Sign in to follow this  
Guest

Ad Armi Pari

Recommended Posts

Mia madre lavora in una scuola superiore in una efficiente localita' del nord Italia.

Hanno allestito un laboratorio informatico.

Bene. Una bella storia, vero?

Okkei. Si rivolgono ad una ditta locale (ovviamente) per l'acquisto di N computer da mettere in rete.

La scelta cade su dei PC.

Poiche' il laboratorio informatico deve fare anche da mediateca (ricordo a tutti che la via dell'inferno e' lastricata delle buone intenzioni) questi PC devono avere il DVD.

Bene. Una bellissima storia, vero?

Okkei.

Arrivano i PC. Io faccio sommessamente presente alla mamma (sono vecchio ma ho una mamma ancora in gamba) che magari e' il caso di dare una occhiatina alle schede video *prima* di comprare tutto quel ferro.

Il tecnico (?) guarda e afferma che e' tutto okkei.

Bene.

Mia mamma compra i DVD in inglese per i ragazzi.

Veramente una storia stupenda non e' vero?

Okkei.

Si arriva a inserire i DVD e non *1 solo* di quei PC mostra i DVD.

Ora: potete bene immaginare la delusione di mia mamma.

Vi autorizzo a dire la vosra su come mai queste cose succedono nelle efficienti localita' del nord Italia (non per fare discriminazione col sud, ma ovviamente ci si aspetta che su le cose vadano meglio che giu').

Io mi limito a dire che 14 iMac sarebbero costati meno e avrebbero dato una infinita' meno di problemi.

Ma il Mac e' taboo.

Perche'?

Dite la vostra che io ho detto la mia.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Perchè il Mac è taboo?

Perchè la non conoscenza equivale alla non esistenza.

Non si conosce il mac=non esiste il mac.

Poco importa che esiste nel tuo o nel nosto immaginario.

Normalmente il pc=computer.

Ricorda i calci che sta prendendo Apple nel settore educational.

Mio padre dirige il dipartimento di chimica e fisica della terra dell'Università di Palermo e mi conferma la stessa situazione che tu paventi per l'efficiente nord-italia.

Dopo aver per anni plagiato ricercatori e professori sulla miglior efficienza del mac, si è dovuto arrendere al proliferare di questi schifosissimi pc che vengono comprati da laureati e gente che studia da una vita e che non è in grado di capire che ANCHE su mac funziona Excel.

E' una battaglia persa.

Scopri che interi dipartimenti vengono forniti di pc perchè la maggior parte dei macchinari (es. microscopi a scansione elettronica SEM, o diffrattometri o centrifughe) usano software che gira solo su Win.

E passano la vita a mandare computer all'assistenza, e i magazzini si riempiono ogni anno di decine di esoscheletri grigi di computer comprati due anni fa e che non vanno più..

Poco importa se comunichi che un microscopio elettronico produce una Tiff e che un IMac la gestirebbe alla grande.

E comprano computer, e sistemi operativi, e ogni periferica banale per montarsi deve ottenere il permesso delle muse elettroniche.

Microsofti ha invaso il mercato in maniera irreversibile, colpendo il praticismo massaio presente in ognuno di noi.

Ed è la base dell'ignoranza.

Sulla quale punta Win.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Poi sono tutti incacchiati se non possono usare per due settimane macchinari da mezzo miliardo perchè il pc da due milioni si blocca se setti il bios.....

Mai, mai, mai, mai comprerei un pc, è un approccio da fazzoletto usa e getta.

Che spendi due lire oggi e vedi due lire, e cinquantamilalire nei prossimi due anni.

Però consciamente credi di averne speso due.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Concordo.

Tranne che su un punto. Che il PC ha senso, oggi, per utenti avanzati, che lo sappiano gestire (ti assicuro che l'Athlon 1200 dei miei genitori col suo contorno di componenti potenti e' una signor macchina su cui abbiamo iniziato a fare backup delle video cassette; e le cose vanno bene).

Non certo per le scuole.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Come forse alcunidi voi sapranno, sabato e domenica scorsi si poteva scaricare dal sito ebook.mondadori.com ogni ebook che si voleva gratis.

Io ho provato, però la banda del sito era intasata. Qualche giorno dopo sono riuscito ad entrare e cosa ho visto? avevano scelto Microsfot Reader anzichè Adobe eBook reader o Acrobat Reader.

Io, arrabbiato per più motivi, ho scritto questa lettera (ho usato un registro informale, anche se l'occasione avrebbe richiesto un registro più elevato):

<FONT COLOR="119911">To: [email protected]

Subject: Problemi con il sito e suggerimenti.

Due problemi e un suggerimento.

