Sign in to follow this  
admin

Commenti al Keynote di WWDC 2005 e al futuro di MacIntel

Apple e Intel - evento epocale per il mondo IT: cosa ne pensate?  

474 members have voted

  1. 1.

    • L'idea più geniale di Jobs per conquistare mercato e prestazioni
      50
    • Una scommessa sul futuro che vedo positivamente
      205
    • Una semplice scelta di mercato
      97
    • Sono perplesso: mi sento tradito
      100
    • Sono sconvolto, è la fine di Apple
      51


Recommended Posts

Ma proprio noi si diceva che i PowerMac non li vendevano più: troppo costosi, non più velocissimi...

Preferite una morte lenta ma inesorabile ad un salto nel buio? :P

Share this post


Link to post
Share on other sites

ringrazio pertanto steve che nella sua lungimirante e gaia spregiudicatezza oltre ad annullare il valore del mio powerbook nel giro di un quarto d'ora (seppure sostenuto dal signor Adobe e da Rosetta!) ha finalmente rimesso le cose a posto.

guarda che il tuo PowerBook non valeva già nulla.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Posso? :)

A qualcuno la release dei Mac OS X (10.2 per l'esattezza) che girava su un "bel" pentium, era già arrivata da parecchio tempo, in mano, ma non ci voleva credere che quel software fosse un lavoro diretto di mamma Apple, piuttosto che la pazzia di chissà quale smanettone...

E per dirla tutta, non basta avere il Mac OS X compilato per Intel per farlo girare su un PC...

A buon intenditore poche parole... :D

Abbiate Fede! :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

brevementei:

- io da sempre sostenevo che questo passaggio avrebbero divuto farlo contemporanemaente alla introduzione di osx: le sw house avrebbero riscritto una sola volta i programmi, sia loro che apple stessa avrebbero avuto 4-5 anni per ottimizzare il codice di programmi e os per il processore "definitivo", i clienti avrebbero assorbito di buon grado il cambiamento tutto in una volta. In questo modo si sono buttati a mare anni di sviluppo, montagne di soldi e valanghe di credibilita'.

- ovviamente era necesario farlo, e ora e' davvero l'ultimo momento possibile, con le casse piene di soldi grazie all'ipod e rinnovate fama e immagine

- Shiller dice che sui mac girera' anche windows (e quindi pure linux). Ne consegue che adesso apple dovra' sbattersi il doppio: i bench taroccati contro i pentium di penultima generazione non ptranno piu' farli, non potranno piu' nascondersi dietro le baggianate del mhz myth e simili. Se photoshop o mysql non gireranno piu' veloci o almeno tanto veloci qunto su win o linux sulla *stessa macchina* sara' evidente chi e' il colpevole. Oltretutto su win e linux ci sono compilatori piu' performanti di gcc.

- rosetta è una buffonata: "Rosetta does not run the following:

Applications built for Mac OS 8 or 9

Code written specifically for AltiVec

Code that inserts preferences in the System Preferences pane

Applications that require a G4 or G5 processor

Applications that depend on one or more kernel extensions

Kernel extensions

Bundled Java applications or Java applications with JNI libraries that

can't be translated""

- si butta tutto il sw classic

- occorrera' *ricomperare* tutto il sw, a meno che qualche anima pia di sw house offra dei competitive upgrad o simili

- se nel giro di 10gg di sara' il developer kit per gli sviluppatori, dopo 20 avremo i torrent di tiger per intel

- scompare una grande attrattiva del mac del futuro: girare su processori senza palladium (chissa' se la protezione che apple usaera' per evitare che tizio e caio usino osx su white box sara' proprio questa, invece di un bios proprietario?)

- apple sara' costretta ad una politica di prezzi severissima: con un hw ormai assolutamente identico a quello dei pc, nessuno sara' disposto a pagare un mac piu' del 5-10% oltre all'equivalente pc

- ci sara' un tracollo di vendite (e quindi un notevole calo di prezzi) di g4 e g5 a brevissimo

- mi stupisce chi si accorge solo ora che jobs è un raccontapalle gigantesco

- si torna ai 32 bit; non cambia nulla al 99,9% della popolazione, ma tutti quelli che se lo menavano con la storia del "primo pc a 64 bit", jobs compreso, e patapim e patapam, come la metteranno?

- e' evidente che la situazione è stata gestita malissimo. Tutti sapevano che in laboratorio c'era pronto osx per intel (darwin è pubblico e c'erano state molte voci a riguardo), quindi jobs sapeva benissimo del problema, dei ppc, che infatti si protrae ormai da oltre 6 anni. Arrivare a perdere cosi' tanto tempo inseguendo il mito del g5 immagino sia stata la tipica infatuazione del capo (che non è nuovo a simili testardaggini).

- è curioso come un mucchio di gente si senta tradita perche' "per anni ho raccontato ai miei amici che i ppc erano migliori perche' sono risc e c'è il mhz myth, e adesso invece...". Potevano ragionare con la loro testa, senza farsi prendere per i fondelli dal marketing apple: i bench e le spiegazioni su ars technica o su altri rispettabilissimi siti c'erano: bastava leggerli. Devo dire che un pochino godo per la delusione di queste persone.

