VIDEO DIGITALE


Recommended Posts

  • Replies 7.4k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Ciao, usa VCD (PAL) poi inserisci nella finestra bit rate calculator la durata del filmato, il numero di CD da utilizzare e il tipo di CD alla fine clicchi su calc rate per avere il massimo bit rate possibile, con un VCD la qualità è comunque scarsa.

Per i sottotitoli non so aiutarti, non ho esperienza in merito.

Link to comment
Share on other sites

per giulio

hai provato a processare il file mpeg con vcd builder 1.1?

che segnalazione ti ha dato?

di solito quando ho problemi di sincrono uso in sequenza divx doctor, ffmegx (vcd pal), vcd builder, toast per la masterizzazione (multitracks)

Link to comment
Share on other sites

Ci interessa conoscere il parere di coloro che hanno potuto vedere all'opera Final Cut Pro 4 e Shake alle manifestazioni di Bellaria. magari popo avere letto gli articoli che trovate a partire da questa pagina ...

FCPRO 4 si candida davvero a sostituire molte workstation dedicate e molti sistemi dal costo quadruplo o maggiore?

Quali credete siano i punti di forza del software?

Quali quelli che vi hanno maggiormente stupito?

Quali i motivi per passare dalla vostra attuale workstation di montaggio digitale ad un Mac dotato di FinalCut Pro?

I vostri commenti su questa pagina del Forum Video Digitale di MacProf

--------------------------------------------------

Un panoramica degli eventi pro-video al D-Cult di Bellaria, 15-17 Maggio 2003.

di Raffaele Mariotti

Prima Parte

Durante l'edizione del D-Cult di quest'anno, la parte da leone l'ha fatta sicuramente il settore del video; si sono succeduti importanti avvenimenti, primo tra tutti la presentazione in anteprima europea (dopo l'introduzione al NAB di Las Vegas in aprile) della nuova rosa di prodotti Apple dedicati al settore Pro Video.

Sono state infatti presentate le nuove versioni di Final Cut Pro (giunto alla release numero 4), Shake 3 e DVD Studio Pro 2.

L'ormai famoso e affermatissimo software di video editing ha stupito tutti per le nuove e numerosissime features: grandissimo interesse per la nuova tecnologia RT Extreme che permette finalmente di sfruttare al massimo la potenza del proprio Mac, usufruendo di un nuovo e potenziato motore per gli effetti real-time; miglioramenti e possibilità di customizzazione dell'interfaccia utente, il supporto per il nuovo formato DVCPRO50, il supporto a 24fps in modo nativo anche per l'ambita videocamera Panasonic AG-DVX100, il supporto per l'editing a 10 bit uncompressed, il rendering a 32 bit, le nuove modalità di editing, il time remapping, il nuovo mixer audio a 24 canali, e le tantissime altre features che si possono trovare sul sito Apple.

Le quattro nuove applicazioni a corredo di FCP4 rappresentano una gradita sorpresa al già completo software di editing, e sono di indubbia utilità e interesse: troviamo ora un nuovo e potentissimo software di titolazione, LiveType, che mette a disposizione dell'utente un numero elevatissimo (si parla di qualcosa come 9GB di media e fonts) di effetti, fonts, nuovi livefonts, e possibilità di personalizzazione degli effetti.

Ora è inoltre incluso il pacchetto Cinema Tools, applicazione che in passato veniva venduta separatamente, e che permette tutte quelle operazioni necessarie per il passaggio da pellicola a video digitale, e viceversa.

Altra importante applicazione è Soundtrack, che rappresenta un po' la risposta di Apple a software come Acid, che permettono quindi la gestione di loop audio in multitrack; si ha quindi a disposizione una vastissima libreria di campioni audio royalty-free divisi per strumenti, ai quali chiaramente si possono aggiungere i propri loop, e abbiamo la possibilità di cambiarne lo speed, il pitch, e quant'altro.

Si può inoltre importare la traccia video del proprio filmato posizionandola sopra alle tracce audio, in modo da operare con assoluta precisione durante l'edit audio in sync con il video. Diventa così molto facile comporre la propria musica, magari usandola proprio come colonna sonora delle nostre creazioni video.

