Safari per Windows e le tre teorie della grande cospirazione


admin
 Share

Recommended Posts

di Antonio Dini

Perché una versione Pc del browser di Apple? Secondo alcuni, è un

piano di Steve Jobs per dominare la rete, per altri è tutta una

questione di soldi o addirittura una spregiudicata manovra per

raggiungere un livello di sicurezza maggiore. Chi ha ragione? Ai

lettori il giudizio.

------------------------

Come mai è arrivata una versione di Safari per Windows Xp e Vista? Che

bisogno c'era? Non sarebbe stato meglio qualcosa d'altro, ad esempio

iChat? Sono domande che sul momento non hanno risposte, ma solo

ipotesi. Tra queste, ne abbiamo scelte tre che hanno il sapore della

teoria della cospirazione. Piani segretissimi e raffinati esercizi di

bizantina dietrologia. Chissà, però, che un fondo di verità non ci

sia...

Tesi numero uno: Safari su Pc per guadagnare soldi con Google

Secondo alcuni, ogni volta che viene fatta una ricerca su Google

attraverso la barra delle ricerche integrata (in Safari come in

Firefox, per esempio) si tratta di centesimi di dollaro che la casa di

Mountain View paga al produttore del browser. Con il 15% del mercato,

per la fondazione dietro a Firefox sono molti più soldi che non per

Apple. La quale invece, se riuscirà a dominare il 15-20% del mercato

dei browser, avrà accesso ad una fetta più grande della torta: si

parla di qualche centinaio di milioni di dollari l'anno, mica di

bruscolini...

Tesi numero due: Safari su Pc per dominare la rete

Ha provocato anche le reazioni piuttosto stizzite dei responsabili del

progetto Firefox: Steve Jobs pensa di dominare la rete e non ha capito

come funziona. Vuol tornare al duopolio Mac-Pc e non ha capito che

siamo nell'era aperta di Linux. O forse no. Fatto sta che la

differenza tra voler lanciare sul mercato Pc un nuovo browser e voler

"distruggere" Firefox sono due cose diverse. Ma è più divertente

pensare che sia la seconda quella buona come ipotesi...

Tesi numero tre: Safari su Pc per rendere più sicuro iPhone

E' un ragionamento sofisticato, che viene fuori dalla cronaca degli

ultimi giorni. Apple lancia Safari 3 su Pc e cosa succede? In rete si

scoprono vulnerabilità del browser che da soli gli ingegneri di Apple

non avrebbero potuto scoprire. Ok, però se lo potevano immaginare. E'

anche questo uno dei motivi per i quali il browser è in versione beta

e non definitiva, dopotutto. Ma - e qui c'è il colpo di genio

paranoide - è tutta una manovra per poter scoprire cosa non funziona

sfruttando gli hacker, rendere sicuro Safari 3 che non solo gira su Pc

e su Mac, ma anche su iPhone. E mettere una patch di sicurezza al

telefono, in modo da renderlo un prodotto ancora più perfetto. Bello e

geniale, vero?

A voi lettori decidere se una di queste teorie è plausibile oppure no.

O se, magari, ce ne sono anche altre... partendo da questa pagina del

nostro forum.

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 43
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Per me o la numero 3 o ne aggiungo una 4a io, piuttosto ovvia : come iPod è stato il carro che ha guidato alcuni switchers al Mac, ora lo sarà iPhone. E perchè non usare anche un browser? Ricordiamoci che l' utenza NON-Pro l' applicazione che usa per il 90% del tempo è un browser per navigare...se si convincerà della bontà del prodotto, indirettamente potrebbe essere incuiosità da altre iApp e OS X

Link to comment
Share on other sites

A me sembrava che Jobs avesse detto tutto. Gli sviluppatori volevano poter creare applicazioni per iPhone e Apple ci ha messo dentro safari per proteggere le funzionalità telefoniche di base. Safari usa gli standard del web, il trend di sviluppo della telematica e della telefonia è oggi tutto incentrato sulle tecnologie e le applicazioni web, gli utenti dell'universo mondo usano web e cellulari sempre pìù complementarmente: ecco che safari doveva esserci anche per windows. Un'altro elemento per indurre allo switch. Mi pare tutto piano e liscio. O no?

