Sign in to follow this  
paolomusolino

Voglio un programma facile per creare siti web!

Recommended Posts

iWeb, dentro alla cartella applicazioni del tuo mac.

potrei sapere gentilmente dove trovo questa cartella sono un neofita del mac e non la trovo complimenti per il sito bellissimo:)

Share this post


Link to post
Share on other sites

La cartella Applicazioni normalmente la trovi, per il collegamento, già preinstallata nel Dock.

Altrimenti trovala con questo semplice percorso: /Applications.

Cioè, la prima cartella che compare sul tuo volume (disco) principale.

Ma non troverai più iWeb, attualmente è stato dismesso da Apple e non viene più distribuito né supportato.

Altri sistemi semplici e più completi si sono resi disponibili.

Mentre i sistemi altamente professionali sono ormai maneggiabili anche da utenti con scarse conoscenze di compilazione di codice.

Per cose semplici puoi usare WordPress ed altri CMS gratuiti o a poco prezzo, per cose più professionali, ma accessibili, ti consiglio Joomla o Drupal.

Su questo Forum è attiva una discussione su Joomla, dove potrai avere supporto e consigli, nel caso

http://www.macitynet.it/forum/altri-software-dtp-web/120575-come-farsi-un-sito-professionale-col-cms-joomla.html#post1393951

Share this post


Link to post
Share on other sites

C'è anche Blue Griffon (bluegriffon.org): è una prosecuzione di NVU, ma è moooolto più avanti.

Nulla a che vedere con la semplicità di iWeb, ma si riesce a fare cose decenti senza conoscere l'html.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me, se hai voglia di spendere un pochino, è bello Rapidweaver. E' semplice, veloce e non richiede conoscenze particolari (il che implica anche che non metta a disposizione buoni strumenti per l' implementazione del codice, e lo renda difficilmente utilizzabile per sviluppare applicazioni web).

Share this post


Link to post
Share on other sites

I contributi sono sempre graditi.

Però non è che sia sempre bello ed educativo stare a proporre soluzioni costose e proprietarie.

Quando esistono soluzioni open source o freeware, che tra l'altro sono più complete, moderne, gratuite e professionali

Share this post


Link to post
Share on other sites

I contributi sono sempre graditi.

Però non è che sia sempre bello ed educativo stare a proporre soluzioni costose e proprietarie.

Su questo permettimi di dissentire. Secondo me proporre un software a pagamento, se quest' ultimo è valido e soprattutto dal costo "sostenibile" (se paragoni Rapidweaver a Dreamweaver ad esempio) non è una brutta cosa.

Quando esistono soluzioni open source o freeware, che tra l'altro sono più complete, moderne, gratuite e professionali

Non so quante applicazioni opensource o freeware siano più complete e professionali di quelle che si pagano. C' è poco da fare, nella maggior parte dei casi, se uno compra un prodotto è perchè compra anche qualità maggiore. Io ho recentemente acquistato la Adobe Creative Suite 5 : Web Premium facendo un bell' investimento, ma mi rendo conto che è lontano anni luce da altri software.

Tornando al discorso di partenza, se uno volesse un software semplice ma anche molto completo, consiglio The Escapers: Flux (a pagamento) e spero di non offendere/irritare nessuno nel farlo :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Su questo permettimi di dissentire. Secondo me proporre un software a pagamento, se quest' ultimo è valido e soprattutto dal costo "sostenibile" (se paragoni Rapidweaver a Dreamweaver ad esempio) non è una brutta cosa....

E poi di che altro hai bisogno?

Firework, Photoshop, Illustrator e Flash, quantomeno...

Ed il costo, sei sei logico, comincia a farsi poco sostenibile da uno che inizia.

Comunque non volevo censurarti, ma non sono più facili, sono tutte obbligatoriamente oggetto di studio, bisogna farsi sempre una preparazione professionale per poterle usare

... Non so quante applicazioni opensource o freeware siano più complete e professionali di quelle che si pagano...

Joomla, Drupal, WordPress, persino Blogger... basta o debbo continuare?

... Io ho recentemente acquistato la Adobe Creative Suite 5 : Web Premium facendo un bell' investimento, ma mi rendo conto che è lontano anni luce da altri software....

Lontano solo qualche migliaio di euro e qualche anno indietro rispetto a soluzioni web più avanzate e moderne.

È un modo vecchio e statico di lavorare.

Un mio parere, naturalmente.

