Sign in to follow this  
admin

Commenti al Keynote di WWDC 2005 e al futuro di MacIntel

Apple e Intel - evento epocale per il mondo IT: cosa ne pensate?  

474 members have voted

  1. 1.

    • L'idea più geniale di Jobs per conquistare mercato e prestazioni
      50
    • Una scommessa sul futuro che vedo positivamente
      205
    • Una semplice scelta di mercato
      97
    • Sono perplesso: mi sento tradito
      100
    • Sono sconvolto, è la fine di Apple
      51


Recommended Posts

E poi, maremma zucchina, mi voglio un po' arrabbiare anch'io. Ma che è tutto questo elitarismo per un processore? "Noi c'abbiamo il PPC, quindi siamo meglio". Mamma mia! Da quando sono passato al Mac l'ho sempre consigliato, perché sono convinto che (nonostante alcuni difetti) come esperienza globale il Mac sia migliore di Windows. Io ci lavoro meglio, per me è indubbio. I miei amici oramai mi definiscono "fanatico" del Mac. Ho fatto switchare 2 persone e ne preparo una terza.

Ma raga, che diamine di processore ci giri dentro, ma chi se ne cale? Certo, se tra 2 anni Mac OS X farà schifo, allora mi lamenterò, sciopererò, non comprerò più il Mac... Ma fino ad allora, ma che mi ha fatto Apple oggi, mi ha picchiato la sorella?

Un paio di mesi fa assistetti di persona, esterrefatto, alla magnificazione del Mac da parte di un vecchio Mac-user che ne declamava le qualità ad un povero utente Windows. Ebbene, le cose dette furono delle tali str0n7ate che quell'altro rimarrà sempre un utente Windows (perché lui di computer qualcosa ci capisce, quel mac-oratore invece no).

Insomma, piedi per terra, please, e meno puzza sotto al naso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

è stato introdotto il cavallo di ***** nelle mura della città nemica.

Sono d'accordo con te, specie se il cavallo è Jobs ad averlo costruito :cool:

Rimane un solo punto oscuro secondo me: cosa succederà con le vendite nel periodo di transizione...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dunque, io devo comprarmi un portatile. E' OVVIO che me ne infischio se tra 2 anni potro' avere un portatile basato su Intel, quindi lo devo prendere ora. Ma la questione è: quando cavolo usciranno se usciranno gli iBook aggiornati??? Sinceramente se gli iBook non faranno un balzo anche piccolo in avanti in termini di RAM e scheda video comincio a pensare di prendere qualcosa che ODIO con tutto il cuore ma che mi da la possibilità di risparmiare avendo tutti gli ultimi "ritrovati": una schifezza di Wintel! NO TI PREGOOOOO, fate uscire gli iBook nuovi, non voglio passare di nuovo a Win!!! Cioè la domanda è: continuerà Apple a "curare" il suo parco pc o si adagerà fino alla fine del 2006? E' un po' presto per fare premarketing...

Share this post


Link to post
Share on other sites

dandy, calmino,

Cosa successe a SGI quando passò ad Intel dall'architettura proprietaria? SGI ha (praticamente) chiuso i battenti. La stessa strada toccò a Cray ed altri.

Tutti sistemi HW/SW proprietari sviluppati in esclusiva l'uno per l'altro. La stessa strada perseguita da Apple fino ad ora.

Adesso invece, Apple annuncia che diventerà l'ennesimo produttore di macchine "simil -PC"(non voglio dire uguali perché probabilmente molte differenze rimarranno). Qui si apre davanti una nuova prospettiva, ma anche un abisso, cioè che qualcuno trovi il modo di trasformare un assemblato da supermercato in un Mac vero e proprio.

Lo dico da utente Mac dal lontano 1985: Apple corre il rischio di diventare una casa produttrice di solo software, e ciò sarebbe inevitabilmente la fine.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se vi dicessi che di primo acchito non sono rimasto scioccato mentirei piu' a me stesso che a voi, pero' sinceramente non sono preoccupato, perche' non ho abbastanza informazioni per esserlo, per ora so solo che le applicazioni , che presumibilmente verranno scritte in binari FAT d'ora in poi continueranno a girare sui Mac PPC, quindi rivolgendomi a tutti coloro che hanno preso un mac da poco, mi unisco ad altri nel tentativo di farvi capire che non avete buttato via i vostri soldi. Se vorrete prendere un Macintel nuovo i vostri vecchi software creati per girare su PPC funzioneranno ancora grazie al motore "Rosetta".

Quello che non so e' in che modo la Apple pensa di vendere Mac PPC in questi futuri due anni di transizione e con che faccia dopo aver dileggiato per anni il produttore di chip Intel dicendo che i loro processori sono lenti mentre adesso sono la casa produttrice con la migliore roadmap per il futuro.

