Sign in to follow this  
admin

Addio Freehand: finisce un'epoca

Recommended Posts

Su iMac G5 2.0 1GB Ram, va come deve andare, come Illustrator CS2.

Su Macbook C2D 2.0 (nero) 2GB Ram, va come sull'iMac.. e forse un filo meglio.

quindi usando FH su un iMac 24" e su un MBP della prossima generazione dovrei lavorare circa come su un powermac g5 dual (forse anche meglio). grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche io adoro il poter fare in un unico documento (Manifesto/depliant), purtroppo però il FreeHand che conosco io è il 9.0.1 su Mac Os 9.2, un portento di semplicità e volecità.

Illustrator è un ottimo programma, però è molto lento, poco intuitivo e....... le maschere di contrasto fatele in photoshop ;)

Per chi vuole sapere se MX gira bene su un INTEL, posso confermare sia su MacBook che MacPRO tutto OK.

Peccato per la gestione delle font ed alcune funzionalità (tipo ombra, trasparenze ed altro sarebbero da evitare per la stampa in off-set).

Ne ero convinto che FreeHand Morisse, ma speravo che almeno Illustrator prendesse il meglio dei due programmi (potenza di uno e facilità di uso dell'altro), si perchè illustrator è solo potente, e non mi venite a dire che sia facile da usare, è difficile persino gestire una guida, penso di poterne parlare con assoluta obiettività visto che è oltre 15 anni che uso entrambi i programmi indistintamente, sicuramente oggi se devo creare un progetto lo faccio con Illustrator per ovvi motivi. Ma FreeHand mi è rimasto nel cuore.

Che tu riposi in pace :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Illustrator si avvia in 10 minuti? su che macchina? un IIci? Da dove vien fuori questa? io l'ho provato su tre macchine diverse. Un G4 466 [vecchio da buttare] si avvia in 48 secondi, G4 1,25 12 secondi e macpro 3Ghz 3 o forse anche 2 secondi...difficili persino da misurare.

Non capisco perchè la morte di un soft poco considerato persino dalla macromedia debba per forza scatenare uno s*******mento verso illustrator che a detta di [a sto punto quasi] tutti è migliore; appigliarsi al multipagina o multiformato è una sciocchezza, secondo me chi lo s******* non lo conosce come dovrebbe.

PS cmq resto dell'opinione che sul monopolio Adobe avete ragione, indipendentemente da FH o altro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che intendi per "multiormato"?? Non mi dirai mica che consegni lavori per la stampa in .jpg ........

Più pagine nello stesso documento, ma in formato (dimensione) diverso.

Scusa, ma i lavori ho iniziato a consegnarli con la versione 2.0.... :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Illustrator si avvia in 10 minuti? su che macchina? un IIci? Da dove vien fuori questa? io l'ho provato su tre macchine diverse. Un G4 466 [vecchio da buttare] si avvia in 48 secondi, G4 1,25 12 secondi e macpro 3Ghz 3 o forse anche 2 secondi...difficili persino da misurare.

Non capisco perchè la morte di un soft poco considerato persino dalla macromedia debba per forza scatenare uno s*******mento verso illustrator che a detta di [a sto punto quasi] tutti è migliore; appigliarsi al multipagina o multiformato è una sciocchezza, secondo me chi lo s******* non lo conosce come dovrebbe.

PS cmq resto dell'opinione che sul monopolio Adobe avete ragione, indipendentemente da FH o altro.

Ovviamente stava esagerando ;)

Però su questa macchina (G4 DualProcessor 1,42 1Gb ram, Tiger 10.4.9) ti riporto i tempi: Illustrator CS2 36sec - FreeHand MX 16sec - FreeHand su Classic 9.2 8sec

Share this post


Link to post
Share on other sites

La domanda che porrei è: perché l'Antitrust USA, che in occasione dell'acquisizione di Aldus da parte di Adobe OBBLIGO' la stessa a cedere uno dei 2 sw leader nel vettoriale, l'anno scorso è stata immobile?

Io lo uso ancora su iMac G5 e su MB C2D... funzia bene e me lo terrò stretto finché dura.

Probabilmente perché rispetto ad allora Freehand ha perso mercato nei confronti di Illustrator, non a caso forse Macromedia non lo aggiornava da tempo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non è multiformato.

Questa possibilità la uso tantissimo, ad esempio, nella realizzazione di campagne stampa e affissioni... in un unico file tutti i formati delle varie testate, nel packaging con le varie scatole di dimensioni diverse, ecc.

Per un disordinato cronico come me, la moltiplicazione dei file porta al delirio. ;)

Capisco. Il passaggio da un software con il quale si è abituati a lavorare (e con il quale si ha un buon feeling) ad un altro è sempre più o meno traumatico, perché comporta come minimo un cambiamento in alcune sequenze operative, oppure lo sforzo di mettersi lì a pensare come si può fare ad ottene gli stessi risultati con strumenti diversi.

Detto questo credo che se anziché raggruppare diversi formati in un unico file dovrai raggruppare diversi file in una sola cartella non sarà "il delirio", neppure per te che ti definisci "disordinato cronico".;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

problematiche di illustrator. Incapacità di gestire una sfumatura di colore pantone senza trasformare le fasi intermedie con colori di quadricroomia. Pessimo per la quasi totalità dei lavori per serigrafia ma non solo. Questo costringe poi a reimpostare il tutto in CMYK e specificano poi la corrispondenza dei colori pantone dalle lastre di quadricromia.

Incapacità di importare automaticamente i colori di un documento in cui non siano visibili i colori. Maschere di ritaglio che se vengono sposstate rendono visibile la totalità dell'immagine o tracciato inserito all'interno . fastidiosissimo quando si impagina. Gestione del multiformato e multipagina inesistente. il che significa che per fare l'immagine coordinata di un'azienda, dalle buste al biglietto da visita, carta intestata etc.. etc, si è costretti a fare altrettanti documenti con enormi perdite di tempo (con indesign ci si avvantaggia del multipagina ma la perdita di tempo rimane).

Non parliamo poi delle dimensioni dei documenti salvati. basta anche solo collegare un'immagine ad un documento che questo una volta salvato diventa pesante quasi come il solo documento collegato. La gestione del testo è poi molto blanda in pratica più che una pagina pubblicitaria o qualche etichetta è sconveniente farla.

Se sottoselezioni un livello lo devi poi selezionare sul suo bordo diversamente selezioni nuovamente un livello superiore. SE poi i due livelli sono coincidenti l'unica alternativa è nascondere il livello o i livelli superiori. Diversamente puoi dimenticarti di poter fare qualsiasi modifica al livello incriminato.

queste sono solo alcune delle cose che mi vengono per adesso in mente.

un saluto.. soprattutto a marco.. che non leggo da un bel po' di tempo e che ricordo sempre con grande piacere.

Mario

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this