Sign in to follow this  
Guest

Cella Frigorifera per le vecchissime discussioni

Recommended Posts

Guest

A dire il vero un secondo dopo che hai acquistato qualcosa ci perdi già l'iva.

Il tita, è il più caro, non ci piove, ma visto che non esiste nulla di paragonabile al mondo penso che il prezzo sia molto più giustificato che su altri prodotti apple.

Cmq è anche vero che dovrebbe un po' scendere quì da noi, visto che è stato calcolato con un "vecchio" cambio €-$ molto svantaggioso...

Ma si sa che alla apple i prezzi li ritoccano solo al cambio di linea...

Cisco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti, ragazzi, buona Domenica.

Anch' io sono nuovo di queste parti e vi pregherei, vista la vostra esperienza, di farmi capire quanto la velocità della SDRAM (dall' AppleSystemProfiler ho visto che ho montata la PC133 CL3) incida sulle prestazioni globali ed in quali operazioni, p.e. nel rendering? nel "trasporto" sullo shermo con lo strumento mano in grossi file .CAD? Ho un G4 733 e, viste le cose come vanno in fatto di velocità nei nuovi G4, intendo tenermelo stretto... al sito apple nelle specifiche tecniche non ho capito bene se sia possibile montare una SDRAM più performante, ma mi è parso di no. Vi ringrazio in anticipo per l' aiuto. Cristiano.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il titanium era già in posizione molto sfavorevole come rapporto prestazioni/prezzo prima della nuova linea professionale, adesso è semplicemente improponibile.

Ha perfettamente ragione Chest nel sottolineare che mai il rapporto prestazionale tra il top di gamma powerbook e powermac era sceso così in basso, nemmeno ai tempi del 180.

E' un grosso guaio, che se non verrà rimediato in fretta impedirà letteralmente l'uso del portatile come prima macchina, come ormai in molti ci siamo abituati.

Resta il fatto che ad un posizionamento sfavorevole in prestazioni, per obsolescenza, deve corrispondere un riposizionamento di listino, che non si è visto.

Circa l'eccezionalità del titanium, è pura fantasia. Ci sono sul mercato molti modelli wintel più prestazionali e affidabili, con l'unica contropartita dell'autonomia, ma solitamente dispongono del bay e quindi della possibilità della doppia batteria.

Certo, è sottile e leggero, oltre i limiti del necessario e del consigliabile. Parlo per esperienza: ne ho già avuto uno, un 500 prima serie, autentico lemon come affidabilità, robustezza e prestazioni, che ho fatto fatica a rivendere a 2050 euro dopo tre mesi su exchange e sul poc. Mi sono tenuto il buon vecchio pismo 500 aggiornato in ram e disco rigido.

Attualmente mi hanno offerto un ti800 con uno sconto molto favorevole, diciamo pure d'eccezione, ma è comunque ancora caro: in fin dei conti ha solo un pochino di titanio nel telaio (ma molto poco e solo sulla conchiglia del monitor, mi dicono), mica è fatto d'oro - e il suo inutilissimo monitor panoramico ha meno superficie di un 15" formato 4:3.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il panoramico lo apprezzi se ci guardi i films. Io ce ne guardo tanti e devo dire che la geometria più adeguata riduce le bande nere ed alla finme ti fa sfruttare meglio al superficie.

Ergo il film lo vedi più grande.

Insomma dipende dall'uso che ne fai.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Senza dubbio, ma è l'utilizzo ricreativo della macchina, non quello creativo, in cui il più delle volte hai a che fare con documenti verticali.

Personalmente ho il dvd sul powerbook da due anni e rotti e ne ho visto uno.

Ho scelto le proporzioni tradizionali perfino per il televisore che ho preso un anno fa, è indubbiamente questione di gusti, però la Sony fabbrica ambedue le opzioni e mi consente di scegliere.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Cristiano,

puoi benissimo montare sdram pc133 CL2; qualcosa dovrebbe fare in termini di prestazioni... certo è che non ti cambia macchina.

