L'interno dei nuovi iMac Agosto 2007


dadoblu
 Share

Recommended Posts

Pertanto... capisco te e i giusti tentativi di recupero dei Rotel. (Che, però, ho avuto anche io, nel 1990 per qualche giorno ma senza alcun entusiasmo... Suonavano meglio i vecchi Quad)

OT: Ecco questo è il perfetto esempio di come il valore affettivo faccia perdere la bussola.

Il finale della coppia 33-303 è uno di quelli che dentro conosco meglio e sul quale abbiamo applicato il recapping. Ne furono venduti un sacco... probabilmente allora aveva un suo perchè. Oggi esce una pasta eufonica senza microcontrasto... è un suono piacevole per nascondere i difetti delle registrazioni ma non è più attuale.

I rotel prodotti RB-RC dal 90 al 95 sono prodotti attuali, molto analitici, rigorosi, ricchi di slew rate e smorzamento... Proprio grazie alla costante evangelizzazione di tnt-audio hanno avuto una impennata di valore del 150, 170% in un solo anno su ebay.de (purtroppo). Chiaramente dopo 17 anni qualcuno ha perduto dinamica, e richiede i condensatori freschi. Non si tratta di tentativi di recupero...è solo un richiamo alle loro potenzialità originarie. Sono passato a prodotti più costosi ormai... ma è sempre un piacere riconoscere l'attualità dei progetti rotel e nad dei primi anni 90 e soprattutto è un piacere scoprire che oggi con 300-400 euro puoi ottenere un pre e finale sui 130x2 di tutto rispetto molto al di sopra della roba consumer che si vende oggi.

FINE OT: il nuovo imac è bellissimo fuori :-) Le dimensioni fanno parte del marketing apple, rassegnazione prego ! :P Cio non toglie che non possa convenire acquistare uno dei vecchi 20" usati (quasi nuovi) che hanno prestazioni superiori nella scheda video al nuovo modello base e che ho visto avere avuto una caduta vertiginosa di valore su ebay! Indi presumo che presto fuori da ebay (dove la follia regna sovrana) i vecchi 20 si potranno prendere a 900 euro.

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 164
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Apple usa totalmente al tantalio sulle macchine portatili mentre sui fissi usa molto più alluminio. Nel vecchio fisso ce n'erano la metà in alluminio ... nel nuovo ce ne sono molti di più in alluminio e molti meno al tantalio. Dall'analisi delle foto sembrano avere la stessa identica capacità: sembra un franco ossequio all'economia anche se come abbiamo già convenuto nulla potrà dirsi in termini di affidabilità.

Nel caso di ibookg3 e g4 tanto per fare un esempio il grave problema congenito (discriminante nell'affidabilità) non era nei condensatori ma nell'incapacità a progettare un frame sufficientemente rigido... con danno per le saldature.

Sono totalmente sbalordito dalla quantità di termini tecnici in cui vi siete profusi.

Applaudo estasiato come un beota per non aver capito (quasi) nulla.

Avete dimenticato una fatto concreto che credo sia determinante sopra qualsiasi tecnicismo: l'alluminio è buono. L'alluminio è amico dell'uomo. La APPLE è ultima nella ricerca del VERDE. La APPLE vuole essere amica dei VERDI. L'iMAC è molto più riciclabile rispetto ai modelli scorsi. Per questo giustificano la larga profusione di alluminio rispetto alla plastica (elemento demoniaco) ed altri materiali.

In conclusione potete ragionare e sbattervi da matti sul perchè l'uso dell'alluminio rispetto al tantalio in campo tecnico, ma non scordatevi della missione segreta: ESSERE COOL ed ESSERE VERDI, CATEGORICAMENTE!!! ;)

Link to comment
Share on other sites

Infatti il prossimo MacBook si chiama Pecoraro Scanio Santarosa edition...

