Sign in to follow this  
Arcobaleno

Cosa vi manca del mondo Microsoft?

Cosa vi manca del mondo Microsoft  

506 members have voted

  1. 1.

    • il software, ovvero i programmi "Windows-only"
      168
    • la possibilità di modificare l'hardware del computer
      58
    • il modo d'uso del computer (anche per abitudine)
      20
    • le informazioni, ovunque troverete qualcuno che può insegnarvi a fare qualcosa con windows
      28
    • i prezzi dei computer e/o dei componenti mediamente più bassi
      81
    • le schermate blu
      176


Recommended Posts

Il passaggio da un mondo all'altro implica l'apprendimento di nuove informazioni d'uso; è normale. Lo smanettone di Win, il classico personaggio che ama entrare nei registri, cambiare la cpu e la scheda video ogni 6 mesi...difficilmente abbandona quel modo di vivere che lo fà star bene. Che poi abbia da criticare, senza conoscere Mac, ovvio...ma oggi come oggi almeno il 50% della nuova utenza proviene da Win; c'è mai stata altra scelta? Negli anni '90 c'era anche Amiga, altro bel gran sistema, che offriva tutto quello che si voleva, dai giochi al professionale...un pò meno l' azienda, (in)cosciente della propria esistenza che si è venduta perchè incapace di gestire l'oro che aveva tra le mani. Sistema multitask a 32bit pieno, chip custom ad alta efficenza (un brevetto fu anche venduto alla HP). Il resto è storia anche se esiste ancora qualche remasuglio funzionante con i G4.

Chi oggi passa a Mac lo fà perchè trova l'applicativo che gli serve e questo è di solito un utente prof; poi c'è chi è curioso, chi decide di provare. I motivi sono tanti ma, in primis, i motivi sono: stabilità, funzionalità e rogne terminate del 90%. Ovvio che lo sfigato con la macchina difettosa c'è sempre.

Chi passa a Mac compra anche l'emulatore per Win? Verissimo, ma poi lo aggiorna? Appena trova lo stesso software per Mac evita di usare Win, anche solo emulato.

Una cosa meno tenuta in considerazione dagli utenti scettici è il software dato in dotazione con OGNI Mac, veramente TANTO ed esenziale; la controparte Win si affida agli OEM, con versioni LE, BETA o 60gg, senza parlare della cooperatività del tutto inesistente. Alla fine chi passa a Mac, o per curiosità o per lavoro difficilmente torna indietro.

Borg2, il software Freeware esiste anche per Mac (si ha il link fisso ad una vasta biblioteca direttamente dal menù Mela); nella mente collettiva si pensa che l'avere maggiore scelta comporti maggiori possibilità di trovare ciò che serve. Vero ma solo in parte; difatti ciò che conta realmente è la qualità e funzionalità. E' che si è restii con se stessi a dire "quello che mi serve realmente l'ho già quando compro il Mac !" (senza contare che se l'amico sà che sei passato a Mac, ti deriderà e prenderà in giro.....fino a quando non lo compra anche lui !!) Parli di versatilità e ricchezza in modo generale. OK. Ma cos'è che non hai trovato? Quello che tu dici l'ho sentito almeno 1000 volte....e per 1001 ho sfatato. Se mi dici che usi Pinnacle Studio 12 e non c'è per Mac...ti rispondo che hai ragione ma anche che col Mac, da subito come lo tiri fuori dalla confezione hai iMovie che ha meno transizioni/effetti ma è 100 volte + stabile e tutto quello che deve fare LO FA, punto!! Questa è l'essenziale.

Si, devi usarlo intensamente per "memorizzare" tutte le cosette che offre un Mac e ci vuole tempo, pazienza e costanza; se parti schifato, hai già un piede in fallo.

Prova a dirti questo: " compro un Mac che non costa troppo, male che vada ci monto Win e lo uso comunque...". Costa troppo? Vero, è un Mac ma è anche vero che quando lo rivenderai sarà difficile che lo vendi a meno della metà...i PC costano meno ma valgono meno della metà già come lo porti a casa !!!

BISOGNA VALUTARE TUTTO L'INSIEME !

