Devo comprare un nuovo notebook


Recommended Posts

  • Replies 46
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

-banche dati varie

Piu' precisamente di che banche dati hai bisogno per il lavoro? Mi sembra a cosa piu' importante...

Ti attacchi via ODBC a Database in rete oppure hai il magazzino su MS Access?

Oppure hai addirittura degli applicativi gestionali/commerciali che ti vincolano a windows?

Saluti

Link to comment
Share on other sites

isomma voi dite il macbook pro........però 1800 euro mi sembrano eccessivi a quel punto prendo uno dei migliori pc in circolazione

Se prendi un portatile con caratteristiche simili a quelle del macbook Pro non credo che spenderai molto meno.

Link to comment
Share on other sites

il tasto "alt Gr" non serve perché vale il solo tasto "alt" (la chiocciola, ad esempio, è alt-ò).

Si è vero ma io mi riferivo a quando gira windows

Altrimenti aspetta qualke mese magari con Leopard cambiano configurazion scheda video... e ottieni due piccioni con un fava.../

se nn è un acquisto urgente aspettare dopo l'estate mi sembra la mossa azzeccata adesso perchè avresti Leopard già installato gratis e forse un aggiornamento sulla gamma macbook visto che l'ultimo è stato solo un potenziamento dei processori e nn un cambio di architettura, se dovessero passare a SantaRosa allora è quasi certo che monteranno la nuova grafica integrata che ho letto essere niente male (dovrebbe reggere anche le directx 10!?!?!)

Link to comment
Share on other sites

se nn è un acquisto urgente aspettare dopo l'estate mi sembra la mossa azzeccata adesso perchè avresti Leopard già installato gratis e forse un aggiornamento sulla gamma macbook visto che l'ultimo è stato solo un potenziamento dei processori e nn un cambio di architettura, se dovessero passare a SantaRosa allora è quasi certo che monteranno la nuova grafica integrata che ho letto essere niente male (dovrebbe reggere anche le directx 10!?!?!)

Il problema delle schede grafiche integrate almeno dalla mia constatazione è che garantiscono una sopravvivenza del notebook dimezzata... nel senso che è vero che le odierne applicazioni possono funzionare correttamente ma nel giro di due anni quelle stesse applicazioni tenderanno a saturare le risorse del pc e rendere il funzionamente meno efficiente.

Quindi è paradossale che io ho un ibook 700 con 32mb e un macbook appena 64mb...+ quella del pc... Ma se il macbook viene venduto solo con 1GB.. upgradabile a 2GB con la sola modica cifra di 170 euri, ne vale la pena comprarne uno adesso, in fondo si è costretti a comprarne uno pro.. spendere il doppio per esserne sicuri... allora sarebbe mejo comprare un notebook e installare leopard se fosse possibile allo stesso prezzo di un mac normale ma con le prestazioni di un macbook pro ultrapotente!!!! le macchine sono le stesse su per giù, forse è la scheda madre che cambia forse no.... ma prima o poi la supremazia la perderanno e le case di notebook creereanno notebook compatibili con os mac... come apple ha fatto con windows!!!!

La condivisione di memoria con una scheda grafica è una questione cruciale perchè causa l' assorbimento risorse del computer, comportando un surriscaldamento del pc... 1GB è all'ordine del giorno... averne 2GB è essenziale ...ormai i pc con 512Mb non vanno+d bene.. garantito... quindi vendere 1040€ un mac con solo 1GB è piuttosto antieconomico, prescindendo dal valore del sistema operativo.Quindi o ne vendono un mac con 1Gb di memoria e non 512x2 o il macbook funzionera' alla grande ma prima o poi si butteranno le due memorie 512 per installarrne due da 1GB... inoltre 2GB di memoria massimali è un po' pochino sarebbe migliore un mac con 4GB espandibil come un mac pro... è essenziale per l'efficienza duratura del pc.

Link to comment
Share on other sites

http://notebookitalia.it/gli-umpc-aprono-le-porte-a-mac-os-x.html

Beccateve sta chicca

Gli Umpc aprono le porte a Mac OS X

Scritto da ortica | martedì 19 dicembre 2006

L'Asus R2H, uno degli ultimi UMPC (Ultra Mobile PC) in commercio, è stato configurato per ospitare Mac Os X, il Sistema Operativo esclusivo di casa Apple. I risultati sono sorprendenti!

