VIDEO DIGITALE


Recommended Posts

Ciao Luca, se hai il superdrive certamente avrai anche la suite

di iLife che comprende, oltre a iPhoto e i Tunes, anche iMovie e

iDVD.

Costruisci i tuoi progetti su iMovie, aggiungendo musica e

sottotitoli. Preoccupati di segnare i marcatori di capitolo perchè

ti saranno utili quando passerai il tutto nei iDVD (ci va automati-

camente semplicemente cliccando un bottone).

Troverai che iDVD è un programma molto interessante e di facile

utilizzo.

Per quanto riguarda il sovrapporre la musica nei iMovie ci sono

due stringhe che riguardano il sonoro. Io uso la prima per musi-

care e la seconda per la "voce narrante".

Non ho mai provato a immettere due tracce musicali.

Se per sovrapporre musica intendi sfumare la prima traccia per

poi proseguire con una seconda si utilizza il "volume" regolandone l'entrata con i cursori.

Le prima volte non è del tutto facile ma ci sono delle ottime

indicazioni nell'Aiuto iMovie e nel tutorial. Tutta roba che

troverai nella libreria de iMovie del tuo computer.

Masterizza il tutto con iDVD (con pazienza perchè il computer

deve codificare il tutto) a volte anche due o tre ore, a seconda

di quanti mega vorrai fare entrare nel tuo DVD-R.

Io ho creato DVD partendo da vecchie foto scannerizzate,ritoc-

cate su Photoshop Elements 2, e quindi masterizzato il lavoro.

Buona fortuna.

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 7.4k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

E' molto semplice.

La MV750i è l'evoluzione della MV650i che io uso da qualche

mese. La MV700 è un modello che ha meno funzioni, ad esempio credo non abbia il convertitore analogico/digitale.

Se però a te non serve !!

Non si tratta però di avere o non avere funzioni accessorie ma

di poter utilizzare la videocamera al meglio.

Credi proprio che la funzione foto non arriverà ad interessarti ?

Il mio spassionato consiglio è quello di acquistare una macchina

"aggiornata". Se è per risparmiare prova a controllare qualche sito di vendite online. Potresti trovare quello che ti interessa

in un qualche "fine serie" con sconti attorno al 20/30 % sul

prezzo di listino.

Link to comment
Share on other sites

Io credo che sia meglio usare iDVD per le presentazioni, per i seguenti motivi:

- possibilità di avanzamento manuale delle foto

- possibilità di aggiungere gli originali al DVD, quindi Backup

- maggior numero di foto (fino a 99 presentazioni, dipende dal numero di foto inserite nelle presentazioni)

- minor tempo di codifica rispetto ad un filmato (di questo non sono sicuro, ma credo sia così)

- creazione di menu ad hoc per ciascuna presentazione

L'audio puoi mixarlo con qualche freeware o comunque con lo stesso iMovie, salvandolo come filmato quicktime e trascinandolo poi in iDVD.

Così come per le scritte sulle foto, puoi farle con un qualsiasi programma di grafica.

Certo è più pratico fare tutto in iMovie, ma gli svantaggi sono evidenti. Ti ho esposto il mio punto di vista, la scelta rimane comunque la tua. Posted Image

Link to comment
Share on other sites

Io faccio l'uno e l'altro Posted Image

Siccome mi piace aggiungere titoli, transizioni o effetti, preparo il film in iMovie, ma per avere i vantaggi di iDVD faccio anche la slide show coi pulsanti.

Infine gli faccio salvare le immagini in una cartella a parte, così ho anche un backup.

Link to comment
Share on other sites

Ciao, grazie per il consiglio. Inizialmente ero interessato anche alla funzione foto, ma in seguito ho capito che conviene per quella funzione acquistare una fotocamera a parte (conviene dal punto di vista della qualità e del costo complessivo). Invece l'ingresso analogico/digitale potrebbe interessarmi, ci devo pensare. Tu come ti trovi con la MV650i? Riesci a fare dei buoni filmati, paragonabili alla qualità Sony?

Link to comment
Share on other sites

Ciao Luciano, grazie per il consiglio. Rinuncerei volentieri alla funzione foto e a quei 4x di zoom in più, per risparmiare quei duecento euro, ma l'ingresso digitale potrebbe interessarmi. Sai dirmi qualcos in più di questo ingresso? Non so molto sull'argomento.

Senza l'ingresso digitale posso comunque riversare il contenuto delle cassette MiniDV su normali cassette VHS? E posso anche, senza ingresso digitale, riversare il filmato su pc (windows o mac) e poi masterizzarlo convertendolo in formato leggibile dai lettori DVD?

Link to comment
Share on other sites

L'ingresso digitale è utile per due motivi.