Link to comment
Share on other sites

Perchè non tutte le quattro tesi insieme?? sicuramente un po' di quattrini da google fanno sempre comodo, oltretutto più quota di mercato=più quattrini e viceversa, quindi sarebbe complementare la prima tesi con la seconda; se aumentando le quote di mercato si riescono a trovare più falle in Safari e si riesce ad ottimizzare iPhone che male c'è? ed ancora: se qualche utente Windows, dopo aver provato QuickTime, iTunes e Safari volesse decidere di passare a Mac, mi domando ancora: che male c'è? quindi io sostengo l'idea di un'unica tesi contenente le tre tesi di Macity più quella di Alexander De Large...

Link to comment
Share on other sites

...più banalmente Apple ha dato Safari anche agli utenti Win perchè possano sviluppare software per iPhone provandolo direttamente con il browser che iPhone stesso usa.

Usando un altro browser non potrebbero essere sicuri che il risultato estetico sia identico (in particolare Explorer ha un rendering delle pagine tutto suo, non segue gli standard in toto).

Gli sviluppatori di freeware e shareware non è detto che si possano permettere un iPhone, e quindi per loro poter sviluppare senza avere il telefono è importante. Questo permetterà di avere molto più software per iPhone.

Poi se in più ci sono vantaggi collaterali (soldini da Google, maggiore visibilità dei prodotti Apple, appetizer per utenti PC in dubbio se switchare), ben venga, no?

Link to comment
Share on other sites

...più banalmente Apple ha dato Safari anche agli utenti Win perchè possano sviluppare software per iPhone provandolo direttamente con il browser che iPhone stesso usa.

Usando un altro browser non potrebbero essere sicuri che il risultato estetico sia identico (in particolare Explorer ha un rendering delle pagine tutto suo, non segue gli standard in toto).

quoto in pieno

Link to comment
Share on other sites

...più banalmente Apple ha dato Safari anche agli utenti Win perchè possano sviluppare software per iPhone provandolo direttamente con il browser che iPhone stesso usa.

Usando un altro browser non potrebbero essere sicuri che il risultato estetico sia identico (in particolare Explorer ha un rendering delle pagine tutto suo, non segue gli standard in toto).

quoto in pieno

Anch'io. Questa del resto è la ragione ufficiale nonchè la più sensata. Il problema di iPhone non è solo il costo (chiunque può permettersene uno), quanto la scomodità di testare il proprio lavoro esclusivametne sul telefono. Adesso invece buona parte dei test la si fa comodamente al PC e si va sul telefono solo per le ultime verifiche.

Certo, rivedendo il video del keynote (fateci caso attentamente), quando Steve sta parlando della espansione della quota di merctao di Safari, l'immagine della torta alle sue spalle vede la fetta di Safari espandersi SOLO a scapito della fetta di Firefox! Lasciando inalterata la fetta di Explorer al suo 78%!

Personalmente la ritengo una svista clamorosa e involontaria, però ben comprendo come possa scatenare autentiche paranoie negli sviluppatori di Firefox...

Link to comment
Share on other sites

per me è un progetto più a lungo termine...

ci stanno abituando a winzozz...

alla fine ci diranno che win è meglio e che bisognerà abbandonare (l'ultima grande migrazione)

mac os x.

e come darmi torto:

vedi le voci di tempo fa che davano osx e win con il kernel in comune

vedi la grafica del nuovo os,

vedi bootcamp...

vedi safari per win...

sono un po preoccupato.

Link to comment
Share on other sites

A mio parere e' una cosa molto piu' semplice:

un altro passo per far conoscere agli utenti Windows il sistema OS X, distruggendo lo stereotipo infondato di difficolta' del Mac rispetto a Win.

Poi, ci saranno anche le altre motivazioni. Ma semplicemente vogliono inculcare la conoscenza Mac ai Win Users.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share