scuola con mac, almeno uno...


Recommended Posts

a parte che un pc desktop con monitor con hardware paragonabile ad un imac da 17 costa sui 600 euro (con vista premium) e considerando che monta un sistema al quale dovrai aggiungere firewall e antivirus (magari norton e magari altri 69 euro), che ha la sfiga di avere un sistema operativo fallatissimo, che per una scuola che insegna scienza un mac è sempre un ottima scelta (molti programmi scientifici girano anche su mac e ricordo ancora il primo imac, G3 credo, che ho visto, nello studio del primo prof di chimica del primo anno).

Il fatto è che se compri un Mac sei costretto a comprare un computer con quelle caratteristiche che probabilmente sono eccessive per computer scolastici.

Se ti rivolgi a qualunque aziendina locale per la fornitura di PC, ti forniranno computer da 350-400 euro l'uno (sto dando per scontato che le richieste fatte dalla scuola siano fatte da una persona capace eh!). Aggiungi un centinaio d'euro per dei monitor (magari qualcuno manterrà il monitor vecchio) e un altro centinaio per l'OS e stai apposto.

Le altre licenze ... ma perché comprarle nuovamente se già ce l'avrai? Mica Norton smette di funzionare!!

Sul fatto che sia fallatissmo possiamo aprire (o meglio ... riaprire) dei thread, ma non è il caso di rinvigorire polemiche più fideistiche che "informatiche" :-D

Programmi scientifici ... dato alla mano, molti girano meglio su Windows. Vuoi un esempio stupidissimo? Mathematica (che amo, stimo tantissimo e che tra l'altro è uno dei migliori software scientifici tradotti alla perfezione per OS X).

Che esce dalla scatola con solo la calcolatrice come software utile in dotazione, che spesso la diversa produzione dei componenti genera conflitti e danni all'alimentatore (ne ho cambiati 4 in un mese prima di prenderne uno serio da oltre 100 euro) che ti tengono ferma la macchina.

Works costa 80 euro ed è perfetto per le scuole. Con 120 euro te lo danno in bundle con Encarta (carino anche lui). Poi specialmente per un liceo scientifico ... continuo nonostante quello che dice la Apple, a non vedere il salto di qualità che ti può far fare iLife :-)

Alimentatori .. allora i componenti tra di loro non danno conflitti così ... certo se poi metti un driver che ne so di Windows 2000 su XP perché quello non c'è ... è un altro discorso.

Per lo specifico dell'alimentatore ... basta comprarne uno ben dimensionato con quello che c'andrai a mettere dentro.

considerando poi che i giovani devono essere abituati al pluralismo commerciale, altrimenti si formano dei consumatori poco avvezzi alla concorrenza e inscatolati nel sistema monopolistico.

Certo, ma i giovani vanno poi anche a scontrarsi con il mondo del lavoro che nel 97% dei casi richiede Windows.

L'alternativa non dev'essere imposta.

Se fossi preside prenderei, così per provare un imac (da tenere anche solo per rappresentanza) e poi valuterei se gli studenti lo gradiscono e se no, al più ci installerei windows e al massimo avrei perso 200 euro

Se ne prendi uno in quanti lo eseranno? Eppoi non perderesti 200 euro ... ma mettendo che costa 800 contro un PC da 600 ... avrai perso 200 euro sull'hardware e circa 400 euro per l'acquisto di una licenza retail di Windows ... 600 euro ... giusto giusto il costo d'un altro PC :-)

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 53
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

boh sarà che sono progressista, penso che se i giovani d'oggi aprono le menti a nuove proposte commerciali/informatiche, magari nel prossimo futuro la percentuale di win nel lavoro scenderà al 80%, che poi se ms mi sforna un os stupendo, stabile, facile da usare, senza tremila avvisi di protezione (ammettendo in tal modo di essere vulnerabilissimo alle intrusioni), cosa che vista non è stato (motivo principale per cui sono passato a tiger) ritornerei volentieri dall'altra parte.

morale della favola credo nella proposta del autore del 3d, se fossi il suo preside magari per un piccolo investimento (forse una singola macchina è poco, magari 3) proverei a dargli ragione. Si spendono tanti soldi nella scuola pubblica italiana in cose molto più inutili (es riscaldamenti al massimo e finestre spalancate) che 1000-2000 euro per la possibilità di avere più sistemi operativi rappresentati in aula non mi sembrano affatto eccessivi.

forse sono andato OT, ma ci tenevo a fugare i dubbi del possibile preside che leggerà, magari, questa discussione.

