controllo qualità dei DVD masterizzati!!!


Recommended Posts

Cerco un software per il controllo qualità dei DVD masterizzati...

Poi leggendo in giro ho visto che per creare un buon dvd leggibile nel tempo e da molti lettori da tavolo è più importante l'accoppiata masterizzatore/supporto(marca) che non solo il supporto..qualcuno quindi sa dirmi quale dvd(marca) è più compatibile col masterizzatore del macbook che se ho capito bene dovrebbe essere un LG?!?

In pratica cerco consigli per masterizzazioni di elevata qualita...a voi la parola.....grazie

Link to post
Share on other sites

secondo me i migliori CD/DVD sul mercato ..sono Taiyo Yuden e Verbatim Super Azo

Ti copio un testo molto interessante ..che potra' esserti utile per capire meglio :

Le informazioni ATIP (Absolute Time In Pregroove) sono dei dati identificativi del CD che vengono pre-incisi in fabbrica dal produttore e che possono essere lette solo dai masterizzatori. In qualche raro caso le ATIP potrebbero anche non essere presenti del tutto o in parte. Leggendo le ATIP possiamo conoscere molti degli aspetti nascosti del CD che abbiamo acquistato e farci un'idea della sua qualità. Per leggere le ATIP ci occorrono un masterizzatore in grado di farlo (tutti, o quasi) e un programma apposito come ad esempio CDR Identifier, CDR Atip Reader, CD Inquery e soprattutto Feurio! che è quello maggiormente usato. Da qui in avanti si farà riferimento alle ATIP prese con Feurio! che, per inciso, è un programma specifico per creare CD Audio, la lettura delle ATIP è solo una delle tante funzioni accessorie. Per leggere le ATIP con Feurio! è sufficiente aprire il CD Writer e dal menu Extra selezionare Mostra informazioni ATIP. A volte capita che tale voce sia inattiva, questo avviene o perché non è presente nessun CD nel drive o perché alcuni programmi, come Alcohol 120% e Clone CD, inibiscono tale funzione. In questo caso è necessario modificare le opzioni di questi programmi.

A questo punto si aprirà la finestra con le ATIP, cliccando su copia negli appunti è possibile incollarle per visualizzarle meglio, cosi:

ATIP info from disk - Read by Feurio 1.66

Recorder: HL-DT-ST - CD-RW GCE-8160B

ATIP start of lead in: -02:35:74 (settore: -11699)

ATIP start of lead out: 79:59:72 (settore: 359997)

Manufacturer code: 97 24 01 - Taiyo Yuden Company Limited (Tipo: 1)

Reference speed: -

Minimum recording speed: -

Maximum recording speed: -

Unrestriced use: No

Disc type: Not Rewriteable

Disc subtype: Tipo supporto A, grado di qualità alto (A+)

Target writing power: 4

Power multiplication factor:-

Target y value: -

Erase/writer power ratio: -

N.B. Appartengono ad un Verbatim Pastel Disc da 700 Mb

Analizziamo ora il significato delle varie voci.

Le prime due sono intuitive, indicano il programma e il masterizzatore usati per la lettura.

- ATIP start of leadin/out indicano rispettivamente dove inizierà la scrittura del leadin (è un numero negativo perché lo 0 è il punto in cui inizia la scrittura dei dati) e dove finisce lo spazio riservato ai dati e inizia il leadout (in pratica indica la massima capacità del CD-R senza overburning)

- Manufacturer code è una voce molto importante. Indica il nome del reale produttore del supporto che non è quasi mai lo stesso che lo commercializza. Anzi, molto spesso prodotti concorrenti si rivelano in realtà identici poiché molte aziende commercializzano CD prodotti da terzi. Il numero associato al Tipo può variare da 0 a 9 e rappresenta una classificazione in categorie a seconda del tipo di dye utilizzato. Il dye è lo strato fotosensibile dove vengono fisicamente "immagazzinati" i dati e che durante il processo di scrittura subisce delle modificazioni per effetto dell'azione del laser.

Attualmente i materiali utilizzati per il dye sono principalmente tre:

L' Azo, di colore blu, è un brevetto della Mitsubishi Chemicals Corporation e viene considerato uno dei materiali migliori oggi sul mercato per leggibilità e durata stimata in 100 anni. Viene commercializzato quasi esclusivamente dalla Verbatim che è una divisione della Mitsubishi Chemicals Corporation.

La cianina, di colore blu, è stato uno dei primi materiali ad essere utilizzato per questo scopo ma ultimamente sono rimaste poche le aziende che se ne servono a causa dei costi di produzione più elevati rispetto ad altri materiali e alla non elevata stima della durata di questi supporti. Fa eccezione la cianina stabilizzata di Taiyo Yuden (come il CD di cui sopra) considerato uno dei migliori produttori al mondo i cui supporti, commercializzati in passato anche da Maxell e TDK, stanno diventando purtroppo sempre più difficili da reperire.