Il tentativo, coronato dal successo, di caricare su un ultraportatile come l'ultimo UMPC di Asus, un Sistema Operativo off-limits quale il Mac OS X di Apple, è stato accolto con entusiasmo da alcuni utenti, che hanno immediatamente creduto in questo esperimento e ne hanno immortalato i passi salienti in un video .

Dal video a disposizione si può notare come il Sistema Operativo, per quanto perfettamente funzionante, impieghi totalmente le risorse del sistema, traducendosi in un calo sensibile delle prestazioni che appaiono appena sufficienti. Questo rallentamento è visibile sin dai primi secondi del caricamento, che risulta avere tempi di gran lunga più lunghi di quelli ai qualisiamo abituati sui laptop o desktop Apple. La stessa lentezza si riscontra poi anche nell'animazione delle icone della Dock e nell'effetto fade delle finestre e del menù.

Nonostante questi limiti, dovuti fondamentalmente al Processore Celeron M che equipaggia l'Asus R2H, sorprende come Mac OS X sia compatibile e funzioni correttamente anche con la funzione touch-screen tipica degli UMPC, dando un volto diverso non solo all'ultraportatile, ma anche al sistema operativo che siamo abituati a vedere sempre confinato sugli stessi prodotti.

Va osservato, comunque, che il LED dell'hard disk lampeggia continuamente, indice di un continuo lavoro del disco rigido che, col passare del tempo, sottoposto a questa continua sollecitazione potrebbe anche danneggiarsi. Riteniamo che questo inconveniente sia imputabile alle modalità di installazione di Mac OS X, in quanto è stato necessario "forzare" l'installer per consentire il caricamento su un sistema non Apple.

Un altro inconveniente è rappresentato dalla risoluzione dello schermo dell'UMPC Asus, che,essendo limitata a 800x400, nascondeva alla vista alcune finestre e pannelli di controllo.

In conclusione, possiamo affermare che Il Mac Os X della Apple può funzionare correttamente anche su computer "generici", ricordando sempre, però, che in questo caso la licenza Apple ed altre limitazioni contrattuali verrebbero disattese. Quindi, anche se non è possibile consigliare o suggerire tale esperiemento, riconosciamo tutti che rappresenta un test interessante che potrebbe aprire nuovi orizzonti, sia per l'azienda della mela mordicchiata che per tutto il settore notebook.

Apple MacBook Pro ultraportatile da 12 pollici: ennesime indiscrezioni

Scritto da Marco Angione | mercoledì 11 luglio 2007

Nuove indiscrezioni aggiungono un'altra tessera al puzzle MacBook Pro ultrapotatile: oltre al display a LED e all'hard disk Flash SSD avrà un design ultrasottile.

Le solite fonti affidabili ma rigorosamente ignote hanno informato MacScoop che Apple sarebbe al lavoro di un notebook così sottile e leggero che potrebbe innovare definitivamente il concetto di "computer ultraportatile".

Rispetto ai già numerosi rumors affiorati su una possibile uscita di modello da 12 pollici nella linea di notebook MacBook Pro (UMTS, LED e SSD), questa volta vengono indicati con precisione dimensioni e ingombro: lo spessore sarà incredibilmente sottile, pari a circa 15-28 mm, mentre il peso si aggirerà su 1,3 Kg. Se calcoliamo che il Toshiba Portégé R500 viene sponsorizzato come il notebook più sottile al mondo e misura 19-25 mm di spessore, capiamo la reale portata delle cifre che stiamo snocciolando.

Il principale limite alla realizzazione di notebook ultrasottili è dato dal'unità ottica integrata: per questo motivo i campioni del design ultra-thin finora erano stati tutti dotati di drive ottico esterno (si pensi ad esempio al Sony VAIO X505). Fino agli inizi del 2007 il drive più sottile misurava poco più di 9 mm di altezza, mentre ora Panasonic ha presentato una unità di circa 7mm, impiegata dallo stesso Portégé R500. La domanda è: gli ingegneri Apple saranno riusciti ad inserire un masterizzatore di 7mm in un notebook che ha uno spessore di 11mm o si opterà per una soluzione esterna?

MacScoop non si spinge oltre, soprattutto non avanza nessuna possibile data per il lancio del nuovo ultraportatile MacBook Pro di Apple, ma si limita a ricordare che alcune fonti si dicono certe che possa avvenire entro la fine del 2007.

