iPhone: programmabile solo attraverso Ajax e Web 2.0


Recommended Posts

  • Replies 90
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Comunque scusate.... ma cosa gliene frega alla Apple della sicurezza del dispositivo??? Se uno spende 500 dollari per un cellulare, cavoli suoi se dopo ci vuole mettere sopra applicazioni e incasinarlo no??

Posto che condivido il fatto che sono cavoli del proprietario se a causa sua fa impallare il telefono, credo che la "scusa" della sicurezza nasconda la necessità di mantere non accessibile l'OS del telefono a terzi. In più sappiamo quanto Apple tenga all'immagine e mantenedo chiusa la sua piattaforma spera di non incorrere in cattiva pubblicità dovuta a problemi causati da software terzi. Ad esempio le polemiche che imperversano sulla poca stabilità di Safari 3 per win credo abbiano fatto venir il mal di pancia a più di qualcuno Steve compreso.

Link to comment
Share on other sites

Io sinceramente devo ancora capire se sarà possibile effettuare una sincronia dei contatti, degli appuntamenti e delle cose da fare fra il Mac e l'iPhone, come accade con gli Smartphone Palm. Certo non mi piacerebbe affatto dover essere online per poter editare due righe di testo o scrivere un foglio elettronico tramite gli applicativi di google o chi per lui solo per far piacere ad Apple ed ai Carrier, ma temo che sarà così.

Link to comment
Share on other sites

Io sinceramente devo ancora capire se sarà possibile effettuare una sincronia dei contatti, degli appuntamenti e delle cose da fare fra il Mac e l'iPhone, come accade con gli Smartphone Palm. Certo non mi piacerebbe affatto dover essere online per poter editare due righe di testo o scrivere un foglio elettronico tramite gli applicativi di google o chi per lui solo per far piacere ad Apple ed ai Carrier, ma temo che sarà così.

Il primo sarà una cosa praticamente certa.

Il secondo boh... dubito che si debba stare online per editare un testo. Le applicazioni sfruttano safari, ma non vuol dire che debbano per forza funzionare solo con internet.

Link to comment
Share on other sites

Il primo sarà una cosa praticamente certa.

Il secondo boh... dubito che si debba stare online per editare un testo. Le applicazioni sfruttano safari, ma non vuol dire che debbano per forza funzionare solo con internet.

condivido in pieno.

anche per i contratti flat vale la cosa.

tali contratti, almeno in italia, non sono propriamente flat, ma danno diritto ad un tot di ore o di mega al mese. è stupido pensare che se voglio leggere un .doc arrivatomi via mail debba chiedermi "quanti minuti/mega mi rimangono?" o cose del genere.

ok che l'edge (ed il gprs) sono pensati per un always on, ma c'è una bella differenza tra always on e scambio dati, soprattutto in termini di consumo energetico.

Link to comment
Share on other sites

Il primo sarà una cosa praticamente certa.

Il secondo boh... dubito che si debba stare online per editare un testo. Le applicazioni sfruttano safari, ma non vuol dire che debbano per forza funzionare solo con internet.

Speriamo, vediamo cosa accade dal 29 Giugno.
Link to comment
Share on other sites

Per giudicare compiutamente vi invito anzitutto a documentarvi su Ajax, perchè altrimenti finisce che si parla della metà di niente.

per come la vedo io la scelta di Apple è questa

1) controllo del canale di distribuzione degli applicativi binari attraverso iTunes. Ciò non implica che PER SEMPRE da questo canale passeranno SOLO applcazioni apple, ma solo che per passare da lì dovrai avere una certificazione Apple. In un momento in cui è VITALE la stabilità e l'assenza di qualunque virus o schifezza del genere (che potrebbe compromettere miliardi di dollari di investimenti e profitti), la scelta di Apple mi pare giustissima. peraltro io mi aspetto anche che a breve i primi software certificati usciranno. Per quanto finora escluso da Apple - ad esempio - non è peregrino immaginare una java virtual machine certificata per iphone, che darebbela stura ad altri N piccoli software (per quanto brutti). Insomma, per i binari c'è tempo e modo, anche considerando che l'offerta Apple per il multimedia si chiama iTunes, che fino a prova contraria è il miglior prodotto del mondo.

