Sign in to follow this  
ClaZ

Installazione Carputer sull'Audi del ClaZ

Recommended Posts

Ed eccoci alla seconda parte della realizzazione del Raid da macchina.

Per la parte elettronica del raid stesso ho utilizzato un case raid della SQP.

Questo case per due dischi fissi SATA da 3,5" è alimentato con una tensione doppia da +12V e da +5V.

Da qui la necessità della realizzazione dell'alimentatore sopradescritto.

Riguardo alla struttura meccanica che contiene i due dischi fissi, invece, ho utilizzato un meccanismo estratto dal case di un computer della Apple, un bel G5.

E' una struttura che permette la rimozione dei dischi tramite due slitte realizzate con 4 semplici viti.

La struttura sarà montata su un supporto mobile ammortizzato.

Per motovi logistici e di raffreddamento ho dovuto allontanare i dischi dall'elettronica di controllo la quale è lontana dall'alimentatore. Con l'utilizzo di cavi di opportuna sezione e con cavi SATA della lunghezza di 1mt, ho avuto modo di svincolarmi dai problemi di ingombro del case stesso dei dischi e ho avuto modo di poter avere la libertà necessaria per sistemare la scatoletta di controllo dove più mi aggradava, fuori dalla vista e comunque in luogo protetto, lontano da sorgenti elettroniche del segnale audio.

Di seguito le foto della realizzazione della scatoletta per il raid e la visione di insieme dei cablaggi.

Ecco la scatoletta plastica lavorata per permettere le connessioni esterne via FW400 e FW800.

La connessione al computer avviene tramite FW400, mentre le due connessioni FW800 si comportano come un piccolo HUB. Comodo direi...

Posted Image

Posted Image

Uno sguardo al gruppo meccanico dei dischi con i cablaggi.

I cavi azzurri sono quelli del SATA, i cavi con il termorestringente giallo sono le alimentazioni.

Posted Image

Posted Image

Posted Image

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vista di insieme

Posted Image

Posted Image

Vista di insieme con la scatoletta del Raid chiusa e con il cablaggio realizzato sull'alimentatore relativo alle tensioni del gruppo esterno.

Posted Image

Posted Image

Posted Image

Share this post


Link to post
Share on other sites

Posted Image

Il consumo in corrente si attesta su 1,7A a 12V con i due dischi a regime di rotazione, come dimostrato dalla foto relativa all'alimentatore utilizzato per i test al banco.

Posted Image

Ecco il cablaggio verso le periferiche terminato.

Il connettorino plastico a due poli serve per alimentare il cablaggio della scheda audio RME FireFace400

Posted Image

Posted Image

Ecco una foto di insieme dei tre oggetti finiti.

Posted Image

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ed ecco le foto del cablaggio verso la vettura, ovvero il +12V batteria, il +12V sotto chiave e la massa.

Posted Image

Finito...

Posted Image

Il test è andato a buon fine. La guaina nera che vedete nelle foto è una guaina in nylon antitaglio, necessaria per tutti i cablaggi in vettura, onde evitare di fare disastri senza volerlo, magari muovendo i sedili o piantando una qualche copertura della carrozzeria in fase di rimontaggio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Caro Claz, io non ti conoscevo, ma mi dispiace molto che te ne sei andato cosi'. La tua auto era bellissima e mostrava la tua immensa passione. eri veramente un genio, e mi dispiace che non hai potuto terminarla. In realtà eri troppo avanti. :(

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this