Sign in to follow this  
the Doc

Che font è?

Recommended Posts

Innanzi tutto un saluto, è la prima volta che scrivo su questo forum:)

Volevo sapere se avevate idea di che font fosse questo qui:

http://www.nientegratis.com/cover/divx/cover_divx/new2/english_teaser.jpg

intendo quella scritta stretta e lunga che usano per inserire i nomi di registi, attori, produttori e vari in basso alla copertina di un dvd. Ho visto che usano diversi font ma a me intersserebbe sapere proprio quello o in alternativa uno molto simile, grazie:D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie mille Enzy!;)

Ne approfitto per una domanda: non è che sai qual'è il font più usato nei libri?? Ad esempio, prendiamo il Codice DaVinci, ha lo stesso font di centinaia di altri libri che ho letto ma anche tra quelli professionali non trovo niente. Li ho confrontati con decine di font ma per qualsiasi sciocchezza non coincidono (fosse anche la zampetta della Q diversa o una i più lunga eccetera). Sapresti aiutarmi? Magari è una scemenza.. grazie:o

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si trasferivano su bristol facendo la crenatura e l'allineamento a mano.

Quindi si fotografano in reprocamera per portarli a misura su carta speciale sviluppata in monobagno,

Alla fine si tagliavano con le forbici e si sistemavano sui definitivi.

Con la cowgum o la paraffina...

Tanti ricordi, i miei primi copyproof....

Scusate l'OT, ma mi sono emozionato :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Normalmente credo che il font usato per la stampa sia quello della

famiglia Times oppure Georgia

Qualche casa editrice, sppcie per le edizioni di pregio, indica anche

il font usato per la composizione del testo, ma è molto raro.

Ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tanti ricordi, i miei primi copyproof....

Scusate l'OT, ma mi sono emozionato :)

Giorni fa, mettendo a posto delle vecchie scatole con cose che mi porto appresso da anni, ho ritrovato un paio di lancette da cromista.

Ricordi? Quelle di acciaio dolce montate sui bastoncini da pennini, che si arrotavano su carta vetrata extrafine.

Servivano a fare ritocchi sui negativi e esecutivi, grattando le emulsioni...

E si usavano a mano sulle griglie degli impaginati in triacetato di vinile sui tavoli da montaggio.

Ah... che ricordi.

Meno male che nell'89 è arrivato Xpress ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

intendi dire i vecchi "sgarzini", io li chiamavo così...

...i tempi in cui quando per stampare 1000 schede prodotto f.toA4

ci voleva un mese di lavoro tra bozze, esecutivi, fotolito, fotocomposizione, fotoincisione e tipografo! scusate l'ot, ogni tanto bisogna ricordare ed emozionarsi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Già, molto vecchi...

Mi è sembrato di risentire la zaffata di acido acetico, di alcol isopropilico e di paraffina calda.

Gli odori del vecchio mestiere, nelle tipografie con la pedalina Linotype, nei fotolito con gli scanner a tamburo, dei clichè in piombo e dei flani...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this