Panasonic - Leica


viaggiatore
 Share

Recommended Posts

  • Replies 28
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Io non credo a nessuna favola relativa alla costruzione da parte di chi e come....

Sono invece sicuro di quello che ho scritto semplicemente perchè ho una Digilux2 quindi so di cosa parlo, Per quanto riguarda la Digilux3 che è comunque notevolmente migliorata sotto tutti i punti di vista rispetta alla 2, il costo è di 2400 euro e non puo Assolutamente essere paragonata alla M8 che oltre ad essere costruita con criteri diversi, costa 4200 euro. Direi che è ovvio che non si possono paragonare, no?

Scusa ma il link che hai postato porta a una pagina di amazon che vende la Digilux2 che non è nessuna delle due ritratte qui sotto....

Se volete invece saperne davvero di piu

oppure....

ciao

Link to comment
Share on other sites

Allora ti consiglio di rivedere le tue certezze. Tra parentesi, nessuno dei link da te citati(che almeno in caso rimanda al listino dell'importatore ufficiale - bell'esempio di obbiettività) riporta la minima informazione sulla provenienza delle macchine. Invece, se ti fossi soffermato a leggere dove ho indicato io, avresti trovato:

"Some folks take issue with the fact that the camera is in fact produced in Japan, and that the electronics are made by Panasonic. To that I say, "Big deal" Remember, what you buying here is above all Leica quality glass - whether it's made by a guy who orders his dinner in German or Japanese isnt really important

As for the version of this camera with the same combo of eletronics and lens but branded Panasonic? It's about $300 cheaper. You are very much paying for the little red dot. But bottom line, the two camera could be identical and yet when it comes to either resale value, collectability (if any digital cameras ever achieve that status) or just prestige - as illogical as it might seem to some, Leica has it, and Panasonic doesnt and wont."

ed ancora:

http://pcworld.about.com/news/Apr212004id115768.htm

"and while the camera carries a big "Leica Camera Germany" label on the back, it's made in Japan with some help from Panasonic. (The almost-identical Panasonic Lumix DMC-LC1 sells for $250 less.) "

e infine, sul forum forse più credibile che ci sia in giro:

http://forums.dpreview.com/forums/read.asp?forum=1001&message=9234455

"My latest love- the Digilux 2. Assembled in Japan by Panasonic"

Per quanto riguarda la Digilux3 che è comunque notevolmente migliorata sotto tutti i punti di vista rispetta alla 2, il costo è di 2400 euro e non puo Assolutamente essere paragonata alla M8 che oltre ad essere costruita con criteri diversi, costa 4200 euro.

Non sono solo criteri diversi: una è fatta in Giappone ed una in Europa. Che poi siano entrambe assolutamente sopravvalutate è un altro discorso...

Link to comment
Share on other sites

Comunque mi sembrano interessanti alcune Lumix come la FX07, estremamente compatta, 7.2Mpix e, sopratutto, un 28mm (su base formato 135) di focale di partenza.

Un discreto grandangolare per fare un minimo di foto d'architettura quando si è in giro per cazzeggiare.

Certo, un 20 o 24mm sarebbero il massimo su una compatta...

Link to comment
Share on other sites

Cosa mi dite circa il ritardo delle macchine digitali nella "registrazione" dell'immagine?

Raramente le macchine digitali congelano l'istante /attimo come le reflex normali a pellicola o le digitali professionali . Il limite di molte macchine digitali.Anche se hanno miliono di pixel

Link to comment
Share on other sites

Guest falkor

Tutte le macchine fanno uso del buffer, questo riduce il problema del trasferimento dati al secondo. Una cosa che riguarda solo i forografi sportivi* ed è normale che costi (come costavano i drive da 12FPS all'epoca del film). Ormai anche il Vietnam si fa con il video.