E poi, oggi magari và bene il Mac domani forse andrà meglio il PC oppure torna dal regno dei defunti un nuovo Amiga.......eh eh.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grandissima piattaforma che era Amiga. Il suo allontanamento dalle scene informatiche è stato un vero e proprio omicidio, dopo che Commodore si è suicidata per un pugno di dollari.

P.S. Chiedo scusa per la crudeltà delle metafore e per la quantità di sangue che si può immaginare spargersi ora sul pavimento, ma la fine di Amiga è stata troppo immorale per non essere considerata un'efferatezza.

Share this post


Link to post
Share on other sites

@vla

diciamo che una risposta del genere me l'aspettavo: prima o poi qualcuno avrebbe difeso il mac dallo "stupido utente win". gia' qui potrei dire che hai assimilato l'utenza win a due caratteristiche: sono quelli che ogni sei mesi cambiano hardware e sono quelli che deridono il mac. ritengo che tu abbia fatto "di tutta l'erba un fascio e che in realta' sia tu a deridere windows. e poi le gente che cambia hardware spesso e' probabilmente quella che usa il pc per gioco. ma non essendoci cosi' tanti giochi il mac non soffre di questo problema...pero' rinuncia ai giochi. il 90% degli utenti usa windows e questo mi porta a pensare che ci siano dei vantaggi nell'usarlo, altrimenti non si spiegherebbe il perche' di questa incolmabile differenza - tu dirai che sia dovuto al fatto che non si puo' scegliere, invece scegliere e' possibile e la gente non e' tutta stupida. personalmente come dicevo, non ho usato il mac cosi' intensamente per poter fare un confronto obbiettivo e non mi permetto di denigrare l'utenza mac e il mac stesso: mi manca esperienza sul mac e mi manca la voglia di fare com i bambini che dicono che "il mio computer e' meglio del tuo". come ogni cosa ci sono pregi e difetti. inoltre, se da una parte ci sono utenti che si lamentano sempre del software mac, dall'altra ci sono quelli che si lamentano sempre della stabilita' win. bisogna valutare tutto l'insieme, ma si deve essere anche neutrali.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grandissima piattaforma che era Amiga. Il suo allontanamento dalle scene informatiche è stato un vero e proprio omicidio, dopo che Commodore si è suicidata per un pugno di dollari.

P.S. Chiedo scusa per la crudeltà delle metafore e per la quantità di sangue che si può immaginare spargersi ora sul pavimento, ma la fine di Amiga è stata troppo immorale per non essere considerata un'efferatezza.

Verisissimo: aveva potenzialmente la facilità d'uso del Mac con la versatilità del PC ... peccato che Commodore non abbia mai creduto nel miglior gioiello di famiglia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ho usato Amiga dal 1988 al 1999 ! Sinceramente, a parte BE OS, che vidi in anteprima su un G3 all'università di Milano e del quale da qualche parte ho un video della presentazione dove si vedono prestazioni che a oggi solo un iMac a 3Ghz supererebbe. Be OS, come Amiga OS aveva un sistema molto ottimizzato, basato a spingere al massimo le prestazioni dell'hardware. Amiga, visto dai più come macchina adatta solo ai giochi, aveva chip dedicati e una gestione del video basata su una architettura che "stranamente" è stata poi ripresa prima da Silicon Graphic e poi da Intel con l'introduzione dell'AGP. Ma la sua morte, che proprio morta non è visto che c'è ancora chi come me ne parla come un grande amore e una ristretta mole di persone che ancor oggi ne utilizza le basi su nuovi, anche se pochi, sistemi hardware (rilasciato da poco AmigaOS 4.2).....purtroppo è stata VOLUTA dagli "imbecilli" della C=. Già perchè il nuovo hardware, potentissimo per l'epoca (1993), era pronto col nuovo software....chissà magari oggi avremmo potuto contare su grafica HAM24 4D..! ! ! !!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Verisissimo: aveva potenzialmente la facilità d'uso del Mac con la versatilità del PC ... peccato che Commodore non abbia mai creduto nel miglior gioiello di famiglia.

Qualche tempo fa su un sito "tecnico" fu riportata per esteso tutta la storia di Commodore dalla nascita alla distruzione. Probabilmente Commodore è stata la prima vittima della speculazione finanziara sulla new economy, prima che la new economy esistesse. Commodore era nata come una società con enormi competenze e creatività, ricorda veramente la prima MicroSoft, Google e Apple. Visto l'enorme successo nonostante le relative piccole dimensioni, fu facile preda di speculatori finanziari, che la comprarono esclusivamente come mucca da mungere. Basti pensare che misero come CEO un tipo che per tutta la vita aveva diretto una acciaieria.

