Rivoglio il  Think Different 


Raider
 Share

Recommended Posts

ner zenzo.

pare che si parli di computer come esseri umani, multinazionali come amici e parti hardware, software e periferiche come elementi morali...

insomma... dai...

inoltre, chistracavvio se ne frega di jobs. fra gente che lo idolatra e che lo denigra pare esista solo lui.

una ditta fa quel che vuole e si adatta al mercato del momento, a volte fa bene, a volte fa male, se non ti sta bene cambia prodotto.

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 98
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

l'unico insuccesso però era il conto in banca...

assolutamente no.

Negli anni di Sculley, esclusi gli ultimi, i margini di profitto erano enormi, e apple era florida quanto oggi, considerando anche che il mercato era notevolmente inferiore a quello attuale.

Link to comment
Share on other sites

l'unico insuccesso però era il conto in banca...

La crisi ha radici nei primi dei 90 ma continuerà fino al 2002 bel oltre il rientro di jobs. Le cause sono multifattoriali:

- stagnazione dell'ambiente classic,

- perdita di killer apps (macromedia, quark, microsoft, adobe) che si erano spostate tutte su windows per cercare mercato, così da azzerare ogni motivazione per comprare mac.

- incapacità a sostenere contemporaneamente sviluppo software e hardware

- cattiva gestione della distribuzione vendite, cattiva gestione dei cloni.

- l'affermazione di standard IEEE, ISO, IETF che hanno interessato prima windows

- ritardi della transizione Classic @ BSD-POSIX-OSX imposti dai produttori di software storici (non volevano riscrivere tutto)

Vedere nella mancanza di jobs le cause della crisi e nel suo ritorno la missione del salvatore è, volendo essere buoni, un gesto di incauto semplicismo.

Link to comment
Share on other sites

no: è interessante?

Abbastanza, e si avvicina a quanto hai già scritto tu... arrivando anche a fare ipotesi sul dopo-jobs.

Su internet non l'ho trovato, me l'avevano imprestato tempo fa... però è una lettura interessante; ovviamente non è da prendere come oro colato, ma può chiarire alcuni dubbi.

Link to comment
Share on other sites

inoltre, chistracavvio se ne frega di jobs. fra gente che lo idolatra e che lo denigra pare esista solo lui.

a me personalmente frega poco, non essendo un suo grande estimatore.

Pero', nel bene e nel male, oggi apple E' lui. Per quanto ne sappiamo, non si muove un bit senza la sua approvazione personale

una ditta fa quel che vuole e si adatta al mercato del momento, a volte fa bene, a volte fa male, se non ti sta bene cambia prodotto.

non è cosi' semplice.

Una ditta non è un ente che vive di vita propria. E' un piccolo stato, che puo' essere governato in maniera democratica, autocratica, anarchica eccetera, e gli stati non cambiano politica in cinque minuti.

Per lungo tempo apple è stata una comune anarchica, poi è diventata una bolgia informe.

Adesso è un dispotismo illuminato.

Link to comment
Share on other sites

Abbastanza, e si avvicina a quanto hai già scritto tu... arrivando anche a fare ipotesi sul dopo-jobs.

Su internet non l'ho trovato, me l'avevano imprestato tempo fa... però è una lettura interessante; ovviamente non è da prendere come oro colato, ma può chiarire alcuni dubbi.

cerchero' di recuperarlo.

La mia fonte (che ho riportato parzialmente nel post) è questa:

http://www.pbs.org/cringely/pulpit/2007/pulpit_20070906_002891.html

E, lo ripeto, cringley non è uno che scrive a caso.

Link to comment
Share on other sites

La crisi ha radici nei primi dei 90 ma continuerà fino al 2002 bel oltre il rientro di jobs....

...Vedere nella mancanza di jobs le cause della crisi e nel suo ritorno la missione del salvatore è, volendo essere buoni, un gesto di incauto semplicismo.

semplicismo? forse, però è una coincidenza quantomeno singolare. neanch'io sono un grande estimatore di jobs da tutta la vita, però quando ce vo' ce vo'. chiaro che aveva bisogno di anni (1997>2002) per rimettere in carreggiata la carretta, magari sforando dalle sue stesse previsioni. e poi i problemi che citi mica sono nati da soli... erano i frutti di una strategia aziendale ai limiti del ridicolo.