*anche i tripponi brachicefali che fanno gli workshop maremmani sgomitando in 200 attorno ad una modella da saga delle castagne. Essi, dopo aver chiuso la moglie e la figlia Mariangela ( Cheetah ) in casa ed essere scappati con la scusa delle sigarette, hanno poco tempo e molti ormoni arretrati ( le palle piene ) ma sfogarsi con lo zoom a motore è sempre stato un palliativo assai discutibile ...

Link to comment
Share on other sites

Mat, perchè dici che la m8 è sopravvalutata?

è più "limitata" di utilizzo di una reflex (ma non penso che chi fa foto sportive la compri) ma ha tutti i vantaggi del telemetro, ha un parco ottiche che non teme confronti con nessuno (semmai sono gli altri che non si devono confrontare a ottiche leica m), è bella da vedere in tradizione tedesca leica m ...

Fede

Link to comment
Share on other sites

Ma ha dei problemi non da poco, basta leggere il report su dpreview(tanto che sono corsi ai ripari fornendo dei filtri ottici da avvitare all'apparecchio... Come dire: gli hanno messo gli occhiali). Per un apparecchio da 4.200 Euro street price solo corpo che viene fornito solo su prenotazione ed in negozi accuratamente selezionati che manco te la fanno tenere in mano mi pare decisamente troppo.

Link to comment
Share on other sites

I problemi capitano sempre quando compri un oggetto appena uscito, specie elettronico (un mio amico prese imac appena uscì e ricordo avesse dei problemi...).

Se vai da Paoletti, Via Clavature a Bologna, te la fanno vedere, tenere in mano, scattare qualche foto ...

Link to comment
Share on other sites

Non solo ma la progettazione ottica per le macchine digitali asseconda l'esigenza principale di funzionamento dei CCD di ricevere raggi luminosi il più possibile perpendicolari. Le ottiche della serie "M" non solo sono "tradizionali" nel progetto ma anche simmetriche; cosa che, specie per le focali grandangolari - obbligatorie vista la minore dimensione del sensore rispetto al 135, si traduce in raggi ai bordi particolarmente inclinati.

Più l'obiettivo si avvicina al piano focale, maggiore è l'inclinazione dei raggi periferici e necessariamente la vignettatura ( sebbene siano oggi numerose le costruzioni asferiche per "M" e la parte esterna dell'immagine resti esclusa dall'area del CCD non full frame ).

Link to comment
Share on other sites

I problemi capitano sempre quando compri un oggetto appena uscito, specie elettronico (un mio amico prese imac appena uscì e ricordo avesse dei problemi...).

Se vai da Paoletti, Via Clavature a Bologna, te la fanno vedere, tenere in mano, scattare qualche foto ...

Beh, la mia D2x di problemi non ne ha mai avuti, specialmente quelle rilevate da dpreview(che sono molto, ma molto gravi). Devo fare 100 Km tutte le volte che voglio provare un nuovo apparecchio?

Link to comment
Share on other sites

Falkor, parli di ottiche m sul digitale o in genere?

Sinceramente non ho mai trovato quel difetto che tu mi illustri: ho provato molte ottiche m, in modo analogico ovviamente, e devo dire che in tutte le situazioni, anche le più estreme (sole frontale, poca luce ... ) mi han sempre dato grandi risultati ...

Poi con la m8 hanno prodotto anche nuove ottiche compreso il 28 f2.8 asferico di cui ho sentito gran bene.

Matbard, ti ho dato un recapito di Bologna perchè io sono di Bologna e per farti vedere che non è poi così difficile trovare la m8 e poterla afferrare; tu abiti a 100km da bologna, bene, sono sicuro che ci sia anche vicino a casa tua un venditore Leica pronto a mostrarti l'oggetto.

Chiaro è che trattandosi di Leica non la trovi in tutti i negozi: sarebbe come dire che tu possa trovare un Rolex negli stessi negozi di uno Swatch ...

Colpa del mito Leica? si, forse; di sicuro anche la tua D2x è una gran macchina, ma quando si parla di Leica ... parli di un mito che devo dire se la tira un po', come poi tutte le "belle donne" no?

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share