Sign in to follow this  
fabio69blq

legale e possibile, usare i files di iTunes (comprati) per fare il DJ??

Recommended Posts

C'entra eccome la SIAE! La riproduzione in pubblico di opere coperte da diritto d'autore è soggetta al pagamento delle royalties alla SIAE. Il fatto che la musica sia stata acquistata da iTunes, sia su CD, cassette, vinile ecc.. è del tutto irrilevante. Si deve pagare per la riproduzione in pubblico. Pena, sanzioni amministrative e penali (art. 171 e 171 ter l.a).

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' un'altro apsetto della vicenda Apo!! Comunque no... non potresti riprodurre pubblicamente materiale, coperto da diritti d'autore, scaricato illegalmente da internet. La denuncia alla SIAE di riproduzione pubblica di materiale coperto da diritti d'autore, è obbligatoria viste le limitiazioni d'uso di questo contenute nella licenza di acquisto e sancite dalla legislazione attuale. Per quanto riguarda iTunes, Apple è molto dettagliata in merito: http://www.apple.com/legal/itunes/it/service.html/ - paragrafo 9, sezione " regole di utilizzo "!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Appunto per questo!

Il fatto è che il pagamento alla SIAE era implicito. Mi sembra che non sia la prima serata che fanno, quindi credo sappiano tutto questo. Il problema era un altro e qui si sta andando fuori tema. Il problema era che se avessero fatto un controllo, loro non avrebbero saputo dimostrare che il materiale era posseduto legalmente.

E proprio perché non è possibile riprodurre materiale scaricato illegalmente anche pagando il dovuto alla SIAE che quest'ultima non c'entra nel discorso. Il problema qui è come dimostrare che si possiedono legalmente certi brani. Per quelli scaricati da iTunes si può facilmente provare, ma quelli rippati da CD propri?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono un dj, quando si suona in pubblico nei locali bisogna compilare una scheda con titolo autore ecc ecc della siae.

questo foglio indica quanto e a chi andranno i soldi che tu paghi alla siae per il tempo che hai suonato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo che sia sufficiente, durante l'ispezione, far mettere a verbale che si possiede una copia autentica su disco dei brani in questione e, successivamente, produrre la prova di quanto dichiarato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragazzi secondo me vi sfugge il vero problema di fabio69blq.

Lui chiede se può usare i files regolarmente acquistati da iTunes Store al pari di quelli da CD originali per il lavoro del suo amico DJ.

Allora, una volta che io pago la SIAE, che io diffonda un brano da CD fisico o da files di uno store online, la cosa non cambia. Se io pago la SIAE il brano lo posso pure suonare dal vivo.

Se leggete bene, anche nei CD fisici c'è la frase che dice più o meno che il CD è per uso personale e che la diffusione è vietata, analoga a quanto c'è scritto sulle condizioni di utilizzo dell'iTunes Store.

Per quanto riguarda la "dimostrabilità" del regolare possesso legale dei brani di iTunes, valgono le metainformazioni contenute nel file stesso (nome della persona e dell'account di chi ha acquistato) e se vogliamo completare pure le mail inviate da Apple dopo gli acquisti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao l'altro giorno, parlavo con un mio amico che fa serate in discoteca come Dj, è venuto fuori il discorso brani scaricati/acquistati da iTunes e della comodità di poterseli portare dietro, al posto di 3/4 valigette di CD...

Ora però ci chiedavamo se è legale o no, riprodurre i file regolarmente acquistati su iTunes, tramite iPod (o altro lettore) e se è altresì legale riprodurre (sempre nellee sue serate in discoteche) i brani che preventivamente sono stati masterizzati su CD.

Lui dice che per i controlli, occorre avere gli originali sul posto...

e se si scaricano i brani da iTunes come si fa?

Nessuno sa nulla a riguardo??

Mi scuso se ho sbagliato a postare nella sezione sbagliata. :confused:

Ciao e grazie

INVECE PENSO PROPRIO DI SI, una volta che hai adempiuto agli obblighi SIAE, non c'è alcun problema, la canzone comprata su iTunes ha un valore personale come il CD fisico, mica esistono CD per discoteche e CD per privati ;)

Discorso diverso se tu avessi un contratto di affitto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao ragazzi,

sono un dj e lavoro nei locali anch'io....

diverse volte mi son trovato a discutere di queste problematiche anche con ispettori che lavorano in SIAE e la legge (purtroppo) parla chiaro, per uso pubblico si può utilizzare ESCLUSIVAMENTE materiale provvisto di bollino SIAE.

