Garanzia Apple


bloch
 Share

Recommended Posts

Vi chiedo scusa in anticipo se sto per parlare di una cosa ovvia o già trattata, però mi chiedo: perchè la garanzia Apple è di un anno se per legge dovrebbe essere di due?

Gli articoli 130, 132, 134 del codice del consumo stabiliscono che per tutti i prodotti di consumo il termine di garanzia sia di due anni e che si tratta di un diritto inderogabile del consumatore. Infatti ogni patto tendente a limitare questo diritto è nullo.

Come la mettiamo?

Quasi quasi faccio causa ad Apple per il mio (secondo... )Mighty mouse che si è rotto dopo un anno e mezzo dall'acquisto! ;)

Avete notizie di causa del genere contro la Apple?

Link to comment
Share on other sites

Leggendo tra le condizioni di vendita sull' Apple store si trova questo:

10.3 SE SIETE UN CONSUMATORE QUESTA GARANZIA SI AGGIUNGE A QUELLA DI LEGGE E NON INFICIA IN ALCUN MODO I DIRITTI A VOI SPETTANTI IN BASE ALLA LEGGE.

11. Nostre Responsabilità

11.1 Qualora Voi siate un Consumatore, le previsioni del presente Contratto non potranno limitare o escludere la nostra responsabilità in caso di violazioni di norme di legge. ...

Ancora:

FINO AL MASSIMO LIMITE PREVISTO DALLA LEGGE, LA PRESENTE GARANZIA ED I RIMEDI SOPRA INDICATI SONO ESCLUSIVI E SOSTITUISCONO OGNI ALTRA GARANZIA, RIMEDIO E CONDIZIONE, SIA ORALE SIA SCRITTA, DI LEGGE, ESPRESSA O IMPLICITA. PER QUANTO CONCESSO DALLA LEGGE, APPLE SPECIFICAMENTE NON CONCEDE ALCUNA GARANZIA DI LEGGE O IMPLICITA, INCLUSE, SENZA LIMITAZIONI, GARANZIE CIRCA LA COMMERCIABILITA’ E L’IDONEITA’ DEL PRODOTTO AD UNO SPECIFICO SCOPO O PER VIZI OCCULTI O APPARENTI. NEL CASO IN CUI APPLE NON POSSA LEGALMENTE NON CONCEDERE O ESCLUDERE LE SUDDETTE GARANZIE, TALI GARANZIE DEVONO INTENDERSI, PER QUANTO CONCESSO DALLA LEGGE, AVERE UNA DURATA PARI ALLA DURATA DELLA PRESENTE GARANZIA E LIMITATE ALLA SOLA RIPARAZIONE O SOSTITUZIONE SECONDO QUANTO DECISO DA APPLE A SUA COMPLETA DISCREZIONE. Nessun rivenditore, agente, o dipendente di Apple è autorizzato ad effettuare alcuna modifica, estensione o aggiunta alla presente garanzia.

