Sign in to follow this  
Guest

Ad Armi Pari

Recommended Posts

Guest

Premessa: scusate tutti l'ingenuità dei miei quesiti, sono una vecchia utente mac per lavoro (agenzia di pubblicità) e per diletto, ma lo sottoutilizzo un po' da bestia. Di certo però lo amo alla follia, e appena tocco anche per poco il win di mio marito ululo e mi domando come possa essere diventata la piattaforma leader.

Vengo al dunque: dovendo comprare un desktop per i figli di 8 e 5 anni verrebbe spontaneo comprare un i-mac. Loro stessi preferiscono rubare il vecchissimo obsoleto portatile mac di mamma, piuttosto che il win di papà. FERMI TUTTI PERO': le cose non sono così semplici!!Per cosa usano principalmente il computer? Per vedere i CD ROM educational o grafici che ahimè sono quasi sempre win. Sarebbe piuttosto autolesionista comprare un terzo computer e non poterci vedere i CD. Qualcuno mi illumini: magari mac OS X (di cui ammetto che non so molto) prevede la possibilità di leggerli anche se sono win? Oppure a breve i DVD soppianteranno i CD, così potremo bypassare il problema? Scusate ancora l'ingenuità, ma il mio amore per la semplicità del mac va oltre gli sberleffi di mio marito, i prezzi stracciati dei competitors, e la stupidità di chi fa i CD ROM.

Grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Anche se tutto sara` su DVD i programmi continueranno a essere fatti solo per Windows purtroppo, l`unica soluzione rimane virtual PC con cui emulare un PC e su cui installare windows,95/98/2000/NT,linux etc. Per ora non c`e` ancora VPC per mac OSX ma arrivera` sicuramente. I nuovi imac in arrivo saranno sicuramente un po` piu` veloci degli attuali e cio` fara` solo bene a VPC, rimarra` sempre il problema dei giochi per windows che in emulazione non sono proprio un granche` (se vanno)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cara Eliana, MacOsx non puo' aggirare il problema dei Cd per Windows.

Tuttavia esistono emulatori di Windows (sia adesso che sotto MacOsX) che consentono prestazioni decenti per tutti i titoli CD che non richiedono grosse prestazioni.

Sono software (vedi Virtual PC della Connectix) che ovviamente si pagano, anche se non tantissimo.

Dopodiche' il tuo Mac si "finge" a tutti gli effetti un PC su cui gira windows.

Per fingersi Windows pero' consuma molte risorse, ecco perche' ne restano poche a disposizione dei programmi di Windows stesso.

La questione dei DVD e' parzialmente giusta e parzialmente sbaglita, nel senso che i DVD interattivi, se funzionano sulla televisione (una certa interattivita' la consente anche la TV, col suo bel telecomandone) allora funzionano anche col Mac (e con Windows; insomma funzionano sempre).

Se invece sono scritti per un certo sistema operativo ricascano nel caso dei CD.

Un film su DVD lo leggi ed esplori molto probabilmente anche col Mac.

Encarta su DVD molto probabilmente esiste in versione solo Windows, ed in questo caso o hai l'emulatore di Windows oppure non funzia.

Ciao.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Virtual PC non è affatto una brutta scelta, l'ho visto e va bene. Certo, non si avrà un 1500 MHz equivalenti, probabilmente (con i nuovi iMac) un 300 (se si usa VPC 4 e, magari, G4 come dice Settimio).

Usabile. I CD richiedono dei 166 MHz!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Olaf. Scusa il doppio post, ma dopo aver indirizzato il mio quesito ho visto che forse la sede più adatta era un'altra.

Severo il ragazzo: un po' di pietà per una vecchia signora imbranata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ti preoccupare...

questi giovanotti sono dei duri ma hanno un cuore tenero...

ho già sistemato tutto...

e ho messo tutti i messaggi al loro posto.

La prossima volta sarebbe utile agire in questo modo...

visto che hai solo 30 minuti per cancellare il messaggio replica a te stessa indicando il link al thread giusto e pregando chi ti risponde di farlo solo li'....

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

<FONT COLOR="ff0000">Olaf. Scusa il doppio post, ma dopo aver indirizzato il mio quesito ho visto che forse la sede più adatta era un'altra.

Severo il ragazzo: un po' di pietà per una vecchia signora imbranata.</FONT>

Mica mi ero arrabbiato!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Mi è venuta in mente una idea (forse l'ho già esposta, però voglio essere sicuro).

Si è detto che i CD in formato Mac (HFS, correggetemi se sbaglio), a differenza di quelli in formato ISO, non possono essere protetti contro la copia per la mancanza di sistemi di protezione.

Ho notato che, al momento dell'inserimento di un disco ZIP o di un floppy in un Mac, viene costruita la scrivania, rendendo quindi il floppy perfettamente utilizzabile anche su Mac: i programmi e i files mantengono le risorse (che vengono memorizzate in una sottocartella) e tutto funziona per il meglio.

Non si potrebbe allora fare la stessa cosa anche con i CD e masterizzarli in formato Joliet o ISO (perfettamente proteggibili, il primo è una "sottospecifica" del secondo)?

Si potrebbero così evitare i problemi sopra elencati e avere tutto il software nella stessa partizione.

Che ne dite? sarebbe fattibile?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Ciao Eliana,

scusami se ti do del tu, ma mi sembra che non ti arrabbierai.

Il tuo problema è importante, infatti non sei la sola in queste situazioni.

VPC è un buon software di emulazione, però bisogna dire che in aggiunta al costo dell'iMac anche base, non credo ne avlga la pena solo per i cd delle enciclopedie.

Devi però sapere che ne esistono anche in commercio( di enciclopedie) in doppia piattaforma, e ne esistono anche solo per mac,sul sito apple alla voce software puoi saziare la tua curiosità di disponibilità.

Forse non è necessario rinunciare all'amato Mac è non è necessario acquistare VPC.

Se poi il discorso cd enciclopedie non è così imporatante allora la scelta la puoi fare tranquillamente per il mac.

Considera che in questi giorni puoi approfittare degli sconti di fine serie sui modelli attuali, o apsettare i nuovi che offriranno di più ad un prezzo probabilmente più basso.

Es. un iMac base color Indigo (bellissimo) a Mediaworld lo trovi ad 1.790.000£ ivato...

Mickey

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

da Ivano Bernuzzo

a Proposito di discriminazione la sapete l'ultima?

con decreto legge nelle pubbliche amministrazioni si possono accettare le così dette firme elettroniche ebbene Le camere di Commercio attraverso UNION CAMERE o CED CAMERE

sono abilitate come certificatori di Firma digitale e cosa succede?

che richiedendo alle camere di commercio la possibilità di inviare documenti con firma elettronica viene consegnato un dischetto da installare sul proprio PC ma è solo e rigorosamente per Win quindi chiunque azienda, ente ecc. che voglia inviare documenti con firma digitale certificato alla propria Camera di Commercio, non ha altro modo che comprarsi un PC

Visto che comunque in italia Ditte, società ecc. hanno l'obbligo di essere iscritti per esercitare una professione è si paga anche uno quota annuale obbligatoria Vi sebra giusto? questo è quanto succede sempre più spesso di sentirsi discriminati.

Ivano Bernuzzo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

E' assurdo!!!

Sè è confermata questa cosa è proprio il caso di organizzare una petizione.

daniele avesani

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this