Ah! Ah! :) E hai dimenticato di dire che i nuovissimi Pro appariranno tutti spalmati di Rosso/Nero/Grigio ;) poiché realizzati con l'alluminio proveniente dal riciclaggio delle lattine Coca-Cola ;) Altro che Pecoraro e Pecoraro... :)

Si diceva (e si dice???) che mettendo i circuiti degli Amplificatori Audio dentro a contenitori di metallo non magnetico quale, per l'appunto, è l'alluminio, il suono e la musicalità sarebbero migliori...

Non potrebbe darsi che qualche Iperaudiofilo sia stato assunto in Apple e, sotto la forte spinta di tendenza multimediale... stia convincendo anche Jobs sul fatto che iTunes e Garageband suonerebbero molto meglio se il Mac è schermato dall'Alluminio? :D

Bye Bye

OT parziale, per MacBuk: anche tutto l'esterno del mio musicalissimo Orelle è realizzato con alluminio massiccio...

E condivido appieno quanto precisi sui Rotel (Pre+Finale. Io mi riferivo agli Integrati), contrapponendoli al Quad 33/303 che impasta, come dici... Del resto... il Finale Quad monta gli extra lenti 2N3055 e lo Schema è quello di un Book della Philips, sperimentalmente modificato sul campo dalla Quad e "tirato" al limite dei 50Volt di alimentazione (stabilizzati!!!) .

Link to comment
Share on other sites

Si diceva (e si dice???) che mettendo i circuiti degli Amplificatori Audio dentro a contenitori di metallo non magnetico quale, per l'appunto, è l'alluminio, il suono e la musicalità sarebbero migliori...

Per carità... non iniziamo con i discorsi da audiofili, per favore, eh... ;)

Link to comment
Share on other sites

Per carità... non iniziamo con i discorsi da audiofili, per favore, eh... ;)

Ehilàlàlà... DarwinNE... Scherzo anche io... ma se leggi tutto il post... è a tema con il casus belli dei nuovi iMac, dell'Alluminio, dei Condenzatori con la zeta... e, dalla mia, tendo a sdrammatizzare in questa sintesi: possono anche essere delle pazze ragioni a motivare certe scelte progettuali ma, comunque sia... o ti mangi la minestra o... E che altro puoi fare?... Ti compri un piccì?... :D

La questione Alluminio che scherma restando antimagnetico, a ogni modo, non era uno scherzo e se (dicono) che sia vero in campo Hi-Fi, potrebbe avere valide ragioni anche nel mondo dei Computer.

La mia, pertanto, era una provocazione ma non tanto... ;)

Inoltre: è un dato di fatto che Circuiti Elettronici e Dati, in uno spessore di anti-magnetico Alluminio, siano certamente più protetti dalle Radiazioni [in caso di un'esplosione nucleare ??? ;) ] che non è una piccola cosa se pensi a quanto basti che una Centrale nei tuoi paraggi si danneggi. I nostri "paraggi" sono la Francia che ne ha tante... E se pensiamo che i Francesi sono tra i più fedeli al mondo della Mela... non possono che ringraziare; ma anche noi, visto che il mio Contatore Geiger si allerta finanche per diffusioni a grandissima distanza, tipo Cernobyl...

E poi all'Apple sapranno di certo dell'esistenza di quegli aggeggiacci militari, sperimentali e non, che disturbano tutti i campi energetici in caso di attacco improvviso, eccetera (tipo in "Ocean's Eleven" primo...)

Che te ne pare?... Per quanto assurdo possa sembrare....

Infine, ci sono i Micro ambienti in cui, sempre più numerosa, è costretta a vivere la popolazione mondiale, in forte crescita... e nei quali si convive col Forno a Microonde, Cellulari, Reti Wireless come prima si conviveva con la gallina, il maiale, l'asino, il cane e il gatto... e, a breve, sarà possibile portarsi i nuovi iMac anche sullo Shuttle e sulla Stazione Spaziale, certi che le nostre musiche di iTunes e il filmatino del compleanno saranno al sicura dai Raggi Cosmici... :D

Ciao ciao

Link to comment
Share on other sites

La questione Alluminio che scherma restando antimagnetico, a ogni modo, non era uno scherzo e se (dicono) che sia vero in campo Hi-Fi, potrebbe avere valide ragioni anche nel mondo dei Computer.