Punto di svolta per Apple è rappresentato anche dal nuovo software Compressor, che va così a prendere il posto in maniera assolutamente degna e forse qualitativamente superiore di applicazioni come Cleaner 6, BitVice, e altri. Compressor permette di visualizzare la sorgente video originale e allo stesso tempo la preview della compressione, oltre ad interfacciarsi comodamente con i marker di compressione che si possono impostare in FCP4, opzione comodissima specie nel caso di produzione di file MPEG2 destinati ai DVD.

Nel caso del formato MPEG2 troviamo un nuovo encoder VBR 2-pass, che analizza prima l'intero file e poi usa i dati durante un secondo stadio di encoding che distribuisce intelligentemente la compressione lungo tutti i frame.

I formati video supportati in input e output da Compressor sono tantissimi, compresi quindi anche gli ultimi MPEG4 per il video, e il nuovo AAC per l'audio. In questa maniera abbiamo quindi una suite completa di prodotti che permettono di passare lungo tutto il processo di video produzione, dalla cattura dei media, fino all'output.

Output che può essere appunto rappresentato dai sempre più presenti e richiesti DVD; ecco quindi la versione 2 dell'ottimo software di DVD authoring di Apple, DVD Studio Pro 2.

Il nuovo software è tuttora in versione beta e atteso per Agosto, ma le nuove caratteristiche sono state rese visibili da subito; abbiamo una nuova interfaccia utente, studiata in modo da rendere semplici anche le più complesse operazioni, e addirittura possiamo scegliere se usare un layout di base, o una interfaccia completa per l'utente avanzato ed esperto. Molto utile la possibilità di usare i righelli e gli snap alle guide, caratteristica ereditata direttamente dal recente software Apple per presentazioni, Keynote; in questo modo possiamo allineare in maniera perfetta tutti gli elementi del nostro menu interattivo, come ad esempio i bottoni.

Altre caratteristiche includono nuovi templates e theme già inclusi, un menu-editor, palettes sensibili al contesto dove si può semplicemente fare il drag & drop di file audio e video, un nuovo editing basato su timeline con tracce multiple, e un background encoding che effettua la compressione mentre si può continuare a lavorare tranquillamente al progetto, risparmiando così tempo prezioso.

Tutte queste nuove applicazioni godono di una stretta interazione tra loro, un po' come avviene per le recenti versioni di iTunes, iMovie, iPhoto e iDVD; infatti anche se le applicazioni aggiuntive sono dei veri e propri programmi stand-alone, c'è la possibilità di passare tra di esse in maniera semplice e trasparente, evitando di dover effettuare dei pesanti e lunghi file temporanei per poi reimportarli. In tutti i nuovi software quindi sono presenti delle voci nel menu File che permettono di esportare il prodotto facilmente e senza occupare molto spazio, in modo da trovarsi poi il file nell'altra applicazione scelta nel workflow.

Il pacchetto completo occuperà diversi DVD, e lo spazio richiesto ammonta ad 1GB per FCP, 5GB per la libreria di file musicali di Soundtrack, e 9GB per il contenuto di LiveType; pare però che sia possibile decidere preventivamente quali media installare, avendo tuttavia la preview completa di effetti, font e loop... in questa maniera sarà così possibile visualizzare le anteprime, e se non abbiamo installato il file, possiamo farlo in un secondo momento e solo se ne abbiamo bisogno.

E' importante ricordare che Apple ha coraggiosamente mantenuto lo stesso prezzo per la versione 4 di Final Cut Pro, nonostante le moltissime nuove funzioni e miglioramenti, e ha addirittura abbassato il prezzo di DVD Studio Pro 2.

Infine l'eccellente software di compositing Shake ha raggiunto la versione 3, che presenta diverse migliorie. Il nuovo Shake QMaster è il network render manager che sfrutta Rendezvous e usa la potenza di calcolo distribuita, che si può ottenere da cluster di Xserve o PowerMac. Shake supporta ora l'audio, e ha la possibilità di importare direttamente i file PSD prodotti da Photoshop, che vengono gestiti mantenendo la struttura a livelli; il compositing può essere visualizzato direttamente su monitor broadcast, tramite l'utilizzo di schede di terze parti come quelle prodotte da AJA e da Digital Voodoo. Altra utile caratteristica è data dal migliorato supporto per lo scripting e per le macro, affidando così compiti ripetitivi a dei semplici comandi che riuniscono tutto l'insieme di operazioni volute.

