Sign in to follow this  
Matteo OS X

Quotazione $USA/€uro

Recommended Posts

Infatti è di base che i listini in Europa dovrebbero essere più bassi visto che sono ANNI che l'euro è più forte del dollaro (cambia di quanto è più forte ma non SE è più forte) :-)

Di nuovo, non è che i prezzi li decidono prendendo la calcolatrice e facendo la conversione. Te ne sei accorto o no? Il margine è sempre stato costante, ovviamente aggiornato dopo ogni aggiornamento delle specifiche.

Altri produttori? Beh, onestamente non lo so ora ... anni fa acquistai un IBM ThinkPad e l'equivalente USA costava leggermente di più del mio ... ora non saprei. Ma non conta tutto sommato ... se son tutti ******* non è che la Apple è giustificata! :-P

Non è che sono tutti idioti magari?

Ma è normale ... perché il McDonald's in Italia paga i magazzini tot, in Francia tot e così via ... la Apple in Europa non ne ha di magazzini ed anche tutto il supporto è in Irlanda e lo sai bene ... Apple Italia so' 4 uffici amministrativi (e sai bene anche questo).

Beh, ma noi Europei paghiamo tutti i costi di Apple Europa: verranno spalmati egualmente su tutti i mercati Europei.

E quindi? Un iMac spedito da Shangai verso New York non fa soste intermedie? Altra cosa ... in Giappone i Mac costano meno perché sono più vicini alla Cina?

In Irlanda c'è della logistica, che tu paghi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Di nuovo, non è che i prezzi li decidono prendendo la calcolatrice e facendo la conversione. Te ne sei accorto o no? Il margine è sempre stato costante, ovviamente aggiornato dopo ogni aggiornamento delle specifiche.

Ma è chiaro che i prezzi non li fissano a cacchio, solo che quella maggiorazione dei prezzi europei non sono giustificati come si vorrebbe far passare da spese di magazzino e cose del genere, ma è una sorta di "tassa" europea.

Beh, ma noi Europei paghiamo tutti i costi di Apple Europa: verranno spalmati egualmente su tutti i mercati Europei.

Suppongo che i costi di Apple USA siano ben maggiori non trovi?

In Irlanda c'è della logistica, che tu paghi.

Certo, ma anche a San Francisco a New York o dove vuoi tu in USA ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comunque è chiaro che Apple Inc. ha una politica di guadagno extra sul differenziale di cambio Euro/Dollaro!! Cosa che non è giustificabile con la copertura di costi al difuori degli States.... Altrimenti sarebbero dei pazzi a tentarli di coprirli con una componente variabile del prezzo!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Continuo a non capire perchè si continua su questo discorso del "prezzo dei magazzini".

Cosa dovrebbero dire gli svariati negozi apple in america?

I costi fissi sono calcolati all'interno del prodotto!

Se ho 10000 negozi che spendono un milione di dollari, questo milione viene spalmato sui prodotti.

Le filiali sopravvivono grazie all'aumento ESPONENZIALE di vendite che queste provocano grazie alla loro presenza.

Altrimenti, come già detto prima, se dollaro/euro=1, Apple europa deve chiudere.

Ergo, c'è qualcosa che non va. Ma mentre in passato, con un lieve vantaggio, si potevano cercare "scuse", ora con l'euro superiore del 40% è palese che c'è di mezzo qualcosa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Guarda che nessuno dice che sia giusto così... da parte mia ritengo che il prezzo in Europa superiore del 6-8% a quello USA sia giustificato... ovviamente l'attuale situazione non garantisce il cliente europeo ma, da questo punto di vista, Apple è un po' elefantiaca: non può cambiare i prezzi ogni settimana seguendo l'andamento del cambio...

Continuo ad insistere dicendo che il prezzo europeo è "strutturato" ovvero, al momento della definizione, vi è una quota di percentuale usata per varie cose (variazioni cambio, logistica, filiali, ecc...). Il prezzo europeo include tutto ciò. Punto.

Spirux, come ho già scritto, il prezzo in € non è sempre uguale a quello in $... dai un'occhiata ai listini: es. MacBook Pro base 1.899 € vs. 1.999 $, ovvero:

Prezzo senza tasse US: 1.999 $ = 1.417 € (euro = 1,41 $)

Prezzo senza tasse UE: 1.582 €

Differenza: 164 € (10%)

Con l'euro a 1,35 la differenza era del 6%... che è il valore più basso.

In passato col dollaro superiore all'euro i prezzi erano ben diversi. Con l'euro a 1,25-1,3 si aveva una corrispondenza tra il prezzo usa (senza tasse) e quello europeo (tasse incluse), e così via...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da il Messaggero...

