Come fate a sostenere che Tiger sia migliore di Windows?!?


Recommended Posts

  • Replies 531
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Ho necessità di usare Windows, anche per le cose più stupide tipo il cd delle Pagine Bianche, il dizionario vocale inglese, e tanti altri piccoli e grandi software inesistenti per Mac. Inutile che ci prendiamo in giro, anche un MacUser ogni tanto ha bisogno di Windows. Abbiate almeno l'onestà di confessarlo una buona volta!

--- SALENTINO ---

Ma qui basterebbe essere un minimo informati (e, al limite, usare Firefox su Windzoz) per sapere che esiste il plugin di ricerca "pagine bianche" per Firefox, sia per "numero" che per "nome"... :confused:

Link to comment
Share on other sites

leggendo un po' di questa discussione (non tutta, l'ammetto: ma chi ce l'ha il tempo per leggersi 44 pagine?), penso di poter intervenire anch'io.

Da quello che ho potuto notare, questa discussione coinvolge due universi contrapposti: i fan sfegatati di Windows (si chiama così: sinceramente non sopporto chi storpia i nomi. Come vi sentireste se si incominciassea parlare di SO MACazzata?) e i fan sfegatati di Mac. I primi rimproverano Mac non volendo capirlo, i secondi rimproverano Win per lo stesso motivo.

Quindi, ritengo che sia Salentino, sia gli altri, debbano pensare prima di scrivere (senza offesa, ma non sì può misurare in metri una massa e viceversa!)

Quindi, che posso dire io? Io sono un utente abituale di Windows (98, Xp e Vista) e Ubuntu. Da poco sono passato a Mac. Ritengo quindi di poter affermare che tutti i sistemi operativi hanno sia pregi che difetti.

Ovvio che Mac sfrutti molto bene l'hardware: prima che un nuovo componente hardware venga approvato da Cupertino passano mesi di testing! Quindi la diversità tra Mac e Win si può riassumere così: voglio un hw un po' datato ma testato con un so che lo sfrutta appieno, oppure voglio rischiare un'attimo e usare un hw nuovissimo ma - magari - non completamente supportato? Sinceramente, vedo sia pregi che difetti in entrambi gli approcci.

Per quanto riguardi la differenza tra UNIX e MS-DOS, penso che un paragone sia impietoso. UNIX su tutta la linea!

Vorrei ricordare che i vari crash di windows non sono da imputare al sistema operativo: mac non crasha (quasi) mai, te lo credo! Usa hw deciso da se stesso! Win crash perché un PC è, come dice l'acronimo, PERSONAL. Posso infilarci praticamente qualsiasi hw. Ovvio che poi dovrò installare i driver. Mac i driver non te li chiede: perché ti preclude a prescindere di installare qualsiasi hw. Quindi, qual'è l'ottica giusta? Entrambe e nessuna.

Da un punto di vista sw, Win batte Mac: ma, come facevano notare, è dovuto alla pigrizia degli sviluppatori e non a mancanze della Apple.

Quindi? Sono due filosofie entrambe degne di esistere. I virus colpiscono di più Win perché monopolizza il mercato, non tanto perché sia un so penoso (vabbè, un po' ci si mette anche l'so!)

Penso dunque di poter dire che, tra mac e win (tra l'altro vista, cambiando architettura, è migliorato di molto, anche sotto l'aspetto della sicurezza), il vincitore è solo uno: UBUNTU

Non storcete il naso: ubuntu ha i seguenti punti di forza:

- è UNIX-like (una garanzaia);

- può girare, con xubuntu, anche sui tostapane!

- è sicuro a prova di bomba (come Mac: per infettarsi, bisognerebbe volerlo);

- ha solo sw open-source, che fanno praticamente tutto quello di cui un utente medio ha bisogno;

- è personalizzabile fino al midollo;

- Gnome, con Compiz-fusion, è il migliore desktop enviroment che io abbia mai visto: personalizzabile praticamente in tutto, e molto facilmente.

i contro, sono i seguenti

- le scorciatoie vanno definite (ma questo non esclude che non ci siano)

- non tutti i sw sono disponibili.

ovviamente, il mio giudizio potrà cambiare col tempo, mano a mano che scoprirò appieno le potenzialità della mela. Ma, per ora, con Ubuntu non c'è storia.

PS: mi dimenticavo di dire che con Synaptic, UBUNTU mette a disposizione programmi completamente testati e sicuri: saranno un po' datati, ma la loro installazione è semplicissima. Inoltre se uno volesse provare un sw nuovo, può sempre scaricarsi da internet i sorgenti e compilarseli. Il kernel può essere compilato per far girare UBUNTU come una scheggia sul proprio pc (ovvio che questo richiede tempo e bravura). Infine, viene aggiornato praticamente ogni giorno, e ogni nuova release ha scadenza semestrale.