PS nel mio liceo non c'era neanche un computer normale (ma era anche la fine degli anni 90), che bello sarebbe stato se non fossi stato l'unico ad avere internet a casa e soprattutto a sapere usare un pc.

Link to comment
Share on other sites

io ho finito la scuola nel 2000 (ragionerie indirizzo linguistico) e nemmeno io ho usato il computer a scuola. Davvero una tristezza...

all'esame di maturitá avevo fatto una tesi su un CD multimediale (la tesina era sul monopolio della Microsoft). Per presentarla mi sono dovuto portare il portatile dato che non c'erano computer adeguati...

Non so se la situazione sia cambiata molto, ma prima di prendere un Mac sarebbe il caso di aggiornare i PC.

una volta sistemati quelli (e gli insegnanti) si potrá iniziare a pensare a qualche Mac per la multimedialitá.

Link to comment
Share on other sites

OT: cavolo anche io avevo fatto la tesina su powerpoint, ma non avendo un portatile (praticamente non esistevano per comuni studentucoli squattrinati) mi sono portato il desktop (compreso monitor CRT da 14 pollici) all'esame con un carrello della spesa! FINE OT

magari in quella scuola i pc non sono vecchissimi e reggono ancora..

Link to comment
Share on other sites

ben !! grazie intanto per la marea di idee che mi avete dato...molte delle quali sfrutterò al 100%

cmq oggi ho portato a scuola il mio iBook G4 , e durante le ore di informatica nessuno ha lavorato per seguire quello che stavo facendo sull'ibook (solite cose dimostrative del tipo spotlight , finder , ilife , iwork , il dock che è andato fortissimo , facilità di installare e disinstallare programmi e anche di connettersi a nuovi access point, ovvero quello della scuola).

è andato benissimo , un mio compagno , figlio di una prof di informatica in un'altra scuola e di un padre proprietario di un negozio che vende computer-cassoni-compositi che mi ha sempre detto "ma ki se ne frega del Mac!!!" windows vende il 99% dei computer nel mondo e io non vado certo a trovare altre marche....alla fine della lezione mi ha detto che i mac sono fighissimi e ke ne vuole uno , quindi ora ho ancora più persone che mi appoggiano compreso il prof. di matematica a cui ho mostrato l'ibook e ha deciso di comprarselo , affascinatop da mac os x in particolare e per il think different.ora penso che farò un gruppetto di gente e andremo a scassare le palle al prof di informatica....

Link to comment
Share on other sites

ben !! grazie intanto per la marea di idee che mi avete dato...molte delle quali sfrutterò al 100%

cmq oggi ho portato a scuola il mio iBook G4 , e durante le ore di informatica nessuno ha lavorato per seguire quello che stavo facendo sull'ibook (solite cose dimostrative del tipo spotlight , finder , ilife , iwork , il dock che è andato fortissimo , facilità di installare e disinstallare programmi e anche di connettersi a nuovi access point, ovvero quello della scuola).

è andato benissimo , un mio compagno , figlio di una prof di informatica in un'altra scuola e di un padre proprietario di un negozio che vende computer-cassoni-compositi che mi ha sempre detto "ma ki se ne frega del Mac!!!" windows vende il 99% dei computer nel mondo e io non vado certo a trovare altre marche....alla fine della lezione mi ha detto che i mac sono fighissimi e ke ne vuole uno , quindi ora ho ancora più persone che mi appoggiano compreso il prof. di matematica a cui ho mostrato l'ibook e ha deciso di comprarselo , affascinatop da mac os x in particolare e per il think different.ora penso che farò un gruppetto di gente e andremo a scassare le palle al prof di informatica....

Beh, l'interesse suscitato sul momento è assolutamente comprensibile, visto che si tratta (1) di una cosa nuova da vedere e (2) di una cosa spettacolare da vedere :-D

Sul fatto che vedo un attimo una cosa e decido di comprarlo non commento ... metti che per qualche motivo qualcosa non ti funzionava che dovevano dire? Che il Mac è una cacca? :-P

I facili "oooooooohhhh" si spengono poi quasi subito quando cominci a vedere che MSN Live Messengere non ci funziona, o che non c'è eMule (e chi dice che aMule va uguale lo fulmino :-P) o cose di questo genere.