Il resto della (triste) storia è facilmente immaginabile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non posso non intervenire ;)

Anche io ho usato Amiga sin dal 1986. Ovviamente frequentavo anche il mondo Apple con i primi Mac basati anch'essa sui Motorola 68xxx e per lavoro i PC con il Dos e poi a seguire Windows 3.1 (il primo WIndows realmente utilizzabile) e senza dimenticare l'interessante OSWarp di IBM.

Beh sono anche io ancora sconvolto e incredulo dal suicidio di Commodore Inc, e da tutte le vicissitudini del marchio dopo l'adesione al Chapter 11 (una specie di concordato preventivo prefallmentare) con le speculazioni di squali come Amiga Inc. e a a seguire.

La macchina era insuperabile: suono stereo, grafica a 4096 colori, capacità di genlock (!), multitasking preempitivo, chip dedicati alla grafica e all'audio separati. Insomma una specie di capolavoro.

Ancora oggi rivedo i filmati familiari ripresi con una Sony 8, riversati su Amiga, lavorati con genlock usando il meraviglioso programma di DTV Scala (chi lo ricorda...?) e tutto su un Motorola 68000 base....

Oggi non saprei come fare altrettanto con la stessa facilità di allora.

Purtroppo il marketing è questo e come il VHS si impose sul superiore BETAMAX (probabilmente grazie all'intuizione di mettere in circolazione films a luci rossi sotto quel formato per primi.....) così il sistema di riferimento era ed è tuttora quello Windows.

Non so se è il migliore, certamente data la sua capillare diffusione, è quello che dal punto di vista office da meno problemi.

Anzi ritengo che Windows XP Professional service pack 3 goda anche di una notevole stabilità, se usato cristianamente e senza installare disinstallare programmi a go go.

Poi ovviamente è sggettivo, l'esperienza Mac è più gradevole e più facile.

Però anche alcune caratteristiche Windows mancano sotto Mac, al di là della compatibilità di alcune applicazioni di nicchia esistenti solo per la piattaforma di Bill Gates.

Ad esempio il parco giochi non è da sottovalutare.

In definitiva oggi entrambi i mondi si sono rubati le cose uno con l'altro.

Pesonalmente uso entrambi ma sento, se voglio essere pignolo, la mancanza di un Messenger adeguato sotto Mac come anche di un programma veramente paragonabile ad eMule (non mi dite che Amule va bene......)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Borg2 dice "il 90% degli utenti usa windows e questo mi porta a pensare che ci siano dei vantaggi nell'usarlo, altrimenti non si spiegherebbe il perche' di questa incolmabile differenza - tu dirai che sia dovuto al fatto che non si puo' scegliere, invece scegliere e' possibile e la gente non e' tutta stupida."

Tra gli altri uno dei motivi del persistere della quota a vette del 95% di win, è il fatto che c'è molta gente come te che anche se sono 20'anni che usano e si intendono di computer un Mac non lo hanno mai usato, e basano quasi tutta la conoscenza sulla "questione Mac", sul semplice sentito dire che normalmente è un concentrato allucinante di luoghi comuni, luogni comuni che nel bene o nel mane, in buona fede mi vien da dire, il tuo post è infarcito :)

Faccio solo 2 considerazioni:

La prima è che ci sono la stragrande maggioranza gli intenditori di computer di informatica e tecnici, magari figure veramente capaci, come te biorg2, che hanno sempre e solo usato dos/win che hanno sempre e solo avuto a che fare con persone tecnicamente preparate ma con pari esperienze informatiche (solo win) che si sono tramandati con il passa parola luoghi comuni e false credenze sulla "questione Mac" a non finire, basati sempre e solo sul sentito dire. Questo negli anni ha non ha fatto altro che rafforzare la posizione dominante di Microsoft, posizione dominante che si basa moltissimo sull'ignoranza (senza offesa) di tecnici validissimi che però conoscono solo win e non hanno mai, non dico posseduto (so che è quasi un disonore per voi buttare i soldi in un Mac), ma neanche usato un Mac.