--------------------------------------------------

Link to comment
Share on other sites

Ciao a tutti... per quanto riguarda le videocamere digitali e non ne so veramente poco.. quindi sto leggendo tutti i vs. msg per farmi una piccola cultura. L'esigenza che si è mostrata in questi tempi è quella di avere una videocamera di qualità che permetta anche il salvataggio su memory stick delle fotografie. Ho letto qualcosina ma la confusione è ancora tanta... Vorrei dei consigli, delle esperienze, delle prove tutto quello che sapete sull'argomento.,. anche e soprattutto le banalità...

Ciao e grazie a tutti anticipatamente...

..

Link to comment
Share on other sites

Guarda, ho "scavalcato" il problema (tuttora non risolto) utilizzando Split Me: ho diviso il file .avi originale in vari spezzoni (4), successivamente ho processato questi prima con DivX Doctor II (.avi -> .mov) e infine con QuickTime Player Pro (.mov -> .mpg). Il risultato finale e' discreto e soprattutto non presenta ritardi tra A e V. L'unica cosa che mi rode un po' è pensare a tutto quel che occorre fare su mac per ottenere uno stupido VCD, quando su un PC basta premere un bottone e via Posted Image.

Ad ogni modo, grazie a tutti per l'aiuto.

Link to comment
Share on other sites

Marco> ho provato anche il vcdtools, ma anche quello mi da un errore:

++ WARN: initializing libvcd 0.7.12 [darwin5.2/powerpc]

++ WARN:

++ WARN: this is the UNSTABLE development branch!

++ WARN: use only if you know what you are doing

++ WARN: see http://www.hvrlab.org/~hvr/vcdimager/ for more information

++ WARN:

INFO: scanning mpeg sequence item #0 for scanpoints...

++ WARN: packet length beyond buffer (pos = 2054 + size = 2042 > buflen = 2324) -- stream may be truncated or packet length > 2324 bytes!

anche quando vado ad usare l'ffmpeg (codifica mencoder o ffmpeg) il terminale mi da un errore del genere con l'aggiunta di questo:

No accelerated IMDCT transform found

Il file generato da D-Vision invece, quando lo butto sul Toast mi da questo errore:

"movie.mpeg" cannot be used to create a Video Cd. Please use the "Video Cd" option in your MPEG encoder/multiplexer

Sto uscendo pazzo!

Link to comment
Share on other sites

Salve, utilizzo un titanium 1Ghz con Final cut pro 3 e un Hd Icecube da 120Gb firewire. Acquisisco il materiale da montare con un G4 1,42 DP sul disco firewire per poi montarlo a casa col portatile.

Mi capita che le sequenze montate col titanium siano fuori sincro col video, anche se visiono una clip non montata c'è un ritardo di circa 4/8 frames.

Qualcuno mi sa dire come risolvere questo problema? premetto che lo utilizzo da 4 mesi ed è sempre andato benissimo.

Link to comment
Share on other sites

Scusate, ma e' possibile regolare la velocita' di masterizzazione di un DVD da iDVD 3 su MacOSX 10.2.5?

Non ho trovato alcuna impostazione che lo permetta: forse mi e' sfuggito, oppure occorre andare per forza su Toast?

Penso sarebbe utile poter masterizzare 1x anche con i nuovi masterizzatori DVD, per mantenere maggiore compatibilita'...

Link to comment
Share on other sites

A nessuno di voi è successo di non riuscire a creare il file .mov da .avi? Ho dei filmati in Divx da passare in vcd... alcuni di questi, quando li passo nel divx doctor II, mi creano un .mov illeggibile! Li apro e la schermata è tutta verde, poi compaiono dei quadratini colorati che si muovo, dopo di che si chiude il QT!

Link to comment
Share on other sites

Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share