Soluzione finale per i blocchi di Word 2008 (crash) in Leopard 10.5.2


ET
 Share

Recommended Posts

Ehm... ET... giuro, mi sento imbarazzato a dirtelo... Vorrei davvero darti soddisfazione ma... ehm... niente, non c'è verso di trovare il file ppc.txt sul mio iBook con Leopard.

Guarda che non devi trattarmi come un bambino che vede fantasmi dove non ci sono... Mi parrebbe strano che solo l'iBook faccia eccezione poiché non è molto, come ho precisato, che ho installato la seconda Licenza su un MacBook di giugno 2007 e il file /ppc.txt si è formato.

Tieni presente che, affinché Office 2008 lo crei, devi aprire Word 2008 e attivare entrambi i Correttori nelle sue Preferenze, quindi cliccare su Dizionario e selezionare Italiano dall'elenco; ma tu prova anche a spuntare e ripristinare le varie caselle dell'opzione e/o a cambiare Lingua per poi ripristinarla. A questo punto, solo dopo essere uscito da Word, vedrai il file nella root e, se non ci fosse ancora, riapri Word e chiudi il Documento vuoto (non occorre salvare) e poi Word.

Ho descritto ciò in base alle osservazioni da me fatte nei tentativi per arrivare a capo del problema e prima o poi il /ppc.txt si forma sempre.

Invece sul G4 Dual MDD con Tiger il ppc.txt è ben presente nella root del disco rigido... peccato che su questa macchina Word funzioni perfettamente senza alcun blocco.

Stai tranquillo, allora... ma saresti unico. Ma prova a giocare un po' con le preferenze di Word o apri file .doc creati da precedenti Office o altre situazioni e t'imbatterai anche tu in chrash risolvibili solo come ho indicato, a meno che tu preferisca eliminare il pacchetto nei Proofing Tools, rinunziando al Correttore grammaticale.

Pur di farti contento, sarei anche disposto a cambiare i permessi del file ppc.txt sul G4 MDD per vedere se così Word si mette a funzionare sull'iBook con il correttore grammaticale presente, ma onestamente dubito che otterrei qualche risultato. ;)

Beh! Dammi questa soddisfazione o hai paura di farlo?... ;) Per provare, se tu non sapessi usarlo, non c'è alcun bisogno di ricorrere al Terminale. Ti basta fare Mela+I sul file ppc.txt e spuntare la casellina "Protetto". E mo' vediamo se Word 2008 ti si apre, geniaccio... o... Gastonaccio Paperonaccio... Hi! A sto' punto... tranquillo... Paura???... Ti sei fatto sotto, eh?... Togli il segno di spunta che protegge il file e Word 2008 riparte all'istante. Tutto qua. Hai paura? Assapora anche tu la gioia (leggi: la delusione e la rabbia) di tutti coloro ai quali è accaduto subito di avere i Crash... E poi sarai meno baldanzoso di sentirti... Gastone... ;)

Dubito che il programma di video-scrittura integrato in Windows 3.1 si chiamasse "operaio" (= wright). Molto più probabilmente il suo nome era Write... che dici? :D

Dico che innanzitutto - e dico davvero - m'interessa sapere dove hai appreso che Wright significhi "Operaio" (???). Poi... ciò che ho scritto è ciò che volevo dire: Wright si pronuncia allo stesso modo di Write ma Wright sta, sarcasticamente e nel contesto della mia... contestazione... per... il "Giusto (right) Word Processor" di micro-micro-soft. Quello che contiene ciò che utilizza la maggioranza degli Utenti i quali si servono del programma di video-scrittura che trovano col Sistema Operativo.

Ricorderai che Write possedeva la funzione di "Giustifica" del testo e che micio-micio-soft, senza alcun rispetto e in barba ai suoi clienti, non tenuti in considerazione alcuna... ha eliminato la capacità di giustificare il testo nel WordPad incluso in Winzozz XP rendendo WordPad uno di quei brutti flop esistenti al mondo, alla stregua della FIAT Duna e similari bruttezze... ;). Ma a qualcuno piacciono...

Ciao ciao.

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 56
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

ET, guarda che io ti prendevo solo un po' in giro... forse! ;) I tuoi consigli sono prezioso come sempre. Comunque i problemi dei crash di Word sono noti, ma è noto anche il fatto che succedano solo con Leopard, quindi nulla di strano che sul G4 con Tiger vada tutto bene.

