Recommended Posts

Credo che l'unico problema di ADSL sia la banda garantita. Fino a che ADSL non sarà diffusissima, sicuramente rimarrà un modo veloce per navigare, al crescere della diffusione le prestazioni decadono. Un provider acquista a molte decine (se non centinaia) di milioni una 2 MBit e si mette a vendere ADSL, alla quarta venduta ha saturato teoricamente la banda (se tutta la banda di ADSL fosse garantita) e certo non potrebbe vendere a 6 milioni/anno quello che a lui costa almeno 10 volte tanto. Cosi' vende altri contratti sulla stessa banda, fino a che non inizia a guadagnare (che e' il suo mestiere), il che significa decine e decine di contratti sugli stessi 2 MBit. A quel punto le prestazioni inizieranno ad abbassarsi fisiologicamente. E' per questo che nei contratti ADSL e' fondamentale capire qual'e' la banda minima garantita, cioe' il minimo sotto il quale sicuramente non vado: sul contratto TIN, ad esempio, la banda e' quella del circuito Premium TIN, che garantisce non ricordo se 3/4k di banda, certo non moltissimo...

Quando invece fai una linea dedicata sei certo che la banda che compri sia solo tua: una dedicata da 128kbps ti garantisce 128kbps sempre e comunque, a prescindere da quanti utenti ci siano (e lo dimostra il prezzo: poco piu' di 100.000 lire/mese per ADSL, diversi milioni/anno per una dedicata anche solo da 64Kbps).

ciao

Link to post
Share on other sites
  • Replies 3.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Intendevo dire che se chiudi il browser non trovi piu' la History dal menu Go... (spero di non fare una gaffe...)

Comunque Settimio ha ragione: ...arriva HDSL. Poi UMTS dovrebbe (in teoria, fra un paio di anni) dare indirettamente il via ad una Internet a larga banda. Investire milioni oggi, potrebbe essere un rischio.

Tornando all'amico 'Chest': raccolgo l'assist per il discorso sul dominio, ecc. In effetti - al di la' della velocita' di collegamento - noi (io) utenti non-tecnici siamo in attesa di un computerino che con pochi soldi e poca fatica ci consenta di gestire il nostro sito - o negozio online - senza rivolgerci a terzi. Un 'serverino' tutto nostro, insomma. Se MacOS-X va in questa direzione, m'interessa molto. Altrimenti non mi muovo dall'OS 9.0.4 (ha ragione Senna: e' molto stabile) e attendo tempi migliori.

Link to post
Share on other sites

Giusto una nota, poi ripasso più tardi.

Io ho solo l'esperienza con l'ADSL di Tin e continua a funzionare bene, i download degli aggiornamenti dagli USA li faccio quasi sempre a più di 70KB/sec e quando non va così la colpa di solito è del server e non di ADSL. Finora i tempi di inattività del servizio sono stati veramente ridotti e quasi tutti nei mesi iniziali (finora avrò avuto sì e no 4 o 5 ore in totale di inattività), in tutti questi mesi l'indirizzo IP è cambiato 3 volte (tengo la linea attiva 24h/24h) ed a questo proposito è probabile che anche Tin annunci allo Smau la disponibilità di un abbonamento con IP statico. (se ho tempo vi scriverò anche il motivo 'tecnico' per cui Tin non poteva offrire l'ip statico in precedenza...)

Certo non con tutti i provider ed in tutte le città la situazione è questa, ma io ne sono soddisfattissimo fino a questo punto (spero non siano le ultime parole famose...)

Attilio> Lo stesso problema di 'banda' dell'ADSL ce l'hanno anche le CDN: ho proprio vicino il caso di una ditta con CDN dedicata a 64K con un provider di Pavia... ci credi se ti dico che Clubnet via ISDN è un bel po' più veloce ? Il collo di bottiglia è sempre il provider con cui fai la connessione.