- dimenticavo: finalmente si potra' avere una emulazione win decente. Peccato che non servira' quasi piu' a nulla, visto che bastera' un reboot con windows sulla seconda partizione.

- Per l'ennesima volta apple dimostra di essere poco affidabile e lungimirante, incapace di focalizzare, ripetendo gli errori fatti con copland e i ppc, con star trek e pink e rhapsody, con il newton, con pippin, con eworld eccetera. E proprio per questo resta una azienda affascinante, direi quasi di altri tempi.

Per finre, un momento di humor:

http://www.apple.com/it/imac/processor.html

Share this post


Link to post
Share on other sites

brevementei:

- io da sempre sostenevo che questo passaggio avrebbero divuto farlo contemporanemaente alla introduzione di osx: le sw house avrebbero riscritto una sola volta i programmi, sia loro che apple stessa avrebbero avuto 4-5 anni per ottimizzare il codice di programmi e os per il processore "definitivo", i clienti avrebbero assorbito di buon grado il cambiamento tutto in una volta. In questo modo si sono buttati a mare anni di sviluppo, montagne di soldi e valanghe di credibilita'.

- ovviamente era necesario farlo, e ora e' davvero l'ultimo momento possibile, con le casse piene di soldi grazie all'ipod e rinnovate fama e immagine

- Shiller dice che sui mac girera' anche windows (e quindi pure linux). Ne consegue che adesso apple dovra' sbattersi il doppio: i bench taroccati contro i pentium di penultima generazione non ptranno piu' farli, non potranno piu' nascondersi dietro le baggianate del mhz myth e simili. Se photoshop o mysql non gireranno piu' veloci o almeno tanto veloci qunto su win o linux sulla *stessa macchina* sara' evidente chi e' il colpevole

- rosetta è una buffonata: "Rosetta does not run the following:

Applications built for Mac OS 8 or 9

Code written specifically for AltiVec

Code that inserts preferences in the System Preferences pane

Applications that require a G4 or G5 processor

Applications that depend on one or more kernel extensions

Kernel extensions

Bundled Java applications or Java applications with JNI libraries that

can't be translated""

- si butta tutto il sw classic

- occorrera' *ricomperare* tutto il sw, a meno che qualche anima pia di sw house offra dei competitive upgrad o simili

- se nel giro di 10gg di sara' il developer kit per gli sviluppatori, dopo 20 avremo i torrent di tiger per intel

- scompare una grande attrattiva del mac del futuro: girare su processori senza palladium (chissa' se la protezione che apple usaera' per evitare che tizio e caio usino osx su white box sara' proprio questa, invece di un bios proprietario?)

- apple sara' costretta ad una politica di prezzi severissima: con un hw ormai assolutamente identico a quello dei pc, nessuno sara' disposto a pagare un mac piu' del 5-10% oltre all'equivalente pc

- ci sara' un tracollo di vendite (e quindi un notevole calo di prezzi) di g4 e g5 a brevissimo

- mi stupisce chi si accorge solo ora che jobs è un raccontapalle gigantesco

- e' evidente che la situazione è stata gestita malissimo. Tutti sapevano che in laboratorio c'era pronto osx per intel (darwin è pubblico e c'erano state molte voci a riguardo), quindi jobs sapeva benissimo del problema, dei ppc, che infatti si protrae ormai da oltre 6 anni. Arrivare a perdere cosi' tanto tempo inseguendo il mito del g5 immagino sia stata la tipica infatuazione del capo (che non è nuovo a simili testardaggini).

Per l'ennesima volta apple dimostra di essere poco affidabile e lungimirante, incapace di focalizzare, ripetendo gli errori fatti con copland e i ppc, con star trek e pink e rhapsody, con il newton, con pippin, con eworld eccetera. E proprio per questo resta una azienda affascinante, direi quasi di altri tempi.

grande e bentornato. concordo su tutto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Apple Store tutti online.. ergo -> nessuna grossa novità hw, e io che speravo qualcosa sugli ibook, ma mi sa che dobbiamo aspettare Parigi a Agosto/Settembre

nessuna grossa novità hw???? :o

aspetta giugno 2006 che corri su centrino!

Share this post


Link to post
Share on other sites

alcuni hanno la convinzione che uscirà os x per x86. sono i processori intel che verrano presi da apple, non apple che rilascia una versione x86 di os x.

il problema sarà di marketing: o usano processori xenon che vengono aggiornati saltuariamente tornando parzialmente alla situazione attuale, oppure cambiano il parco macchine sull'apple store ogni due mesi.

avete digerito internet explorer come browser di default e adesso è la fine del mondo per un processore invece di un altro? se non lop avessero detto non lo avremmo saputo e nel saperlo io non ci vedo nulla di male. il nemico storico di jobs era l'ibm, e c'ha dati anni di bei processori. insisto sul marketing, ora vendi lo stesso motore, l'estetica e il sistema operativo avranno ora il valore nel prezzo finale in bella mostra, non tutti gradiranno le evidenze che affioreranno

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.
Sign in to follow this