Quanto al file ppc.txt, sono convinto pure io che prima o poi apparirà anche sull'iBook, ma fino ad allora, ahimé, mi tengo il programma di videoscrittura senza la correzione grammaticale italiana.

Il terminale lo so usare - il minimo indispensabile - e non ho certo paura di servirmene, ma solo quando è strettamente necessario. Preferisco però cercare prima di risolvere le cose attraverso l'interfaccia grafica. E poi, onestamente, non digito nel terminale comandi che non so esattamente cosa facciano, nemmeno se è il mitico ET a consigliarmeli. Visto che tu nei tuoi post non specifichi ogni comando cosa sta a indicare e dato che l'uscita dell'upgrade di Office - che dovrebbe tra l'altro risolvere anche il problema del crash di Word - è prevista per il prossimo 11 marzo, cioé fra tre giorni o poco più, ho calcolato che ci metterei più tempo a studiare il significato dei comandi che indichi piuttosto che ad aspettare l'uscita dell'update (sempre che esca davvero l'11 marzo). Detto questo, ma secondo te dopo 15 anni che utilizzo il Mac non so cosa significhi la casellina "Protetto" nella finestra di info di un file? Su, dai, se vuoi scherzare so che puoi fare meglio di questo... :D

Infine, rispondo alla tua domanda sul significato della parola "wright": Dizionario Garzanti Inglese/Italiano e viceversa.

Link to comment
Share on other sites

ET io ho fatto la prova: ho spuntato la casella protetto nella finestra "informazioni" e word si è perfettamente aperto. Invece mi si chiude ripetutamente dopo, non all'apertura, ad es. mentre cerco di aprire il "riquadro di spostamento". Ho eliminato la spuntatura e quindi non si chiude con la stessa frequenza; ma si chiude e come!

I tuoi suggerimenti valgono anche per le chiusure in itinere, cioè nel mezzo del lavoro, o solo per quelle all'apertura.

E poi ho notato che anche Entourage si chiude: è stato una pena riuscire ad importare le mail da Eudora.

Link to comment
Share on other sites

UFFA!!!!

Ho istallato Office 2008 e quando provo ad aprirlo si apre Set Up Assistant, il quale quando clikko "avanti" crasha se stesso e qualsiasi applicazione di Office.

Ho provato a fare quello che dici ma non cambia niente.

Tra l'altro cercando da Finder "italian.grammar.profile" in /Propria_Home/Libreria/Preferences NON C'é!!

E non trovo neppure PPC.txt

SOBHHHHHHHHH

Link to comment
Share on other sites

E poi, onestamente, non digito nel terminale comandi che non so esattamente cosa facciano, nemmeno se è il mitico ET a consigliarmeli. Visto che tu nei tuoi post non specifichi ogni comando cosa sta a indicare e dato che l'uscita dell'upgrade di Office - che dovrebbe tra l'altro risolvere anche il problema del crash di Word - è prevista per il prossimo 11 marzo, cioé fra tre giorni o poco più, ho calcolato che ci metterei più tempo a studiare il significato dei comandi che indichi piuttosto che ad aspettare l'uscita dell'update

Oh Guass... io sono estremamente divertito e divertente... nonché rilassato quando scrivo nei Forum ma, poi, mi accorgo sempre che, al 90%..., i post non mettano quasi mai in rilievo l'aspetto ludico del nostro corrispondere con tali strumenti... ;)

Quanto al Terminale... (E PREMESSO... quanto ho appena scritto sopra...) mi dà sui nervi che una persona seria, precisa e competente come te (ho riscontrato, in diverse occasioni, che tu ne sappia una cifra in più di me...) si (diciamo così...) tenga un po' alla larga dal Terminale.