Link to comment
Share on other sites

Non è stata la mancanza di Jobs a portare alla crisi, ma è stato il ritorno di Jobs a dare solidità e un piano industriale definito ad Apple.

Ovvio che il solo ritorno di Jobs non poteva risanare tutto... c'è voluto tempo, scelte anche drastiche e tanta pazienza ma alla fine ha avuto ragione lui... dubito che qualcun altro avrebbe potuto decuplicare (più o meno) il valore della azienda in 10 anni...

Link to comment
Share on other sites

sicuramente l'ossessione personale di jobs ha fatto molto.

Ricorderei pero' il bistrattato amelio, che ha cacciato una serie di manager da barzelletta, ha preso la decisione drastica di cancellare copland e di comperare next, preparando di fatto il terreno per il system attuale e il rientro di jobs, ha tagliato orde di progetti e di personale, ha dato una organizzazione seria, stabile e moderna alla azienda, si è fatto carico di cancellare il magazzino degli obsoleti che gravava come un macigno, e soprattutto è riuscito a trovare la liquidita' per tirare avanti in un momento in cui apple aveva circa 4 mesi di operativita' prima di dover essere insolvente verso fornitori e dipendenti.

Link to comment
Share on other sites

Si, assoluto semplicismo: le circostanze storiche di quegli anni sono state sfavorevoli ad apple.

Alcuni progetti erano infelici ma la gestione non certo ridicola, non erano mica stupidi.

Anzi secondo alcuni analisti erano a due passi da un colpo storico: diciamo che c'è stata una non felice congiuntura di causalità e casualità. Entro in dettaglio:

In data 31/10/'92 quattordici ingegneri Apple e quattro Novell completano StarTrek su commissione di Roger Heinen (vice pres apple). Si tratta del porting di system 7 non su PPC

ma su Intel 486. Startrek aveva prestazioni decisamente superiori a quelle di system 7 su PPC601 ma c'erano ancora problemi di compatibilità da risolvere. Sarà l'ultima chiave in mano ad apple per prendere il dominio dell'architettura intel prima dell'uscita di windows 95, il keypoint irreversibile. Le circostanze però non furono favorevoli.

Microsoft assume Roger Heinen tagliando la coordinazione al progetto, fornisce windows a Dell (che avrebbe dovuto vendere macchine startrek dotate) ed apple che era già in avanzata transizione Motorola-PPC preferisce perseguire la strada PPC favorendo Copland un progetto parallelo per PPC che doveva introdurre il preemptive multitasking. Copland non decolla, e Apple cerca un nuovo sistema operativo, lo cerca presso Be quando, sul punto di concludere, pone le radici per una collaborazione con Next e Jobs: il reincontro produrrà l'acquisto di Next e il progetto Rhapsody.

Windows 95 rende l'architettura intel straordinariamente competitiva: poco costosa e diffusa: i produttori di software sia storici sia nuovi la preferivano (e preferiscono). A quel punto apple rimodula i suoi progetti: capisce di non poter competere con microsoft negli OS (mercato fallimentare dei cloni e dell'os retail), capisce di non poter competere nelle vendite con Dell (incapacità a produrre un bundle hw-sw economica) e comprende la necessità di hardware e software nuovo per promuovere un mercato di nicchia, lo stesso della famiglia II/Quadra.

Sicuramente meriti di steve sono stati

la promozione di un ambiente ibrido opensource-proprietario Bsd-posix.

la promozione dei sistemi operativi retail (idea già di sculley)

la prostituzione a microsoft (ie, office, codec video)

la costituzione di una base di software proprietario (iwork, ilife, final cut)

la costituzione di una base appetibile ai produttori di sw di III parti senza la quale...

la soppressione di vari progetti inutili

la promozione di store on line

la ricerca di prodotti alternativi per un businness di larga scala

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share