Sign in to follow this  
MACBUK

Macintosh IICI (1989) torna a vivere...

Recommended Posts

In effetti il primo tentativo di portarlo in vita è andato a parziale buon fine. E' un IICI 160/20

- Il monitor macintosh 14" si accende senza fare immagini. Cribbio!

- Il monitor macintosh 12" ha una forte tonalità rossa dominante (ma che cavolo...)

- La macchina lavora alla perfezione, ho espanso la memoria a 20 cannibalizzando due LC.

- Ho installato word 6 (la macchina aveva MS word 2) ed acrobat reader.

- Ho trovato netscape navigator ed ora sto cercando una maniera di portarlo in rete.

- Ho trovato una scheda madre Quadra 700 nuda e due LC 475 interi (di cui uno con scheda di rete) che tempo addietro avevo procurato per ottenere le videoram e il processore 68LC040 e creare un IICI con cuore 040.

Oggi mi rendo conto che sarebbe una inutile violenza. Tanto più che una macchina ibrida non avrebbe alcun significato collezionistico.

Posted Image

Nelle foto è anche a confronto con il macbook e sebbene siano passati quasi 20 anni di progresso ... il macbook sfigura! :-)

Share this post


Link to post
Share on other sites

- Il monitor macintosh 14" si accende senza fare immagini. Cribbio!

- Il monitor macintosh 12" ha una forte tonalità rossa dominante (ma che cavolo...)

Metti le (belle!) immagini un po' più strette, altrimenti scombini un pelo il layout del forum.

Bella macchina!!! Sul problema del monitor, su quello da 12" sembrerebbe che ci sia con uno dei colori (il verde?). Una possibilità è che ci sia una saldatura crepata da qualche parte. Sai come comportarti per riparare un monitor?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao, mi spiace per il layout ma ... non mi fa editare le precedenti foto :-).

Non credo di essere in grado di ripararlo, anche perchè non manca del tutto uno dei colori, c'è il rosso dominante... devo vedere se esiste qualche trimmer.

In ogni caso ho intenzione di procurarne qualche altro magari 14 o 17 pollici per sfruttare risoluzioni migliori: c'è troppo poco spazio con la 512 x 384. Avevo tempo addietro una radius che gestiva una risoluzione di 800x600 (e forse più) a 16 milioni di colori per la famiglia macintosh II datata 1988!

Ho trovato una apple extended keyboard... ma per una cosa buona ce n'è una cattiva !

L'hd SCSI più grande che avevo (160 mb) non appena parte dopo 10 secondi si ferma: non boota più. Ma ogni 30 volte più o meno parte in maniera apparentemente stabile.

Avevo parecchio software li dentro quindi devo correre ai ripari backuppando quello che ho

negli altri hd... e se riesco a farlo bootare vorrei riprendere quel che c'era dentro.

Intanto ne ho montato uno da 80 con il 7.5 crudo senza estensioni appena installato.

Posted Image

Ho delle curiosità:

- Fino a quanti GB è in grado di gestire il system 7.5?

- Ho un plextor 32x e un yamaha 4-4-16 SCSi: esistono estensioni che permettano "di montare" cd rom di queste marche?

- Se faccio una catena di hd scsi c'è qualche accorgimento che devo fare perchè system 7 o 7.5 la riconosca senza problemi?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non credo di essere in grado di ripararlo, anche perchè non manca del tutto uno dei colori, c'è il rosso dominante... devo vedere se esiste qualche trimmer. L'hd SCSI più grande che avevo (160 mb) non appena parte dopo 10 secondi si ferma: non boota più. Ma ogni 30 volte più o meno parte in maniera apparentemente stabile.

Peccato per il monitor. Non hai un amico riparatore TV che abbia voglia di darci un'occhiata? Il più delle volte, si tratta di guasti banali, ma bisogna sapere dove e come mettere le mani.

Attenzione al disco. Penso che sia vicino alla morte definitiva, quindi fai un backup finché sei in tempo... se sei ancora in tempo.

- Fino a quanti GB è in grado di gestire il system 7.5?

Allora, potrei sbagliarmi e quindi cerca conferma in giro, ma mi sembra che i primi System 7 gestissero fino a tipo 4GiB, tant'è vero che un disco da 18GiB che ho usato l'ho dovuto partizionare in un po' di pezzettini. Mi pare che invece le ultime versioni potessero vedere senza problemi anche i dischi più grandi.

- Ho un plextor 32x e un yamaha 4-4-16 SCSi: esistono estensioni che permettano "di montare" cd rom di queste marche?