Uhm... l'alluminio è paramagnetico, mi pare, ma non credo che questo centri più di tanto in un effetto di schermatura che ovviamente esiste ma che puo' essere ottenuto anche in altra maniera. I materiali principalmente utilizzati per realizzare una schermatura magnetica per esempio sono i mu-metalli, che sono decisamente ferromagnetici.

Per gli hi-fi, io resto dell'ipotesi che se il comportamento di un amplificatore audio dipende cosi' tanto dal contenitore (a parte l'ovvia funzione di schermatura)... c'è qualcosa che non va nel circuito.

E poi all'Apple sapranno di certo dell'esistenza di quegli aggeggiacci militari, sperimentali e non, che disturbano tutti i campi energetici in caso di attacco improvviso, eccetera (tipo in "Ocean's Eleven" primo...)

Si, avevo visto un SE/30 schermato in qualche sito.

Tuttavia, in caso di fuga nucleare, il contenuto del mio disco rigido non sarà la mia prima preoccupazione :)

Link to comment
Share on other sites

A parte le considerazioni alluminesche... io non ho ancora ben capito

- se acquistare un nuovo iMac 20'', - se rimandare in attesa di migliorie - se cercarne uno precedente, usato ma di maggior qualità costruttiva (parrebbe, in base a quanto se ne scrive)

a causa di tante critiche e, più in particolare, quelle riguardanti i monitor LCD che si dice siano antiquati e di qualità inferiore a quelli montati finora.

Per me è fondamentale che la visione a Monitor non sia peggiore del mio attuale e perfetto Apple Studio che, per assurdo, resta perfettamente distinguibile fino a 180 gradi sia verticali che orizzontali.

Da 160 gradi circa, in poi, il mio Studio Display fa avvertire un quasi impercettibile azzurramento ma in modo assolutamente uniforme e nel rispetto assoluto di ogni colore, come fosse una lieve "velatura" tollerabile. (In Hi-Fi... si definirebbe ciò quale "Timbrica"... ;). Ci sono Monitor o TV che, di fatto, hanno tali peculiarità di azzurramento in ogni situazione con la scusante che tale scelta sia voluta e orientata a migliorare il contrasto... ;)

C'è qualcuno che ha già acquistato un nuovo iMac 20" / 24'' e può farmi questa cortese verifica?... Mi basta anche una semplice opinione ricavata sull'osservazione della pagina del Forum, fino a 180 gradi in verticale e in orizzontale..

Ciao e grazie

Link to comment
Share on other sites

a 180° mi sa che vedi la stanza riflessa nel vetro... ;)

Se è per questo... è chiaro che la vedo anche a partire dai semplici 20 gradi in poi...

Il punto è se resta costante il comportamento o se, tipo il mio vecchio iMac LCD, come ci si muove in verticale i colori sono alterati dall'eccesso di contrasto che viene a crearsi tra aree più chiare e più scure o più colorate con colori molto densi che iniziano a sparire, confusi in macchie nere.

Detto in parole povere, il DETTAGLIO si DEGRADA in modo lineare causa alterazioni grossolane nella visione dei colori, spostandosi? O sia ha una semplice perdita di Luminosità e Contrasto visivi ma l'immagine resta, COMUNQUE, tutta uniforme e riconoscibilissima?...

Non so se mi sono spiegato bene. Pardon.

Link to comment
Share on other sites

Ciao ragazzi,

è un po' che seguo il forum da "fantasma"...Mi sto avvicinando al fantastico mondo Mac da un po' di tempo, ma ancora non ho nessuna macchina.

Mi interesserebbe molto il nuovo imac, ma in questi tread ho letto molti pareri contrastanti...

Sulla presenza di tutti questi elettrolitici che spaventa gli esperti etc...

Che mi potete dire? Ma davvero si rischia di trovarsi matematicamente "a piedi" dopo un po' di tempo? ...è una prospettiva assai tremenda...:confused:

Complimentissimi per il forum...siete fantastici...

...un probabile futuro "macuser"... BabyMac ;)

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share