Apple MacBook Pro ultraportatile da 12 pollici: ennesime indiscrezioni

Scritto da Marco Angione | mercoledì 11 luglio 2007

Nuove indiscrezioni aggiungono un'altra tessera al puzzle MacBook Pro ultrapotatile: oltre al display a LED e all'hard disk Flash SSD avrà un design ultrasottile.

Le solite fonti affidabili ma rigorosamente ignote hanno informato MacScoop che Apple sarebbe al lavoro di un notebook così sottile e leggero che potrebbe innovare definitivamente il concetto di "computer ultraportatile".

Rispetto ai già numerosi rumors affiorati su una possibile uscita di modello da 12 pollici nella linea di notebook MacBook Pro (UMTS, LED e SSD), questa volta vengono indicati con precisione dimensioni e ingombro: lo spessore sarà incredibilmente sottile, pari a circa 15-28 mm, mentre il peso si aggirerà su 1,3 Kg. Se calcoliamo che il Toshiba Portégé R500 viene sponsorizzato come il notebook più sottile al mondo e misura 19-25 mm di spessore, capiamo la reale portata delle cifre che stiamo snocciolando.

Il principale limite alla realizzazione di notebook ultrasottili è dato dal'unità ottica integrata: per questo motivo i campioni del design ultra-thin finora erano stati tutti dotati di drive ottico esterno (si pensi ad esempio al Sony VAIO X505). Fino agli inizi del 2007 il drive più sottile misurava poco più di 9 mm di altezza, mentre ora Panasonic ha presentato una unità di circa 7mm, impiegata dallo stesso Portégé R500. La domanda è: gli ingegneri Apple saranno riusciti ad inserire un masterizzatore di 7mm in un notebook che ha uno spessore di 11mm o si opterà per una soluzione esterna?

MacScoop non si spinge oltre, soprattutto non avanza nessuna possibile data per il lancio del nuovo ultraportatile MacBook Pro di Apple, ma si limita a ricordare che alcune fonti si dicono certe che possa avvenire entro la fine del 2007.

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...

Salve, sono nuova di zecca di questo forum (visto che per sfortuna uso ancora un windows!) e avrei un paio di domande...

A Settembre inizierò il college e pare proprio (che sfortuna, eh? :P ) che mi servirà un portatile. Volevo cogliere l'occasione per passare a Mac dopo averne sentito parlare per anni (e averli invidiati tantissimo!), ma avrei un paio di domande.

Prima di tutto, visto che dovrò portarmelo a lezione e robe varie, mi sa che sarebbe meglio un portatile piccolo, mi ero quindi indirizzata verso un MacBook: va bene, o è meglio un MacBook Pro? In realtà non ho capito bene la differenza tra i due.

Un'altra cosa (per cui so già che mi infamerete tutti ç_ç):

Non avrò tantissimo tempo da dedicare ad imparare ad usare un nuovo sistema operativo/computer... Non è complicato imparare ad usare un Mac, no? Ma sopratutto, a capire tutti i nuovi programmi, funzioni, potenzialità e cose varie? Sto già impazzendo a capire le differenze tra leopard, Mac OS... (Impazzendo è una parola grossa, ma abituata da sempre ai termini windows sono un pò confusa!)

Ultima cosa che non riesco a capire: che differenza c'è tra combo e superdrive?!

Vi ringrazio in anticipo, e mi scuso se magari queste domande le avrete sentite centinaia di volte ma... I nuovi utenti sono tutti uguali! :o

Link to comment
Share on other sites

Mac os è facilissimo da usare!!! quando sarai passata a Mac ti sembrerà di aver fatto un salto nel futuro!

io ho switchato ad ottobre 2006 su un power Mac G4, gli ho aggiunto un po' di Ram, un masterizzatore DvD della pioneer e ci ho messo su Tiger, gira che è una meraviglia.

In 2 giorni avevo imparato ad utilizzarlo a dovere.

Link to comment
Share on other sites

In realtà non ho capito bene la differenza tra i due.

Basta andare sul sito della Apple e leggere le (notevoli) differenze tecniche tra i due computer. A favore del MacBook c'è solo il prezzo e il minore ingombro (è pur sempre un 13").

Ultima cosa che non riesco a capire: che differenza c'è tra combo e superdrive?

Il combo legge cd e dvd e masterizza solo i cd. Il superdrive legge e scrive cd e dvd ... detto grossolanamente.

PS: Una ricerca sul forum aiuta a togliersi ulteriori dubbi.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share