Sign in to follow this  

Recommended Posts

Guest

Conosco VW 8 in inglese, per cui non posso essere molto preciso. E' nelle impostazioni di pagina della stampante (page setup/imposta pagina nel menu File/Archivio). C'è una sezione specifica VW (se non la vedi cercala nei popup

menu della dialog box). Se è come penso è a 72 dpi. Portala a 300 o più. Meglio controllare prima di ogni stampa perchè può cambiare se cambi stampante di default. La pagina VW definisce la dimensione del disegno, la pagina di stampa define il foglio che usi nella stampante. Se la pagina VW è più grande allora VW stampa tutte le pagine che servono e tu le incolli col nastro adesivo Posted Image

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

A proposito di tradizioni e capacità: quando si chiede agli studenti del quinto anno di progettare la "casa dell'architetto" per mettere in pratica le proprie capacità ma anche la propria inventiva, la maggior parte degli studenti se ne esce con case da geometri (non me ne vogliano i geometri, ma all'architetto è richiesto uno sforzo di fantasia maggiore...), a volte strutturalmente non realizzabili; il confronto con gli studenti stranieri erasmus è sconfortante!

Ma, d'altro canto, gli architetti abilitati non dovranno/potranno fare di più, è stata cancellata completamente quella tradizione del costruire propria della gente italica sostituita da una catena di montaggio dove, dalle villette alle case, ai palazzi, tutto si assomiglia.

Manca anche una visione d'insieme dell'architettura: ogni edificio è ritenuto un'entità a parte non facente parte di un organismo ben più complesso come la città.

Milano è stata rovinata dagli anni sessanta/settanta assoggettata alla mobilità su gomma (con le conseguenze di oggi), è sempre mancata una mentalità in grado di abbracciare lo sviluppo dell'intera città.

Oggi si tenta di porre rimedio con risultati discutibili (Bicocca, P.le Cadorna, la Piazza della Stazione Centrale con il monumento appena realizzato sono tutti esempi di quelli che ritengo cattiva progettazione perché mal si rapportano con la città).

La scuola italiana sta cancellando la nostra cutura, e con le prossime riforme sarà sempre peggio...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Non concordo con gli studenti stranieri...gli studenti italiani buoni sono pochi, ma quei pochi sono ai massimi livelli.

Li abbiamo visti gli studenti tedeschi o spagnoli, laureati a 22 anni, quanto ne sanno....

I migliori studenti della mia facoltà non solo sono italiani, ma sardi, siciliani, pugliesi, marchigiani...gente cresciuta a orecchiette e salsa della nonna...

Se cominci a legare la frittella della zia Annunziata con lo studio (che sia studio!!), e, perché no, un bel mac......per come la penso io Lecce batte Darmstadt due a zero..palla a centro.

L'architettura é uno dei campi più controversi e discutibili, nella misura in cui, attualmente, le cose peggiori e le cose migliori prodotte in italia sono create da architetti.

In Italia abbiamo i peggiori e i migliori architetti del mondo.

Pensa al design italiano....

Le migliori case automobilistiche mondiali hanno in organico grandissimi architetti italiani, gente che parla tre lingue e a casa il venezian con la nonna.

il nostro é un paese difficilissimo per l'architettura, perché il nostro é un sistema burocratico di tipo quasi prussiano, contorto, farraginoso, che si é evoluto creando un'urbanistica selvaggia basata sul consenso elettorale..

Ma contemporaneamente gli architetti e...gli ingegneri italiani (che sono mediamente messi meglio degli architetti), quando si chiarirà che l'ingegnere non é uno sterile calcolatore, ma che ha il DOVERE di metterci del proprio (chi pensa che l'ingegnere sia una figura meccanica dovrebbe studiarsi Nervi..), quando si chiarirà che l'architettura é fatta anche di REGOLE (e non é basata solo sul tuo sedere nell'azzeccare le soluzioni), allora potremo discuterne.

Prima di infrangerle, le regole, le devi studiare. E per studiarle ti DEVI fare il mazzettino..