La ftalocianina, di colore giallo-verde semitrasparente, è attualmente il materiale più usato, soprattutto per i bassi costi di produzione. Questi CD non si segnalano per particolari doti qualitative e in certi casi sono anche piuttosto scarsi. Da segnalare quelli prodotti dalla Ritek, molto diffusi, che seppur non eccezionali offrono un rapporto qualità/prezzo piuttosto elevato.

- Reference speed, Minimum recording speed, Maximum recording speed indicano rispettivamente le velocità consigliata, minima e massima di scrittura e sono presenti solamente nelle ATIP dei CD-RW

- Unrestriced use indica se ci sono o meno delle restrizioni nell' uso del CD. Le restrizioni servono solitamente a far sì che il disco non possa venire utilizzato con i masterizzatori da tavolo (quelli utilizzati negli impianti HI-FI per intenderci). Questi masterizzatori infatti possono utilizzare solamente i CD "For Audio" che sono più cari e privi di restrizioni ma qualitativamente del tutto simili a quelli per PC come quello preso in esame.

- Disc type indica se il supporto è riscrivibile o meno

- Disc subtype introduce una classificazione della qualità del supporto. I CD classificati A+ sono considerati i migliori e andrebbero di gran lunga preferiti agli altri. A+ dovrebbe essere infatti l'unica categoria considerata avente grado di qualità alto. E' poco chiaro come vada correttamente interpretato questo dato ma in linea di massima l'ordine decrescente delle varie categorie dovrebbe essere questo: A+, B+, C+, A-, B-, C-.

Nei CD-RW non è presente questa classificazione ma viene indicato se il disco è normale, hispeed o ultraspeed.

- Target writing power è un'altro parametro da considerare con grande attenzione. Altresì conosciuto come ITWP indica la potenza necessaria al laser del masterizzatore per scrivere sul disco e per i CD attualmente in commercio varia da 4 a 7; alcuni vecchi CD ormai non più reperibili avevano ITPW = 3. Utilizzando CD che richiedono elevata potenza di scrittura il diodo laser del masterizzatore si usurerà più in fretta accorciando la vita al masterizzatore cosa che avviene più spesso di quanto si pensi. Il sintomo che questo sta succedendo si ha quando il masterizzatore comincia a non riuscire più a sviluppare la potenza necessaria per scrivere CD con ITPW di 5 o 6 mentre quelli che richiedono meno potenza riesce ancora a scriverli. Con il tempo il fenomeno degenererà e il masterizzatore non sarà più in grado di fare il proprio lavoro.

Se in passato il valore di ITWP era considerato un fattore estremamente importante nella scelta dei CD-R oggi probabilmente lo è meno. In uno scenario che propone buoni prodotti a prezzi contenuti l'eventuale sostituzione del masterizzatore rappresenta una spesa non molto onerosa.

- Power multiplication factor e Target y value sono due parametri riguardanti i CD-RW a proposito dei quali non mi è stato possibile reperire informazioni esaurienti.

- Erase/writer power ratio. E' presente solo sui CD-RW e indica il rapporto consigliato tra la potenza di cancellazione e quella di scrittura.

Conoscendo le informazioni ATIP e il loro significato abbiamo la possibilità di valutare in modo più oggettivo la qualità dei CD-R e scoprire le differenze tra i vari supporti che all'apparenza risultano tutti molto simili. I dati più significativi sono il Disc subtype che sarebbe meglio fosse A+ e l'ITPW che dovrebbe essere 4 massimo 5. Purtroppo quando si acquistano dei cd non se ne può conoscere l'ATIP a priori per valutarne la qualità. Un buon sistema può essere quello di comprare un cd per tipo e dopo aver letto le ATIP procedere all'acquisto di quantitativi più consistenti di quelli che si ritiene migliori. Un altro sistema, molto empirico per la verità, è quello di controllare il colore del lato scrivibile. Se è blu molto probabilmente sarà un Azo della Mitsubishi o un Taiyo Yuden, ambedue tra i migliori CD sul mercato, che sono rimasti tra i pochi a utilizzare dye di colore blu. Il "trucco" non è detto che funzioni sempre, ma spesso sì. I cd Taiyo Yuden inoltre si riconoscono facilmente anche guardando l'anello centrale che è opaco a differenza di quasi tutti gli altri tipi di cd in cui è perfettamente trasparente.

Tra le cose importanti quando si acquista un CD c'è anche quella di verificare che sui supporti sia presente uno strato protettivo superiore che ripari lo strato riflettente del CD dagli urti e dall'usura del tempo. Se lo strato riflettente si danneggia il disco in quel punto non sarà più leggibile. Alcuni CD, specie quelli argentati venduti a poco prezzo in campana, sovente non hanno questo strato protettivo e sono da evitare accuratamente per i dati importanti.

ciao

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now