LIBRETTI ISTRUZIONI IN ITALIANO


Guest
 Share

Recommended Posts

10-15 euro di differenza tra gli acquisti in Italia e quelli in Francia (ad esempio)????

Forse per un caricabatterie ci sono 10-15 euro!!!

Le fotocamere differiscono anche del 50% tra l'italia ed altrove, e quindi - a volte - centinaia di Euro!

Che poi i motivi del diverso prezzo non siano solo riferiti al ricarico è vero. Pesano ad esempio l'applicazione o meno di aliquote IVA diverse da paese a paese...etc....

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 25
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Riccardo, in un regime di libero mercato hai il diritto di acquistare dove vuoi, così come chi si prende la briga di importare e distribuire un prodotto, dotarlo di manualistica ed offrire un'assistenza ha il diritto di negare questo tipo di servizi a chi non segue le sue richieste. Personalmente preferisco girare fra i negozi della mia città e fare qualche telefonata per avere il prezzo migliore su un prodotto UFFICIALE che non andare a scatola chiusta ed acquistare merce di dubbia provenienza che poi ti costringe a vari contorcimenti di stomaco sul post-vendita per risolvere qualche problema banale.

Link to comment
Share on other sites

Fuji 3500 listino fujifilm Italia 360€

sul mercato dai 320-350€

50% anche di 350€ sono 175€

in un sito Internet non italiano: 245

3500+custodia 271€ differenza 26€ per una custodia!!!!!!

3500+custodia+card 128 mb 321€

morale: da una parte ti fanno un prezzo, sugli accessori, ti fannno lo stesso prezzo che trovi in italia.

Ma il problema non è questo, come già evidenziato il più parti, poi si cerca il "pollo" italiano fotonegoziante da molti definito <FONT COLOR="ff0000"></FONT><FONT COLOR="ff0000"></FONT><FONT COLOR="ff0000"></FONT><FONT COLOR="ff0000"></FONT><FONT COLOR="ff0000"></FONT>, per cercare spiegazioni e libretti di istruzione in italiano.

Il punto, secondo me è proprio questo, mancanza di coerenza, se un negoziante è un <FONT COLOR="ff0000"></FONT><FONT COLOR="ff0000"></FONT><FONT COLOR="ff0000"></FONT><FONT COLOR="ff0000"></FONT><FONT COLOR="ff0000"></FONT>, perché poi andare a chiedere spiegazioni sull'apparecchio?

Semmai anche prima dell'acquisto, poi tornando una seconda volta per ulteriori spiegazioni giustificandosi con il fatto che la fotocamera gli è stata regalata!!

Il tempo di questo <FONT COLOR="ff0000"></FONT><FONT COLOR="ff0000"></FONT><FONT COLOR="ff0000"></FONT><FONT COLOR="ff0000"></FONT><FONT COLOR="ff0000"></FONT> (leggi fotonegoziante" non vale niente? Il libretto di istruzioni, la FUJIFILM Italia lo paga oppure gli è stato regalato?

Coerenza, compro all'estero, quindi risparmio, quindi non rompo a nessuno, tanto io sono intelligente, il libretto in italiano non mi serve!

Allora perchè poi si va sul forum a chiedere aiuto, ho comprato questo, ho fatto bene, qualcuno mi aiuta con questo problema?, ecc, ecc

Ha proposito io custodie per digitali le vendo dai 7 ai 15 EURO!!

Questa non è polemica, è sana discussione che serve a tutti per capire meglio come realmente stanno le cose.

Link to comment
Share on other sites

Ragazzi mi sembra che ci sia un tono di polemica inutile ...

Perchè si compra sui siti esteri ???

Perchè, cari ragazzi, quei <FONT COLOR="ff0000"></FONT><FONT COLOR="ff0000"></FONT><FONT COLOR="ff0000"></FONT><FONT COLOR="ff0000"></FONT><FONT COLOR="ff0000"></FONT><FONT COLOR="ff0000"></FONT><FONT COLOR="ff0000"></FONT><FONT COLOR="ff0000"></FONT> di kelkoo e altri siti del genere publicizzano questi siti senza preoccuparsi delle condizioni che questi siti danno agli acquirenti Italiani e, chi non è esperto o chi non si preoccupa di leggere attentamente le condizioni di vendita o peggio ancora (nella maggior parte dei casi) non sono scritte da nessuna parte, si lasciano accalappiare dalla notevole differenza che in molti casi ci sono nella maggior parte dei prodotti tecnologici in genere e soprattutto sulle foto/video camere digitali.