FINO AL MASSIMO LIMITE PREVISTO DALLA LEGGE, APPLE NON E’ RESPONSABILE PER DANNI DIRETTI, SPECIALI, INDIRETTI O CONNESSI RISULTANTI DA UNA QUALUNQUE VIOLAZIONE DELLA GARANZIA, DEGLI ACCORDI O CHE SIANO PREVISTI DA UN QUALUNQUE ALTRO PRINCIPIO DI LEGGE, INCLUSI, A MERO TITOLO ESEMPLIFICATIVO, I DANNI DA PERDITA DI FATTURATO; PERDITA DI GUADAGNI IMMEDIATI O PREVISTI (INCLUSA LA PERDITA DI GUADAGNI DERIVANTI DA CONTRATTI); PERDITA DI LIQUIDITA’; PERDITA DI RISPARMI; PERDITA DI AFFARI; PERDITA DI OPPORTUNITA’; PERDITA DI AVVIAMENTO; I DANNI DI IMMAGINE; PERDITA, DANNEGGIAMENTO O ALTERAZIONE DI DATI; O QUALSIASI DANNO INDIRETTO, O CONSEGUENTE O IN ALCUN MODO COLLEGATO, COMPRESI I COSTI PER LA SOSTITUZIONE DELLE APPARECCHIATURE O DEI BENI IN GENERALE, I COSTI DI RECUPERO, PROGRAMMAZIONE, O RIPRODUZIONE DI QUALSIASI PROGRAMMA O DATO CONSERVATO NEI O UTILIZZATO DAI PRODOTTI APPLE ED I DANNI CONSEGUENTI ALLA PERDITA DI RISERVATEZZA DEI DATI CONSERVATI NEL PRODOTTO. LE SUDDETTE LIMITAZIONI NON SI APPLICANO IN CASO DI DECESSO O LESIONI PERSONALI. APPLE SPECIFICAMENTE NON GARANTISCE CHE SARA’ IN GRADO DI RIPARARE OGNI PRODOTTO COPERTO DALLA PRESENTE GARANZIA O DI SOSTITUIRE IL PRODOTTO MEDESIMO SENZA RISCHI O PERDITA DI PROGRAMMI O DATI.

NORME A TUTELA DEL CONSUMATORE

PER I CONSUMATORI CHE BENEFICIANO DELLE NORME O DEI REGOLAMENTI A TUTELA DEL CONSUMATORE NELLA NAZIONE DI ACQUISTO, OVVERO, SE DIFFERENTE, NELLA NAZIONE DI RESIDENZA, I BENEFICI CONFERITI DALLA PRESENTE GARANZIA SI AGGIUNGONO A TUTTI I DIRITTI ED I RIMEDI RICONOSCIUTI DA TALI LEGGI E REGOLAMENTI A PROTEZIONE DEI CONSUMATORI. In alcuni Stati, Regioni o Province l’esclusione o la limitazione della responsabilità in caso di danni incidentali o conseguenti o l’esclusione o la limitazione relative alla durata delle garanzie o condizioni implicite, in tale caso le limitazioni o esclusioni sopra citate non avranno alcuna efficacia nei suoi confronti. La presente garanzia le attribuisce specifici diritti, oltre a quelli eventualmente attribuitegli dalla legge a seconda della Stato. La presente Garanzia Limitata è regolata e predisposta in conformità con la legge dello Stato in cui il prodotto viene acquistato. Apple, ovvero il soggetto che fornisce la presente garanzia, viene indicato al termine del presente documento in base allo Stato o alla Regione in cui è avvenuto l’acquisto.

Ippocampo da dove ricavi quanto da te scritto?

Link to comment
Share on other sites

Non sono 2 anni ma 12+12 mesi e questi ultimi vincolati al famigerato difetto di conformità. Molte aziende hanno preferito tagliare la testa al toro fornendo una garanzia di 2 anni, altre come Apple ha preferito continuare a fornire 1 anno di garanzia cosa ancora perfettamente valida da un punto normativo. Il mercato extra americano non è mai stato vitale per Apple figurati poi se si mettono ad interpretare a favore dei consumatori europei le norme di garanzia.

Link to comment
Share on other sites

AppleStore (che fiscalmente e giuridicamente NON è Apple) è IL rivenditore.

Comunque, confermo quanto scritto: la normativa sulla cosiddetta "garanzia europea" consiste in 12 mesi di garanzia convenzionale + 12 mesi di garanzia di conformità (diversa dalla prima e riguarda solamente difetti di conformità, la cui dimostrazione è a carico del consumatore), inoltre tale garanzia è valida solo per l'utente finale, non per chi acquista tramite partita IVA.

Link to comment
Share on other sites

Quasi quasi faccio causa ad Apple per il mio (secondo... )Mighty mouse che si è rotto dopo un anno e mezzo dall'acquisto! ;)

Di topi forzuti in meno di due anni ne ho cambiati quattro e non mi ha neppure attraversato l'idea che il problema fosse diverso dalla normale usura.

