Sign in to follow this  
alvolo

Reflex digitale...quale?

Recommended Posts

Dipende tutto da quello che intendi ottenere, farfallina!

Se vuoi stampare le tue foto in formato 60 x 40 o superiore, allora vai per la massima risoluzione, se ti accontenti del formato A4 o se le guardi sullo schermo del computer,, 6 Mp bastano e avanzano.

Adesso devo chiudere perche' hanno chiamato l'imbarco, ma se ho tempo aggiungero' altre argomentazioni nei prossimi giorni.

ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io comunque una fotocamera reflex, se non si hanno le idee chiare su cosa prendere, la comprerei solo in un negozio specializzato con l'assistenza di un venditore competente, e non in un grande magazzino dove i commessi quasi sempre non sanno un accidente di fotografia e pensano che gli unici parametri per giudicare una macchina fotografica siano i Mp e la lunghezza dello zoom...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Butetrfly, Maccolo: evidentemente siete in preda ad un violento attacco di G.A.S. (Gear Acquisition Syndrome). Volete a tutti i costi il feticcio (in questo caso la fotocamera, ma il discorso vale per tanti alrti oggetti: biciclette, orologi, sci, chitarre, archi, ecc.), al momento solo per il piacere di possederlo, poi eventualmente si imparera' ad usarlo.

Si comincia con con un innocente "..pero', quasi quasi non mi dispiacerebbe ..." per finire a divorarsi cataloghi e siti internet che parlano dell'oggetto. Il punto di non ritorno e' quando si arriva a postare su un forum.

A me e' capitato tantissime volte, e l'unica cura possibile e' quella di esaudire il desiderio. Purtroppo di solito si tratta di una cura costosa, e per questo, forte della mia esperienza, mi permetto di darvi dei consigli per evitare gli errori piu' frequenti, parlando in terza persona di mie personali esperienze.

Errore n.1 - porre tutta l'attenzione sull'oggetto (fotocamera) e perdere di vista il fine (fotografia).

La fotografia, dando per scontato le vostre indiscutibili qualita' artistiche, non dipende solo dalla fotocamera ma dalla catena fotocamera - obiettivo - metodo di stampa o visualizzazione. La qualita' finale del lavoro dipende dal piu' debole degli anelli della catena. Non vorrei darvi una delusione ma a mio umile avviso la fotocameta e' il meno importante.

Mi sembra sbagliato spendere 1000 Euro per un corpo D90 (la D80 e' discontinued) e poi risparmiare sull'obiettivo. Piuttosto prima scelgo l'obiettivo (o gli obiettivi) che mi servono, e dopo vedo che corpo macchina ci sta in quello che avanza del budget.

Quante volte dargan e' caduto in questo errore? tante, pero' ha sempre preferito spendere per gli obiettivi.

Nel 1973 dargan ha speso per il solo grandangolare Canon 24mm f2.8 piu' di quanto ha speso recentemente per tutta la sua attuale attrezzatura digitale.

Oggi, con un budget di 1000 Euro, dargan comprerebbe subito un 18-200VR, avendo gia' preso il secondo corpo D40 usato a 200 Euro (affare dell'anno)

Ironia della sorte; se uno chiedessa a dargan qual e' la sua piu' bella foto, lui risponderebbe che e' un ritratto scattato con una Kodak Instamatic!

Errore n.2 - Ascoltare troppi consigli, soprattutto di commessi interessati.

Consigliando la soluzione piu' costosa, il commesso e' in una botte di ferro (situazione win-win): non puo' essere accusato di incompetenza, ed inoltre aumenta il fatturato.

Anche dargan e' stato quasi schernito quando si e' presentato a comprare la sua prima D40 "ma come... perche non passare subito ad una superiore..".

L'lmportante e' avere le idee chiare prima di entrare in negozio.

ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

Parole sante. Tutte queste considerazioni le avevo già fatte. Il corpo macchina è di relativa importanza. Il fatto è che scegliere il set di obiettivi risulta molto più complicato... A me un amico aveva consigliato un 18-70, però a me piace avere la possibilità di zoomare a volontà in caso di necessità. Spesso mi ritrovo in situazioni velocemente variabili perciò ho la necessità di gestire velocemente il fattore ingrandimento. Se ho montato solo un x-70 potrei trovarlo troppo corto... Questa è la mia situazione.

Ma un 18-200 è ingombrante da portare in giro?

Share this post


Link to post
Share on other sites

finalmente a casa.