A voi non piace risparmiare ?

Mi spiegate perchè Canon dà una garanzia europea e fornisce gratuitamente i libretti di istruzione in Italiano e Nikon, che ha ben pensato di dare in mano tutto a Nital qui in Italia, oltre a non fornire una semplice copia di un libretto non dà neanche assistenza in garanzia a prodotti non acquistati da loro ?

Qui gli unici fuori legge sono proprio quelli della Nikon/Nital !

Poi possiamo discutere sul fatto che siti come Nomatica, Pixmania sputtanano il mercato qui in Italia e gli unici a rimetterci sono i rivenditori che giustamente e legalmente vendono solo prodotti regolarmente importati, ma questo secondo me va addebitato ai produttori come Nikon che utilizzano queste politiche commerciali del <FONT COLOR="ff0000"></FONT><FONT COLOR="ff0000"></FONT><FONT COLOR="ff0000"></FONT><FONT COLOR="ff0000"></FONT><FONT COLOR="ff0000"></FONT> e probabilmente non danno le stesse condizioni in tutti i paesi, altrimenti non si spiegano tante differenze di prezzo.

Ovviamente queste sono solo mie considerazioni, ognuno è libero di pensarla come vuole, questi son fatti, non pugnette--->

Kit EOS 20D 1699€

Kit EOS 20D 1565€

differenza 134€ che in percentuale è circa 8,5% e vi assicuro che ci sono casi anche più eclatanti.

Link to comment
Share on other sites

si compra all'estero perché in Italia vige una sorta di terrorismo informatico(alimentato ad arte da alcune lobbies e da un certo tipo di informazione) per cui un certo modo di pensare è autorizzato, se non addirittura incentivato.

Mi riferisco non solo ai siti da te citati, ma anche alle pubblicità di chi invita a "ricaricare" le cartucce delle stampanti, a chi commercializza gadget più o meno hi-tech che promettono miracoli che poi alla fine si rivelano degli inutili soprammobili.

E' la cultura che ha fatto al fortuna degli assemblatori di PC, delle webcam mascherate da fotocamere da 80 Euro e delle Soundblaster con le quali si crede di poter fare musica.

Purtoppo, al giorno di oggi, il digitale di bassa qualità non esiste. Se si vogliono ottenere determinati risultati ed una certa tranquillità, si deve essere disposti a spendere. Altrimenti si ridimensionano le proprie ambizioni.

Per rispondere alla tua domanda, Canon in Italia è rappresentata da una filiale locale e l'assistenza è centralizzata: se ti si guasta un apparecchio, devi provvedere a riportarlo al tuo rivenditore il quale lo manda in assistenza. Nital invece cura una rete di laboratori sul territorio, con personale specializzato ed addestrato dalla stessa azienda, che provvede a fornire al cliente soluzioni eliminando i tempi. Ovviamente, questo tipo di servizio ha un costo e l'importatore lo fa ricadere sull'utente finale. Nital non è il solo importatore di materiale Nikon in Italia, ne esistono altri che offrono garanzie diverse tipo quella "europea" da te citata. Nital non ti nega l'assistenza: semplicemente ti nega gratuitamente i SUOI laboratori, ai quali puoi comunque rivolgerti(come io ho fatto con piena soddisfazione) qualora la garanzia sia scaduta, Permettimi poi di aggiungere che, nel caso della D70, la garanzia offerta da Nital sale addirittura a 3 anni, contro il solo anno di quella "europea". In questo caso, non essendoci laboratori ufficiali Nikon presenti sul territorio italiano, il tuo apparecchio viene mandato in uno di quelli residenti all'estero(come fa anche Apple).

- Matteo

Link to comment
Share on other sites

<FONT COLOR="119911">il digitale di bassa qualità non esiste</FONT><FONT COLOR="000000">

Scusate, volevo dire "il digitale di alta qualità a basso costo"...</FONT>}

Link to comment
Share on other sites

"ital sale addirittura a 3 anni, contro il solo anno di quella "europea". In questo caso, non essendoci laboratori ufficiali Nikon presenti sul territorio italiano, il tuo apparecchio viene mandato in uno di quelli residenti all'estero(come fa anche Apple)"

Ma in Europa la garanzia è di DUE anni, NON uno!

