Sign in to follow this  
delos

iWork 08: i commenti dei lettori

Recommended Posts

Noooooo il fantaaaaaaa

Io ci ho fatto 6 schede in un file di excel con relativi grafici, medie voti, somma gol ecc....era uno spettacolo ora non lo trovo più....porc....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Noooooo il fantaaaaaaa

Io ci ho fatto 6 schede in un file di excel con relativi grafici, medie voti, somma gol ecc....era uno spettacolo ora non lo trovo più....porc....

Io mi ricordo che avevo scritto un programma in BASIC che girava sui PC 8086 per un mio compagno di classe al liceo.

Dato che il BASIC non era abbastanza veloce, avevo anche scritto alcune routine in linguaggio macchina... Che tempi!

Per tornare IT. Mi paiono abbastanza carine le applicazioni di iWork08!

Share this post


Link to post
Share on other sites

LaTex non è molto comodo da usare. L'ho provato per un paio di mesi. Le formule sono bellissime, ma con Word o Pages hai più libertà e più facilità d'uso. Trovo che Mathtype + Word o, eventualmente, Mathttype + Pages, sia un ottimo compromesso! Io spero che Apple spinga per un'integrazione di Mathtype nella sua suite. Ne guadagnerebbe anche Keynote!

Io sono un fan incondizionato di LaTeX. Non conosco bene Mathtype, ma con Equation Editor la resa tipografica delle formule è assolutamente insufficiente e pesantemente incompatibile con una composizione professionale.

Per l'integrazione con la suite iLife, mi pare molto carino LaTeXit.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah. Ad ogni aggiornamento di questa "suite" mi domando quale sia la motivazione per Apple di buttare così tanti soldi nel cesso. Premesso che è ovvio che questo genere di prodotti non generi profitti, essendo il 100% del mercato commerciale in mano a Microsoft, il mio dubbio è perchè imbastire la ennesima micro-tecnologia proprietaria ignorando sia il mondo open (che è più avanti nonostante i mezzi molto più limitati) sia le soluzioni alla Google, che almeno hanno il pregio della modernità (non mi si venga a dire che iWork è la base per una web-application di Apple perchè sarebbe un idiotismo).

Invece qui si assiste ad uno scimmiottamento abbastanza penoso di un modello di sviluppo (quello di "Microsoft Office") che è già vecchio da anni e - per giunta - ormai totalmente sterile.

Comunque bene, prendiamo atto che adesso esiste anche un foglio di calcolo made in Cupertino. A questo punto possiamo ignorare nell'ordine:

1) uno strumento di presentazioni

2) una specie di word processor o impaginatore di testi

3) un foglio di calcolo

A quando farci ignorare un piccolo database proprietario?

Share this post


Link to post
Share on other sites

chest, non condivido.

C'è un sacco di gente che non deve condividere con nessun altro i propri documenti e in questo caso Pages, Numbers e Keynote sono perfetti: è ovvio che non vogliano "combattere" Office, però iWork costa anche 79€. Non ti compri nemmeno la scatola di Office con quei soldi.

Stanno semplicemente riproponendo quello che un tempo era Apple Works.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah. Ad ogni aggiornamento di questa "suite" mi domando quale sia la motivazione per Apple di buttare così tanti soldi nel cesso.

Perché servono a vendere Mac. Ogni software distribuito con i computer di Apple rappresenta una potenziale ragione in più d'interesse per gli acquirenti. E deve essere una ragione esclusiva che solo Apple può vantare.

il mio dubbio è perchè imbastire la ennesima micro-tecnologia proprietaria ignorando sia il mondo open (che è più avanti nonostante i mezzi molto più limitati)

In realtà non viene ignorato quando le soluzioni sono valide (vedi CUPS e WebKit). Il problema è che su certi prodotti il "mondo open" non è ingrado di esprimere risultati di qualità. Non esiste cultura dell'ergonomia dell'interfaccia e capacità di ideare metafore per l'interazione col software valide. Se quello che si riesce ad esprimere è cioò che si vede in prodotti come OpenOffice, si capisce bene che si può pretendere da questi sviluppatori al massimo uno scimmiottamento delle interfacce degli altri software. Persino Microsoft sa fare di meglio sforzandosi di inventare (vedi nuovo office).

sia le soluzioni alla Google, che almeno hanno il pregio della modernità (non mi si venga a dire che iWork è la base per una web-application di Apple perchè sarebbe un idiotismo).

Giusto il mio lavoro al momento è sviluppare web-application con interfaccia evoluta. Non è la stessa cosa. Se sviluppi utilizzando le tecnologie del web devi avere a che fare con strumenti limitati, lenti, che ti supportano poco nello sviluppo, per ottenere risultati che nonostante abbiano raggiungo un buon livello, non sono comunque paragonabili a ciò che si può fare con i framework disponibili sui sistemi desktop. Sicuramente ci sono una serie di vantaggi nello sviluppare tali applicazioni e nell'usarle (non sto ad elencarli perché sono noti). Ma questi vantaggi non escludono la scelta di approcci più tradizionali. Anzi, mi pare che l'ultima tendenza sia quella di adottare un approccio misto locale/remoto.

A quando farci ignorare un piccolo database proprietario?

Se serve agli utenti di Apple...

P.S.: il formato dei file di Numbers è xml. Pork... quant'è complicato. E io che volevo studiarmelo!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Numbers.

L'integrazione con le varie applicazioni può fare la differenza.

Se si prende uno o più contatti dalla rubrica e lo si porta in Numbers viene creata subito una nuova tabella e se ne possono aggiungere altri con un semplice drag and drop. Certo si poteva fare meglio visto che avrete solo Cognome, Nome, Telefono, e-mail e le società non le digerisce molto. L'indirizzo non viene importato, peccato.

Prendendo un evento da iCal viene creato un campo di testo lasciando molto ordinati i link. Avviene la stessa cosa importando direttamente testo da Safari o da una mail. La maggior parte di queste cose si possono fare anche con NeoOffice, ma quando si importa un testo questo qui viene inserito nelle celle che poi bisogna formattare.

Non mi sono messo ad usare le formule e la creazione di menù a comparsa o stepper, quindi non saprei dire come va.

Questa è la prima versione e senz'altro qualcosa può essere migliorata però... non mi dispiace davvero. Mi pare avvenga tutto in maniera così intuitiva ed ordinata.... Certo bisognerebbe metterlo alla prova con delle tabelle un po' impegnative, ma per l'uso che ne faccio io direi che è perfetto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho scaricato la demo e ho notato alcune cose che (per il mio uso) sono gravi pecche:

1) il numero massimo di colonne e' 256 (come MAC:EXCEL 2004 ma non come EXCEL 2007 per Win dove sono illimatate e si spera che anche la futura versione per mac le abbia)

2) il numero massimo di righe e' 65536 (come MAC:EXCEL 2004 ma non come EXCEL 2007 per Win dove sono illimatate e si spera che anche la futura versione per mac le abbia)

3) non funzionano le scorciatoie di fine/inizio riga o colonna (ne quelle di excel, ne quelle Emacs like!!)

per un uso (anche semi) pro non lo vedo utilizzabile. c'e' da dire che forse non sia questo il suo terget di mercato...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this