Link to comment
Share on other sites

> Vorrei ricordare che i vari crash di windows non sono da imputare al sistema operativo: mac non crasha (quasi) mai, te lo credo! Usa hw deciso da se stesso! Win crash perché un PC è, come dice l'acronimo, PERSONAL. Posso infilarci praticamente qualsiasi hw

Non è vero sotto questo punto di vista win se la cava egregiamente. Il dover supportare infinite combinazioni HW è quasi impossibile e win se la cava più che bene anche dal punto di vista dell'utente... è un punto a suo favore.

L'altro punto a favori di win è il totale ed incondizionato supporto da parte di tutti gli sviluppatori.

Per tutto il resto non c'è storia win è lacunoso e poco brillante nello sviluppo di nuove teconolgie.

Dal punto di vista di architettura il registo di sistema è un dedalo di isidie e errori di concetto. Win è penoso ed è instabile soprtutto per colpa sua non certo per i driver scritti con il cuBo !

L'uso di win richede solo esperienza statistica non conoscenza. Non si sa perché ma bisogna fare così se vuoi evitare quel problema. Si diventa esperti di win non perché si conosce la materia informatica ma perché si sa come mettere pezze qua e là, tutti i rimedi più che a tecnicismi somigliano a macube.

Win ha il merito di aver abbassato la qualità media degli addetti ai lavori.

Link to comment
Share on other sites

crash perché un PC è, come dice l'acronimo, PERSONAL. Posso infilarci praticamente qualsiasi hw. Ovvio che poi dovrò installare i driver. Mac i driver non te li chiede: perché ti preclude a prescindere di installare qualsiasi hw. Quindi, qual'è l'ottica giusta? Entrambe e nessuna.

Veramente il Personal Computer non deriva dal fatto che l'utente può metterci l'hardware che vuole... ma dal fatto che sia stato costruito per essere usato da una singola persona per uso "domestico" o di "piccolo business"... i primi pc della IBM montavano solo hardware IBM...

Penso dunque di poter dire che, tra mac e win (tra l'altro vista, cambiando architettura, è migliorato di molto, anche sotto l'aspetto della sicurezza), il vincitore è solo uno: UBUNTU

Non storcete il naso: ubuntu ha i seguenti punti di forza:

- è UNIX-like (una garanzaia);

- può girare, con xubuntu, anche sui tostapane!

- è sicuro a prova di bomba (come Mac: per infettarsi, bisognerebbe volerlo);

- ha solo sw open-source, che fanno praticamente tutto quello di cui un utente medio ha bisogno;

- è personalizzabile fino al midollo;

- Gnome, con Compiz-fusion, è il migliore desktop enviroment che io abbia mai visto: personalizzabile praticamente in tutto, e molto facilmente.

i contro, sono i seguenti

- le scorciatoie vanno definite (ma questo non esclude che non ci siano)

- non tutti i sw sono disponibili.

-Leopard non è UNIX-Like... è UNIX (ha avuto la certificazione).... su sto punto quindi vince

-girerà pure... ma l'uso che se ne può fare è limitato... e comunque non mi risulta OS X abbia richieste esagerate!

- dici già tutto tu

- se a uno che il software sia open source non importa assolutamente nulla non c'è niente di positivo. questa è quindi un'affermazione totalmente soggettiva.

- vero...

- questione di opinioni... ad esempio io preferisco di gran lunga KDE che è molto + personalizzabile e funzionale di GNOME

Link to comment
Share on other sites

Win è penoso ed è instabile soprtutto per colpa sua non certo per i driver scritti con il cuBo !

L'uso di win richede solo esperienza statistica non conoscenza. Non si sa perché ma bisogna fare così se vuoi evitare quel problema. Si diventa esperti di win non perché si conosce la materia informatica ma perché si sa come mettere pezze qua e là, tutti i rimedi più che a tecnicismi somigliano a macube.

infatti! Tutte macumbe!

non c'è nulla da sapere e da studiare.

Tutti questi percorsi di certificazione sono solo una perdita di tempo:

Microsoft Certified Technical Specialist (MCTS)

Microsoft Certified IT Professional (MCITP)

Microsoft Certified Systems Administrator (MCSA)

Microsoft Certified Systems Engineer (MCSE)

Microsoft Certified Database Administrator (MCDBA)

Microsoft Certified Desktop Support Technician (MCDST)

Microsoft Certified Architect Program

Ad eempio un tomo da circa 500 pagine come "windows server 2003 network infrastructure" che tratta di radius, kerberos, dns, ipsec ecc. non serve a nulla. Lo tengono tutti sulla scrivania come fermacarte.

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...
Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share