Ne possiamo discutere, sui tempi di realizzazione, sulla sicurezza, sulla qualità dei risultati, sugli esempi da portare, sull'indicizzazione che si ottiene, sulla creatività che ci ci può sviluppare sopra, sullo sviluppo, sulle comunità che li supportano, sui manuali, sull'apprendimento, ed infine, ma non per ultimo, sul costo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comunque non volevo censurarti, ma non sono più facili, sono tutte obbligatoriamente oggetto di studio, bisogna farsi sempre una preparazione professionale per poterle usare

Rapidweaver? Basta scegliere il layout e il template e hai fatto metà del lavoro...

Joomla, Drupal, WordPress, persino Blogger... basta o debbo continuare?

Questi sono CMS, mentre io parlavo di applicazioni desktop. Non tutti hanno bisogno di soluzioni precotte.

Lontano solo qualche migliaio di euro e qualche anno indietro rispetto a soluzioni web più avanzate e moderne.

È un modo vecchio e statico di lavorare.

Un mio parere, naturalmente.

L'hai detto tu, un tuo parere. De gustibus non disputandum. Comunque, con la licenza per le università, ho pagato meno che 500 euro.

Ne possiamo discutere, sui tempi di realizzazione, sulla sicurezza, sulla qualità dei risultati, sugli esempi da portare, sull'indicizzazione che si ottiene, sulla creatività che ci ci può sviluppare sopra, sullo sviluppo, sulle comunità che li supportano, sui manuali, sull'apprendimento, ed infine, ma non per ultimo, sul costo

Non è sicuramente mia intenzione dilungarmi in queste cose che, comunque, sono abbastanza soggettive. Per l'indicizzazione secondo me però, non dipende dal programma ma dal codice che scrivi (questo a meno che non usi un programma che scrive al posto tuo il codice) e per la creatività, devi ammettere che il livello di interazione che c'è tra i software, Adobe è impareggiabile; non hai praticamente limiti interagendo tra Dw, Ps, Fw e Fl.

Detto questo spero che tu non fraintenda lo spirito con cui scrivo queste cose, che non è assolutamente quello di imporre la mia opinione. Anzi, è una discussione molto interessante e mi fa piacere sentire chi sicuramente ne sa più di me :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rapidweaver? Basta scegliere il layout e il template e hai fatto metà del lavoro...

Con i CMS detti basta scegliere il template ed hai fatto metà del lavoro.

In più i template li trovi già preinstallati.

O te li puoi scegliere tra migliaia.

Ma non li uso, io preferisco farmeli da solo.

Se vuoi li puoi usare quelli che faccio, sono gratuiti e scaricabili, a disposizione di tutti, come dovrebbe essere.

Se vuoi, basta un clic, te li faccio anche usabili da Dreanweaver o da Rapiweaver, basta chiedere, nel caso ti piacessero

... Questi sono CMS, mentre io parlavo di applicazioni desktop. Non tutti hanno bisogno di soluzioni precotte...

Il tema di questa discussione era una soluzione completa, quindi non soluzioni desktop.

E comunque le soluzione desktop sono antiquate, il CMS è il presente ed il futuro della compilazione web.

Precotte, che termini.

Non è così che si ragiona, non c'è nulla di precotto nei CMS, come ti viene quest'idea?

Il precotto si riferisce a soluzioni senza fantasia e creatività.

Non è il caso dei CMS, è una falsa interpretazione.

È chi usa schemi e template pronti, senza metterci le mani che consuma soluzioni precotte.

Ma non parlo di precotto in ogni caso, anche di quelli che lo fanno.

La creatività è scalare, dipende dal talento e dalle predisposizioni personali.

Ammiro chi fa bei siti, robusti, sicuri e ben indicizzati, navigabili e gradevoli, se li fa con soluzioni a pagamento o con altri sistemi poco importa.

Se poi uno è un dilettante, ma si impegna, va aiutato e capito, sempre che non abbia pretese che non gli appartengono

... Per l'indicizzazione secondo me però, non dipende dal programma ma dal codice che scrivi (questo a meno che non usi un programma che scrive al posto tuo il codice) e per la creatività, devi ammettere che il livello di interazione che c'è tra i software Adobe è impareggiabile.

Non è così.

E non solo un mio parere.

Se poi qualcosa scrive un codice, che comunque io uso è normale, non è disdicevole.

Sarebbe come dire che il programmatore che usa libreria e le dylib è un essere inferiore...

È semplicemente il modo evoluto di fare.

Non è che lo stilista di auto viene sminuito perché usa le ruote, inventate migliaia di anni fa.