Intanto consente di riversare il film montato dal computer verso la videocamera, registrandolo quindi in un'altra cassetta DV. Dopodichè si può benissimo trasferirlo in una cassetta VHS, in un altro computer o anche visualizzarlo sul TV direttamente dalla videocamera.

Poi in genere la presenza del DVin è associata anche ad un ingresso analogico (le Canon e le Sony lo hanno). Questo consente, per esempio, di riversare vecchie cassette VHS in DV e da qui al computer per nuove edizioni o per creare DVD. Si può anche trasferire direttamente da VHS al computer, senza registrare in una cassetta DV, utilizzando la videocamera come "ponte" (più esattamente come convertitore analogico/digitale) fra il videoregistratore e il computer.

In definitiva, mentre la funzione foto è quasi inutile (per fare foto ci vuole una fotocamera...) e lo zoom sarebbe meglio lasciarlo a casa, la funzione DVin è secondo me molto utile.

Link to comment
Share on other sites

Sono d'accordo, potrebbe in effetti essere molto utile, date le funzioni che mi hai spiegato.

Hai aggiunto che lo zoom sarebbe meglio lasciarlo a casa... Intendi che 22x sono troppi e potrebbero dare qualche problema di stabilità o di qualità dell'immagine? Sarebbe quindi preferibile scegliere videocamere con zoom meno spinti? Sto parlando ovviamente di zoom ottici

Link to comment
Share on other sites

Un metodo infallibile per riconoscere un filmato professionale da uno amatariale (diciamo meglio: dilettantesco) è osservare e contare le zoomate.

In un filmato amatoriale se ne vedono in continuazione, mentre in quello professionale se ne vedranno più o meno zero.

Lo zoom è un movimento innaturale, ed è bene usarlo con la massima parsimonia se non si vuole annoiare lo spettatore con l'inevitabile quanto temuta conseguenza dello sbadiglio.

Quando è necessario filmare un particolare, molto meglio avvicinarsi, se possibile.

In particolare poi attenzione agli zoom spinti. Già a 5x è difficilissimo ottenere un'inquadratura ferma, ed evitare il mal di mare allo spettatore. Quindi, o si dispone di un robusto treppiede, o è meglio rinunciare allo zoom sempre e comunque.

Link to comment
Share on other sites

Mi introduco visto che si parla di pixel e zoom relativamente alle Canon, di cui sto valutando alcune offerte. Anch'io sceglierei la MV750i per l'ingresso digitale, ma ancora non ho trovato le differenze di dotazioni e funzioni con la MV730i (sul sito Canon questa non è più presente, è uscita di produzione e si sta svendendo...)

Luciano, sai quali differenze ci sono tra la MV730i e MV750i, a parte gli zoom 20x e 22x?

Link to comment
Share on other sites

Luciano: <FONT COLOR="aa00aa">Confermo quanto detto sopra. L'immagine PAL è formata esattamente da 720x576=414720 pixel. Qualunque videocamera amatoriale acquisisce a questa risoluzione.</FONT>

L'immagine PAL non è formata da pixel, è un segnale analogico. Le linee sono 625 (15,625 kHz / 50 Hz * 2), di cui solo una parte contengono l'immagine (saranno le 576 di cui sopra?). I punti per linea... è un casino, lasciamo perdere.

Le videocamere DV e i DVD utilizzano una risoluzione orizzontale convenzionale fissa di 720 pixel (sia per il PAL, sia per l'NTSC), e una risoluzione verticale variabile (nel DVD dovrebbero essere 576 per il PAL e 480 per l'NTSC, nel DV credo sia lo stesso). Noterete che 480 * 30 = 576 * 25, per cui il bitrate è lo stesso sia in PAL che in NTSC.

Poi nei DVD ci sono vari modi di utilizzare lo spazio disponibile (a seconda del formato e dell'uso del sistema anamorfico o meno, il numero di linee e di colonne utilizzate varia).

Quello che dice Luciano è assolutamente corretto per quanto riguarda le videocamere DV (cioè l'argomento di cui si sta parlando), ma vorrei evitare che la gente si allontani dalla conversazione convinta che in generale la risoluzione PAL sia quella, perché non è vero.

Falkor: <FONT COLOR="ff0000">bleu [...] amplitudine</FONT>

Lo so che non ti piace l'Italia, ma almeno risparmia la lingua italiana! Te lo chiedo per favore. ;_;

In italiano si dice "blu" e "ampiezza".

Link to comment
Share on other sites

Ho esportato una sequenza già renderizzata in quicktime per poter poi utilizzare idvd: mentre l'audio è perfetta, la parte video è totalmente nera ad eccezione dei titoli iniziali. Eppure le ho tentate tutte con manuale alla mano. C'è qualcuno che ha avuto questo problema e può dirmi come risolverlo? Grazie.

Link to comment
Share on other sites

Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share