Insomma, quello che ti voglio dire, è che anch'io quand'ero "giovane" m'imbarcavo in crociate come questa, ma quello che ho imparato è che non ne vale assolutamente la pena. (1) perché Apple non ti da nemmeno la "pacca sulla spalla" per l'impegno che metti in queste cose. (2) Appena esce qualche problema (e fidati che escono) sei il primo chiamato a rapporto e ... (3) In una scuola ora come ora è giusto che ci stiano quanti più computer possibili, perché già ce ne sono troppo pochi. Se si devono "sprecare" soldi ... meglio migliorare il parco già esistente, compare qualche software o investire in una rete internet (se già non c'è).

Il Mac è "grasso che cola" in una situazione come quella italiana.

Link to comment
Share on other sites

Beh, l'interesse suscitato sul momento è assolutamente comprensibile, visto che si tratta (1) di una cosa nuova da vedere e (2) di una cosa spettacolare da vedere :-D

Sul fatto che vedo un attimo una cosa e decido di comprarlo non commento ... metti che per qualche motivo qualcosa non ti funzionava che dovevano dire? Che il Mac è una cacca? :-P

I facili "oooooooohhhh" si spengono poi quasi subito quando cominci a vedere che MSN Live Messengere non ci funziona, o che non c'è eMule (e chi dice che aMule va uguale lo fulmino :-P) o cose di questo genere.

Insomma, quello che ti voglio dire, è che anch'io quand'ero "giovane" m'imbarcavo in crociate come questa, ma quello che ho imparato è che non ne vale assolutamente la pena. (1) perché Apple non ti da nemmeno la "pacca sulla spalla" per l'impegno che metti in queste cose. (2) Appena esce qualche problema (e fidati che escono) sei il primo chiamato a rapporto e ... (3) In una scuola ora come ora è giusto che ci stiano quanti più computer possibili, perché già ce ne sono troppo pochi. Se si devono "sprecare" soldi ... meglio migliorare il parco già esistente, compare qualche software o investire in una rete internet (se già non c'è).

Il Mac è "grasso che cola" in una situazione come quella italiana.

Parole sacrosante.

ogni tanto amici e conoscenti vengono da me con qualche volantino Euronics, Trony o roba del genere e mi dicono "te che te ne intendi di computer cosa mi consigli?"

Ormai la mia risposta é davvero semplice :-)

rispondo pressapoco cosí:

"Sono troppo di parte per consigliare un computer. Se vuoi un Mac ti posso consigliare, ma per quanto riguarda i PC non saprei da dove cominciare. Se hai interesse per il Mac possiamo vedere, altrimenti trova qualcun'altro"

solo in alcuni casi mi sforzo a far comprare un Mac...come ad esempio mio zio che aveva sempre problemi di virus dato che naviga spesso su siti porno. Da quando ha il Mac non mi chiama piú per i problemi che prima aveva a cadenza settimanale :-)

Per me é finito il periodo delle lotte contro i mulini a vento.

Chi vuole farsi male da solo lo faccia :-)

Nelle scuole, piú che un Mac (si passerebbe da un monopolio ad un "monopolio di nicchia") sarebbe il caso di avere dei computer con Linux.

qualche Mac giusto se avanzano soldi per la multimedialitá e le iApps e montare i video delle varie attivitá fatte a scuola :-)

Link to comment
Share on other sites

Caro Gennaro,

su tanti argomenti sono d'accordo con te, in quanto oggettivamente motivati, ma voglio in questa sede fare un ragionamento più generale.

Lavoro come responsabile IT in una piccola struttura universitaria e quando devo comprare/far comprare qualcosa, ho l'abitudine di pensare prima di tutto a chi deve usare quell'apparecchio o strumento come utente finale.

Considera degli studenti delle scuole superiori che devono fare montaggi video, audio, grafica, gestire pagine web e podcast nel modo più facile e fluido possibile. Tu cosa gli consiglieresti?

D'altra parte il nostro amico non parla di convertire tutto a Mac, ma di introdurne almeno uno.

E d'altra parte, tu perchè usi un Mac?

