Sign in to follow this  
lollomac

Leopard: non doveva essere il sys migliore di sempre?

Recommended Posts

Guest nemesi

devo fare una richiesta precisa a gennaro, che si occupa di informatica

è così difficile per uno staff al top, come quello di Cupertino, fatto di centinaia di ingegneri al massimo livello, progettare un sistema operativo senza bug?

capisco che i possibili scenari dell'utente sono molteplici, ma come pensare che non si possa prevedere prima una serie di inconvenienti?

faccio un paio di esempi:

basta vedere i post di questo Forum o chiedere in giro per rendersi conto che una percentuale di utenti non marginale ha problemi durante la fase di spegnimento. Tra i miei amici almeno il 20/30% ha problemi di spegnimento del computer (o si spegne in ritardo o non si spegne affatto).

Ho visto che questo problema è denunciato in altri forum anche all'estero.

Appare dunque evidente come Apple abbia rilasciato coscientemente il software ben sapendo che c'erano dei problemi irrisolti.

Io non accetto questo approccio sfrontato, che reputo molto americano, o meglio caratteristico di un preciso determinato modo di pensare di una parte di quel sistema. Un approccio aggressivo, che ha come solo obiettivo il fatto di fare, come in italia, migliaia di vendite in un giorno di leopard.

alla fine, grazie anche alla suite di ILife (e questa è una bella cosa), la quantità di programmi che l'utente medio utilizza non è poi infinita. Alla fine le appl sono poi sempre le stesse. Come fanno a non prevedere i guai?

Per quanto riguarda il mondo della grafica ha ragione gennaro, cioè che i grandi miglioramenti, per certi aspetti straordinari, del mac osx, sono orientati ad una utenza che non fa un utilizzo tecnico.

Questa è per me il dato straordinario, ma anche il limite attuale.

Il fatto che chiunque possa elaborare foto, fare montaggio video, impaginare elaborati, senza avere una conoscenza tecnica, è un fatto di eccezionale importanza. Anche politica, se vogliamo. E' una forma quasi di ampliamento "comunista" delle possibilità creative di un sistema. Ora tutti possono divertirsi. Tutti sono creativi.

Il fatto di renderlo possibile a tutti è una incredibile rivoluzione, questa davvero.

Ma costituisce un aspetto che non interessa, può far piacere ma non è sostanziale, ai professionisti di certi settori. Personalmente, queste integrazioni di ILife, IWork, Anteprima, QuickLook, etc., occupano solo lo spazio del mio hd, nel senso che già utilizzo altri strumenti per fare le stesse cose.

Non ho mai aperto anteprima se non per sbaglio (e per i pdf anche acrobat quello gratis è meglio), non uso IMovie perchè già uso altro e IPhoto è troppo lento e macchinoso. E non mi interessa chattare con la tour eiffel alle spalle..

E' un approccio troppo commerciale...io disattivo tutti gli effetti grafici perchè rallenatno, sono inutili, levano risorse. Abbiamo criticato per anni windows..

Io apprezzo molto questa apertura verso tutti. Ma forse non è quello che mi serve.

Vorrei forse che apple producesse due sistemi operativi. Uno standard, che offra queste innovazioni a tutti. E uno, professionale, molto più tecnico, spartano al massimo, senza fronzoli, trasparenze e giochini (che rallentano il sistema e basta), orientato solo alla produttività. Un sistema ancora più potente (e lo pago anche di più, ok), lineare, semplice

Mac OSX 10.5 Professional

lo voglio...

Secondo me da quello che scrivi hai sbagliato OS. Se vuoi un OS minimale, senza fronzoli, effetti grafici, totalmente customizabbile (kernel compreso), e sul quale installare, magari compilandolo i sorgenti, solo lo stretto necessario alla tua attività, ti consiglio Linux Slackware o linux from scratch. La solidità di questi sistemi non è nemmeno in discussione, OsX è stato sviluppato con una precisa filosofia, e la questione "user-friendly" è tenuta in gran conto a Cupertino. Quindi non ti puoi aspettare un sistema minimale. OsX è fantastico per certi aspetti come Linux lo è per certi altri. Io li uso entrambi, perchè il mio primo abbandono di windows è stato a favore di Linux, anche perchè il PC era seminuovo e non mi andava di sbattere via tutto. Posso però dire che quello che regala linux in termini di conoscenza di un SO, nozioni poi riciclabili anche per Mac OS, il SO di cupertino lo restituisce in godibilità dell'esperienza informatica, che su MAcOS non ha paragoni. Have a nice day

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ti serve iLIfe? Non lo installi? Non ti serve iWork? Lo rimuovi!

D'altra parte, l'utente che ne ha bisogno, avrà uno strumento semplice ed immediato da usare.

beh. però devi ammettere che se cominci a no considerare:

miglioramenti di Safari

miglioramenti di mail

miglioramenti di PhotoBooth

miglioramenti di IChat

controllo censura

Time Machine (che come backup è troppo semplificato

nuovo finder con coverflow (macchinoso)

e tutte queste amene, ma per me inutili cose

cosa rimane del favoloso Leopard?

poteva essere semplicemente un aggiornamento gratuito. Da aggiornamento software, va

ora vi scatenerete dicendo che dimentico le favolose innovazioni sotto il cofano che non vedi e non vedrai mai perchè le software house non le svilupperanno

;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sul mio MacBook (2GHz Intel Core 2 duo 2GB) l'effetto ingrandimento del Dock è scattoso.

