Sign in to follow this  
Linda Sonia

HD Ready o Full HD?

Recommended Posts

prima che mi massacriate d'improperi, volevo dirvi che ho visto che era già stato aperto un topic sull'argomento ma essendo il titolo sbagliato ho pensato di riproporlo in modo corretto :o

devo acquistare un tv che verrà sistemato in un punto della casa non raggiunto da satellite e quindi, su questo tv, guarderò solo programmi analogici e magari (se già incorporato) il digitale terrestre. Ho letto da qualche parte che se guardo le trasmissioni in analogico con un full HD le vedo male e che quindi non mi conviene acquistare un tv con queste caratteristiche anche perchè le trasmissioni in full HD dovrebbero arrivate fra non meno di 5 anni (vero?). cose ne pensate? mi prendo un HD ready?

E poi é vero che mentre gli HD ready hanno ormai raggiunto un buon livello di maturità tecnologica, i full HD sono in continua evoluzione e i vari sistemi di gestione dei segnali digitali presenti sui tv di nuova generazione, potrebbero rendere obsoleti gran parte dei modelli presenti oggi sul mercato?

grazie a tutti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora, la questione full hd e hd ready si potrebbe liquidare valutando semplicemente la misura del tv che vorresti comprare e la distanza di visione. Per intenderci: ad una distanza superiore a 1.80 mt. un pannello da 42' full hd è sostanzialmente non distinguibile da uno hd ready. Tieni conto di una cosa importante: la risoluzione del pannello non cambia, un full hd è SEMPRE full hd, anche se il segnale che riceve è a definizione standard. Sarà l'elettronica del televisore a procedere con un'interpolazione portando il segnale alla risoluzione del pannello, quindi, quanto più è bassa la risoluzione originaria, tanto più lavoro dovrà compiere il processore per "inventarsi" i dati che mancano. Questo implica, ovviamente un lavoro di elaborazione tanto più grande quanto più grande è la differenza di risoluzione. Senza parlare del passaggio da interlacciato a progressivo.....

Detto ciò, entrerebbe in gioco un'eonrme quantità di variabili, ma riassumendo potrei dirti che secondo me se devi guardare soltanto tv analogica o sat. terr. non vale la pena acquistare un full hd. Se però ci dai qualche informazione in più su altri usi (dvd, giochi, computer etc.) e sulle misure di tv a cui stai pensando, vediamo se posso darti una mano.

Saluti

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie Ducciog, la distanza sarà, approssimativamente, di 3 mt o più. pensavo ad un 32". attaccato al tv ci sarà solo un normale lettore dvd.

Quindi, se ho capito bene, nel caso in cui io mi comprassi un 50", l'analogico lo vedrei peggio perchè dovrebbe aggiungere un numero maggiore di pixel inventati al pannello?

Sulla seconda mia domanda, (sistemi di gestione segnali) mi puoi dire qualche cosa?

Share this post


Link to post
Share on other sites

In realtà i fattori sono molti di più, ma semplificando ti posso assicurare che con un 32' a 3 mt. nessuno al mondo noterebbe la differenza tra un full hd e un hd ready. Quanto ai sistemi di gestione dei segnali, credo che tu stia parlando dei processori della tv. Bene, quanto più sarà alta la qualità del segnale, tanto meglio si vedrà una tv HD, che sia full hd o hd ready.

Come ti accennavo il problema fondamentale del gestire sorgenti analogiche in tv digitali è la bassa risoluzione della sorgente. Piccola precisazione: il ns. sistema televisivo è PAL, risoluzione di 720 linee verticali per 576 linee orizzontali (segnale interlacciato...non te spiego perchè è abbastanza complesso). Un segnale hd ha una risoluzione "minima" di 1.024 linee verticali per 720 linee orizzontali. Un tv full hd ha una risoluzione di 1.920 l. vert. per 1.080 l. or. (non è proprio così, ma per il momento ti basti sapere questo).

Prova a fare queste moltiplicazioni: 720 X 576 = 414.720 ; 1.920 X 1.080 = 2.073.600. I risultati rapprensentano i pixel contenuti sugli schermi di un televisore a tubo catodico (il primo prodotto) e di un televisore full hd (il secondo prodotto). Il fatto è che se tu mandi un segnale analogico in un full hd lui deve comunque riprodurlo full hd quindi deve di fatto "creare" le linee che mancano.

Ecco perchè tanto migliore sarà il segnale tanto meglio vedrai la tv, in quanto essa non sarà costretto a fare calcoli molto complessi per interpolare quanto manca all'origine.

Lo so che è complicato, in ogni caso ti consiglio un he ready, risparmieri denaro e vivrai felice.

Ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest 6axi

Esistono due risoluzioni dell'HD: 720 e 1080. Il primo formato è 1280x720, sempre progressivo; Il secondo è 1920x1080 e può essere inerallacciato oppure progressivo. Inoltre, solo per l'universo NTSC, il 1080 può essere 24 (23.976) fps oppure 30 (29.976) mentre il 720p andare ad un framerate doppio pari a 60fps (59.952). Per quello Pal c'è sostanzialmente il 2fps.