Si, l'estensione Apple CD-ROM 5.3.2. E' l'unica se non mi sbaglio che consente di utilizzare CD non Apple. Io ho uno Yamaha 4-2-6 SCSI che funziona in lettura perfettamente:

http://www.macitynet.it/forum/showthread.php?t=20924

Non ho mai provato ad usarlo come masterizzatore, ma la cosa non mi interessa a dire la verità. Se giochi con i dischi SCSI, fa comodo un'utility come Lido.

- Se faccio una catena di hd scsi c'è qualche accorgimento che devo fare perchè system 7 o 7.5 la riconosca senza problemi?

Nessuno, a parte terminarli correttamente ed assegnare a ciascuno un ID diverso dagli altri dischi e dal controller. Dovrai poi formattarli con Lido per esempio, che mette a disposizione anche delle informazioni utili per ogni dispositivo SCSI che trova e puo' aiutare a risolvere dei problemi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Posted Image

Posted Image

Gli ho dato un nuovo monitor... ma anche l'hd da 80 ha deciso per l'exitus.

Che non sia l'alimentatore che li brucia... bah vedremo.

Col tester sembrano 5v e 12v coerenti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

per il monitor mi sembra ci fossero delle viti di regolazione, non ricordo piu' se accessibili gia' dall'esterno togliendo una placchetta dietro o all'interno che permettono di controllare tutte le caratteristiche dl monitor compreso i colori, quello e' un RGB mica un VGA economico.

Per la catena scasi devi mettere un terminatore ( una resistenza) sull'ultimo hard disk

Share this post


Link to post
Share on other sites

%7Boption%7D

Che non sia l'alimentatore che li brucia... bah vedremo.

Col tester sembrano 5v e 12v coerenti.

Mi sembrerebbe strano che la colpa sia dell'alimentatore. Non vedo perché non dovrebbe saltare prima qualche componente della scheda logica.

Piuttosto, è normale che i dischi partano facilmente. Tieni conto che hanno quasi vent'anni... L'usura meccanica, la lubrificazione e quant'altro ormai possono dare problemi. Lo si dimentica spesso, ma non è che i dischi moderni siano poi indistruttibili (avevo segnalato un articolo dei Google Labs con delle statistiche). Su macchine vecchie vale quanto mai la regola di replicare i dati il più possibili, per mettersi al riparo da possibili guai.

Belle le tue macchine!

[OT]

Rileggendo le mie righe: "i dischi partano facilmente", mi viene da chiedermi "ma poi tornano?"

[/OT]

Share this post


Link to post
Share on other sites

ragazzi che dire... ho acquistato per 20 euro

il monitor che come vedete è bianco candido, un syquest e un lettore cd 300.

Ho imbandito la catena scsi esterna.

Il lettore cd non viene riconosciuto... però gira ed espelle il caddy.

Proverò su un LC 475 per vedere se è un problema dell'estensione mancante altrimenti lo smonto o tento una chimera con un plextor scsi.

Il prossimo fine settimana metterò un LC 475 accanto al II GS a casa vecchia.

SPeriamo che io riesca ad aggiustare il macintosh II 13" rgb monitor (che ebbi anni fa su un IIX)

perchè il 12" (quello con la dominante rossa che per ora ho messo da parte) anche quando riuscissi ad aggiustarlo gestisce solo la 512x384 che è troppo sacrificata per una macchina come il 475.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il lettore cd non viene riconosciuto... però gira ed espelle il caddy.

Proverò su un LC 475 per vedere se è un problema dell'estensione mancante altrimenti lo smonto o tento una chimera con un plextor scsi.

Fammi capire: il lettore CD viene quindi riconosciuto dal sistema operativo. Se usi un programma tipo Apple CD player, puoi controllare il disco e mandare magari in lettura un CD audio? Occhio che l'uscita audio del CD non sarà collegata, problema a cui puoi rimediare con delle cuffie.

Se la risposta è positiva, allora è probabile che si tratti di un problema di filesystem. Il filesystem utilizzato da MacOSX è HFS+, mentre i vecchi System utilizzavano l'HFS. Mi pare che ci siano delle estensioni che permettevano al Mac di leggere filesystem ISO-nonmiricordo, oppure Joliet (Microsoft).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sperando di fare cosa gradita, metto anch'io qualche foto del mio SE/30. Purtroppo, la mia macchina foto digitale si è rotta e non posso fare altre foto agli altri sistemi che possiedo.