Ho fatto Archivia ed installa.

...mmm... molto strano. Io ho un MacBook 2GHz Intel Core 2 duo 1GB), e va che è una meraviglia... anch'io con archivia e installa... mah...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cixxo, ma stavi così male sotto Tiger?

Perchè se davvero non c'è nulla che ti interessa in Leopard, non vedo perchè fare il salto. Magari lo hai detto in qualche altro post, ma il thread e lungo e potrei averlo perso... :)

In ogni caso non userei gli utenti di un forum come base campione per capire i problemi di Leopard in assoluto. Qui di solito si sentono molto di più quelli che si lamentano di quelli che non hanno problemi, che guarda caso sono la maggioranza. ;)

Io devo dire che delle novità grafiche del sistema nuovo me ne sbatto. Time MAchine mi piace e mi semplifica il backup e il fatto che Apple produca un sistema totalmente multilingua fin nelle radici... per il mio lavoro basta e avanza. ;)

Cheers

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cixxo, ma stavi così male sotto Tiger?

ma io sto benissimo

anzi sto partendo in moto

in sicilia ci sono più di 20 gradi

aspetto il macpro per vedere come gira leopard

magari su quello si vedono bene le differenze

speriamo che esca un aggiornamento che risolva i bug

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cixxo, ma stavi così male sotto Tiger?

In ogni caso non userei gli utenti di un forum come base campione per capire i problemi di Leopard in assoluto. Qui di solito si sentono molto di più quelli che si lamentano di quelli che non hanno problemi, che guarda caso sono la maggioranza. ;)

Cheers

guarda che se non esistesse problema, il forum non avrebbe ragione di esistere.

di cosa parleremmo?

Share this post


Link to post
Share on other sites

guarda che se non esistesse problema, il forum non avrebbe ragione di esistere.

di cosa parleremmo?

Opinioni, prove comparative, trucchi, applicazioni migliori, lavori fatti con il proprio Mac, politica vendite Apple... si può parlare di un sacco di cose anche senza problemi. ;)

In ogni caso il salto qualitativo per me si vede anche sul mio G5 dual core (PowerMac) magari non è un salto pazzesco, ma lo percepisco anche nell'utilizzo base. Non oso immaginare su un Macpro. :)

Goditi la giornata in moto!!

Cheers

Share this post


Link to post
Share on other sites

@ Olaf

DragThing è il secondo programma che ho installato dopo aver migrato a Leopard ed aver visto quella zozzura delle stacks in azione, e mentre lo configuravo non potevo fare a meno di chiedermi perché mai mi trovassi costretto a servirmi di un software di terze parti per fare ciò che era perfettamente integrato, semplice e bello in Tiger.

Conclusione: odio le stacks, rivoglio la struttura ad albero

Share this post


Link to post
Share on other sites

Però chi acquista Leopard con la UpTodate (ad esempio) riceve una copia del SO che rende necessario l'aggiornamento partendo da Tiger.

Dunque, io spero che Apple abbia messo molta cura nel far cambiare le piantine del proprio giardino.. ;)

Quando poi si oltrepassa il muro di cinta, beh in quel caso non è più compito della Mela verificare che tutto sia ok!

l'UP-TO-DATE richiede solo la presenza di Tiger... poi puoi formattare, aggiornare, fare archivia e installa...

Share this post


Link to post
Share on other sites

caro macteo...

ti ricordo che è già dalla PRIMA versione di OSX, la 10.0 che Apple pubblicizza: " finalmente lo sfruttamento ottimale dei 64 bit."

ora sono passati sei anni (sette?) e vedo pubblicità " finalmente il supporto nativo a 64 bit"...

ma finiamola.

Negli anni abbiamo visto che ogni volta che Apple ha qualche problema di hardware si inventa qualche paccata.

ricordi il famoso Altivec per i G4?

ricordi le promesse di Motorola?

Ricordi le promesse di G5?

Sempre grandi innovazioni, certo. Ma anche tante bugie e paccate.

Di sistemi meravigliosi fatti per essere enfatizzati da software esterni, però.

Che poi non sempre sviluppano in concomitanza.

Io vedo con gli occhi. Un pò scetticamente. E credo siano tutte menate un pò gonfiate

Non credo proprio che pubblicizzasse i 64 bit nel primo Mac OS X!

Infatti sulla scatola (che ho ancora) non ve n'è traccia...

Non lasciarti trasportare dal momento, altrimenti si esagera nel criticismo.

L'Altivec faceva il suo dannato lavoro... cronometro alla mano, con PS i PC con clock maggiore se li mangiava o reggeva il passo.

Morosola è marcia.

IBM ha tirato troppo la corda e Apple l'ha abbandonata (chiedeva ad Apple i costi di sviluppo e produzione!).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this