Considerato che tu conosci l'Inglese molto bene e che i Computer, sigh!, parlino questa lingua... nessuno meglio di te può entrare nei meandri dei Comandi da Terminale i quali comandi altro non sono che il rivolgersi al Computer in Inglese... Sai meglio di me che, a causa delle scarne quantità di Memoria usate ai primordi dell'Informatica, sia stato tutto abbreviato; e gli Americani provano un orgasmo ogni qualvolta abbrevino qualcosa!!!..., fatto che mi irrita tremendamente nell'ambito della Medicina. :(

Il comando sudo chown -vR, pertanto, una volta stabilito che sia come parlare alla macchina... sta per:

Agisci (do) come SuperUtente (su) e cambia ch utilizzatore own-er[ al file o alla directory di cui indico il Path. -v significa "verbose..." e cioé che parla e ti mostra ogni singola azione che esegue mentre la -R sta per "Recursive", vale a dire che il comando deve essere applicato a tutto quanto "Ricorre" dentro al Path (indirizzo) che gli hai indicato: Cartelle, Sottocartelle e File.

Io agisco in modo ancor più pazzesco poiché, per non sudare col ripetere sudo davanti a ogni comando... faccio un bel sudo su all'inizio e accedo come root: "agisci come superuser" (sudo) e dammi superuser.

chmod, invece, sta per change modality ossia i permessi, le modalità d'uso di quel dato file, cartella, programma, etc. e 777 abilita chiunque a scrivere, leggere ed eseguire l'oggetto interessato.

Ne dedurrai che rm stia per remove, cp per copy, ls stia per lista/elenca eccetera...

Quanto a Office 2008... noto che il problema sia molto più contorto di quanto appaia nel mio caso e che ho risolto come descritto... Micio-micio-soft è davvero geniale... poiché riesce a ottenere comportamenti diversificati tra loro e a seconda dei Mac su cui installa il suo micro-soft-ware.

Veramente geniali!!!! :confused: Vada per i conflitti nei PC, laddove le varie macchine differiscono abominevolmente tra loro... Ma riuscire a fare il contrario, nei Mac, sembrerebbe una riuscita manifestazione di crudeltà...: "Perché noi sì e voi no?... I Mac sono computer pressoché omogenei e, pertanto, stabili?... E allora beccatevi questa sofferenza anche voi, grazie a noi"

Beh! Spero che, a qualcuno, i miei post possano essere serviti.

Ciao

Link to comment
Share on other sites

Per aumentare la gioia ludica di ET, gli comunico non solo che Word crasha, ma anche che si congela, ovvero "Word non risponde", con rotellina colorata che gira, gira e fa girare… Unica via che rimane l'uscita forzata dal programma.

Avete mai preso in considerazione la possibilità di far uso di Neooffice? Io lo adopero da un po' proprio per i testi più lunghi e complessi (un volume di oltre 400 pp con formattazioni varie, figure e formule) e mai una volta che crasha. Ed è una versione ancora in beta! E non costa nulla! Da una ditta come la microsoffre ci si aspetterebbe qualcosa di più, visto che il suo software se lo fa pagare un bel po'.

Link to comment
Share on other sites

Avete mai preso in considerazione la possibilità di far uso di Neooffice? Io lo adopero da un po' proprio per i testi più lunghi e complessi (un volume di oltre 400 pp con formattazioni varie, figure e formule) e mai una volta che crasha. Ed è una versione ancora in beta! E non costa nulla! Da una ditta come la microsoffre ci si aspetterebbe qualcosa di più, visto che il suo software se lo fa pagare un bel po'.

Parole sante e terribilmente ovvie... ma vallo a dire a chi vuole per forza la suite a pagamento, perchè è "migliore" (purtroppo, anche in ambiente Mac certi continuano a pensarlo).

Link to comment
Share on other sites

Avete mai preso in considerazione la possibilità di far uso di Neooffice? Io lo adopero da un po' proprio per i testi più lunghi e complessi (un volume di oltre 400 pp con formattazioni varie, figure e formule) e mai una volta che crasha. Ed è una versione ancora in beta! E non costa nulla! Da una ditta come la microsoffre ci si aspetterebbe qualcosa di più, visto che il suo software se lo fa pagare un bel po'.

Ehi Tu!.... Tu!... Dico proprio a te!.... :mad:TU NON SEI UN CONIGLIONE!... TU SEI UN LEONE!!! :)

(Copyright® per parafrasi da Robert De Niro rivolto allo Psichiatra, in "Terapia e pallottole"... Hi!)

