L'analogico E' Meglio Del Digitale Ci Vendono Fumo!!!


Recommended Posts

Per qualità del suono intendo:

suono nitido, e non pesante

bass secco, e non rimbombante

musica perfetta e pulita, senza rumori (seppur minimi) o altro

Spiegami allora cosa sarebbe un suono 'pesante', oppure un basso 'secco'...

Non mi piacciono questi termini, sono troppo sfumati e possono voler dire cose diverse a momenti diversi. E' chiaro invece che vi sono delle distorsioni introdotte da un impianto che possono in qualche modo aggiungere qualcosa di in fin dei conti piacevole. Il caso classico è lo spettro di distorsione delle valvole. Ma a questo punto l'amplificatore introduce comunque un qualcosa che non è presente nel suono originale; questo puo' essere interessante se si guarda il tutto come uno strumento musicale, ma ne farei a meno per ascoltare musica.

@PowerRoss: ho avuto la fortuna di partecipare a tutti e tre gli eventi che hai citato e confermo: meglio spendere un po' per un abbonamento ad una stagione di concerti...

Link to post
Share on other sites
  • Replies 30
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Spiegami allora cosa sarebbe un suono 'pesante', oppure un basso 'secco'...

il suono pesante è quel suono in cui non riesci a percepire il momento in cui uno strumento entra in scena, e quando ci esce dalla scena, a volte non riconosci nemmeno che c'è.

un suono nitido è un suono in cui ti accorgi di tutti i suoni che vengono usati per il brano

non so se hai mai sentito brani dance, house o trance, li senti dei bass che pompano.

il bass secco "dà una botta" e basta, lasciando il suono pulito da ridondanze (certo a volte è proprio il brano ad avere un bass ridondante, ma si verifica poche volte durante un brano, non sempre)

Link to post
Share on other sites

Ho capito un po' il significato dei termini, ma non li vedo incompatibili con il digitale. Anzi.

non so se hai mai sentito brani dance, house o trance, li senti dei bass che pompano.

il bass secco "dà una botta" e basta, lasciando il suono pulito da ridondanze

Non pratico i generi musicali che mi citi, ma nel mio immaginario li vedo piuttosto legati a musica piuttosto digitale già alla base. Naturalmente potrei sbagliarmi, ma molti suoni di sintesi che sono usati sono di origine assolutamente digitale.

Link to post
Share on other sites
  • 4 weeks later...

Ho ancora una videocamera analogica Telefunken di credo 15 anni fa, funzionante (il microfono soltanto ha qualche problemino). Bhè... ho cominciato a chiedermi perchè la qualità delle immagini che faccio con questa vecchia videocamera è MIGLIORE di molti video creati con le odierne videocamere digitali. Immagine meno sfuocata, anzi proprio nitida, in condizioni di luce anche da interno senza luce solare:

Siamo passati dal topic pricipale che era il video all'audio. Per rifarmi a quanto sopra citato devo dire che secondo me hai ragione da vendere.Ho appena acquistato la mia prima videocamera digitale Samsung VP-D375W e francamente sono alquanto deluso dal confronto con la mia vecchia SONY analogica. Non ho ancora capito se devo accettare una qualità inferiore o se il prodotto non è molto performante. Chi inizia con il digitale senza aver provato l'analogico forse si accontenta non avendo un termine di paragone???

Link to post
Share on other sites

Fammi qualche esempio. La Samsung l'ho acquisita con dei punti, non è un acquisto vero e proprio, la cosa però mi preoccupa perchè ho il dubbio che anche prendendo qualcos'altro la qualità non sia poi alla fine molto migliore.Secondo voi una videocamera decente quanto deve costare?

Link to post
Share on other sites
Guest Camillo Pianese

L'analogico è teoricamente migliore. A costi proibitivi sarebbe in grado di prestazioni un poco migliori del digitale che costa un centesimo. La banalità è che più si sale, più logaritmo dell'aumento di qualità rispetto al prezzo da pagare diventa piccolo e comunque il discorso della qualità/prezzo per definizione non interessa all'audiofilo.

In pratica il discorso è fazioso perché non è lecito assumere un CD 44/16 a metro per giudicare la qualità digitale, magari confrontandolo con una cera di Decca. Gli algoritmi di dithering che spostano il rumore verso la freq di Nyquist fanno miracoli ma a tutto c'è un limite.

Da tutti i punti di vista, invece, il digitale è un fattore di dmocratizzazione della qualità; perché, lor signori, non dovrebbero dimenticare che, da ragazzi, quelli della mia generazione usavano le audiocassette: non tutti potevano permettersi un Nakamichi e meno che meno una piastra Tandberg o Studer per violare il Digital Millenium Act che comunque ancora non c'era :-)

Link to post
Share on other sites

Da tutti i punti di vista, invece, il digitale è un fattore di dmocratizzazione della qualità; perché, lor signori, non dovrebbero dimenticare che, da ragazzi, quelli della mia generazione usavano le audiocassette: non tutti potevano permettersi un Nakamichi Tandberg......

Mi pare una gratuita affermazione.....cosa significa "democratizzazione della qualità" ? Se non posso comprarmi una Ferrari si deve smettere di farla ? Oppure la vendiamo solo agli sceicchi arabi ?...E' il mercato che crea la differenza...e nel campo delle videocamere digitali la scelta spazia tra le enter level, le semiprofessionali e le professionali.

Non si poteva mantenere l'analogico per una determinata fascia di clientela ? Magari io non me la sarei potuta permettere...ma qualcun'altro penso proprio di si !

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now