Quindi non sono ammessi copie di cd anche se si ha l'originale e non sono ammessi file mp3 anche se comprati legalmente da siti internet (I-Tunes, Beatport, Juno, ecc)

Poi è ovvio che esiste il "buon senso", molte persone che lavorano in SIAE capiscono le problematiche dei dj (trasportare grandi quantità di cd/vinili, usura dei cd/vinili che vengono usati 2/3 volte alla settimana, costi eccessivi dei cd/vinili originali, ecc ecc) e quindi se ti capita un controllo e vede che hai tutti gli originali con te e ti sei stampato tutte le mail può capire il problema e chiudere un occhio..........

E' un problema serio per noi dj e in molte persone ci stanno lavorando attorno per arrivare ad un compromesso ma si sà che in queste cose i tempi si allungano all'inverosimile......

Ah un consiglio........ quando acquistate cd d'importazione spesso il bollino SIAE è applicato sul cellophane esterno che riveste il cd...... non buttatelo via, fate come me che si ritaglia il rettangolino e lo attacca sulla custodia interna con un pezzo di scotch perchè se trovate uno particolarmente rompi***** può tirar su delle storie.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao ragazzi,

sono un dj e lavoro nei locali anch'io....

diverse volte mi son trovato a discutere di queste problematiche anche con ispettori che lavorano in SIAE e la legge (purtroppo) parla chiaro, per uso pubblico si può utilizzare ESCLUSIVAMENTE materiale provvisto di bollino SIAE.

Quindi non sono ammessi copie di cd anche se si ha l'originale e non sono ammessi file mp3 anche se comprati legalmente da siti internet (I-Tunes, Beatport, Juno, ecc)

Poi è ovvio che esiste il "buon senso", molte persone che lavorano in SIAE capiscono le problematiche dei dj (trasportare grandi quantità di cd/vinili, usura dei cd/vinili che vengono usati 2/3 volte alla settimana, costi eccessivi dei cd/vinili originali, ecc ecc) e quindi se ti capita un controllo e vede che hai tutti gli originali con te e ti sei stampato tutte le mail può capire il problema e chiudere un occhio..........

E' un problema serio per noi dj e in molte persone ci stanno lavorando attorno per arrivare ad un compromesso ma si sà che in queste cose i tempi si allungano all'inverosimile......

Ah un consiglio........ quando acquistate cd d'importazione spesso il bollino SIAE è applicato sul cellophane esterno che riveste il cd...... non buttatelo via, fate come me che si ritaglia il rettangolino e lo attacca sulla custodia interna con un pezzo di scotch perchè se trovate uno particolarmente rompi***** può tirar su delle storie.

esatto, loro prima vogliono vedere che sia originale (e già con la tecnologia vedi iTunes non ti stanno più dietro) e poi vogliono vedere il "borderau" (elenco di canzoni suonate) presentanto alla SIAE per pagare il diritto di riprodurle in pubblico...se poi fossero pure scaricate illegalmente o masterizzate in nero allora si sfregano le mani e ti sbattono 5000 euro di multa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

la legge (purtroppo) parla chiaro, per uso pubblico si può utilizzare ESCLUSIVAMENTE materiale provvisto di bollino SIAE.

Quindi non sono ammessi copie di cd anche se si ha l'originale e non sono ammessi file mp3 anche se comprati legalmente da siti internet (I-Tunes, Beatport, Juno, ecc)

Era quello che spiegavo io nel mio post precedente. Le e-mail di ricevuta dell'iTunes non sono valide ai fini della legge, come spiegavo mancano tantissime cose (numero ricevuta globale, partita iva del venditore, ragione sociale della società emettitrice, e informazioni SIAE ovvero numero iscrizione, numero protocollo e ovviamente il BOLLINO). La musica digitale acquistata su internet di fatto è PER IL SOLO USO DOMESTICO, purtroppo attualmente la legge non ne prevede altri utilizzi, c'è poco da fare.

Quindi, e lo dico per APO che a quanto pare legge poco e male, alla domanda: "posso riprodurre brani acquistati da iTunes IN DISCOTECA?" (era questa la domanda caro APO, rileggiti ancora una volta il post perchè sei fuori strada), la risposta è NO, anche se ti stampi le e-mail e certifichi che quei brani sono stati regolarmente acquistati. L'unica cosa che puoi fare, secondo me, è di importare tutti i cd in iTunes ma quando vai al lavoro te li devi portare tutti dietro (ma che senso avrebbe però?) come faceva un dj che ho conosciuto una sera al Gioia (locale di Roma). Entrando ho visto che lui suonava con i suoi vari strumenti e con un MBP, me ne sono accorto grazie alla mela illuminata al buio ;) Lui aveva importato tutti i suoi cd nel computer ma con se aveva anche le copie originali. Il MBP lo usava per dei mix o la selezione tracce, ora non ricordo.

P.s.: poi ovviamente ci sono i casi di "tolleranza" descritti da mark.bed

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this