Batteria MacBook Pro


Ale18hk
 Share

Recommended Posts

È stato scritto anche questo un milione di volte; sul manuale del tuo MBP trovi scritto tutto in maniera chiara e concisa.

...che sia stato scritto non lo metto in dubbio, è che non lo trovavo più e per questo mi sono accodato a questo thread per chiedere quest'informazione.. Nel manuale non c'è scritto come calibrare la batteria...mi spiace..

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 57
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Puoi anche cercare nell'aiuto del finder...

Per calibrare la batteria:

Collega l'alimentatore di corrente MagSafe e carica completamente la batteria di MacBook o MacBook Pro finché la spia sul connettore MagSafe diventa verde e l'icona Batteria nella barra dei menu indica che la batteria è interamente carica.

Mantieni inutilizzata la batteria per due ore o più quando è completamente carica . Durante questo periodo puoi utilizzare il computer collegando l'alimentatore a un presa di corrente.

Scollega l'alimentatore di corrente mantenendo acceso il computer e inizia a utilizzarlo con la batteria. Quando la batteria inizia a scaricarsi, verrà visualizzata sullo schermo la finestra di dialogo di batteria scarica.

Mantieni acceso il computer finché non entra in stato di stop. Quando la batteria è ormai quasi scarica, registra il tuo lavoro e chiudi tutte le applicazioni prima che il computer entri in stato di stop.

Spegni il computer o mantienilo in stato di stop per cinque ore o più.

Ricollega l'adattatore alla presa di corrente e lascialo collegato finché la batteria non si è ricaricata completamente. Durante questo periodo puoi utilizzare il computer.

Link to comment
Share on other sites

Il rischio della calibrazione è quello di scaricare profondamente la batteria con conseguente perdita di capacità....

Counque dopo le cinque ore il computer si spegne da solo, ma se lo si lascia spento per troppo tempo potreste avere brutte sorprese all'accensione!

Ciao

Link to comment
Share on other sites

Il rischio della calibrazione è quello di scaricare profondamente la batteria con conseguente perdita di capacità....

Counque dopo le cinque ore il computer si spegne da solo, ma se lo si lascia spento per troppo tempo potreste avere brutte sorprese all'accensione!

Ciao

Cito sempre dal'aiuto del finder :

'Calibra la batteria del tuo Mac Book o MacBook Pro ogni mese o due per mantenerla in grado di funzionare al massimo delle sue capacità.'

Ma allora, conviene o no fare la calibrazione della batteria ?

Link to comment
Share on other sites

Puoi anche cercare nell'aiuto del finder...

Per calibrare la batteria:

Collega l'alimentatore di corrente MagSafe e carica completamente la batteria di MacBook o MacBook Pro finché la spia sul connettore MagSafe diventa verde e l'icona Batteria nella barra dei menu indica che la batteria è interamente carica.

Mantieni inutilizzata la batteria per due ore o più quando è completamente carica . Durante questo periodo puoi utilizzare il computer collegando l'alimentatore a un presa di corrente.

Scollega l'alimentatore di corrente mantenendo acceso il computer e inizia a utilizzarlo con la batteria. Quando la batteria inizia a scaricarsi, verrà visualizzata sullo schermo la finestra di dialogo di batteria scarica.

Mantieni acceso il computer finché non entra in stato di stop. Quando la batteria è ormai quasi scarica, registra il tuo lavoro e chiudi tutte le applicazioni prima che il computer entri in stato di stop.

Spegni il computer o mantienilo in stato di stop per cinque ore o più.

Ricollega l'adattatore alla presa di corrente e lascialo collegato finché la batteria non si è ricaricata completamente. Durante questo periodo puoi utilizzare il computer.

Grazie mille, non sono pratico di mac ma avevo provato a cercare qualcosa...devo esercitarmi di più, comunque più tardi faccio la prima calibrazione.

Link to comment
Share on other sites

La calibrazione va fatta se e quando l'indicatore dello stato della batteria sul sistema operativo "da i numeri" ossia: il portatile va in stop anche se viene segnalata carica rimanente, se a pieno regime viene segnalata una percentuale di inferiore al 90% ed altre amenità varie.

La calibrazione non agisce sulla batteria stessa, ma risincronizza il Power Manager del portatile con la circuitazione di controllo della carica sul pacco batterie(ed infatti sugli accumulatori a ioni di litio che sono privi di controllo di carica non è necessario fare la calibrazione...).

Come detto altrove, le batterie a ioni di litio devono essere trattate in maniera diversa a quella che è divenuta usanza comune, mutuata dall'esperienza delle batterie all'idruro: la cosa che fa loro più male sono le cariche e le scariche forzate, mentre le cariche parziali, anche frequenti non le danneggiano essendo (quasi) del tutto immuni da effetto memoria. Mentre per la sovraccarica c'è la protezione interna del poratile che stacca l'alimentatore quando la batteria è piena, per le scariche occorre che la batteria non sia del tutto prosciugata, quindi occorre collegare l'alimentatore non appena viene indicato dal sistema.

Al di la di tutto, bisogna pensare che basta che si danneggi un elemento del pacco che la batteria diventa pressoché inutilizzabile. Così come è perfettamente normale che le sue prestazioni degradino col tempo.

Link to comment
Share on other sites

La calibrazione va fatta se e quando l'indicatore dello stato della batteria sul sistema operativo "da i numeri" ossia: il portatile va in stop anche se viene segnalata carica rimanente, se a pieno regime viene segnalata una percentuale di inferiore al 90% ed altre amenità varie.

La calibrazione non agisce sulla batteria stessa, ma risincronizza il Power Manager del portatile con la circuitazione di controllo della carica sul pacco batterie(ed infatti sugli accumulatori a ioni di litio che sono privi di controllo di carica non è necessario fare la calibrazione...).

Come detto altrove, le batterie a ioni di litio devono essere trattate in maniera diversa a quella che è divenuta usanza comune, mutuata dall'esperienza delle batterie all'idruro: la cosa che fa loro più male sono le cariche e le scariche forzate, mentre le cariche parziali, anche frequenti non le danneggiano essendo (quasi) del tutto immuni da effetto memoria. Mentre per la sovraccarica c'è la protezione interna del poratile che stacca l'alimentatore quando la batteria è piena, per le scariche occorre che la batteria non sia del tutto prosciugata, quindi occorre collegare l'alimentatore non appena viene indicato dal sistema.

Al di la di tutto, bisogna pensare che basta che si danneggi un elemento del pacco che la batteria diventa pressoché inutilizzabile. Così come è perfettamente normale che le sue prestazioni degradino col tempo.

Ma posso chiederti una cosa? Io che ho il portatile nuovo...è meglio se almeno una volta la facico scaricare del tutto o è indifferente? io l'ho usata solamente fino al 50% e poi messa in carica per paura che si bloccasse durante l'installazione di win...

Link to comment
Share on other sites

La calibrazione va fatta se e quando l'indicatore dello stato della batteria sul sistema operativo "da i numeri" ossia: il portatile va in stop anche se viene segnalata carica rimanente, se a pieno regime viene segnalata una percentuale di inferiore al 90% ed altre amenità varie.

La calibrazione non agisce sulla batteria stessa, ma risincronizza il Power Manager del portatile con la circuitazione di controllo della carica sul pacco batterie(ed infatti sugli accumulatori a ioni di litio che sono privi di controllo di carica non è necessario fare la calibrazione...)....

Ma allora, perchè Apple consiglia (a prescindere) di fare la calibrazione ogni mese o due ?

Non vorrà mica farci danneggiare le batterie per vendercene di ricambio ?

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share