In che modo la Apple si tutelera' per evitare che OS X non possa essere installato su PC non macintel?

Non sono mai stato tanto contento di aver preso due settimane fa il mio iMac G5 come stasera.

Share this post


Link to post
Share on other sites

che vi avevo detto io..il powerbook con processore intel..eccolo lá

Ora vedremo: quando comprerai un pc alla Carrefour il commesso ti chiederá "vuole installare Il Leopard o il classico Windows signore?"

E quando andrai a comprare un powerbook ti chiederanno "Leopard o......Windows... :eek:"

win

Share this post


Link to post
Share on other sites

Max il tuo problema è anche il mio.

Ho seriamente bisogno di un portatile ed ero orientata per un 12" ibook con disco rigido da 60 e 512 di ram in più.

Ho aspettato la conferenza perchè pensavo uscissero i nuovi ibook e invece ... ragazzi cosa devo fare?

Share this post


Link to post
Share on other sites

dandy, calmino,

Cosa successe a SGI quando passò ad Intel dall'architettura proprietaria? SGI ha (praticamente) chiuso i battenti. La stessa strada toccò a Cray ed altri.

Tutti sistemi HW/SW proprietari sviluppati in esclusiva l'uno per l'altro. La stessa strada perseguita da Apple fino ad ora.

Adesso invece, Apple annuncia che diventerà l'ennesimo produttore di macchine "simil -PC"(non voglio dire uguali perché probabilmente molte differenze rimarranno). Qui si apre davanti una nuova prospettiva, ma anche un abisso, cioè che qualcuno trovi il modo di trasformare un assemblato da supermercato in un Mac vero e proprio.

Lo dico da utente Mac dal lontano 1985: Apple corre il rischio di diventare una casa produttrice di solo software, e ciò sarebbe inevitabilmente la fine.

NON mi risulta che MS sia una grande azienda produttrice di HW!! Matbard, vendono software! Quindi se Apple domani venderà solo software (cosa che io assolutamente non mi auguro perchè adoro i Mac) non credo che rischi così tanto!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Premesso che:

- ho programmato in assembly sia su 68k che su PPC;

- amavo ed amo queste due architetture perchè pensate exnovo, in modo pulito e razionale;

- detesto l'architettura x86 perché, al contrario è frutto di infiniti rattoppi (qualcuno ha scritto che è un'architettura impossibile da amare).

Il problema è che se IBM ha deciso di dedicare le sue risorse allo sviluppo di processori per console... il fatto di avere la migliore architettura non è sufficiente a garantire le migliori prestazioni. Soprattutto in prospettiva.

Vediamo quindi i pro e i contro:

Contro:

1) porting delle applicazioni.

Non vedo alcun problema se non per Altivec. MacOS X è nato su PC: la prima realease (Rhapsody) che ho ricevuto girava SOLO su PC :o) Essendo, di fatto, un sistema NEXT, MacOS è intimamente multipiattaforma.

A parte questo, Apple sa benissimo come emulare il vecchi HW. Lo ha già fatto con il 68K. I primi PPC emulavano gli ultimi 68K con una perdita di prestazioni trascurabile. Mi aspetto che questo "Rosetta" faccia la stessa cosa

2) calo di acquisti in attesa del nuovo HW.

Apple sopravviverà anche a questo. La situazione finanziaria glielo consente e le prospettive a medio termine compensano ampiamente le perdite a breve.

3) Intel ci sta antipatica:

vabbe... non è un argomento molto tecnico :o/

Pro:

1) prestazioni:

dobbiamo crederci, altrimenti perche lo farebbero?

2) possibilità di eseguire nativamente codice x86:

questo significa che un "emulatore" PC può girare senza apprezzabile calo di prestazioni (non deve emulare il uP ma solo virtualizzare la macchina). In pratica gli utenti Mac potranno usare in una "box" PC (quello che io chiamo un "lazzaretto PC"), qualsiasi sw non disponibile per Mac.

3) MacOS sempre più pronto al grande balzo: OS non più vincolato all'HW. Così doveva essere quando è nato Rhapsody da una costola di NEXT. Additittura ne era prevista una versione "appoggiata" sopra WindowsNT (una libreria di API e un desktop capaci di nascondere NT). Ovviamente tutto questo scomparve quando Apple chiese a MS di continuare a supportare Office per Mac.

Io non sottovaluterei il punto (2): conosco tantissimi utenti PC che non passano a Mac (e vorrebbero) a causa di una o due applicazioni PC che gli sono indispensabili.

Insomma, mi dispiace, ma... sono moooolto ottimista.

PS comunque anche Intel non è detto che sia per per sempre, magari fra altri 10 anni... :o)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.
Sign in to follow this