Primo: nelle giornate di sabato e domenica non è stato possibile, almeno da parte mia, neppure accedere al Vostro sito (ma questo lo comprendo, forse non avevate previsto tanta affluenza, anche se un sito come Mondadori non dovrebbe avere MAI problemi di connettività).

Secondo: gran parte degli script del Vostro sito NON segue gli standard. Come pensate di poter espandere di molto il vostro pubblico se non tutti gli utenti possono fruire dei contenuti? So che i browser sono differenti, però se si seguono gli standard almeno il 90% della gente può avere i servizi minimi. Io uso Opera e, a causa degli onnipresenti errori JavaScript, non posso nemmeno visualizzare le informazioni sui singoli libri! (una cosa simile comunque accade con IE 5, che tengo sempre come ultima risorsa).

Consiglio da tecnico: se usate Dreamweaver (o un qualsiasi editor HTML diverso da FrontPage), siete sicuri che le pagine da Voi create siano visualizzabili con i tre browser più importanti: IE (il primo per diffusione), Netscape e iCab su Mac e Opera su PC.

Suggerimento: perchè non usate il formato PDF anzichè "Microsoft Reader"? Potreste sfruttare la ormai onnipresente applicazione "Adobe Acrobat Reader" con il plug-in presente su ormai moltissimi computer, anzichè l'ultimo nato, che, fra l'altro, GIRA SOLO SOTTO PC!!!. Chi ha un Mac come dovrebbe fare? ve lo siete chiesto?

Spero di non essere stato troppo aggressivo, comunque Vi faccio i complimenti per l'idea. Era ora che qualcuno ci pensasse. Penso che, in alcuni casi, il prezzo dei libri sia ancora alto (tenete conto che molte persone stamperanno i libri acquistati), però l'idea è buona.

Olaf Marzocchi

P.S. Ah, già. Ormai la scelta del formato l'avete fatta, però ricordate che con i prodotti M$ succede sempre così: dopo due mesi dal rilascio qualcuno ne sviluppa un crack. Spesso solo perchè è "M$".

Con Adobe questo succede più raramente. Non vorrei che si rendesse possibile lo scambio di ebook anche dopo l'acquisto. Per conto mio non ho problemi, penso che piuttosto che risparmiare 10.000 lire sia meglio spenderle ed avere il prodotto originale (inoltre io produco pagine web, non so programmare), però qualcuno potrebbe pensare a produrre un convertitore MS-ebook -> PDF.

<[email protected]>

<[email protected]> for attachements

<[email protected]> the last resource!</FONT>

Niente male, vero?

Loro mi hanno anche risposto (molto velocemente, devo dire: 3 ore! complimenti!).

<FONT COLOR="ff0000">To: "Olaf Marzocchi" <[email protected]>

Subject: R: Problemi con il sito e suggerimenti.

Grazie per i suggerimenti.

Purtroppo i problemi di compatibilità esisteranno sempre. Noi cerchiamo di

seguire gli standard, spesso ci riusciamo qualche volta no, ma ci proviamo e

siamo contenti dei suggerimenti.

L'uso di Dreamweaver o altri tools purtroppo non e' banale nel momento in

cui le pagine non sono statiche ma generate da DB...

La scelta di Microsoft Reader è stata dettata da vari fattori, anche se non

limitiamo le possibilità future.

Un libro in formato Ms reader non è stampabile.

Distinti saluti

Costumer care eBook</FONT>

cosa ne dite?

Magari esprimete anche le vostre opinioni riguardo le tecnologie CoolType (Abode) e ClearType (M$). Sevono a raggiungere una maggiore definizione dei testi a video senza modificare l'hardware (sul sito adobe è spiegato tutto, fra le due cambia solo un piccolo algoritmo, tenuto però segreto!).

Secondo me vince M$. I caratteri non presentano alonidi NESSUN colore, mentre quelli nell'applicazione adobe sì. L'app. adobe eraperò una beta, mentre quella M$ finale.

Ecco come appare M$ Reader:

Posted Image

Ed ecco come appare un normale testo PDF ingrandimento 150% sul mio monitor 800x600 (senza tecnologia CoolType di Adobe):

Posted Image

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

La tecnologia cooltype adobe è disponibile solo sotto eBook reader Adobe.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Con la lente.

Comunque tu non hai visto l'eBook reader della Adobe! l'ho aperto, ho capito dopo un po' come funzionava, hoprovato a leggere un PDF e l'ho disinstallato!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Come forse alcunidi voi sapranno, sabato e domenica scorsi si poteva scaricare dal sito ebook.mondadori.com ogni ebook che si voleva gratis.

Io ho provato, però la banda del sito era intasata. Qualche giorno dopo sono riuscito ad entrare e cosa ho visto? avevano scelto Microsfot Reader anzichè Adobe eBook reader o Acrobat Reader.