È normale usare le conoscenze acquisite, fa parte del complesso delle conoscenze.

Non mi sento sminuito perché uso una calcolatrice per fare i conti, ma anche se usassi le tavole pitagoriche sarebbe lo stesso.

D'altra parte anche Rapidweaver fa così, non era questo il motivo per cui non lo considero la migliore soluzione.

Ma io con un CMS quando uso gli override dei template e scrivo gli alias delle url direttamente come intestazione degli articoli, li faccio corrispondere nella site map e li quantifico nella tagcloud (funzioni che in WordPress sono eccellenti ed integrate) ottengo risultati di maggiore impatto e di maggior rilievo che in altre situazioni.

Nel software Adobe di impareggiabile c'è anche il prezzo e la standardizzazione, strettamente legate al software proprietario ed esclusivo.

Nessuno ne nega i pregi, ne nego, e non solo io, la validità in molti campi e gli addebito la sudditanza culturale che impone.

e non tutto il suo software è il migliore.

PhotoShop lo è, ma io lavoro da anni con Gimp e non ho difficoltà a creare quel che voglio.

Illustrator non vale quanto altri vector open source.

Flash... è solo lui, uno standard, ma abbastanza discusso, vedi la posizione Apple.

Di tutte queste cose se ne può discutere, fare il tifo ha poco senso.

un creativo lo è anche senza strumenti, quello che conta sono i risultati.

Ma non sarà mai una costosa ed esclusiva suite che sostituisce il talento o la professionalità.

Come una macchina eccezionale non fa un fotografo ed una Ferrari un pilota.

In ogni caso l'acquisto alle condizioni di speciali per studenti non ti consente di fare produzione commerciale, quindi il tuo ragionamento vale solo per lo studio e l'apprendimento.

Poi se lo vuoi usare dovrai pagare, né più né meno come il professionista affermato.

Oppure sei fuori legge, come se l'avessi scaricato dai torrent.

E se volessi deciderti ad usare l'open source dovresti ricominciare daccapo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Con i CMS detti basta scegliere il template ed hai fatto metà del lavoro.

In più i template li trovi già preinstallati.

O te li puoi scegliere tra migliaia.

Ma non li uso, io preferisco farmeli da solo.

Se vuoi li puoi usare quelli che faccio, sono gratuiti e scaricabili, a disposizione di tutti, come dovrebbe essere.

Se vuoi, basta un clic, te li faccio anche usabili da Dreanweaver o da Rapiweaver, basta chiedere, nel caso ti piacessero

Il tema di questa discussione era una soluzione completa, quindi non soluzioni desktop.

E comunque le soluzione desktop sono antiquate, il CMS è il presente ed il futuro della compilazione web.

Precotte, che termini.

Non è così che si ragiona, non c'è nulla di precotto nei CMS, come ti viene quest'idea?

Il precotto si riferisce a soluzioni senza fantasia e creatività.

Non è il caso dei CMS, è una falsa interpretazione.

È chi usa schemi e template pronti, senza metterci le mani che consuma soluzioni precotte.

Ma non parlo di precotto in ogni caso, anche di quelli che lo fanno.

La creatività è scalare, dipende dal talento e dalle predisposizioni personali.

Ammiro chi fa bei siti, robusti, sicuri e ben indicizzati, navigabili e gradevoli, se li fa con soluzioni a pagamento o con altri sistemi poco importa.

Se poi uno è un dilettante, ma si impegna, va aiutato e capito, sempre che non abbia pretese che non gli appartengono

Non è così.

E non solo un mio parere.

Se poi qualcosa scrive un codice, che comunque io uso è normale, non è disdicevole.

Sarebbe come dire che il programmatore che usa libreria e le dylib è un essere inferiore...

È semplicemente il modo evoluto di fare.

Non è che lo stilista di auto viene sminuito perché usa le ruote, inventate migliaia di anni fa.

È normale usare le conoscenze acquisite, fa parte del complesso delle conoscenze.

Non mi sento sminuito perché uso una calcolatrice per fare i conti, ma anche se usassi le tavole pitagoriche sarebbe lo stesso.

D'altra parte anche Rapidweaver fa così, non era questo il motivo per cui non lo considero la migliore soluzione.

Ma io con un CMS quando uso gli override dei template e scrivo gli alias delle url direttamente come intestazione degli articoli, li faccio corrispondere nella site map e li quantifico nella tagcloud (funzioni che in WordPress sono eccellenti ed integrate) ottengo risultati di maggiore impatto e di maggior rilievo che in altre situazioni.

