mac mini e videoediting, possibile?


urlo2000
 Share

Recommended Posts

Per me è la prima esperienza di montaggio video, nel senso che prima non avevo i mezzi per farlo visto che il mio pc con processore a 500 mhz non ce la faceva (mentre un mio amico con un G3 500 mhz ce la fa). Ieri con il mini ho montato due ore di filmato, ho scartato i pezzi che non mi servivano, ho aggiunto effetti, transizioni e musica con una facilità incredibile. Se il computer non lo usi per lavoro ma solo per hobby come faccio io che ti frega se poi a ricodificare tutto ci mette 28 minuti o 999. Io il rendering lo lancio nella pausa pranzo oppure di notte quanto il computer non mi serve.

ciao

Mac Mini 1,42 con 512 mb ram e disco interno da 80 gb. (con 1 gb però andrebbe ancora meglio).

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 28
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Forse sarebbe il caso di intendersi su cosa significa fare video editing.

Se, come penso io, significa prendere del girato e tirarne fuori un film che abbia un senso, dunque completo di titoli, commenti, colonna sonora, insomma un montaggio fatto come si deve, il Mac Mini con iMovie o, meglio, con Final Cut Express, va benissimo.

Io uso un iMac Lcd G4 800, e non sento assolutamente la sua lentezza. Ben altri sono i fattori di perdita di tempo tempo nel realizzare un film. Come ho già avuto modo di dire in un'altra discussione, tutto compreso a me occorre non meno di 1 ora per ogni minuto di filmato. Molto spesso anche di più.

Dunque, dopo aver impiegato magari 30 ore per un filmato di 30 minuti, che importanza volete che abbia il tempo di codifica (immagino che si parli di codifica mpeg2 per riversare il tutto in un DVD video). Che sia un'ora o 6 ore non significa niente, anche in considerazione del fatto che tale lavoro il computer lo svolge da solo, magari di notte.

Anche la velocità del disco e della sua interfaccia non contano niente. Il disco viene fortemente sollecitato solo in fase di acquisizione del girato dalla videocamera. E tale acquisizione, se si tratta di un DV, avviene ad un transfer rate di 3,6 MB/sec, quando anche il più lento dei dischi ATA viaggia a circa 10 volte tanto.

Diverso il discorso della copia con ricompattazione di un DVD commerciale per farlo entrare nei 4,37 GB di un DVD-R. Però, anche qui attenzione: non si tratta di una ricodifica totale, ma solo di una ricompressione. Il mio solito iMac se la cava in un'oretta o poco più. Molto dipende dal software usato per la ricompressione.

Dunque, il Mac Mini è largamente sufficiente, almeno per impieghi non professionali.

Link to comment
Share on other sites

Anche la velocità del disco e della sua interfaccia non contano niente. Il disco viene fortemente sollecitato solo in fase di acquisizione del girato dalla videocamera. E tale acquisizione, se si tratta di un DV, avviene ad un transfer rate di 3,6 MB/sec, quando anche il più lento dei dischi ATA viaggia a circa 10 volte tanto.

Vabbè che i primi montaggi li ho fatti sul disco interno di un imac 800mhz col 10.1.5 e imovie2 con 256MB di ram...e non venivano neppure a schifo.

Final cut però lavora male se il sistema e lo scratch sono sullo stesso disco.

Infatti senza disco esterno e poco processore, di anteprime in RT ne vedrai pochissime e il movimento risulterà a scatti, generando drop frame ogni tre per due. Non puoi controllare il lavoro senza stare a renderizzare...

Se quindi vuoi avere il maggior numero di anteprime possibile, serve un disco esterno, dato che è notorio che al sistem non viene tanto bene leggere i dati del sistem, quelli della app e quelli del file video contemporaneamente, troppo spesso poi i blocchi di memoria sono lontani fra loro.

Tanto per aggiungere, con dischi veloci il macmini può anche fare abbastanza tranquillamente lavori professionali, con bit rate superiori a quelli della traccia dv.

Il problema principale del mac mini è proprio il disco rigido che va a 4200 giri.

Comunque per un uso non professionale è sicuramente più che sufficiente, se non avanza pure, dato che non è tanto diverso da un PB con equivalente processore.

http://www.google.com/search?hl=it&lr=&oi=defmore&q=define:Video+Editing

Link to comment
Share on other sites

Video editing professionale = PowerMac G5 (meglio DP) + FinalCut Pro (4 GB di RAM per reatime effects) + dischi SATA (che sono MOLTO più veloci da UATA - si riesce leggere video PAL non compresso - c. 40MB/s senza perdere un frame) - scordati di rare video editing sui dischi esterni + una scheda pro per uso di Motion.

Per questo scopo Mac Mini e iMac sono decisamente una scelta fuori luogo.

Link to comment
Share on other sites

Anche sulla definizione di "Video editing professionale" bisognerebbe intendersi.

Sono professionisti gli editor della Rai, o i documentaristi di National Geographic. Per loro un sistema come quello indicato da Raffael è insufficiente. Largamente insufficiente.

Sono professionsti i fotografi che realizzano filmini di battesimi, comunioni, matrimoni e cerimonie varie. Per molti di loro un Mac Mini con Final Cut Express è perfino sovrabbondante.

Insomma, dipende tutto da cosa si vuol fare, e come lo si vuol fare.

Riguardo al disco di scratch... Anch'io ne uso uno esterno Firewire, ma per motivi di spazio, non per accelerare il lavoro.

Gli effetti RT sul mio iMac non li vedo lo stesso, perchè non dipendono dal disco ma dalle caratteristiche del sistema: processore, clock, fsb, ram, etc.

