Recommended Posts

  • Replies 7.4k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Hi Luky

l'appletecnico dice una grossa castroneria, forse conosce abbastanza il SW per fare da relatore al seminario, ma di tecnica video ci piglia poco.

Basare un nastro (questo è il termine nel nostro settore) per avere una continuità del TC è esatto ma solo per editare ad insert cioè stampare sul nastro stesso solo la traccia video o/e audio mantenendo il TC presente.

La videocamera e anche i VTR quando registrano premendo REC (PLAY-REC per iVTR) registrano in assemble cioè stampano su nastro tutte le tracce Video-Audio1-Audio2-Time Code (e audio 3 e 4 su sistemi broadcast) quindi anche se hai già basato un nastro con del nero e poi sovrascrivi con delle riprese video queste avranno il loro TC e se avnzi con il nastro e effettui un altra ripresa avrai comunque un salto nel TC o peggio una ripetizione.

Ora, le interruzioni di TC sono fastidiose perchè nella maggiorparte dei casi interrompono un bach digitize,i salti di TC incrementali (es: 12:00:20 fine seq> 12:35:00 inizio seq successiva) lo sono altrettanto ma meno perchè possiamo forzare FCP a non interrompere l'acquisizione ad un TC break nelle preferenze o se carichiamo materiale già in alta risoluzione possiamo selezionare Non Controllable Device in Device Control < Capture settings < Log and Capure.

Così facendo FCP genera lui Un TC di riferimento per ogni clip e comunque scordiamoci di poter riacquisire in bach il materiale.

Peggio se ci troviamo di fronte a dei salti di TC con ripetizione del codice ( es: 12:00:20 fine seq> 00:00:00 inizio seq successiva oppure 12:00:20 fine seq> 11:35:00 inizio seq successiva) in questo caso la cosa da fare è ricreare un TC univoco per tutto il nastro con un deck professionale che consenta l'insert del solo TC, oppure in fase di Log ad ogni salto cambiare il nome del reel facendo credere a FCP che quella clip sia su un altro nastro (es: Tapevacanze1 > Tapevacanze1a > Tapevacanze1b ecc.).

In questo modo in fase di Capture FCP dopo aver preso le prime clip su Tapevacanze1 ci chiederà di inserire la cassetta Tapevacanze1a, potremo far avanzare il nastro oltre il TCbreak e dare l'OK per continuare l'acquisizione sino al prossimo TCbreak.

Scusate la lungaggine ma spero di essere stato sufficientemente chiaro.___tix.

Link to post
Share on other sites

Stefano, mi sembri molto esperto nel settore video, quindi non vorrei contraddirti.

Però devo contraddirti.

Io sono un dilettante di basso livello. Ho una videocamera Sony PC9 e una Canon MV 450, che uso l'una a casa e l'altra in ufficio.

Entrambe si comportano allo stesso modo: su una cassetta già registrata (o "basata" come dici tu) non cambiano il TC quando inizio una nuova registrazione, in qualunque punto del nastro la cominci.

Ho appena fatto una prova. Registrato 1 minuto di filmato partendo da TC 10:00. Poi avanzato di circa altri 3 minuti con FF, quindi registrato un' altro minuto di filmato.

Riavvolto il nastro fino a prima dei 10 minuti, e fatta partire la riproduzione, questa si svolge regolarmente senza alcuna interruzione/ripresa del Time Code.

Fra una ripresa e l'altra si vede il nero, ovviamente, ma il TC scorre regolarmente.

Diverso il discorso su un nastro nuovo. Se provo a fare la stessa cosa, fra una ripresa e l'altra vedo lo schermo blu, senza il tempo che scorre, e la seconda ripresa ricomincia da 00:00. Interruzione del Time Code, appunto.

Forse non ho capito bene quello che intendi tu, o forse ha ragione il tecnico Apple.