Nuova volata dell'euro: record a 1,4120 dollari

ROMA (21 setembre) Improvviso strappo al rialzo per l'euro, che supera quota 1,41 dollari toccando il nuovo record a 1,4120 dollari.Dopo il taglio dei tassi della Fed il dollaro continua a calare. Allarme del presidente di Confindustria Montezemolo: «Intervenga la Bce». Preoccupazioni per le esportazioni. Il petrolio a un passo da quota 82 dollari sul mercato elettronico after hours di New York. Il greggio con consegna a novembre (ieri è scaduto il contratto con consegna a ottobre segnando il nuovo record a 83,84 dollari) è scambiato a 81,63 dollari al barile. A pesare sulle quotazioni, oltre alla debolezza del dollaro, che favorisce gli acquisti di greggio, è anche l'avvicinarsi di una tempesta nel Golfo del Messico. Aprono male le borse europee, ma subito dopo ci sono segnali di ripresa. Apertura in lieve calo anche per Piazza Affari.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Guarda che nessuno dice che sia giusto così... da parte mia ritengo che il prezzo in Europa superiore del 6-8% a quello USA sia giustificato... ovviamente l'attuale situazione non garantisce il cliente europeo ma, da questo punto di vista, Apple è un po' elefantiaca: non può cambiare i prezzi ogni settimana seguendo l'andamento del cambio...

Beh, non è che chiediamo ad Apple di aggiornare i prezzi ogni settimana ... tra l'altro li dovrebbe aggiornare a nsotro favore ... ma che siccome sono anni che il dollaro vale meno dell'Euro ... non si capisce perché continua a proporre da ANNI prezzi uguali dollaro euro.

Te lo spieghi solo se ammetti che la Apple mette una "tassa" ai mercati non USA ... europeo in particolare.

Secondo ... come già dicevo prima ... in merito al prezzo europeo strutturato ... gli stessi problemi di logistica, struttura ecc. ecc. sono ben maggiori (probabilmente) negli USA ... non vedo cosa c'entrino nei prezzi europei.

Sottolineo nuovamente ... se in ordino da Roma un MBP ... lo fabbricano in Cina, farà uno scalo in Irlanda e poi arriva in Italia.

Se lo ordino da New York ... lo fabbricano in Cina, farà uno scalo da qualche parte sulla costa ovest e poi a New York ... che differenza ci sta?

Le filiali ... Apple Italia ... in quanti ci lavorano? E quanti in Francia e così via? Ma pensa che Apple Grecia manco esiste (e la addirittura grazie al loro importato semi-ufficiale pagano pure un di più!!) ... e gli store? Londra, Roma e ... quanti altri? In America credo che si spenda un po' in più ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comunque è chiaro che Apple Inc. ha una politica di guadagno extra sul differenziale di cambio Euro/Dollaro!! Cosa che non è giustificabile con la copertura di costi al difuori degli States.... Altrimenti sarebbero dei pazzi a tentarli di coprirli con una componente variabile del prezzo!!

Ovvio, ci guadagnano. Come avrai notato si tengono un margine dall'8 al 15%: non patiranno troppo le fluttuazioni della valuta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh, non è che chiediamo ad Apple di aggiornare i prezzi ogni settimana ... tra l'altro li dovrebbe aggiornare a nsotro favore ... ma che siccome sono anni che il dollaro vale meno dell'Euro ... non si capisce perché continua a proporre da ANNI prezzi uguali dollaro euro.

Non sono uguali, come ti ha già fatto notare Matteo.

Te lo spieghi solo se ammetti che la Apple mette una "tassa" ai mercati non USA ... europeo in particolare.

Ma cosa stiamo dicendo e ripetendo da anni scusa? Apple si tiene un margine, fine.

Secondo ... come già dicevo prima ... in merito al prezzo europeo strutturato ... gli stessi problemi di logistica, struttura ecc. ecc. sono ben maggiori (probabilmente) negli USA ... non vedo cosa c'entrino nei prezzi europei.

In USA costi di logistica, struttura, ecc sono largamente inferiori: un solo mercato semplifica enormemente la faccenda. E poi di nuovo, non puoi paragonare i prezzi con le semplici conversioni.

Se lo ordino da New York ... lo fabbricano in Cina, farà uno scalo da qualche parte sulla costa ovest e poi a New York ... che differenza ci sta?

Volumi diversi, logistica diversa, mercato più semplice con meno frazionamenti.

Le filiali ... Apple Italia ... in quanti ci lavorano? E quanti in Francia e così via? Ma pensa che Apple Grecia manco esiste (e la addirittura grazie al loro importato semi-ufficiale pagano pure un di più!!) ... e gli store? Londra, Roma e ... quanti altri? In America credo che si spenda un po' in più ...

E gli Apple Store cosa centrano? :o

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this