Cisco

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Ho visto moltissimi portatili wintel con monitor da 15; sony, toshiba, dell, compaq, ecc. ecc.

Nessuno era sottile meno di 4cm (il tita 2.6).

Il più leggero, il toshiba, stava a 3.2kg (il tita a 2.4).

Per quanto mi riguarda il titanium non ha eguali.

Cisco

Share this post


Link to post
Share on other sites

sì sì, siamo d'accordo, il titanium è il più bello ma il prezzo è sbagliato, scusate, ma per me il rapporto prezzo/prestazioni è assolutamente decisivo, molto più che l'estetica, e anche la durata della batteria passa in secondo piano se posso averne una di scorta o mi collego alla rete elettrica. è chiaro che vorrei trovarne uno sotto l'albero di natale ma pare che babbo natale non esista...

una domandina sulla cache l3: quanto incide sulle prestazioni complessive di un computer? ve lo chiedo perché i nuovi 2x1000 hanno solo 1 mb mentre i vecchi ne avevano 2mb. qualcuno può aiutarmi a chiarirmi le idee?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Premessa: era dal Maggio 2000 che avevo detto addio al Mac come piattaforma di sviluppo per i miei progetti, continuando però ad avere computer Apple per testing o emergenze di varia natura. (ed anche un po' per amore, visto che il miei primi due computer - Performa 6400 nel 1996 e Yosemite nel 1999 - erano stati due Mac).

Nel Luglio 2001 decido di comprarmi un Ti400 prima serie con 512 mb di ram: entusiasta, lo promuovo a prima macchina di lavoro, e riesco anche a farci non pochi lavori.

Un computer che poi mi ha parecchio deluso, tanto che già a Novembre decido di darlo via (riesco a rivenderlo fortunatamente a 2000 euro).

I motivi?

Prima di tutto la lentezza: a sentire Apple il Ti era una macchina spaventosamente veloce, in realtà non reggeva il confronto con il mio vecchio desktop PII 533 assemblato da Elettrodata e già vecchio di un anno.

Lentezza su tante cose: innanzitutto con Photoshop ed Illustrator senza contare i vari applicativi Macromedia.

Su Internet poi un vero disastro: Internet Explorer ogni due per tre si bloccava e di li a poco bombava tutto il computer costringendomi al riavvio crudo.

A differenza poi dei blocchi di sistema Win, sul Ti avveniva un freeze delle interfacce: capivo che System 9 era alla frutta quando si bloccava tutto: cursore. orologio, finestre, ecc. Senza nessun preavviso e con buona pace del lavoro che stessi facendo.

La risoluzione poi di 1152x768 era assolutamente inadeguata per lavorare con applicativi ricchi di palette di controllo (vedi Photoshop, Illustrator e soprattutto Flash e FormZ) tanto da costringermi sempre ad avere un secondo monitor, sia a casa che in studio. La scheda grafica da 8 mb troppo poco performante per avere sul secondo display una ris. maggiore di 800x600 a migliaia di colori (le cose peggioravano poi di brutto se la stessa configurazione la avevo su Os X 10.1)

A differenza del Pismo, il case mi era subito sembrato inadeguato ad un uso intensivo e nomade: troppa la sensazione di fragilità. Dopo un mese di utilizzo, sul TFT eccoti le prime seccanti impronte della tastiera; riesco a tamponare il problema con un rettangolo di stoffa.

Ecc ecc ... Insomma a Dicembre 2001 decido di comprarmi il mio attuale portatile, che uso come prima macchina.

E cioè un Compaq Presario con mob PIII 1,2ghz, XP, Ati Radeon Mobility 32mb, 512 mb ram, monitor 4:3 da 15" con ris interna di 1400x1050 pixels, due lettori ottici su due DUE BAY distinti e swappabili (Dvd da una parte e CDRW dall'altra), usb, firewire, oltre ad un paio di favolose casse acustiche JBL Pro integrate nel case. System bus a 133 mhz.