Anche Apple applica la garanzia di DUE anni che, comunque, è il venditorte a dover fornire. Così dice la legge.

Link to comment
Share on other sites

Franco, la legge obbliga il produttore ad UN anno di garanzia. Il secondo anno viene offerto dal venditore(nel caso di utente finale, e quindi privo di partita IVA) e comunque è soggetto al cosiddetto "vizio di conformità". Faccio qualche esempio pratico:

a) Acquisti un iMac con Superdrive e dopo un anno e mezzo(!) ti accorgi che non ha il masterizzatore DVD ma soltanto un Combo drive. Hai diritto alla sostituzione della macchina da parte del rivenditore(che si rivarrà sul produttore) in quanto essa non è conforme alle specifiche dichiarate al momento della vendita.

b) Acquisti un iMac con Superdrive e dopo un anno e mezzo ti si rompe il Superdrive. Devi dimostrare(con una perizia a tuo carico) che la rottura è avvenuta per un difetto presente al momento della vendita(che quindi rientra nel vizio di conformità) e quindi a quel punto sarà il rivenditore(e non il produttore) a passare la garanzia.

Apple dichiara, come la stragrande maggioranza dei grandi brand(Epson, HP etc.etc.) UN anno di garanzia, con la formuletta "tale garanzia non si sostituisce e si aggiunge a quella prevista dalla normativa europea". Nital invece applica alla D70 TRE anni, dichiarati, anche se si tratta di utenti professionali(quindi con P.IVA).

- Matteo

Link to comment
Share on other sites

Matteo, per quanto ne so l'utente "finale" non si identifica con l'utente privo di partita Iva, ma semplicemente con il consumatore, che come tale si distingue dal rivenditore - l'ultimo della catena, in pratica.

Se acquisto una stampante o una videocamera e la consumo mentre la scarico fiscalmente, sempre consumatore finale resto.

Quantomeno, le mie fonti di informazione più affidabili in materia mi riferirono così.

Il primo dei tuoi esempi pratici, tuttavia, non mi sembra inerente: se mi consegnano una macchina con il combo al posto del superdrive, è una truffa del genere aliud pro alio e vigono i termini della responsabilità contrattuale, non certo la garanzia di prodotto; tra l'altro, secondo corrente giurisprudenza essa si applica dal momento della notizia della difformità, non già della sua presenza.

Il secondo esempio è corretto, ma hai voglia - una perizia qualsiasi costa già da sola assai più di un superdrive.

Circa l'oggetto del thread, se ne è già parlato mesi fa; tuttavia, si badi che i prezzi Nital sono perfettamente allineati agli altri prezzi degli importatori ufficiali, come si può controllare sui listini di nikon.fr, nikon.de, nikon.nl, eccetera; anzi, non sono nemmeno i più elevati.

E' perfettamente legittimo scegliere di risparmiare acquistando da un canale che vende materiale non destinato al mercato europeo; ovviamente, what you pay is what you get.

Se fosse veramente possibile acquistare la stessa apparecchiatura al 30% in meno e con le stesse garanzie, state pur certi che gli importatori ufficiali avrebbero già chiuso o ritoccato i listini.

Link to comment
Share on other sites

FRanco, tanto per rispondere ai tuoi quesiti ti riporto il link con il testo integrale della legge:

http://www.motorbox.com/3248.html

<FONT COLOR="119911">a) consumatore: qualsiasi persona fisica che, nei contratti soggetti alla presente direttiva, agisce per fini che non rientrano nell'ambito della sua attività commerciale o professionale;

</FONT><FONT COLOR="000000">

esclude quindi tutti coloro che aquistano un bene per attività professionale, e quindi tutti coloro che lo acquistano con partita IVA.

</FONT><FONT COLOR="119911">Articolo 6

Garanzie

1. Una garanzia deve vincolare giuridicamente la persona che la offre secondo le modalità stabilite nella dichiarazione di garanzia e nella relativa pubblicità.