Picasso, prima del periodo cubista, prima di infrangere le regole della rappresentazione tradizionale, attraversò un periodo di riflessione pittorica basata sui metodi classici. Picasso é uno dei più grandi disegnatori (disegno tradizionale) di tutti i tempi, paragonabile a un Correggio o un Piranesi.

Lui infranse regole che conosceva.

Non come all'Accademia delle Belle Arti, dove tutti al primo giorno di scuola già si lanciano nell'espressionismo...

Non come alla facoltà di Architettura, dove gli studenti si trasformano in decostruttivisti quando il decostruttivismo poteva avere un senso in Russia in quel periodo storico, in quei momenti politici...

Solo che fanno le "decostruzioni" dopo aver SOLO SFOGLIATO il libro di Storia...

Non come al Dipartimento di Costruzioni dove lo studente, che ha appena imparato a calcolare una trave inflessa, si lamenta perché non riesce a dimensionare subito una capriata in acciaio...

Il problema é é stato e sarà sempre di ignoranza e presunzione e tutti i modelli architettonici e urbanistici applicati nel nostro paese sono sempre stati assorbiti senza spirito critico. Perché Mies Van der Rohe con due linee disegnava una pianta efficace e noi non siamo in grado??

Perché non siamo tedeschi, non abbiamo la grande scuola filologica tedesca di fine '800, non abbiamo avuto la rivoluzione industriale di quel periodo, non abbiamo avuto lo sviluppo tecnologico tedesco di inizio secolo e così via...e, soprattutto, anche se fossimo tedeschi, non siamo Mies..per cui é una stronzata dare agli studenti le sue opere e dire..:"guarda e impara..e fai una cosa simile...."

Ogni periodo architettonico é irripetibile, e fino a quando in Italia non si creerà una corrente architettonica adatta al tessuto storico e alla diversità dei luoghi (che é la nostra unica ricchezza), sarà sempre peggio.

Speriamo a questo punto di non combinarne noi due, e tutti gli altri, di iperschifezze sul territorio, che mi sembra stanco di subire violenze.

Buon lavoro

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Tornando al discorso programmi quanto costa AutoCad?

E quanto AutoCad LT?

E quanto ArchiCad?

...

Mickey

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Alcuni dicono che il limite di Archicad è nella modellazione e nei rendering.

Io sono convinto che utilizzando le giuste texture, non c'è Autocad che regga.

Ecco un mio esempio di utilizzo di Archicad nella rappresentazione di uno spazio barocco:

(i marmi sono siciliani):

Posted Image

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Attualmente il costo per

Archicad 5 è 8.775.000

Archicad 6.5 14.200.000

(sempre una sola licenza)

ma questi sono i prezzi della Cigraph, distributrice.

Poi dipende dal rivenditore.

La versione 6.5 non è ancora compatibile con MacOSX. (bisogna aspettare la versione 7).

Attualmente, valutando le differenze, conviene senza dubbio alcuno la versione 5, che è in discesa nei prezzi.

Per maggiori informazioni visita:

http://www.cigraph.it/

Share this post


Link to post
Share on other sites

Archicad e' ottimo ma esiste un programma che costa relativamente poco (750$ nella versione inglese) e fa tutto quello che serve ad un studio tecnico senza necessita' di modellazione solida.

Si chiama VectorWorks.

Ha una discreta possibilita' di gestire il 3D e ottimi strumenti sia per il 2D che per la gestione del progetto... classi, spreadsheet integrato, database integrato.

In combinazione con Artlantis si riescon a fare cose molto interessanti e soprattutto a lavorare con velocita' ed efficienza.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vorrei acquistare un monitor LCD per fare Cad (VW) e mi piacerebbe sapere se qualcuno già lo utilizza o se lo ha provato in quest'ambito specifico.

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

non c'e' ambito piu' comodo, non devi avere la fedelta' colore assoluta del DTP.

E in piu' chi progetta deve stare molte ore davanti al video anche di notte...

Il monitor LCD e' straconsigliato...

ed ora in prezzi sono in calo vertiginoso...

Se non vuoi prendere il 15" di Apple che ha connettori proprietari puoi collegare al Mac un qualsiasi monitor 15" con attacco VGA.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this