Perchè a scuola non potrebbero una volta tanto imparare divertendosi, e spendendo quel poco di più che differenzia un Mac da un PC di marca con le stesse dotazioni HW e SW? Perchè la scuola deve esser e sempre e soltanto luogo di fastidio, fatica e sofferenza?

Per citare solo un esempio, guarda quello che ha fatto in questi anni Alberto Pian nella sua scuola:

http://web.mac.com/arakhne/iWeb/Home/Home.html

Forse è un caso che usi il Mac dai tempi di Hypercard?

Non mi è mai piaciuto il conformismo, anche quello solo Applecentrico, tanto è vero che qui, a livello di utente finale, ognuno usa quello che gli pare, ho colleghi che usano Win, altri Linux, io mi trovo meglio con un Mac Mini che non è certo un fulmine di guerra ma mi risparmia un sacco di grane e mi permette di trovarmi bene sia con i Linuxiani che con i Windowsiani.

Per ambienti server usiamo altro, Win 2003, Linux, e lì vanno benissimo sia l'uno che l'altro, per motivi differenti.

Ma per l'utente finale 'desktop', quello che vuol fare le sue cose senza soffrire e senza avere noie, non credo ci sia niente di meglio di un Mac al giorno d'oggi. Poi, in futuro, se Linux come desktop diventerà più semplice da gestire, credo che passerò definitivamente a quello.

Un piccolo argomento a mio favore è che qui dentro tanti colleghi sono passati negli anni da Win a Mac OS X o a Linux, ma finora non ne ho mai visto nessuno tornare indietro a Windows.

I più tecnici fanno il doppio boot, ma quando devono farsi i filmini o gestire le foto, non ci sono storie, usano OS X.

Forse nei costi complessivi, quando ragioniamo da amministratori o da tecnici, non mettiamo abbastanza peso su quella che è l'esperienza finale dell'utente, per poi però lamentarci quando siamo noi, a trovarci nei panni degli utenti finali.

Ovvero: monetariamente un Mac costa sicuramente di più, ma per tante cose, ne vale la pena.

Link to comment
Share on other sites

Lorenzo, premetto che anch'io ho lavorato nel reparto IT della mia ex-università oltre che aver fatto didattica nell'area IT in corsi in diverse scuole ... quindi quello che dico su quest'argomento si basa anche su queste esperienze :-)

Considera degli studenti delle scuole superiori che devono fare montaggi video, audio, grafica, gestire pagine web e podcast nel modo più facile e fluido possibile. Tu cosa gli consiglieresti?

Ma gli studenti delle scuole superiori non devono fare mica montaggi video, audio, grafica, pagine web e podcast ... probabilmente dovranno usare il computer (parlo in primis per i licei ...) per la matematica, la fisica ... magari nel laboratorio linguistico o di scienze ... mi preoccuperei quindi di creare un ambiente ideale per questo genere di software ... dove funzionino anche i software a corredo con i libri di testo (non c'è bisogno che ti ricordi che sono softwrae Windows only nel 99% dei casi).

D'altra parte il nostro amico non parla di convertire tutto a Mac, ma di introdurne almeno uno.

Dico che è grasso che cola :-D

Se la scuola ha già qualche laboratorio con tot computer per studenti ... non come m'è sembrato di capire un numero infimo di PC ... allora ok ... proposta interessante. Ma in caso in cui la struttura informatica è già sofferente mi pare una spesa inutile acquistare un "costoso" Mac.

Perchè a scuola non potrebbero una volta tanto imparare divertendosi, e spendendo quel poco di più che differenzia un Mac da un PC di marca con le stesse dotazioni HW e SW? Perchè la scuola deve esser e sempre e soltanto luogo di fastidio, fatica e sofferenza?

Lorenzo dai ... non facciamo gl'evangelisti tra di noi :-D

Queste sono frasi che andavano bene nei tempi pre-Windows 95. Oggi c'è tanto di quel software ben fatto educational PC-only che è più facile/divertente imparare con Windows che non con un Mac (dai un'occhiata al lato software edu nell'applestore!!)

Un piccolo argomento a mio favore è che qui dentro tanti colleghi sono passati negli anni da Win a Mac OS X o a Linux, ma finora non ne ho mai visto nessuno tornare indietro a Windows.

Io nel Dipartimento di Matematica e quello di Fisica ne ho visti tanti passare a Windows ... ed ahimé anche tanti laboratori una volta pieni di Mac ora non ci sono più.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share