La seconda considerazione è che la figura tecnicamente equivalente di cui sopra ma del versante Mac sa benissimo usare anche i sistemi dos/win e questo lo pone nei fatti, quindi oggettivamente, un qualche gradino più alto in fatto di conoscenze informatiche rispetto al classico tecnico win. Borg2, bada bene che gli utenti Mac esperti sono i primi a consigliare l'uso di win in determinate situazione ma sono anche i primi a sostenere che un sistema Mac nel 90% dei casi può tranquillamente rimpiazzare un sistema win, questo non perché sono fan talebani scatenati ma perché sanno benissimo che quando esistono le applicazioni di cui si ha bisogno un sistema Mac richiede molta meno manutenzione e cura rispetto ad un sistema win. In oltre se è in vena di outing l'esperto Mac non si farà scappare l'occasione per ribadire che tra le altre cose c'è anche una bellezza, una eleganza ed una particolare armoniosità e feeling positivo che i sistemi Mac hanno e sanno trasmettere all'utente.

Win è al 95% (non il 90%) perché ci sono tantissimi come tè Borg2 che non conoscono... anzi peggio conoscono male, per sentito dire e basta. Insomma c'è tanta ignoranza e disinformazione che giocano tutte a sfavore della piattaforma Mac e avvantaggiano alla grande quella Microsoft, questo loop autoalimentato da quelli come te Borg2, è uno dei motori principali che tiene Microsoft a quelle irraggiungibili vette.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tra gli altri uno dei motivi del persistere della quota a vette del 95% di win, è il fatto che c'è molta gente come te che anche se sono 20'anni che usano e si intendono di computer un Mac non lo hanno mai usato, e basano quasi tutta la conoscenza sulla "questione Mac", sul semplice sentito dire che normalmente è un concentrato allucinante di luoghi comuni, luogni comuni che nel bene o nel mane, in buona fede mi vien da dire, il tuo post è infarcit

Ci sarebbe anche da chiedersi perché negli ultimi venti anni (più o meno) la gente il Mac non l'ha mai provato. Io francamente, quando in qualunque questione, sento dare la colpa al cattivo di turno sento sempre un po' di puzza di bruciato.

Il motivo per cui la gente ha scelto il PC dai tempi di Windows 3 ad oggi è al 90% dovuto al fatto che un PC con prestazioni più che dignitose lo compri ad un prezzo X, un Mac (specialmente nel più o meno recente passato) con prestazioni largamente inferiori a quelle di un PC (ogni riferimento ai G4 non è puramente casuale) ad un prezzo X + 20/30%.

Se a questo aggiungi il fatto che per ennemila ragioni (non tutte di carattere "commerciale" ma anche tecnico) per PC c'è sempre stata una maggiore abbondanza di software, periferiche ed una maggior facilità all'espansione beh ... il quadro comincia a farsi più chiaro.

Questo negli anni ha non ha fatto altro che rafforzare la posizione dominante di Microsoft, posizione dominante che si basa moltissimo sull'ignoranza (senza offesa) di tecnici validissimi che però conoscono solo win e non hanno mai, non dico posseduto (so che è quasi un disonore per voi buttare i soldi in un Mac), ma neanche usato un Mac.

Il fatto che ci siano in giro persone capace di dare una mano, in anni in cui non c'erano forum, internet, mail ecc. ecc. è un indubbio vantaggio di cui non c'è nulla da vergognarsi. Se parliamo di pseudo furfanti che vendono prestazioni non necessarie/inefficaci beh, questo non è un qualcosa di legato al mondo PC ... purtroppo ho incontrato una miriade di rivenditori/pseudo tecnici "Mac" da far rabbrividire.

In più, se uno fa il tecnico "aggiusta PC" non vedo perché dovrebbe conoscere/possedere dei Mac.

Insomma c'è tanta ignoranza e disinformazione che giocano tutte a sfavore della piattaforma Mac e avvantaggiano alla grande quella Microsoft, questo loop autoalimentato da quelli come te Borg2, è uno dei motori principali che tiene Microsoft a quelle irraggiungibili vette.

Anche qui ... è un discorso vecchio di decenni :-)

Se è un prodotto della concorrenza ad avere il monopolio è dovuto all'ignoranza, se è un prodotto Apple ad avere il monopolio (facciamo nomi? iPod) questo discorso non vale ma è per la bontà di un prodotto.

