Apple compra Palm?


chest
 Share

Recommended Posts

Con la notizia di oggi (riportata dalla nostra testata giornalistica preferita) dell'ingresso di Jon Rubinstein in Palm e l'acquisizione da parte del fondo di Fred Anderson del 25% delle quote di Palm stessa, riprende quota una delle più antiche leggende informatiche: Apple che compra Palm.

Finora la cosa si era sempre verificata una bufala, e pure grossina, anche perchè Palm è da anni una specie di impiastro bolso e defocalizzato da ogni settore realmente innovativo, capace a malapena di vivacchiare della rendita delle idee degli anni '90.

Eppure adesso qualcosa è cambiato. La presenza di 2 ex top manager di Apple, entrambi vicinissimi a sua iMaestà Jobs, pone seriamente le condizioni per una acquisizione. Se a questo si aggiunge che un eventuale contratto potrebbe essere cantato direttamente da Bono - anch'egli amicone di Steve - in fase di meeting finale, ci si rende conto che forse è la volta buona.

Resta solo da capire se - dopo il colpo inferto da iPhone - in Palm ci sarà ancora qualcosa da comprare o se ne resterà solo carne macinata buona al più per Mac Donald.

Augh, ho parlato.

Link to comment
Share on other sites

non vedo nessun diretto interessamento di apple nei confronti di palm... solo contatti casuali, mi sembra.

ps; quel portatile monco di palm di cui non ricordo il nome (phone companion?) e che palm ha presentato durente "D" è veramente un oggetto inutile e diretto verso l'insuccesso secondo me.

Link to comment
Share on other sites

Beh, la mia è una boutade, s'intende.

Però però però, se per caso i rapporti tra Jobs e i due ex fossero realmente rimasti idilliaci...

... sarebbe per Palm un modo più che dignitoso di passare a miglior vita.

Link to comment
Share on other sites

E pensare che è stata proprio Palm a uccidere il Newton...

Mah...

La scleta fu di Apple, anzi di Jobs... che non voleva mantenere una creatura non "sua", sebbene la sezione Newton fosse in pareggio.

All'epoca Palm non poteva competere tecnologicamente con il Newton.

Link to comment
Share on other sites

L'analisi di Chest, come al solito, è interessante e affascinante... ma mi chiedo dove sia il business per Apple.

Ormai ha dimostrato di avere le tecnologie per creare un palmare o qualcosa di simile... perché acquisire qualcosa di elefantiaco e decadente? Per avere tanto software disponibile? Per fornire quella compatibilità con documenti di Office tanto richiesta? Sono cose che si possono implementare senza aiuto esterno...

Link to comment
Share on other sites

L'analisi di Chest, come al solito, è interessante e affascinante... ma mi chiedo dove sia il business per Apple.

E infatti l'ipotesi è molto remota...

Però un ritorno lo potrebbero avere, non fosse che per la lunga esperienza d'uso con fattori di forma così piccoli.

Il problema - mannaggia - è che Palm è proprio bollita e finita.

Link to comment
Share on other sites

E infatti l'ipotesi è molto remota...

Però un ritorno lo potrebbero avere, non fosse che per la lunga esperienza d'uso con fattori di forma così piccoli.

Il problema - mannaggia - è che Palm è proprio bollita e finita.

Apple ha un bagaglio di esperienza incredibile riguardo i dispositivi elettronici di piccole dimensioni grazie ad ipod, un dispositivo che è andato migliorando costantemente sia come usabilità che come design che come dimensioni (cosa molto rara nell'industria); ha acquisito fingerworks ed il suo team di ingegneri e tecnici (una azienda con prodotti all'avanguardia nell'ambito dei touch screen) per ottenere sia la licenza d'uso di multi-touch sia personale tecnico già formato.

in pratica poi palm sarebbe stata troppo costosa da comprare per acquisire conoscenze su un mercato che considerare collaterale.

mi dispiace per palm che una volta faceva belle cose... così come mi è dispiaciuto per psion ai tempi.

Link to comment
Share on other sites

Mah...

La scleta fu di Apple, anzi di Jobs... che non voleva mantenere una creatura non "sua", sebbene la sezione Newton fosse in pareggio.

All'epoca Palm non poteva competere tecnologicamente con il Newton.

Sì, infatti, ma il Newton non poteva competere come prezzo e portabilità. Palm fu il primo palmare ad aver funzioni decenti e usabilità sufficiente a far divntare i palmari qualcosa di più di un gadget tecnologico.

Poi, sul fatto che il Newton fosse avanti rispetto agli altri è storia che conosciamo.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share