Audio Digitale e Midi


Guest
 Share

Recommended Posts

  • Replies 1.5k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Questa discussione l'ho gia sentita.

Cmq volevo dire che un programma che riconosce le singole frequenze dei diversi strumenti e li divide in channels midi è teoricamente fattibile, anche se, dato la grande approssimazione che avrebbe, non ne varrebbe la pena svilupparne uno. Pero ci sono diversi programmi che riescono a fare il loro lavoro abbastanza bene con traccie monofoniche o almeno ad un solo strumento e note stacchate.

Link to comment
Share on other sites

Alla fine con 1500 € uno può prendersi anche un power mac g4 a 1,25 ma, considerando che non é mia intenzione espandere il sistema...é davvero così migliore dell'imac?

Per quale ragione? Nel sito la descrizione dei componenti é identica.

Link to comment
Share on other sites

il mio consiglio è, se vuoi restare nei 1500 €, di prendere un imac, a meno che non sia indispensabile portare il mac a giro. purtroppo non ho esperienza di musica (se non con garageband) ma di certo è uno dei compiti più gravosi per un processore. se devi elaborare una traccia alla volta non credo che ci saranno problemi con un imac. il powermac g4 dovrebbe essere biprocessore che in effetti introduce diversi vantaggi, ma è senza monitor....

Link to comment
Share on other sites

Grazie a tutti! Dei files Midi non sapevo nulla, inzialmente pensavo fosse una cosa facile come convertire un file in mp3, ora ho capito che il mio errore era alla base. Ho imparato un sacco di cose dalle vostre risposte. Per l'uso semplicissimo che devo farne io è più che sufficente il fantastico mondo di midi gratuiti che ho scoperto. Ma farò dei tentativi. Grazie ancora.

Link to comment
Share on other sites

Ho notato che nei mac viene adottato spesso per la ram "so dimm".

Di cosa si tratta?

Un ibook e un imac hanno degli slot per inserire un modulo da 512 mb ddr di so dimm.

Si tratta di moduli dimm normalissimi oppure sono più piccoli?

Grazie

Link to comment
Share on other sites

<FONT COLOR="808080">Aisle…… > Cmq volevo dire che un programma che riconosce le singole frequenze dei diversi strumenti e li divide in channels midi è teoricamente fattibile</FONT>

T e o r i c a m e n t e…

Quante cose sono possibile teoricamente, per esempio se teoricamente mia zia facesse una certa operazione la potrei chiamare zio (teoricamente) Posted Image

Seriamente c'è gente che non riesce a distinguere la differenza di suono tra un violino nel basso e una viola nel medio registro…… Ma immagini i problemi da risolvere: la generazione di nuove armoniche dovuta alla presenza di più strumenti può creare timbriche molto particolari e sicuramente difficilmente analizzabili da un computer, se senti una tromba e un pianoforte che suonano all'unisono il tuo cervello è in grado di interpretare il suono unico che senti e di individuare i due strumenti, questo diciamo a livello di sensazioni, di sensibilità umana, ma per il computer, che non può fare nient'altro che analizzare e paragonare in base a dati già in suo possesso, il suono sarà un suono unico emesso da uno strumento unico. Non è domani che il computer riuscirà a compiere operazioni che apparentemente il cervello compie in modo automatico… Credo che dovremmo aspettare ancora qualche tempo Posted Image

Link to comment
Share on other sites

Andrea >ma di certo è uno dei compiti più gravosi per un processore.

Beh... piucchealtro se la scheda audio è buona il processore non ne risente piu di tanto.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share