Personalmente ribadisco quanto accennato su: Per veramente tanti anni o acquistavi un Amiga (fantastico ma posto fuori mercato da quei deficenti della Commodore) a mettiamo 1 milione e praticamente avevi solo una bellissima macchina da gioco, o a 1 milione e mezzo un PC col DOS ed avevi un computer da "lavoro" ... oppure per la maggior parte della gente niente computer perché un Mac se non tiravi fuori 3/4 milioni non lo prendevi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

@flask

sei solamente in grado di lodare il mac e offendere me e gli altri utenti win? rileggiti quanto ho scritto, ho detto di non poter valutare attentamente il mac, e soprattutto non ho offeso alcun orgoglioso utente mac, magari incapace di trovare un difetto perche' l'orgoglio stesso lo impedisce. se vuoi discutere lo fai rispettando me e gli altri.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Do la mia piccola esperienza. Ho switchato a Mac dopo tanti anni di Win e non tornerei più indietro, assolutamente. Spero per Microsoft che si rimetta in sesto con windows 7 e che inizi a proporre qualcosa di più che idee "prese in prestito" da Apple, allora potrei riconsiderare la scelta. In tanti anni di win, nonostante non sia proprio un novellino, ho dovuto faticare molto, moltissimo, sia in ambito privato che lavorativo a mantenere un sistema correttamente funzionante. Il mio ultimo PC è durato ben 4 anni senza mai formattarlo, ma non vi dico che è stato un bene! alla fine i tempi di caricamento erano biblici e così le prestazioni generali, ma era una sfida, ho affrontato virus, driver scomparsi o non funzionanti, hd danneggiati e altro ma sono sempre riuscito a tenere vivo il sistema. Devo ammettere di aver messo tanta roba dentro, di aver provato innumerevoli software anche solo per un giorno e altre scemate. Tuttavia non posso dire che gli OS che ho avuto io fossero robusti, anzi. Sappiamo tutti i difetti degli OS Microsoft.

Con Mac lavoro meglio e uso il computer nel vero senso della parola: sono un UTENTE, non un MANUTENTORE o un tecnico. Non devo preoccuparmi di provare un software e poi di cancellarlo perchè non mi rimarrà roba in eterno dentro l'hd e il caricamento dell'os non subirà modifiche di un ms. Non devo preoccuparmi più di tante cose. E non ditemi che non è così con Windows, non ditemi che chi conosce bene Windows non sa cosa comporta un azione piuttosto che un'altra all'interno dell'OS. Per me era un continuo pensare a cosa era meglio fare o non fare con winzoz.

Ho speso di più è vero, molto di più, ma non mi importa perchè risparmio in tempo prezioso. Inoltre mi piace molto la filosofia e la coerenza dei sistemi Apple e mi ritengo molto soddisfatto del cambio.

MI manca un software per gli scacchi, Chessbase, il migliore al mondo, esistente solo per Win purtroppo, ma pazienza! Potrei mettere Parallels ma davvero di Win non ne voglio più sapere, dovessi cambiare OS andrei su Linux, certamente, che amo di più.

Questa è la mia esperienza. Parlo dell'esperienza fino a Vista, per fortuna brevissima, quasi inesistente, di WIn 7 non so invece nulla.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ci sarebbe anche da chiedersi perché negli ultimi venti anni (più o meno) la gente il Mac non l'ha mai provato. Io francamente, quando in qualunque questione, sento dare la colpa al cattivo di turno sento sempre un po' di puzza di bruciato.

Bisogna anche chiedersi come mai Microsoft abbia perso tanto terreno in pochissimo tempo e abbia iniziato a vedere Apple come una grandissima minaccia, pensiamo ai tentativi di mettere in cattiva luce il Mac tramite una serie di spot davvero ridicoli e falsi o al fatto di aver creato dei simil Apple store, copiando davvero a man bassa lo stile e l'idea di Store, pensiamo alle risate di Mr. Balmer che ridicolizzava l'idea di un iPhone, insomma non mi sembrano comportamenti da uno che ha il 95% dei consensi eh.

Windows è come un'abitudine (buona o cattiva decidetelo voi): cambiarla è difficile ma non impossibile e se Apple non esagerasse con i prezzi sarebbe d'aiuto ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this