HDSL> non c'è nessun problema a fare oggi connessioni via HDSL invece di CDN (a parte l'Authority che ha sospeso Ring), però i problemi di 'banda' a monte rimangono sempre gli stessi. C'è anche da aggiungere che pare che Telecom adesso non possa più garantire la continuità galvanica per le CDA, cosa su cui si basavano molti provider per fornire linee dedicate HDSL a 'basso' costo.

... continua (appena posso) ...

Link to post
Share on other sites

...seconda parte...

Proprio oggi è cambiato l'indirizzo ip della mia connessione ADSL, quindi con oggi i cambi sono 4.

UMTS> per me ci sono tutte le premesse perché sia la prima grande delusione del nuovo secolo: le aspettative sono molto alte, ma ci sono un serie di problemi tecnici e non da superare.

Per esempio:

- le celle UMTS sono molto più piccole di quelle GSM e possono gestire un numero ridotto di 'terminali'. Il risultato è che ci vorranno molte più antenne,con le relative polemiche ad ogni nuova installazione.

- La velocità massima di cui si parla è di 2Mbits, PER CELLA, non per ogni terminale, più telefoni sono attivi in una cella, meno banda è disponibile.

- E' probabile che il sistema di pagamento sarà a consumo, ovvero per numero di bytes inviati e/o ricevuti. Può andare bene per leggere email o piccole navigazioni, ma potrebbe diventare costoso per altre applicazioni.

Detto questo UMTS sarà un enorme passo aventi per applicazioni mobili, ma non sembra essere una soluzione accettabile per applicazioni fisse.

Tornando ad ADSL direi che ai prezzi attuali, se uno fa un uso un po' intenso durante il giorno può essere competitivo dal punto di vista economico rispetto ad una connessione via ISDN anche se la velocità fosse le stessa. Se non altro sai di preciso quanto spenderai al mese senza la possibilità di sorprese.

... continua ...

Link to post
Share on other sites

... terza parte ...

Tornando alla richiesta iniziale (rete ethernet collegata ad ADSL) ci sono varie soluzioni:

- Router con modem ADSL integrato: ce ne sono di vari tipi e costi, non sempre offrono un rapporto prezzo/prestazioni valido, però possono essere comodi

- Router ISDN con PPPoE (tipo Draytek Vigor 2000), possono gestire sia un collegamento via ISDN che ADSL utilizzando un modem ADSL esterno. Il vantaggio è che possono utilizzare l'ISDN come backup nel caso ADSL non sia disponible (anche se il passaggio non è automatico)

- Un mac con IPNetRouter o Vicom Gateway, possibilmente con 2 schede LAN per poter funzionare da Firewall in modo più sicuro.

- Un gateway linux (anche qui meglio se con 2 schede ethernet) con funzioni di router e firewall

- in futuro un Mac con MacOS X

L'unica raccomandazione nel casi di router stand-alone è di modificare la password di default, visto che solitamente consentono l'accesso telnet anche dalla parte ADSL. Un giorno ho curiosato un po' nella mia sottorete ADSL e TUTTI i router che ho visto avevano la password di default...

Per quanto riguarda le prestazioni di ADSL i colli di bottiglia sono 2 : il backbone ATM e l'accesso ad internet del provider con cui fai l'abbonamento. Il provider acquista da Telecom un certo numero di connessioni ADSL e una certa banda sul backbone ATM (più o meno garantita a seconda dei contratti). Questa banda ATM è quella che consente il collegamento del tuo modem alla sede del provider, da questo punto in avanti conta la velocità di connessione del provider ad internet.

Se il provider ha abbondato nella banda ATM, tu potrai connetterti molto velocemente ai server installati presso il provider, ma se la banda di connessione ad internet è ridotta, appena vai 'all'esterno' vedrai scendere nettamente le prestazioni.

Viceversa se l'accesso ad ATM è sottodimensionato, la velocità rischia di essere ridotta in tutti i casi.