Poi, se hai tanto tempo libero e conosci un azzeccagarbugli a buon mercato... mi unisco alla class action...

Link to comment
Share on other sites

Cari fanciulli, dato che un po' dovrei conoscere ste cose visto che le studio da tempo, vi confermo che nel codice del consumo NON esiste alcun tipo di riferimento ad una garanzia di 12 mesi + 12.

L'art. 132 afferma che il venditore è responsabile quando il difetto di conformità (definito dall'art. 129) si manifesta entro 2 anni dalla consegna.

L'art. 134 prevede la nullità di ogni patto contrario alle disposizioni del codice del consumo.

Quindi Apple può scrivere qualsiasi cosa nelle condizioni di vendita, ma ciò che conta è il codice del consumo. Semmai Apple, come del resto specificato, può offrire condizioni aggiuntive di garanzia ma non limitative dei diritti del consumatore.

Piuttosto, esiste un rappresentante legale dell'Apple Store in Italia?

io ho visto riferimenti solo alla sede irlandese.

E questo complica le cose perchè spedire una raccomandata in irlanda, tradurre tutti gli atti in inglese ecc. comporta una spesa eccessiva che non vale l'impresa.

In caso contrario...

Link to comment
Share on other sites

Mi dispiace ma hai compreso male la normativa. Il che è normale vista la nota "fumosità" della legislazione italiana.

La normativa sulla cosiddetta "garanzia europea", mi ripeto, consiste in 12 mesi di garanzia convenzionale + 12 mesi di garanzia di conformità: la garanzia convenzionale copre praticamente tutto, ad eccezione dei danni provocati dall'utente, compresi i difetti di conformità.

I 12 mesi successivi riguardano solo e unicamente i difetti di conformità, ma non i guasti; questo periodo di garanzia è a carico del rivenditore, mentre la dimostrazione che il difetto sia di conformità e fosse presente già al momento dell'acquisto è a carico del consumatore.

Per questo si parla di 12+12 mesi.

In realtà, la "garanzia europea" parla effettivamente di garanzia di conformità di 24 mesi.

Tratto da un sito:

Si può così desumere i seguenti punti per stabilire un difetto di conformità al contratto:

- Che il bene non sia conforme alla descrizione fatta dal venditore, e non possieda le qualità che il venditore ha enunciato al consumatore.

- Che il prodotto non risponde alle caratteristiche tecniche dello stesso, che invece il consumatore vuole e di conseguenza portato a conoscenza al venditore.

- Che il consumatore, visto gli eventuali dichiarazioni pubbliche, fatte sotto forma di pubblicità visiva oppure di pubblicità verbale, non ritiene idoneo alle aspettative volute.

- Quando il prodotto non viene correttamente installato dal consumatore stesso, perché imputabili ad una scarsa descrizione dei libretto d'istruzioni.

E qui il testo del Decreto.

http://www.camera.it/parlam/leggi/deleghe/testi/02024dl.htm

Link to comment
Share on other sites

Caro macteo, la disciplina che tu hai linkato è stata in realtà abrogata dal Codice del consumo del 2005 (vedi art. 146, lettera s).

E ripeto, in esso non vi è traccia di garanzia di distinzione tra garanza convenzioanle e garanzia di conformità.

mmm la cosa si fa interessante...

Link to comment
Share on other sites

Tale codice riprende pari pari il decreto legislativo precedentemente indicato, ove, come detto, si parla di garanzia di conformità della durata di 2 anni, differente dalla garanzia comunemente intesa.

L'art. 133 parla di garanzia convenzionale ed è la classica garanzia offerta da tutti i produttori (sostanzialmente su difetti di fabbricazione e quindi guasti); tale garanzia dura solitamente un anno.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share