2. La garanzia deve:

- indicare che il consumatore è titolare di diritti secondo la legislazione nazionale applicabile disciplinante la vendita dei beni di consumo e specificare che la garanzia lascia impregiudicati tali diritti;

- indicare in modo chiaro e comprensibile l'oggetto della garanzia e gli elementi essenziali necessari per farla valere, segnatamente la durata e l'estensione territoriale della garanzia, nonché il nome e l'indirizzo di chi la presta.

3. A richiesta del consumatore, la garanzia deve essere disponibile per iscritto o su altro supporto duraturo, a sua disposizione e a lui accessibile.

4. Lo Stato membro in cui il bene di consumo è commercializzato può, nel rispetto delle regole del trattato, imporre nel proprio territorio che la garanzia sia redatta in una o più lingue da esso fissate tra le lingue ufficiali della Comunità.

5. Una garanzia che non risponda ai requisiti di cui ai paragrafi 2, 3 e 4 rimane comunque valida e il consumatore può continuare ad avvalersene e esigerne l'applicazione.

</FONT><FONT COLOR="000000">

Non c' è NESSUN termine indicato dalla legge, c'è solo scritto che le condizioni devono essere chiare e ben leggibili esiste però il "difetto di conformità":

</FONT><FONT COLOR="119911">Termini

1. Il venditore è responsabile, a norma dell'articolo 3, quando il difetto di conformità si manifesta entro il termine di due anni dalla consegna del bene. Se, a norma della legislazione nazionale, i diritti previsti all'articolo 3, paragrafo 2, sono soggetti a prescrizione, questa non può intervenire prima di due anni dalla data della consegna.

</FONT><FONT COLOR="000000"> Ciò significa che la copertura è realtiva a tutte quelle discrepanze che esistono fra le caratteristiche del bene e ciò che viene dichiarato al momento dell'acquisto. Ora, poiché nessuno dichiara che, per esempio, un computer Apple deve per forza durare almeno due anni senza inconvenienti, ecco che si capisce come la legge non serva fondamentalmente ad una mazza...

Il mio era solo un esempio parossistico.

- Matteo

PS. Ho visto io stesso pochi giorni fa un esempio lampante di applicazione della legge...</FONT>

Link to comment
Share on other sites

Inutile portare esempi di fotocamere digitali confrontando i prezzi applicati in italia rispetto a quelli proposti su siti come pixmania...alcuni sono pressoché allineati, altri differiscono veramente per oltre un 50%.

E finché la cifra che si risparmia consiste in una manciata di euro è inutile correre rischi, ma quando la differenza raggiunta è importante (io ho risparmiato 450 euro rispetto al prezzo italiano di 1000 euro -45%) molti consumatori (come me) preferiscono "correre il rischio" ed assicurarsi un risparmio certo (per esempio 450 euro) a fronte di un uscita incerta (ovvero la rottura dell'apparecchio ed i relativi costi di spedizione, tempo, telefonate etc...)

Infondo la Nikon(per ex)è la stessa ovunque, ed anche se qualcuno crede a leggende metropolitane secondo cui alcune fotocamere sono costruite con materiali non conformi, ritengo che sia improbabile che negozi "in vista" come pixmania o nomatica si sputtanino (al pari di quelli che vendono i cellulari giocattolo per strada) e ritengo improbabile che se c'è un mercato di Nikon "fasulle" queste entrino in Italia passando ufficialmente (scontrinate) per siti come pixmania o nomatica.

La nikon è la stessa ovunque - anche in francia- e se in italia vigono certi prezzi forse non è nemmeno completamente colpa di Nital.

Per quanto riguarda la garanzia, in Europa, è sempre di 2 anni (salvo accordi migliori) (il secondo garantito dal venditore) per chi acquista come persona fisica. 1 anno per chi acquista con P. IVA.

Link to comment
Share on other sites

Ciao Riccardo,

alla fine hai preso la Nikon 5700 da Pixmania o Nomatica ?

Dacci le impressioni sulla macchina in un thread dedicato.

Cmq è vero che la garanzia europea è di 2 anni, ma non qui in Italia, solo presso riparatori di fiducia di Nomatica/Pixmania nei paesi dove è stata acquistata.

Le spese sono a carico dell'acquirente e i tempi di ritorno della macchina possono variare dai 2 mesi ai 6 mesi.

Ciao

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share