In realtà, qui a stretto rigore sarebbe OT, ma dato che l'SE/30 era considerato come un IIx in una scatola di un SE, mi permetto di continuare in questa discussione, che persegue quindi la sua vena fotografica. Alcune foto non sono perfette, perché all'epoca non ero equipaggiato con un cavalletto e tenendo la macchina in mano i tempi di esposizione non sono ottimali.

Incominciamo quindi con una vista della scheda madre dell'SE/30. Ho dovuto aprire la macchina quasi subito perché era in cattive condizioni ed aveva accumulato una quantità di polvere notevole. Inoltre, dopo qualche tempo ha incominciato a mostrare delle righe orizzontali al momento dell'avvio, rifiutandosi di caricare il sistema operativo. Questo problema è stato denominato dagli amici giapponesi "Simasi mac": http://www.biwa.ne.jp/~shamada/fullmac/repairEng.html#SimasiMac

Posted Image

Ed ecco la causa. I condensatori elettrolitici sulle alimentazioni sono delle piccole versioni SMD e mostrano decisamente i segni del tempo: l'elettrolita era fuoriuscito spandendosi letteralmente sulla piastra nei dintorni del condensatore:

Posted Image

Una volta sostituiti i condensatori originali con delle versioni più recenti, la macchina ha ripreso a funzionare perfettamente. Ne ho approfittato per fare una pulizia accurata dell'interno e dell'esterno. Le foto seguenti mostrano l'SE/30 collegato ad una catena SCSI abbastanza lunga: due dischi esterni, uno da 2GiB (Darwin) ed uno da 18GiB (Fatboy), partizionato in 5 parti perché il System 7.1 che avevo all'epoca sulla macchina vedeva fino a 4GiB di spazio in un'unica partizione. Mi pare che poi questo limite sia stato innalzato con le ultime versioni di quello che poi è stato chiamato OS, dalla 7.5 in poi. Chiude la catena un CDROM Yamaha. I dischi sono montati in box esterni autoalimentate che ho recuperato (come i dischi rigidi, del resto), quando dove lavoro hanno gettato via i vecchi server. Ogni box era equipaggiato di un cicalino che segnalava molto rumorosamente condizioni pericolose, come per esempio la ventola non funzionante. Tuttavia, le ventole utilizzate sono sovradimensionate e, complice l'utilizzo di dischi da 7500 rpm da server piuttosto massicci, il tutto è ben più rumoroso del quieto SE/30.

Posted Image

Ecco un dettaglio dello schermo. I 18GiB in linea non mi sono serviti ad un granché, si è trattato solo di una prova. Il disco da 2GiB denominato Darwin è invece il disco dove tengo tutta la mia libreria di software d'epoca, rendendola interscambiabile fra più Macintosh con porta SCSI.

Posted Image

Da Wikipedia: "Apple indicava la presenza del processore 68030 aggiungendo la x dopo il nome del computer. Quando decise di aggiornare li Macintosh SE si pose il problema di come aggiornare il nome del computer. Dopo un periodo di riflessione di decise di rompere la convenzione e nacque il Macintosh SE/30." :P

Share this post


Link to post
Share on other sites

Certo che le foto sono cosa gradita! La tua macchina è uno spettacolo favoloso :-). Prima o poi ne comprerò una... Tra le altre cose era molto più fruibile in rapporto ai classici Plus, SE e CLassic. Dovrebbe avere uno slot per la ROM ... è quello bianco? Madonna che emozione...

C'è chi adottando la ROM del IIFX è riuscito ad installare OS 8 sull'SE30.

(la cosa è fattibile su tutte le rom 32 bit complete).

Io voglio provarlo anche se si tratta di una forzatura anacronistica! ma voglio il supporto di HFS+ (Non appena troverò un diavolo di harddisk scsi adeguato).

Sei appassionato di francese? ma quanta ram hai? vedo solo 4 slot popolati.

Darwine l'estensione c'è ma il CDrom inserito nel caddy del CD300 non compare sul desktop.

Il proprietario me l'ha venduto per guasto ma prima proverò su un 475 che ho a casa vecchia e poi comincio a smontarlo secondo me è una schiocchezza.

Mentre il syquest è uno strumento fighissimo. Anche perchè le due cartucce erano strapiene di software.

A proposito... tu hai usato il masterizzatore yamaha come componente esterno della catena SCSI. Secondo te se io lo usassi un plextor 32 o uno yamaha 4416 simile al tuo SCSI come componente interno (con una piattina che va dalla MB all'hd e poi al cd rom) secondo te lo riconoscerebbe? Secondo te si puo' fare una catena SCSI partendo dal connettore che nella Motherboard è deputato all'hd?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this