Grazie coniglione poiché, a furia di sentire ribadire quanto tu asserisci su NeoOffice:

- si diffonderà la Democrazia e molti usciranno, senza paura di morire..., dalla dittatura di Office MS

- NeoOffice e OpenOffice continueranno a essere migliorati e io potrò effettuare il... trapianto dei miei Dati da Excel ad altri Fogli di Calcolo, senza inficiare la prontezza di risposta del Software come, purtroppo, mi accade ora se importo in Numbers di iWork '08.

INVITO NOI TUTTI (io l'ho già fatto, ne sono felice, provo gioia e rimpiango soltanto i 148 €uro spesi per la Suite micro-soft) a effettuare una piccola donazione, mediante Paypal, a OpenOffice, NeoOffice, Carbon Copy Cloner, etc... Non facciamo gli italiani che parassitano il lavoro altrui... 5 Euro, 10 Euro o qualcosina in più possiamo ben offrirli a chi profonde tanto impegno rinunciando, magari, a farsi una vacanza e rischiando di essere lasciati da mogli/mariti o fidanzate/fidanzati... ;)

Ciao.

Link to comment
Share on other sites

INVITO NOI TUTTI (io l'ho già fatto, ne sono felice, provo gioia e rimpiango soltanto i 148 €uro spesi per la Suite micio-soft) a effettuare una piccola donazione, mediante Paypal, a OpenOffice, NeoOffice, Carbon Copy Cloner, etc... Non facciamo gli italiani che parassitano il lavoro altrui... 5 Euro, 10 Euro o qualcosina in più possiamo ben offrirli a chi profonde tanto impegno rinunciando, magari, a farsi una vacanza e rischiando di essere lasciati da mogli/mariti o fidanzate/fidanzati... ;)

Ciao.

Anch'io ho donato, anzi dono costantemente una cifra simbolica a Neooffice, un dollaro al mese da un paio d'anni ormai, se tutti facessero così.... mezza tazzina di caffè, sarebbe già qualcosa, moltiplicato per migliaia di utenti!

PS: guarda che i mici potrebbero anche offendersi, a essere accostati al nome di un produttore software di discussa fama ...;):D

Link to comment
Share on other sites

Anch'io ho donato, anzi dono costantemente una cifra simbolica a Neooffice, un dollaro al mese da un paio d'anni ormai, se tutti facessero così.... mezza tazzina di caffè, sarebbe già qualcosa, moltiplicato per migliaia di utenti PS: guarda che i mici potrebbero anche offendersi, a essere accostati al nome di un produttore software di discussa fama ...;):D

Grazie! Ho verificato che esiste davvero una Ditta con quel nome (veramente io ho messo un trattino...) e che, dal Sito, sembra essere seria. Ho corretto la mia caricatura che non era, comunque, un'offesa ma una simpatica e sorridente battuta. Ho scritto micio... (animale carino, domestico e simpaticoa molti) e non... ciuccio... ;) e neppure ho inserito il nome di un animale suino che fa... porc-herie... ;)

EVVIVA!!! perché non sono il solo a donare!!!! E perché il mondo Mac è pieno di Utenti come te e me che non speculano nel mondo dei Software... :) Tu fai ancor meglio di me...

Ciao

Link to comment
Share on other sites

ET, ai bei tempi - parlo di oltre 15 anni fa - mi ero studiato tutti, dico TUTTI, i comandi del DOS. In pratica, avendo un computer con su il DOS ero in grado di fare praticamente qualsiasi cosa senza nemmeno starci a pensare. Eppure, malgrado questo, utilizzavo sempre e solo il Mac, con la sua interfaccia grafica. Passai poi per un [breve] momento di Linux-mania, durante il quale mi ero fatto indottrinare da frasi come "i veri informatici usano Linux", "con Linux si fa tutto più velocemente", "solo con Linux si ha il vero controllo totale del computer" e altre cavolate del genere. Avevo così iniziato a studiarmi i vari comandi della shell di Linux, pensando che se lo avevo fatto con DOS, lo potevo fare tranquillamente con il sistema operativo del Pinguino. Finché all'improvviso, senza un motivo apparente, quando ancora ero agli inizi del mio nuovo periodo di studio compulsivo, sono rinsavito e mi sono reso conto che per me l'interfaccia a caratteri era ormai storia antica e che la consideravo sempre e comunque obsoleta, con buona pace del sentirmi "un informatico vero". Da allora, si parla di 6 o 7 anni fa, almeno a casa ho eliminato qualsiasi PC e vivo felice con i miei Mac e con la loro bella interfaccia grafica. Certo, mi piace ancora sapere ogni file dove si trova e cosa ci sta a fare, ma per me il Terminale è uno strumento da usare solo e soltanto quando davvero non c'è nessun altro modo per risolvere un problema o per compiere una data operazione. Come ultima risorsa, insomma. Quindi ora ti chiedo: perché mai devo andare a scrivere complessi comandi nel terminale, quando posso benissimo abilitare l'utente root e rientrare nel sistema come tale per fare tutte le modifiche che voglio ai permessi di qualsiasi file o cartella via interfaccia grafica? Perché devo dare un non meglio specificato 777 a una cartella, quando con un semplice mela-i sulla stessa posso impostare l'accesso completo per tutti gli utenti?