Maccolo, questo è un ordine! Se rientra nel budget pernditi il 18-200

E' sempre meno ingombrante della somma 18-55 + 55-200. Io ho i due iobiettivi ma in parecchie occasioni ho rimpianto questa scelta.

Cambiare l'obiettivo è sempre un'ioperazione delicata: devi stare attento che non ti cada, fare il giocoliere con i cappucci, evitare che entri polvere...quasi impiego meno a ricomporre il cubo di rubik! E nel frattempo hai perso lo scatto più bello.

ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

beh dargan dice cose sante...

e metto un po' in ballo io la mia esperienza... sono un fotografo faccio fashion e reportage e insegno fotografia...

l'ottica che si monta è siicuramente la cosa più importante, monta un fondo di bottiglia su una d3 e avrai una foto fatta con un fondo di bottiglia.

per la scelta dell'ottica è molto importante avere una minima idea di ciò che i ha intenzione di fotografare, per esempio uno zoom che apre a f4.5 non sara una buona ottica per il ritratto...

riguardo al vr, non ne posseggo uno... ho fotografato vent'anni senza e posso dire che di solito non serve, grandi lavori sono stati fatti senza, meglio invece affrontare la spesa di un piccolo cavalletto manfrotto... ti cambia sul serio la vita... e un buon flash esterno... da tenere laterale e con cui giocare un po'...credetemi è davvero una bella esperienza, io non faccio quasi niente senza almeno un sb 800.. ma ci sono alternative molto meno costose e altrettanto efficaci...

riguardo alla spesa per le ottiche, nikon da l'opportunità di montare ottiche vecchie che continuano ad essere eccellenti, certo con messa a fuoco manuale, ma considerate che la messa a fuoco manuale può essere molto più precisa di quella automatica, cosi se non fai sport o simili rischi che te ne fai poco... io nel ritratto per esempio non la uso.... metto a fuoco sull'occhio e apro il diaframma, e allora li non mi basta uno zoom a f4.5, anzi magari un bel 35 70 f2.8 af lo consiglierei... è un'ottica pro e la si trova a 250 eurini usata...

considerate pure che la costruzione ottica di uno zoom costringe a dei compromessi che ne abbassano la resa ottica rispetto a quanto succede con una focale fissa...

la domanda è quindi sempre la stessa, che fotografia mi piace? con che ottiche fare quel tipo di fotografia? e poi scegliere in base ad un embrione di gusto che si va formando su quella ricerca... ricordiamoci che cartier bresson ha fatto quasi tutto con un 50mm, che newton ha fatto quasi tutto con un 80 su hasselblad... che l'ottica che monti alle volte può diventare una cifra stilistica e comunque finisce di sicuro per condizionare lo stile del fotografo...

scusate la logorrea... ma quando si parla di fotografia le dita mi viaggiano da sole... :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono in ........ ampio accordo :-) con soundlight. Personalmente uso ottiche almeno 2,8, e quindi ho scelto di usare tele a focale fissa (non possiedo una sherpa al seguito) oltre al 14-24 f2,8 Nikkor che è veramente IL grandangolo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

soundlight, dopo che hai nominato quei maestri sono andato a rispolverare le vecchie annate di ZOOM e PROGRESSO FOTGRAFICIO che avevo saggiamente rilegato e messo via.

Sulle ottiche fisse in fondo sono d'accordo con le tue considerazioni. Secondo me uno zoom "centrale" è comodissimo, ma per tele e garndangolo va bene anche una focale fissa. Praticamente uso il 70-300 solo a 300, ed il 10-20 sempre a 10.

Come ho già detto, poi , il prosiimo acquisto sarà il 50 mm f1.4. Mi piace pensare che Nikon abbia messo in commercio la nuova versione AFS pensando me! Infatti è un po' che ci sto girando intorno (a prioposito di GAS).

Già adesso il flash lo uso poco (o meglio, lo uso soprattutto per il fill delle ombre in piena luce), con l'1.4 non pongo limiti: potrò fotografare al buio senza l'odioso flash!

Il fatto di scattare con poca luce è uno dei grandissimi vantaggi delle macchine digitali. Con la pellicola dovevi decidere prima la sensibilità e questa valeva per tutto il rullino. Con poca luce mettevo una HP4 tirandola a 1600 ASA e forzando lo sviluppo. Adesso è una pacchia, ogni singolo scatto ha la sensibilità che si merita.

