Sign in to follow this  
Apple Addicted

one laptop per child , la fine della legge di moore.Ma siamo pazzi?

Recommended Posts

da titolo , ho letto la news di macity ,

http://www.macitynet.it/macity/aA28955/index.shtml

e non condivido per niente tutto quello scritto , penso che un computer potente non sia una cosa inutile , anzi , infatti molti computer , non vengono prodotti per far giocare e avvicinare alla tecnologia l'africa , ma per lavoro , e nel lavoro il tempo è denaro , e quindi la velocità di un computer è denaro , basti pensare ai grafici , me ne viene in mente uno , pensate se dovessero usare photoshop con computer lentissimi , o la realizzazione di un film con keynote , o più professionalmente con final cut , quanto ci dobbiamo mettere?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho letto l'articolo, e in parte sono d'accordo, il fatto è che i computer sono diventati sempre più potenti, e il software non viene più ottimizzato come dovrebbe, tanto se gira lento basta comprare un computer ancora più potente... ma in fin dei conti questo aumento di velocità non potrà continuare all'infinito, prima o poi si arriverà a un livello di miniaturizzazione dei circuiti integrati oltre il quale non si può andare, e la velocità, la capacità di memoria e tutte le altre caratteristiche dei computer non aumenteranno più.

Quando accadrà probabilmente si cercherà di rendere più veloce il software per velocizzare i computer (tanto per fare un esempio, windows 95 su un pentium ||| ci mette venti secondi ad accendersi, windows 2000 più di 90...)

Inoltre anche i problemi energetici che ci aspettano in futuro (fine del petrolio...) fanno pensare che conterà più l'efficienza energetica che la velocità.

Share this post


Link to post
Share on other sites

l'articolo è una assolutamente non condivisibile, e parte da presupposti FALSI.

Si dice che abbiamo speso sempre di più per computer sempre più potenti, ma è evidente a ciascuno di noi che al contrario abbiamo speso sempre di meno per computer più potenti.

E sono più potenti perché serve che lo siano: è vero che possiamo scrivere una lettera con un LC o persino con un mac128 o con un 386 e il dos, ma appunto quella era l'operazione tipo che svolgevamo sui nostri computer nel 1984.

Oggi facciamo montaggio video, audio, 3d, giochi complessi, virtualizziamo computer differenti ecc. ecc.

E tutto questo solo in ambito desktop...

Voglio vedere chi di noi è disposto a rinunciare alle caratteristiche del suo personal, per averne un altro molto meno potente e meno caro.

La realta' è che oggi un pc si porta a casa con 500 euro, che è una cifra ridicola se paragonata alle prestazioni e a costi di 5 o 10 o 20 anni prima.

E' possibile che trovino successo alcune forme nuove di computing (esempio l'asus eee), ma per altre caratteristiche come la portabilità estrema, ma l'esempio del OLPC è destinato a restare confinato al mondo per il quale è stato progettato a causa delle sue limitazioni intrinseche.

Share this post


Link to post
Share on other sites

quoto mc100 , proprio quello che intendevo....

se il processo tecnologico si fermerà a causa del silicio , che non sopporta una miniaturizzazione troppo elevata si scopriranno altri materiali o altre soluzioni , l'umanità è sempre andata avanti , magari anche in modalità più lenta di adesso però avanzeremo sempre....magari mettendo dei batteri nel computer che svolgono le operazioni dei transistor :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

, l'umanità è sempre andata avanti , magari anche in modalità più lenta di adesso però avanzeremo sempre....

sei molto ottimista, ogni tecnologia si evolve fino a quando raggiunge i suoi limiti tecnologici e poi si ferma.

Pensa a un tergicristallo, e' stato inventato, adattato e poi la tecnologia si e' fermata li', e' la stessa da 100 anni e non hanno inventato un altro modo per lavare i vetri, non che quello attuale sia ottimale tra l'altro.

E gli esempi sono migliaia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

probabilmente in futuro avremo computer adattati a fare un lavoro particolare e a farlo al meglio.

Come oggi ci sono computer (iPod) per ascoltare musica, computer (consolle) per giocare, computer per cercare le strade (navigatori), computer per telefonare, (iphone) in futuro potremo avere computer ( a basso costo) per lavori di ufficio ( e gia' ci sono i thin client), computer per i grafici, computer per progettisti elettronici, computer per ingenieri, computer per il commercio, computer per casa etc.

In fondo per ritoccare le foto delle vacanze non serve photoshop.

Share this post


Link to post
Share on other sites

No, semmai il contrario.

Avevamo aggeggi dedicati (macchina da scrivere, console dei giochi, terminale mainframe, stereo, tv ecc.) e piano piano stiamo conglobando tutto in una unico apparato.

La convergenza se ci pensi è lo stesso fenomeno che porta da un telefono + un palmare + un ipod + un gioco + un lettore dvd portatile ad un multifunzione come l'iphone.

L'unica evoluzione possibile, è semmai quella che potrebbe essere determinata dalla ubiquità della rete: se i prezzi dell'hw domestico non caleranno ancora drasticamente, se la connettività calerà di prezzo e aumenterà di banda, se la qualità e i prezzi dei servizi online saranno sempre più convenienti, potremmo veramente vedere lo sviluppo di terminali intelligenti nelle case, con il software caricato a richiesta da remoto (e in affitto) e i dati immagazzinati sempre in remoto (in spazi in affitto pure loro).

E' uno scenario per certi versi non auspicabile, e che comunque ritengo estremo e difficile da compiersi nella sua totalita'.

Sulla solita banalità che photoshop non serve per le foto delle vacanze: è vero, ma era altrettanto vero nel 2000, ma la gente ha sempre preferito usare questo tipo di strumenti.

Evidentemente esistono dei motivi alla base di queste scelte.

In ogni caso, la gente oggi rippa i dvd, li converte in altri formati e svolge comunque operazioni che richiedono potenze di calcolo inaudite.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Certo, se scrivesserò del codice migliore!

Andiamo verso processori con quattro core e il softwere a malapena ne sfrutta due.

Non metto in dubbio che sia difficile scrivere softwere per ulticore, però...

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma per montare un filmato, videochattare full screen, ritoccare delle immagini usare excel etc. (90% degli utilizzi di un computer) ti serve un quad core?

Ormai la potenza e' superiore alle necessita'

Ogni ulteriore incremento puo' solo servire al quel 10 % (sono ottimista) che fa lavori specialistici che richiedono potenze elevate, e in quel caso spesso si va su grid computer

Share this post


Link to post
Share on other sites

appunto , io ho sempre avuto una visione tipo la tua mc100 , immagino , che nel futuro , insieme ai contatori del gas , dell'acqua e dell'elettricità , avremo "la scheda madre della casa" , un organismo , che wireless controlla tutto quello che c'è in casa , dalla tv e la registrazione programmi , alla cucina , al riscaldamento alle persiane della casa , e sarà tutto controllato da questo computer , accessibile da ogni schermo della casa , si schermo perchè grazie a questa sincronizzazione gli schermi non saranno più divisi , ma in ogni schermo potrà apparire sia il computer che la tv , che non sarà altro che una applicazione di questo....questa è la mia visione del futuro , tutto integrato e allo stesso tempo sparso per la casa e dove ne abbiamo bisogno , anche i cellulari potrebbero dare ordini alla casa....potrebbe essere un po' futuristico , ma sarebbe una soluzione a mio parere ottimale.

comunque i tergicristalli hanno materiali innovativi ecc... quindi anche il computer è sempre lo stesso dagli anni '80 ad oggi ... solo che è più funzionale.....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this