Detto questo, i tuoi post sono sempre utilissimi e interessantissimi, anche se continui a rivaleggiare con me quanto a prolissità grafomane! ;)

Link to comment
Share on other sites

Quindi ora ti chiedo: perché mai devo andare a scrivere complessi comandi nel terminale, quando posso benissimo abilitare l'utente root e rientrare nel sistema come tale per fare tutte le modifiche che voglio ai permessi di qualsiasi file o cartella via interfaccia grafica? Perché devo dare un non meglio specificato 777 a una cartella, quando con un semplice mela-i sulla stessa posso impostare l'accesso completo per tutti gli utenti?

Ciao Guass. La tua storia mi assomiglia quasi al 100%... :) E concordo sulla modernità della GUI. Resta il fatto che, con Leopard che è UNIX e non "UNIX compatibile", la gestione dei Permessi è cambiata ancora in peggio qualora tu agisca dalla GUI. Se lo fai, in più occasioni vedrai apparire doppi proprietari e/o altre stranezze fino a essere costretto a reinstallare Leopard per ripristinare tutto. Attraverso Utility Disco, infatti, qualora tu sia intervenuto sui Permessi Generali della Cartella Libreria nella root, o di Applicazioni, eccetera, magari per UNIFORMARE i permessi dopo l'aggiunta di Plug-Ins e similari... vedrai che Leopard è come impazzito. La GUI, inoltre, non consente di gestire tutte le Utenze neppure sbloccando il Lucchetto dell'Inspector (Mela+I).

Peccato che non siamo vicini... a parte la differenza di età che penso ci sia.

Quanto ad abilitare l'Utente root (Ti sarei davvero GRATISSIMO se mi dici come fare dalla GUI, visto che Leopard non dispone più di Gestione Netinfo e mi scoccio a cercare in Rete), non conviene agire dal suo interno per un semplicissimo motivo: qualora lo si attivi, Mac OS X lo considera un Utente a tutti gli effetti e ne crea una sua propria Home. Per la qualcosa molte azioni restano incarcerate al suo interno o poi ti ritrovi con file dell'Interfaccia o con Drivers, eccetera scompisciati e che l'Utenza normale non gestirà appieno.

Insomma... ad abilitare root si creano interferenze nel Sistema e alcune potrebbero causare qualche problema, evidente o nascosto! Meglio usare Terminale perché... anche se Mac OS X è Apple... Mac OS X non fa altro che appoggiarsi a UNIX, sia graficamente e sia, occultamente, in formato testo.

NON ESISTE ancora, purtroppo, un SO che sia davvero moderno e che abbia una struttura non simil-dos (anche se dos è una brutta copia di UNIX...). Il vero progresso ci sarà con Hardware che non abbisogneranno di file e di comandi quali rm, ls, cp, cd... ma saranno oggetto-dipendenti, magari in nano-tecnologia neuro-plasmica :)

Accendi o, meglio, ti avvicini e sei riconosciuto, parli (o, addirittura... pensi... ma per questo ci vorranno molti più anni...) e un CHIP capisce al volo per poi far eseguire ciò che ti serve a un altro CHIP creato allo scopo: video, audio, eccetera...

ABBASSO i files!!!!!!!!! MMMMMM e la schiavitù a cui ci hanno condizionati, incastrandoci nella informatica FRAMMENTARIA e inducendo l'umanità (inclusi gli ambiti scientifici) a un impazzimento e a una visione del mondo deculturato e deculturante. :(

Ciao.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share