Io, arrabbiato per più motivi, ho scritto questa lettera (ho usato un registro informale, anche se l'occasione avrebbe richiesto un registro più elevato):

<FONT COLOR="119911">To: [email protected]

Subject: Problemi con il sito e suggerimenti.

Due problemi e un suggerimento.

Primo: nelle giornate di sabato e domenica non è stato possibile, almeno da parte mia, neppure accedere al Vostro sito (ma questo lo comprendo, forse non avevate previsto tanta affluenza, anche se un sito come Mondadori non dovrebbe avere MAI problemi di connettività).

Secondo: gran parte degli script del Vostro sito NON segue gli standard. Come pensate di poter espandere di molto il vostro pubblico se non tutti gli utenti possono fruire dei contenuti? So che i browser sono differenti, però se si seguono gli standard almeno il 90% della gente può avere i servizi minimi. Io uso Opera e, a causa degli onnipresenti errori JavaScript, non posso nemmeno visualizzare le informazioni sui singoli libri! (una cosa simile comunque accade con IE 5, che tengo sempre come ultima risorsa).

Consiglio da tecnico: se usate Dreamweaver (o un qualsiasi editor HTML diverso da FrontPage), siete sicuri che le pagine da Voi create siano visualizzabili con i tre browser più importanti: IE (il primo per diffusione), Netscape e iCab su Mac e Opera su PC.

Suggerimento: perchè non usate il formato PDF anzichè "Microsoft Reader"? Potreste sfruttare la ormai onnipresente applicazione "Adobe Acrobat Reader" con il plug-in presente su ormai moltissimi computer, anzichè l'ultimo nato, che, fra l'altro, GIRA SOLO SOTTO PC!!!. Chi ha un Mac come dovrebbe fare? ve lo siete chiesto?

Spero di non essere stato troppo aggressivo, comunque Vi faccio i complimenti per l'idea. Era ora che qualcuno ci pensasse. Penso che, in alcuni casi, il prezzo dei libri sia ancora alto (tenete conto che molte persone stamperanno i libri acquistati), però l'idea è buona.

Olaf Marzocchi

P.S. Ah, già. Ormai la scelta del formato l'avete fatta, però ricordate che con i prodotti M$ succede sempre così: dopo due mesi dal rilascio qualcuno ne sviluppa un crack. Spesso solo perchè è "M$".

Con Adobe questo succede più raramente. Non vorrei che si rendesse possibile lo scambio di ebook anche dopo l'acquisto. Per conto mio non ho problemi, penso che piuttosto che risparmiare 10.000 lire sia meglio spenderle ed avere il prodotto originale (inoltre io produco pagine web, non so programmare), però qualcuno potrebbe pensare a produrre un convertitore MS-ebook -> PDF.

<[email protected]>

<[email protected]> for attachements

<[email protected]> the last resource!</FONT>

Niente male, vero?

Loro mi hanno anche risposto (molto velocemente, devo dire: 3 ore! complimenti!).

<FONT COLOR="ff0000">To: "Olaf Marzocchi" <[email protected]>

Subject: R: Problemi con il sito e suggerimenti.

Grazie per i suggerimenti.

Purtroppo i problemi di compatibilità esisteranno sempre. Noi cerchiamo di

seguire gli standard, spesso ci riusciamo qualche volta no, ma ci proviamo e

siamo contenti dei suggerimenti.

L'uso di Dreamweaver o altri tools purtroppo non e' banale nel momento in

cui le pagine non sono statiche ma generate da DB...

La scelta di Microsoft Reader è stata dettata da vari fattori, anche se non

limitiamo le possibilità future.

Un libro in formato Ms reader non è stampabile.

Distinti saluti

Costumer care eBook</FONT>

cosa ne dite?

Magari esprimete anche le vostre opinioni riguardo le tecnologie CoolType (Abode) e ClearType (M$). Sevono a raggiungere una maggiore definizione dei testi a video senza modificare l'hardware (sul sito adobe è spiegato tutto, fra le due cambia solo un piccolo algoritmo, tenuto però segreto!).

Secondo me vince M$. I caratteri non presentano alonidi NESSUN colore, mentre quelli nell'applicazione adobe sì. L'app. adobe eraperò una beta, mentre quella M$ finale.

Ecco come appare M$ Reader:

Posted Image

Ed ecco come appare un normale testo PDF ingrandimento 150% sul mio monitor 800x600 (senza tecnologia CoolType di Adobe):

Posted Image

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Ignorate questo thread. Ce n'è un altro uguale da seguire.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vorrei migliorare le prestazioni ( per il momento più che accettabili) di un LC 630 che uso come file server di una rete ethernet con una decina di PC e Mac di varie generazioni .

Qualcuno ha indirizzi (ed eventualmente consigli) utili per upgradarlo ?

Grazie mille

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this