Ovviamente nessun provider ti fornisce i dati ufficiali con le velocità delle sue connessioni, la soluzioni migliore sarebbe quella di trovare un utente già abbonato nella stessa città e verificare le prestazioni. Come alternativa, in linea di massima, sembra che per ADSL i provider più grossi possano offrire prestazioni migliori dei provider locali, ma non è detto che sia una regola fissa.

Giusto per rifare un esempio, stasera intorno alle 19 'qualcuno' ha scaricato l'aggiornamento di x-plane a circa 60KBytes/sec...

Link to post
Share on other sites

Salve ragazzi,

ho montato la ADSL 640 di Tin.it sul mio G4, e tutto funziona alla perfezione.

Ho una domanda da farvi: ho estrema necessita' di poterla utilizzare tramite VIRTUAL PC, quindi con Windows 98 ... C'e' qualcuno che mi puo' spiegare i PARAMETRI da mettere per utilizzare la ADSL in emulazione PC ? Ve lo chiedo perche' proprio non riesco a farla funzionare..

Grazie!

Zeno

Link to post
Share on other sites

Ciao Zeno,

per utilizzare ADSL in VPC basta scegliere l'opzione "utilizza IP univoco" dai settaggi del programma ed utilizzare il collegamento ADSL grazie a MacOS che "condivide" le risorse TCP/IP con VirtualPC. La cosaa é più semplice a farsi che a dirsi, basta collegare con Enternet il G4 sotto MacOS poi lanciare VPC con i settaggi giusti...

Link to post
Share on other sites

Ciao,

siccome vorrei installare l'ADSL vorrei porre agli amici del forum alcuni quesiti (forse banali ai più, ma che per me non lo sono 8-) ):

esistono modem DSL USB (chiaramente per Mac ; - ) )?

Se compro un modem ethernet poi come posso condividere la condivisione con gli altri mac della rete locale? Dovrei acquistare anche un router hardware? Ed eventualmente, non potrei sostituire il router, installando una versione di Linux (configurandola poi come router) su una macchina altrimenti destinata al pensionamento? (E' un 8100).

Le soluzioni software di router per Mac, come IPNetRouter, ammesso che non sia invece insostituibile un router harware con un modem ethernet, funzionano bene?

Inoltre se acquistassi un abbonamento che mi fornisce un IP statico potrei poi utilizzare il Mac come server Web? E che altro potrei fare attraverso l'IP statico?

Beh, che dire ancora, se non un grazie sincero anticipatamente a chiunque mi sia stato di aiuto o che anche ci abbia solo provato?!

Saluti a tutta la comunità.

Link to post
Share on other sites

Salve ragazzi,

ho montato la ADSL 640 di Tin.it sul mio G4, e tutto funziona alla perfezione.

Ho una domanda da farvi: ho estrema necessita' di poterla utilizzare tramite VIRTUAL PC, quindi con Windows 98 ... C'e' qualcuno che mi puo' spiegare i PARAMETRI da mettere per utilizzare la ADSL in emulazione PC ? Ve lo chiedo perche' proprio non riesco a farla funzionare..

Grazie!

Zeno

Link to post
Share on other sites

Circa tre settimane fa (o forse quattro) sono stato contattato dalla Telecom che mi ha offerto di provare un abbonamento ADSL per due mesi. Ho accettato, ma poi non ho saputo più niente. Lunedì ho chiamato il 187 (ottimo servizio: pochissima attesa, operatrice gentile e competente), mi hanno confermato che la pratica era in corso. Manco a dirlo, il giorno dopo mi ha chiamato l'installatore per fissare un appuntamento: oggi è passato, in ritardo perché ha preso la strada sbagliata, e mi ha consegnato il tutto. In pochi minuti ho installato l'armamentario, ed ora sono collegato via ADSL.

La morale della favola è che la Telecom aspetta di vedere se chiami, poi una volta che ti fai sentire sono rapidissimi.

La brutta notizia invece è che la presunta differenza di velocità è praticamente invisibile. Ma almeno posso telefonare mentre sono collegato.

Link to post
Share on other sites