Nel software Adobe di impareggiabile c'è anche il prezzo e la standardizzazione, strettamente legate al software proprietario ed esclusivo.

Nessuno ne nega i pregi, ne nego, e non solo io, la validità in molti campi e gli addebito la sudditanza culturale che impone.

e non tutto il suo software è il migliore.

PhotoShop lo è, ma io lavoro da anni con Gimp e non ho difficoltà a creare quel che voglio.

Illustrator non vale quanto altri vector open source.

Flash... è solo lui, uno standard, ma abbastanza discusso, vedi la posizione Apple.

Di tutte queste cose se ne può discutere, fare il tifo ha poco senso.

un creativo lo è anche senza strumenti, quello che conta sono i risultati.

Ma non sarà mai una costosa ed esclusiva suite che sostituisce il talento o la professionalità.

Come una macchina eccezionale non fa un fotografo ed una Ferrari un pilota.

In ogni caso l'acquisto alle condizioni di speciali per studenti non ti consente di fare produzione commerciale, quindi il tuo ragionamento vale solo per lo studio e l'apprendimento.

Poi se lo vuoi usare dovrai pagare, né più né meno come il professionista affermato.

Oppure sei fuori legge, come se l'avessi scaricato dai torrent.

E se volessi deciderti ad usare l'open source dovresti ricominciare daccapo

Piccolo appunto. Sull'ultima cosa che hai scritto sono quasi sicuro che la licenza sia completa e preveda anche la produzione commerciale. Forse sono io che non mi spiego bene, ma il discorso sul codice non era quello di dire che è giusto re-inventare la ruota, quanto quello che se uso un software full wysiwyg allora non devo aspettarmi che il codice che scrive il mio programma sia conforme agli standard. Per quanto riguarda la creatività, come non essere d'accordo con te, anche se non vedo perchè un creativo non dovrebbe utilizzare strumenti che gli sono congegnali per ridurre il tempo di lavorazione o automatizzare certi processi, tutto quà.

Non vedo perchè, infine, dovrei riniziare d'accapo se passassi all'open source... io ho iniziato su Ubuntu con software open source e ho notato solo miglioramenti passando al software commerciale (mia opinione ovviamente).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Piccolo appunto. Sull'ultima cosa che hai scritto sono quasi sicuro che la licenza sia completa e preveda anche la produzione commerciale. Forse sono io che non mi spiego bene, ma il discorso sul codice non era quello di dire che è giusto re-inventare la ruota, quanto quello che se uso un software full wysiwyg allora non devo aspettarmi che il codice che scrive il mio programma sia conforme agli standard. Per quanto riguarda la creatività, come non essere d'accordo con te, anche se non vedo perchè un creativo non dovrebbe utilizzare strumenti che gli sono congegnali per ridurre il tempo di lavorazione o automatizzare certi processi, tutto quà.

Non vedo perchè, infine, dovrei riniziare d'accapo se passassi all'open source... io ho iniziato su Ubuntu con software open source e ho notato solo miglioramenti passando al software commerciale (mia opinione ovviamente).

Escludo assolutamente che tu possa usare (legalmente) la licenza educational per uso commerciale, anche se poi non gliene fregherebbe nulla a nessuno.

Il guadagno di queste organizzazioni è legato ai rinnovi dello zoccolo duro delle società che acquistano licenze a pacchi.

Il resto lo potrebbero regalare la domenica mattina davanti ai supermercati.

Non ho ben capito il discorso sul Wysiwyg, il codice deve essere sempre conforme agli standard.

Da un Wysiwyg mi aspetto solo che non mi stravolga i CSS del template se non lo chiedo espressamente e che rispetti gli standard.

Se mi mette in condizione di stare a rimettere le mani sul precompilato, o a correggere per poter validare, mi incazzo non poco...

Sull'open source ho espresso sempre un'opinione tranquilla, un professionista deve produrre, non sposare un'idea, per raggiungere risultati ed esprimere creatività.

Se gli strumenti sono open o proprietari non deve essere una discriminate prioritaria.

Prioritari sono i risultati e le caratteristiche che li connotano.

Uso Joomla di preferenza tra i CSM, mi sembra il migliore e restituisco il favore contribuendo per quel posso alla comunità.

I template li so fare, ma riesco ad esprimermi meglio e raggiungere risultati migliori compilandoli con un'applicazione commerciale.

Con buona pace di chi non è d'accordo, non sono un martire, solo un professionista

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this