Vi farò un resoconto della prova non appena mi deciderò all'acquisto.

Ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho letto con piacere gli autorevoli pareri che si sono succeduti in questo interessante thread, per giungere alla conclusione che non esistono (ovvio!) regole che valgano per tutti.

Chi privilegia la versatilità su ogni cosa troverà uno zoommone come il 18-200 il massimo. Tra l'altro non è per niente ingombrante, almeno rispetto ai catafalchi che abitualmente mi porto in giro...

Chi invece ama il gusto delle sfumature, della qualità a prescindere, si armerà di pazienza e di muscoli per trascinarsi dietro pesi anche notevoli, che comunque soddisferanno le sue esigenze.

Come già detto più volte, è fondamentale sapere come e cosa si vuole fotografare prevalentemente, prima di fare un acquisto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ognuno fa foto diversamente, però potrebbe essere utile sapere quante foto si fanno alle varie focali equivalenti, per potersi poi regolare.

Io ho tirato fuori un grafico con le focali delle 1000 foto circa fatte durante una vacanza in Scozia, quindi ovviamente pochi ritratti, ma particolari di palazzi e architettonici sì, così come paesaggi e anche dettagli lontani. Penso che sia rappresentativo di come l'utente normale fa le foto: improbabile farle tutte grandangolo o tutte zoom estremo (ma se capitasse, di certo non si è qui a chiedere aiuto).

Le foto sono state fatte con una compatta Olympus zoom ottico 8x (40-320 equivalenti), così sono in grado di fornire anche la frequenza di utilizzo delle focali lunghe.

Il grafico è:

Posted Image

Sulla sx fuori scala ci sono 530 foto, sulla dx fuori scala 67 foto.

Facendo la somma, l'85% delle foto sta sotto gli 85 mm equivalenti, quindi il tradizionale 18-55 mm che fornisce la Nikon. Passare a un 18-70 (27-105 mm equivalenti) permette di coprire solo il 4% in più di foto (in realtà no: basta fare 10 passi avanti e si prende comunque il soggetto con 85 mm equivalenti).

In altre parole, l'obiettivo standard delle Nikon (almeno, della D40 che ho preso) è ok per chi non ha esigenze particolari.

Un 55-200 (quindi fino 300 mm equivalenti) sarebbe stato comunque troppo corto per un 7% di foto.

In altre parole, nel mio specifico caso, un 18-55 e un 70-300 mm (quindi avrei solo il buco 85-105 mm equivalenti, il 2,5% delle foto) mi avrebbe permesso di fare praticamente tutte le foto (95%) esattamente come desideravo.

Probabilmente chi si accontenta un po' di più per le focali lunghe farebbe bene a scegliere 18-55 (se già fornito) e 55-200 mm (reali), ricordando però che già lo zoom base copre "quasi tutte" le occasioni (85% circa!).

Meglio la stabilizzazione che focali astruse (salvo requisiti precisi). Focali astruse vuol dire, per l'utente comune che magari legge questo thread e si fa paranoie, un 50 mm a focale fissa o un grandangolo sotto i 28 mm.

Servono eh, ma meglio essere chiari per chi legge questo thread: servono a chi ci lavora, non al 95% delle persone che prenderanno (oggigiorno) la reflex digitale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono perfettamente d'accordo con Olaf.

Aggiungo che troppo spesso si consiglia a principianti di non badare a spese per gli obiettivi risparmiando, giustamente, sul corpo macchina. Ovviamente questo è giustissimo in linea teorica, ma bisogna considerare che il fenomeno reflex e fotografia in generale è nato un paio d'anni fa con l'uscita della Canon 400D; da quel giorno ho visto decine da amici comprare reflex, quasi sempre proprio la 400D, per poi usare solo il 18-55 per un paio d'anni giusto il tempo che il pallino per le foto finisse.

Chi non è davvero sicuro che la fotografia sia una vera passione, ma solo un hobby poco evoluto, dovrebbe accontentarsi di obiettivi base per poi evolversi nel tempo ad obiettivi migliori. Comprare fin da subito obiettivi di livello, per quanto possa essere la scelta migliore, spendendo più di mille euro per poi abbandonare il tutto un paio di anni dopo, sarebbe un enorme spreco.

Secondo me il vero punto è non comprare obiettivi medi, ovvero scegliere all'inizio obiettivi economici per poi passare ad obiettivi di livello assoluto quando si è sicuri di sfruttarli appieno.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this