Il tutto a 2900 euro iva inclusa.

Subito, ho avuto la netta sensazione di trovarmi su una macchina solidissima (un case resistente e tradizionale, tipo Pismo). La luminosità dello schermo era impressionante, soprattutto se rapportata a quella del Ti. La velocità generale del sistema era ed è davvero notevole, un altro pianeta: in particolare con Photoshop 6 e Flash 5/Mx

Ora, se vi dico che in quasi 9 mesi di utilizzo Win XP non si è bloccato neppure una volta mi credete?

In conclusione, oggi - Agosto 2002 - il Ti è un prodotto ancora *bello* ma che davvero rischia di abbandonare l'orbita del mercato reale, se messo a confronto come qualità/prezzo con l'estrema rapidità di evoluzione dei portatili Wintel.

Sul design e l'appeal però il PowerBook rimane ad alti livelli: per quanto ancora basterà?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il marcio era OS9. Con X le macchine non si bloccano più. Ad ogni modo in ciò che dici c'è tanto di vero. Soprattutto la "velocità" è un punto dolente, anche se spesso la gente ha avuto impressioni di lentezza dovute a MacOsX più che alle applicazioni stesse.

D'altra parte se Apple non facesse errori non sarebbe al 2%...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Natale Natale Natale, se ci penso mi viene male.

Cosa comprare???

Io consiglio vivissimamente a chi ha bisogno di un portatile di regalarsi il nuovo Ti ad 1Ghz con supedrive e 1Giga di ram. Con l'offerta attuale ve lo portate via a 4000 euro iva inclusa. Inimmaginabile fino a 3 giorni fa.

Mi sento di sbilanciarmi pubblicamente sul fatto che questo sarà un portatile "generazionale", di quelli che tra le tante cose, manterranno il proprio valore per anni.

E' infatti un prezzo da "buca" di potenziale di Apple, il livello sotto il quale mai potranno scendere, a meno di non rimettererci soldi, con le macchine (e secondo me già sono strettissimi).

La succesiva generazione di portatili dovrà per forza tornare sui 5000 euro, dando modo al mercato dell'usato di non finire "ghigliottinato" dall'uscita della nuova macchina.

Inoltre è difficile immaginare un oggetto significativamente diverso. Avendo a bordo il superdrive, praticamente per anni l'evoluzione sarà solo sulla velocità dei componenti, non sulla loro natura.

Certo, vedremo superdrive da 2x, da 4x, da 8x; poi vedremo dischi da 80Gb, da 100Gb, poi processori da 1.2Ghz, da 1.5Ghz e così via. Vedremo monitor da 16", poi da 17", poi in formato 16:9 e così via. Ram da 1.5Gb, da 2GB e cos' via. Schede video con Agp 8x, con 128Mb di ram e così via. Vedremo USB2 e Firewire da 1.6Gb/sec.

Ma nulla di nulla di nulla che, con un minimo di calma in più, il presente Ti non possa *già* adesso fare.

Questo elemento lo configura come portatile generazionale. Sono pronto a scommettere che per almeno 2 anni solari pieni (forse 3!) non verrà fuori alcun gadget significativo, anche perchè l'unico oggetto veramente mancante (il masterizzatore di DVD da 9giga, per duplicare i film commerciali) sembra proprio che non uscirà mai (ostacoli dalle major e problemi "tecnici").

Fateci davvero un pensierino, o voi che potete, anche perchè i tempi di consegna di Apple sembrano fatti apposta per farvi trovare il Ti sotto l'albero!

E a chi naviga dico: informatevi bene su Airport. Io ce l'ho e godo. Dovete solo verificare che sia compatibile con l'offerta del vostro provider, specie per l'ADSL.

Sono invece un po' più scettico sugli iMac e gli eMac. Ma onestamente credo che la campagna di Natale di Apple sia solo agli inizi,e che presto vedremo anche il rinnovo di questi altri Macintosh.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this