Considerazioni del MBA (da viaggiatore)


Alfamac
 Share

Recommended Posts

Salve a tutti

Dopo aver letto le peggiori critiche su di un portatile del genere dai sostenitori dei classici portatili vorrei ben esprimere a cosa serva il MBA dal punto di vista di chi, per lavoro, deve trasferirsi all'estero continuamente e necessita di qualcosa che si porti in giro con facilita'.

Lavoro in varie zone del pianeta (USA Europa, Israele, Cina....) e da sempre ho avuto necessita' si qualcosa di piccolo con batteria caparbia. Leggendo le mie varie recensioni la scaletta è stata questa:

Sony Vaio t37 (10.6' in 1.3 kg con 1.2ghz ULV)

PB 12 1.5ghz superdrive

macbook bianco 2.0 ghz superdrive

Macbook pro 15 2.16ghz

Tra questi il peggiore per me è stato (e lo è) il MACBOOK PRO. Fermo restando che rimane il piu piccolo nella sua categoria come potenza e peso pero andarci in giro non è il massimo..

pesa 2.5 kg, la batteria dura per la sua categoria ma non esageratamente, grosso per aprirlo comodamente in aereo o tenerlo in treno o taxi... etc..

tra tutti il migliore è stato il pb12, vero compromesso tra ptenza e prestazioni con dei piccoli svantaggi rispetto al macbook bianco (batteria, no 2dita sul touchpad e schermo non ai massimi).

Il vaio, ottimo da portare in giro era una follia!! a parte che il prezzo in italia era di 2800 EURO!! oggi gli ULV non superano il 1.2ghz, la tastiera super piccola non aiutava a scrivere e 10', ragazzi ce ne vuole!!

detto questo lode al macbook bianco per le sue caratteristiche ma il peso di 2.3kg IMHO lo scoraggia non poco.

Fatta la premessa passiamo alle esperienze d'uso:

il dvd è vero, si usa poco e consuma batteria se utilizzato, in piu con il mba si puo mettere nella stessa custodia e si porta via.

Il wifi oggi è veramente essenziale ed il concetto di implementarlo a tal punto è stata una genialata! Ottimo anche aver scelto le dimensioni dello schermo ma soprattuto la sua "sottilita'". Proprio l'essere fino lo rende vantaggioso da portar in giro!

Quello che la gente che lo critica non capisce è che tali portatili non possono essere UNICI! Devono essere accoppiati ad una base fissa che sia appunto magari un iMac a casa dato che sono strutturati solo per andare in giro e non per far girare QUAKE 37!!.

Insomma, con sconto studenti a 1600 euro mi porto a casa un fantastico laptop come l'ho sempre sognato, il lettore e l'adattatore ethernet.

Se avessi ancora il fisso lo prenderei senza pensarci!!

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 40
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Io dico che è un prodotto destinato ad un determinato "target" di persone...come ovviamente lo è ogni prodotto Apple. Ognuno valuta le proprie esigenze e in base a queste esigenze, sceglie il prodotto da acquistare...il MBA lo vedo destinato a persone che viaggiano in continuazione e hanno bisogno di lavorare al pc in tutti i posti (Alfamac citava il sedile posteriore di un taxi), per ovviare al problema del drive, ci sono le tasche degli zaini, al problema dell'unica USB, ci sono gli hub, al problema dell'ethernet, c'è l'adattatore...sommiamo tutti i pesi di questi oggetti...arriviamo ad un MBP?!!!? Io non credo...

Link to comment
Share on other sites

Di sicuro non si arriverà al peso di un MB Pro, ma rimane sempre il fatto che portarsi appresso tutta una serie di accessori, che poi si possono rivelare indispensabili, limita la portatilità dell'Air.

Comunque sia quello che critico di più, nei confronti di Apple, è di aver estremizzato troppo il design, in modo da fare colpo, sacrificando aspetti non proprio secondari. La riprova della bontà di un progetto con maggior buon senso è il nuovo ultraportatile della Lenovo X300. A scapito di uno spessore relativamente maggiore e di soli 100g di peso in più, offre una unità ottica integrata, più porte usb, porta ethernet, batteria removibile e maggior "respiro" alla Cpu.

Insomma una "sottiletta" valgono 100g in più, oppure no?

Link to comment
Share on other sites

Di sicuro non si arriverà al peso di un MB Pro, ma rimane sempre il fatto che portarsi appresso tutta una serie di accessori, che poi si possono rivelare indispensabili, limita la portatilità dell'Air.

Comunque sia quello che critico di più, nei confronti di Apple, è di aver estremizzato troppo il design, in modo da fare colpo, sacrificando aspetti non proprio secondari. La riprova della bontà di un progetto con maggior buon senso è il nuovo ultraportatile della Lenovo X300. A scapito di uno spessore relativamente maggiore e di soli 100g di peso in più, offre una unità ottica integrata, più porte usb, porta ethernet, batteria removibile e maggior "respiro" alla Cpu.

Insomma una "sottiletta" valgono 100g in più, oppure no?

con il prezzo minimo che dovrebbe salire di 400 dollari ;)

Link to comment
Share on other sites

Il MBA attuale sarebbe assolutamente perfetto se avesse un solo accessorio: il dock. Il discorso più o meno si chiude qui, perché come osservato da molti a livelli puramente numerici di CPU, bus ecc. ecc. è abbastanza superiore alla concorrenza (monitor a parte ... il Lenovo ha una risoluzione di 1440x900 pixel ... come il MBP). Ma tutti i subnotebook della concorrenza hanno appunto il dock, che ne aumenta ovviamente la versatilità.

Ah, qualcuno mi spiega perché il computer Lenovo sarebbe praticamente obbligatorio da prendere in versione con disco non tradizionale? Ho letto altre recensioni ma non mi sembra d'aver notato problemi del genere.

Link to comment
Share on other sites

Ma comunque ci sono accessori, tra quelli che ho citato, che alcune persone non ritengono indispensabili....personalmente, per quante volte mi è capitato di portarmi in giro il notebook, non mi è mai capitato di masterizzare...l'adattatore ethernet...penso che non abbia tutto sto peso, lo potremmo confrontare con il telecomando del macbook o dell'imac, trovo solo una cosa "mal pensata", una sola USB....e per gli hd da 2,5" che si alimentano tramite USB (con la doppia porta per intenderci :) ) come si fà?!?!?!!

Link to comment
Share on other sites

Scontato che MBA verrà portato in giro in una borsa e non in una busta come nella pubblicià, credo che nella borsa ci stiano sia il lettore cd/dvd, il piccolo adattatore ethernet e un hub per l'usb.

Rimane il fatto che nell'uso on the road non è che uno si porta in giro una stampante, lo scanner o robe simili, per cui la presenza di una sola usb potrebbe essere giustificata, come la mancanza di ethernet. Cioè se sei in aereo o in taxi o in metro non è che ti siedi e ricrei l'ufficio.

E poi Jobs l'ha detto: il traguardo di questa macchina è il wireless.

Link to comment
Share on other sites

Scontato che MBA verrà portato in giro in una borsa e non in una busta come nella pubblicià, credo che nella borsa ci stiano sia il lettore cd/dvd, il piccolo adattatore ethernet e un hub per l'usb.

Eh... ma a quel punto il vantaggio d'avere il computer superleggero? :-D

Cioè se sei in aereo o in taxi o in metro non è che ti siedi e ricrei l'ufficio.

Se in una metropolitana cacci fuori un MBA non credo che ne uscirete insieme :-)

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share