.2ghz. Osservando che la versione di matlab sul mac era la 5.1 (forse neanche ottimizzata per ppc) mentre sul PC c'era la 6,

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this