2) apertura del canale agli applicativi che girano nella sandbox di Safari, ovverosia quanto di più simile ci possa essere ai "widget" di Mac OS X, che fino a prova contraria hanno anche delle features aggiuntive rispetto alle normali pagine web (in termini di permessi di accesso alle risorse del device).

Detto questo, cosa si può fare con programmi di tipo 2? Per esempio scrivere su questo forum... Oppure connettersi ad un service centrale che ospita i tuoi documenti di Office e che te li traduce al volo in formati web 2.0, snza che tu abbia bisogno di installare 200mega di micro-mini-mobile-tiny-*******-office. Questa è una prosettiva rivoluzionaria, ma non è fantascienza: è Gmail (a meno di cause giudiziare tra Microsoft e Google).

E comunque - sacripante - stiamo parlando di un *telefono*. Ritengo chi chi compra un telefono per guardarci le slide powerpoint o usare excel abbia dei forti problemi mentali, e mi sembra sano da parte di Apple non inseguire questa clientela oggettivamente deviata.

Insomma: a mio giudizio stanno seguendo una strategia perfetta, e il mio unico appunto è che abbiano aspettato così tanto per rilasciare Safari per Windows, perchè questo era l'unico modo per dare tempo agli sviluppatori di tutto il mondo di familiarizzarsi con le sue caratteristiche. Se l'avessero fatto prima oggi avremmo per iPhone una pletora di widget ultrastabilizzati e selezionati dal merctao. Ad ogni modo, meglio tardi che mai.

Augh, ho parlato.

Link to comment
Share on other sites

anche qui condivido.

quello che più mi preme è visualizzare OFFLINE i file ricevuti via mail, o via BT, o trasferiti via USB ecc ecc.

Può sempre essere utile avere la possibilità di sfogliare un file .doc o un PDF in giro, lontani dalla scrivania.

Altra cosa che mi preme è la compatibilità con li MMS, non per un reale utilizzo, ma per una questione di principio.

da noi il servizio push per l'e-mail non è così diffuso come altrove, quindi se voglio condividere una foto "al volo" lo farò molto più probabilmente con un mms che non con una mail.

Nel 2007 in italia ogni telefono che costi più di 49 euro deve avere gli MMS.

e magari anche un software t9 per scrivere gli sms, tipo il Phone Pad (/magari migliorato) dei Pocket PC made in HTC, a partire dal Qtek S100 in poi.

Link to comment
Share on other sites

quello che più mi preme è visualizzare OFFLINE i file ricevuti via mail, o via BT, o trasferiti via USB ecc ecc.

Può sempre essere utile avere la possibilità di sfogliare un file .doc o un PDF in giro, lontani dalla scrivania.

Ecco. Esattamente da questo punto di vista va detta però una cosa a mio avviso fondamentale: qualora il nostro server di posta (ad esempio GMAIL) riesca a farlo, potrebbe creare sempre una copia in formato Web 2.0 (*) di tutti i documenti arrivati, in modo da consentirci il download sul telefono di quella copia in formato web 2.0 anzichè dell'originale. Così facendo non ci sarebbe più la necessità dei programmi (offline) di office per leggere (offline) i documenti. Basterebbe un browser di ultima generazione, e senza plugin, perchè il "miracolo della conversione dei pani e dei pesci digitali" lo farebbe il server di posta, non il browser.

Ribadisco: a taluni sembra fantascienza, ma è vicinissima a diventare realtà, invece.

Nota: e credo che scapperà fuori una enorme causa giudiziaria fra Google e Microsoft, su questo fronte.

(*) definire web 2.0 da un punto di vista tecnico è arduo. Si tratta in sostanza della summa di N tecnologie (o API) che consentono sia una formattazione avanzata (css di ultima generazione) che una forte interattività con la struttura dei documenti (DOM e javascript) che i salvataggi in background (Ajax). Non a caso il panzone più frustrato del mondo sta esorcizzando Google andando in giro per il mondo a fare una patetica ironia sul fatto che nessuna applicazione web 2.0 potrebbe davvero fare concorrenza ad Office. Trattasi però di patetico caso di volpeuvite...

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share