Io uso solo filmati DV PAL (come la maggior parte di noi, suppongo) e ripeto che il transfer rate di questo tipo di filmato è circa 1/10 di quello di un modesto HD ATA da 4200 giri.

Link to comment
Share on other sites

Sull' imac 800 mhz le caratteristiche del processore e del bus rendono quasi impossibili gli RT di final cut, mentre sul PB da 1,25 gli RT ci sono eccome.

Ma avevo troppi dropped frames dovuti alla lentezza del disco rigido, ho infatti risolto con un firewire.

Anche nel manuale di final cut viene specificato che il disco di scratch e il disco di sistema devono risiedere possibilmente in due diversi spazi fisici, pena problemi.

Questo almeno per FC4pro, ma per l' express presumo sia la stessa cosa. Magari mi sbaglio, poi, dato che il pro è pensato anche per formati non compressi.

Per il transfer rate hai ragione è di 1/10, nessuno ti ha dato torto.

Alcuni hd ATA arrivano poi a dichiarare transfer da 300 MB sec...

Ma ci sono variabili che influiscono su di questo transfer rate che è alto solo in caso di lettura per blocchi contigui, e non sempre nell'editing in presenza di un montaggio risultano vicini...

È che a differenza dell' imac 800 un processore a 1,42 e la ram ddr con FCexpress ti permettono un bel po' di Rt e per la mia esperienza con il PB 1,25 quegli RT vengono angosciosamente droppati se ci si affida soltanto al disco interno a 4200 che equipaggia quelle macchine, mentre con un firewire funzionano fluidamente.

Link to comment
Share on other sites

Diverso il discorso della copia con ricompattazione di un DVD commerciale per farlo entrare nei 4,37 GB di un DVD-R. Però, anche qui attenzione: non si tratta di una ricodifica totale, ma solo di una ricompressione. Il mio solito iMac se la cava in un'oretta o poco più. Molto dipende dal software usato per la ricompressione.

Ciao! Mi intrometto nella discussione con una domanda non proprio pertinente: che software mi consigli per la ricompressione?

Grazie. :)

Link to comment
Share on other sites

È che a differenza dell' imac 800 un processore a 1,42 e la ram ddr con FCexpress ti permettono un bel po' di Rt e per la mia esperienza con il PB 1,25 quegli RT vengono angosciosamente droppati se ci si affida soltanto al disco interno a 4200 che equipaggia quelle macchine, mentre con un firewire funzionano fluidamente.

Mah, io non mi angoscerei tanto per qualche dropped frame in RT. L'importante è non perderne in fase di rendering finale. Il mio iMac da questo punto di vista si comporta benissimo, nonostante la sua lentezza.

D'altra parte, i primi filmati li ho montati con iMovie su un iMac G3 500, e posso garantire che non si vede... :)

Ciao! Mi intrometto nella discussione con una domanda non proprio pertinente: che software mi consigli per la ricompressione? Grazie.

DVD2OneX. Costa una cinquantina di Euro, ma funziona molto bene. Lo trovi su Versiontracker.
Link to comment
Share on other sites

Certamente il dropped non fa danno ai file, ma lavorando sulla sequenza di fino ti impedisce di sentire il ritmo del montaggio e l'errore lo vedrai sul render finale che dovrai in quel caso rifare con le opportune correzioni.

Comunque, hai ragione sul tuo imac, è una macchina lenta ma affidabile. Ce l'ho anche io...avrei tenuto solo quella se mi avesse permesso qualche RT in multitraccia e non dovessi spesso spostarmi in luoghi improbabili...

Link to comment
Share on other sites

Allora.....urgono precisazioni.

Ricodifica di un dvd da 7.25 Giga in uno da 4.6 Giga in alta qualità:

- Centrino (Banias) 1.5 Ghz 512 MB Ram DDR 333 (Nero Recode) ----> 29 min.circa

- G5 Dual 1.8 Ghz 1Giga Ram DDR 400 (Roxio Popcorn) -----------> 28 min.circa

- Celeron 2.4 Ghz 1Giga Ram DDR 333 (Nero Recode) ------------> 34 min.circa

- G4 non ci ho provato io (al mio piccoletto ci tengo troppo!!) ma mi è stato riferito un...8 ore!!!!

Mi sembra veramente una differenza spropositata :eek: .....

Voglio dire,non credo che (hd a parte) un G4 a 1.42 Ghz sia così più lento di un Celeron 2.4 Ghz...ok,il G4 ha il bus che viaggia a 167 Mhz,contro i 400 del Celeron...peò converrai con me che 34 minuti VS 8 ore mi sembra davvero sproporzionato.

Ti ripeto,che sia più lento non c'è dubbio...ma bisogna vedere di quanto più lento :D

Link to comment
Share on other sites

Mio pc win : Athlon XP2400, 512Ram con DVd2ONe normalmente sui 15-20min... (una volta ci ha messo 27min, ma solo quella volta)

Sicuri dei valori sui Mac? A me sembrano no alti...esageratamente alti...!!!!!!!!

DVD2One io su un film di 2ore Harry Potter senza menu e con le due lingue (ITA/INGL)

su un:

G4/500 ..............55min (768mb/Ram)

G5/1,8Dual...........14min (2Gb/Ram)

Voglio precisare che sul Dual guardando le risorse del sistema non viene mai utilizzato la CPU al 100% (un processore rimane sempre libero oppure tutti è 2 al 50%) a differenza del G4mono che va al 100%.

Da qui suppongo che non è stata implementata la codifica sul doppio processore

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share