VIDEO DIGITALE


Recommended Posts

Per favore puoi elencare i passi uno ad uno, e pubblicare due fotogrammi: uno prima ed uno dopo la compressione finale? Grazie

cheese

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 7.4k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Volevo sapere se è possibile espandere un sistema G4 o G5 con hard-disk scsi, scheda di acquisizione in component, sdi, qsdi e remote RS-422 per pilotare macchine da editing broadcast tipo Betacam Sp, DvCam e Digital Betacam, insomma far lavorare Final Cut Pro HD in piena risoluzione quindi non compresso con l'aiuto di hardware esterno (schede video per il montaggio e altro).

Qualcuno sa dirmi una scheda per il montaggio "seria"?

Link to comment
Share on other sites

La perdita di qualità non la si vede tanto nel singolo fotogramma quando nel movimento, i contorni delle persone son "frastagliati" o non ben definti e nell'ingrandire il filmato un grossolano effetto "pixel grandi", non so se rendo l'idea.

Ho quasi risolto il problema salvandolo in .mov, con filtro Video MPEG-4, qualità alta , frequenaza 29,97 e grandezza 320x240.

Link to comment
Share on other sites

<FONT COLOR="f7f7f7">_________________</FONT>

<FONT COLOR="f7f7f7">_________________</FONT>

<FONT COLOR="f7f7f7">_________________</FONT>Posted Image

Link to comment
Share on other sites

Oh mamma.

L'effetto che descrivi sembrerebbe dato dalla eccessiva quantizzazione (compressione). I codec generalmente dividono un fotogramma intero (I frame) in una matrice di blocchi di 8*8 pixel e poi passano in dominio frequenziale grazie alla trasformata discreta del coseno. Più il fattore di quantizzazione è alto (generalmente in presenza delle alte frequenze) e più si nota quella che dici pixellatura o cordatura delle linee diagonali.

Molto più semplicemente la causa potrebbe essere il resizing indotto al momento di fare cmd+e: voglio dire che se il file ha una risoluzione di 320*240 e lo si esporta in NTSC-PAL diventerà automaticamente 720*480. Poi non devi esportare un file PAL in NTSC e di certo DV non è un formato di distribuzione perchè non fruisce della compressione temporale come l'MPEG.

Rispetta la risoluzione ed il formato. Quando esporti scegli mpeg-4, Sorenson od un altro codec moderno come 3ivx (che supporta il doppio passaggio e viene riprodotto dall'engine di QT senza bisogno di essere installato sul client di playback). Un datarate di 2.000Kbits/250KByte è più che sufficiente a garantire una eccellente qualità con file di 720*576

cheese

Link to comment
Share on other sites

Ho l'esigenza urgente di trasformare un dvd in formato avi.

Ma per mac sembrano non esserci programmi che facciano sto lavoro.

Qualche dritta?

Link to comment
Share on other sites

Errata; la riga:

una risoluzione di 320*240 e lo si esporta in NTSC-PAL diventerà automaticamente 720*480. Poi non devi esportare un file

va sostituita con:

una risoluzione di 320*240 e lo si esporta in DV-NTSC diventerà automaticamente 720*480. Poi non devi esportare un file

Link to comment
Share on other sites

Handbrake è il più semplice (selezioni un dvd, meglio un dvd folder creato con 0sex e poi il formato e la dimensione dell'avi e il gioco è fatto in qualche ora).

Sennò 0sex e poi ffmeg0.0.9 che offre molte più opzioni.

Ogni sw lo trovi su versiontracker.com

Ciao!

Link to comment
Share on other sites

Spera solo che la qualità del DVD sia ottima perchè se è come "urla del silenzio" (allegato al Corsera di ieri) col Mac non puoi far nulla per migliorarla.

Esempio: su PC rivolti un file .d2v (progetto dvd2avi) come un calzino: fai uno script di avisynth e scegli fra una moltitudine di filtri antirumore temporali, spaziali, combo, a wavelet (ce n'è una infinità); poi correggi i livelli RGB o la curva cromarica HSV + saturazione e Value (luminosità). Applichi una USM (anche adaptive), scegli fra almeno 10 algoritmi di deinterallacciamento differente, fai il boost delle curve colore il LAB che letteralmente tirano fuori i colori dalle pellicole degli anni settanta; il resizing in Lanczos, ogni immaginabile trasformazione geometrica possibile.

Infine prendi lo script in parola e lo apri come fosse un file avi in una applicazione qualunque al fine di ricomprimenrlo: Windows Media Encoder, Sorenson Sqeeze, Cleaner, Canopus Procoder od un qualunque applicativo di compressione MPEG-2 (Cinema Craft, Tsunami, MainConcept 1.4 et c). Oppure lo stesso Virtualdub che può fare a sua volta da frame server: cioè esportare un fake, un finto file di poche centinaia di KB che può essere aperto da un frontend video come Premiere, per esempio.

Nel caso le applicazioni video citate non siano in grado di aprire detti fake si ricorre infine ad un avi wrapper che lo riformatta. Nel caso di Avisynth, molto più compatibile, si usa ffvfw mentre, con Virtualdub, Link2).

E' tutto un altro mondo...

cheese

Link to comment
Share on other sites

ciao. noi abbiamo sia la io che la io\la. per il prezzo non so...nn l'ho presa io ma la società.....

qui la si usa in dvpal e va molto bene.

come unico problema è che occupa tutta la potenza della firewire, quindi appena colleghi qualcos'altro via firewire(tipo lettore dv, hard disk esterno)FCP crasha..... è un po una palla perchè tutte le volte che aquisisci devi spegnere l'aja(o comprare uno switch firewire).

tolto questo è veramente un ottimo prodotto.

purtroppo in SDI non ho mai avuto il piacere di provarla

ciao

P

Link to comment
Share on other sites

Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share