Recommended Posts

raw non è un superformato ad alta risoluzione e di elevata qualità ma è come il sensore della macchina vede l'immagine, poi ogni macchina elabora al meglio l'immagine per dare i risultati migliori, elaborare personalmente il raw a mio parere significa avere la presunzione di saper fare questo lavoro meglio dei tecnici che hanno messo a punto l'algoritmo.

E' una cosa da professionisti

Link to post
Share on other sites
  • Replies 46
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Se invece mando a stampare in un laboratorio fotografico la gamma più ampia trova riscontro oppure no?

The never ending story! :)

C'è laboratorio e laboratorio, immagine e immagine.

Se ti rivolgi ad uno professionale, secondo me puoi trovare riscontro,

stampando su carte di qualità.

Un laboratorio professionale prima di stampare la tua immagine,

la converte nel profilo colore della carta/stampante

(se non lo hai già fatto tu avendo già un rapporto con esso).

Se stampano da minilab o simile su carta chimica,

non credo che trovi molte differenze, anzi protresti trovarti con una stampa peggiore.

Dalla tua D200 escono immagini sicuramente in grado di verificare la differenza.

Al limite fai una prova stampando in dimensioni contenute.

Ma ti ripeto che quando vai su questi argomenti,

non meravigliarti se ti guardano strano,

anche se dovrebbe essere il loro mestiere. :confused:

ciao

Link to post
Share on other sites

raw non è un superformato ad alta risoluzione e di elevata qualità ma è come il sensore della macchina vede l'immagine, poi ogni macchina elabora al meglio l'immagine per dare i risultati migliori, elaborare personalmente il raw a mio parere significa avere la presunzione di saper fare questo lavoro meglio dei tecnici che hanno messo a punto l'algoritmo.

E' una cosa da professionisti

Direi che non è questione di algoritmi.

Se tu scatti con il bilanciamento del bianco impostato su "nuvoloso" e all'improvviso esce il sole e ti ritrovi con luce ed ombra (dimenticandoti o fregandotene del bilanciamento impostato),

da uno scatto in jpg devi sudare un pò per correggere i toni dei tuoi scatti,

e comunque introduci alterazioni qualitative all'immagine, a meno che non intervieni in LAB

immagine per immagine (e comunque devi conoscere bene le curve ed i canali).

Se hai scattato in RAW, puoi continuare a dimenticarti del bilanciamento del bianco impostato,

e correggere dopo abbastanza facilmente senza perdite qualitative,

anche con altri interventi come ad esempio l'applicazione della maschera di contrasto.

@ Alfa2000

E' una tua scelta che può anche andare.

Il fatto che non modifichi il RAW è perchè il software che utilizzi applica (propone) comunque un'impostazione "commestibile" alla tua immagine (un preset).

Se tu lo elimini, e porti tutti i parametri a zero, vedrai un'immagine piuttosto sbiadito, piatto... brutto!

ciao

Link to post
Share on other sites

The never ending story! :)

C'è laboratorio e laboratorio, immagine e immagine.

Se ti rivolgi ad uno professionale, secondo me puoi trovare riscontro,

stampando su carte di qualità.

Un laboratorio professionale prima di stampare la tua immagine,

la converte nel profilo colore della carta/stampante

(se non lo hai già fatto tu avendo già un rapporto con esso).

Se stampano da minilab o simile su carta chimica,

non credo che trovi molte differenze, anzi protresti trovarti con una stampa peggiore.

Dalla tua D200 escono immagini sicuramente in grado di verificare la differenza.

Al limite fai una prova stampando in dimensioni contenute.

Ma ti ripeto che quando vai su questi argomenti,

non meravigliarti se ti guardano strano,

anche se dovrebbe essere il loro mestiere. :confused:

ciao

grazie per le spiegazioni e per la pazienza!

Link to post
Share on other sites

Scatta la stessa identica foto in RAW e JPG. Vedrai che il RAW apparirà molto più slavato.

Ho fatto questa prova con la mia Canon EOS 400D (anche se qui si parla di nikon cmq il tema risiede nel formato), ed effettivamente la foto in RAW e "slavata" rispetto al JPEG Fine.

Per elaborare la foto (x ora a parte iPhoto nonho installato altro sull'iMac) è consigliabile andare su Aperture, CS3 oppure può essere sufficiente il sw a corredo della fotocamera?

Link to post
Share on other sites

Dipende dal SW che hai a corredo della fotocamera. Con le Nikon ti danno (in prova per trenta giorni o, con gli ultimi modelli in bundle) Capture NX, che ti permette di operare sui RAW ad un livello "più profondo" di quello che puoi fare sui JPEG (bilanciamento del bianco, esposizione, vignettatura...). Non so se Canon disponga di un SW analogo.

Se usi iPhoto mi sa che non ha senso lavorare sul RAW

Link to post
Share on other sites

Ho fatto questa prova con la mia Canon EOS 400D (anche se qui si parla di nikon cmq il tema risiede nel formato), ed effettivamente la foto in RAW e "slavata" rispetto al JPEG Fine.

Per elaborare la foto (x ora a parte iPhoto nonho installato altro sull'iMac) è consigliabile andare su Aperture, CS3 oppure può essere sufficiente il sw a corredo della fotocamera?

E' più che sufficiente il software Canon, anche se non è performante come Capture NX.

ciao

Link to post
Share on other sites
  • 5 months later...

Ciao ragazzi, riapro questo post chiuso da cinque mesi principalmente per evitare di crearne uno nuovo e intasare il forum:D

La mia domanda è leggermente differente. Io scatto abitualmente in Raw+jpeg fine, ma mi sorge un problema legato alle mie vacanze estive. Parto per il Perù dove resterò all'incirca un mese e non ho idea di quanta memoria portare. Tenendo conto che in tre settimane in Cina ho scattato più di 1000 foto (poi mi è finita la memoria), mi serviranno più di una decina di giga? Al massimo posso scattare in jpeg fine le foto della famiglia o normali e in Raw quelle particolare o che richiedono presumibilmente una lavorazione successiva. Che ne dite?

Voi quanta memoria vi portate in vacanza?

Grazie, ciao.

Link to post
Share on other sites

Ciao ragazzi, riapro questo post chiuso da cinque mesi principalmente per evitare di crearne uno nuovo e intasare il forum:D

La mia domanda è leggermente differente. Io scatto abitualmente in Raw+jpeg fine, ma mi sorge un problema legato alle mie vacanze estive. Parto per il Perù dove resterò all'incirca un mese e non ho idea di quanta memoria portare. Tenendo conto che in tre settimane in Cina ho scattato più di 1000 foto (poi mi è finita la memoria), mi serviranno più di una decina di giga? Al massimo posso scattare in jpeg fine le foto della famiglia o normali e in Raw quelle particolare o che richiedono presumibilmente una lavorazione successiva. Che ne dite?

Voi quanta memoria vi portate in vacanza?

Grazie, ciao.

E se ti procurassi un HD portatile USB (di quelli che non costano tanto?) Se non frequenterai soltanto montagne e foreste potresti approfittare dei passaggi "in città" per scaricare le foto tramite un computer ed evitare di acquistare una paccata di schede che costano parecchio (almeno quelle buone) e poi useresti sì e no una volta l'anno?

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now