Boh...! Posted Image

Link to post
Share on other sites

Luciano, do retta a tutti e due, stefano ha ragione per il timecode in regen che però viene utilizzato solo da telecamere professionali e broadcast, in questo caso il time code viene rigenerato dall'inizio alla fine in modalità assemble, le telecamere amatoriali e prosumer invece utilizzano il timecode in modalità preset, cioè prendono come start il time code esistente sul nastro e lo rigenera man mano che avanza il nastro sempre in modalità assemble. il salto di timecode può avvenire in entrambi i casi se:

1) viene visionata la videocassetta e non viene riposizionata in maniera automatica dalla videocamera, la pc9 dovrebbe avere un tastino chiamato "end search" che si riaggancia al frame preciso.

2) un drop di segnale

3) la batteria tampone della videocamera è scarica e quindi ogni volta che la si spegne il timecode si azzera e riparte da zero.

Link to post
Share on other sites

Salve a tutti, ho un piccolo problema che non riesco a risolvere, vorrei poter visualizzare su un monitor esterno il segnale video come devo fare?

Ho un imac 800 con il cavo VGA to VGA della Apple.

Devo acquistare un covertitore VGA Super Video, e poi posso fare il Print to Video?

Grazie

Simone

Link to post
Share on other sites

Luciano, il consiglio dell'Appletecnico ha una grossa controindicazione perchè "basare" un nastro dv da 60minuti vuol dire diminuire la vita alla testina di registrazione della tua telecamera di un'ora e a forza di "basare" ti ritrovi con una telecamera che ha usurato le testine in maniera esagerata e se devi cambiare le testine credo che la cifra non sia proprio bassa, almeno nel mondo del video con telecamere e videoregistratori professionali o broadcast si parla di cifre che possono raggiungere alcuni milioni in vecchie lire. Ti consiglio di controllare i 3 punti che ti suggeriva Alessandro, oppure fa come diceva giustamente Stefano Bertola, dai nomi diversi al nastro in fase di log e magari tra una ripresa ed un'altra se hai il dubbio che salti il TC registra 30 secondi di nero (o barre colore) in modo che sia più facile individuare questo salto di TC; dovrai essere presente durante la cattura delle clip ma ci guadagni in testine e soldi. Ciao

Link to post
Share on other sites

Bruno e Alessandro, grazie per i consigli.

Avete un'idea della vita media di una testina di registrazione? Parlo di videocamere amatoriali, naturalmente, quelle che uso io, Sony PC9 e Canon MV450, o altri modelli della stessa categoria.

Da come ne parla Bruno sembra che la durata di tali testine sia piuttosto breve. E' così?

Fra l'altro, probabimente andrebbe messa in conto anche l'usura della meccanica di trascinamento del nastro, perchè ovviamente questo, dopo essere stato "basato", deve anche essere riavvolto.

Io ho quasi più timore di questo, considerando l'estrema miniaturizzazione di queste videocamere, che ovviamente non può non incidere sulla robustezza della meccanica.

Ciao

Link to post
Share on other sites

Si è possibile, ovviamente il risultato del DVD che ne verrà fuori non può essere migliore del DIVX di partenza, sicuramente può essere uguale...

Il prg da usare è ffmpegx da preselet scegli hi-bitrate DVD-PAL e quindi lasciando tutto cosi com'é alla fine otterrai la tua Cartella VIDEO_TS da masterizzare con Toast.

Il processo è al quanto lungo (io con iMac 400 DV per un'ora e mezza di filmato ci impiego 36 ore), dipende dalla potenza del processore.

Un'alternativa a ffmpegx è CaptyDVD ma non é free, quest'ultimo ti consente di applicare menu, titoli e capitoli etc... proprio come DVD Studio PRO.

Ciao Roberto

Link to post
Share on other sites

Il problema della conversione di quasi tutti i DIVX e' la sincronizzazione tra video e audio. Accade spesso che dopo 12 ore di codificazione di scoprire che l'audio e' in ritardo di x secondi sul video

M

Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.