Sull'argomento mi vengono da fare alcune considerazioni:

1) Per Full HD si intende la capacità che un display ha di riprodurre 1080 ma non si fa cennno alla differenza fra i e p (interallacciato e progressivo) perché tutti gli schermi a pixel sono progressivi ed il segnale viene deinterallacciato dall'ettronica del TV oppure di un DSP esterno Hi End come il DragonFly ma la migliore soluzione varia a seconda della tecnologia.

Come noto i display a cristalli liquidi, per esempio quelli utilizzati nei monitor dei computer, danno il meglio di se alla risoluzione nativa, cioè punto per punto, e quindi un segnale 720p si dovrebbe vedere meglio usando un LCD con risoluzione di 1280x720 e non 1920x1080; problema che invece non si pone nel caso degli schermi al plasma che utilizzano una classica superficie di fosfori come i CRT solo che li eccitano usando celle di gas ionizzato invece che il noto cannone RGB. Il plasma è una tecnologia matura, affermata dalla metà degli anni novanta che offre un'immagine più contrastata e neri più profondi (+cinelike) dell'LCD, il quale, essendo retroilluminato, ha sempre avuto il problema dl nero.

2) Considera che il fatto che la base di pixel sia solo una matrice con un limite massimo - e dove puoi dunque rappresentarci quadri a risoluzione molto minore della nominale - non vale solo nella relazione risoluzione del film Vs quella dello schermo. Molto più subdolamente conta anche nel rapporto fra risoluzione effettiva dell'ottica+elettronica della camera o scanner Vs quella massima ammessa dal formato. Un po' come nella fotografia chimica o nel cinema possono esserci obiettivi lontani dalla capacità di utilizzare il potere risolvente della pellicola, oggi ci sono molte videocamere HDV 1080 che non solo non raggiungono la nitidezza del formato (o persino la gamma tonale di camcorder SD professionali) ma neppure quella di prodotti più curati che utilizzano il formato 720p. Inoltre il il 1080 è interallacciato, il che significa che, laddove l'inquadratura non preveda soggetti immobili, la massima definizione possibile - nel caso il workflow sia in grado di fruttarla, non sorpassa comunque il valore di 540.

3) Il collegamento analogico per me è in grado di dare ancora grandi soddisfazioni ma ti costa un mucchio di soldi in termini di cavi deossigenati di qualità e corti laddove un cavo HDMI che trasporta il segnale numerico lo comperi con due denari. L'importante è usare il collegamento Component che prevede tre flussi separati per Y (il Luma) Cb (l'eccesso di blue = i valori di Blu - il luma) e Cr (l'eccesso di rosso).

4) La qualità dell'alta definizione via broadcast è molto bassa come è bassa, in proporzione, quella di molti canali SD ed il fatto è dovuto alla banda che le televisioni dedicano agli stessi per poterne trasmettere di più nella larghezza noleggiata ed incassare più pubblicità; inoltre al fatto che la compressione dei dati è CBR, Constant Bit Rate: nel senso che per nessuna ragione il datarate del flusso di immagini può superare il tetto stabilito.

Siccome nella compressione differenziale dell'mpeg maggiori sono le differenze fra i fotogrammi dei GOP (Group Of Pictures) e maggiore è la quantità di dati necessaria per descrivere gli stessi, le scene con maggiore movimento mostrano la ben nota blocchettatura che vediamo durante le partite di calcio quando il regista inquadra un giocatore che corre da solo palla al piede.

La compressione dello streming HD verso il satellite può arrivare 50Mbit/s - più che sufficiente a mettere al ripare da ogni artefatto o blocchettatura dell'immagine, ma il flusso viene ricompresso a 19 CBR verso gli utenti e questa, nient'altro che questa, è la causa della poca qualità del segnale HD.

Ciao.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bravo 6axi, ottima spiegazione. Io mi sono fermato molto prima (semplificando in modo molto "grezzo") e per quelle che erano le mie conoscenze. Se si entra nel dettaglio l'alta definizione diventa veramente un labirinto ..... Ma secondo te ha senso la mia spiegazione "semplicistica" sulla scelta di un hd ready a quella distanza e con quelle dimensioni?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest 6axi

Il rapporto distanza/risoluzione è fondamentale ma penso che abbia poco senso parlarne a prescindere dalla grandezza del display perché è ovvio che con la distanza si perda la capacità di discernere i dettagli (linee a parità di contrasto) ma questa è anche la ragione per la quale i maxischermi (od i manifesti cartacei) rappresentano, si, la medesima quantità di informazioni di una normale tv (o di una fotografia 30x40) ma su una superficie molto più ampia e determinata in funzione della distanza di visione.

Ciao.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti voi, ho scoperto casualmente il forum e la discussione, che mi interessa direttamente. Dovrei vedere il televisore da una distanza sui 2.5 m e vorrei acquistare un plasma da 46" (50 e' troppo, 42 e' poco). Direi che la scelta cade sul Panasonic PZ80/85 FullHD. Il mio problema e' che vorrei invece acquistare un HDReady ma non c'e' da 46 (o giu' di li') al plasma. Quindi sono obbligato al FHD Pana. Tralasciando gli aspetti economici, mi interessa sapere se la mia tipica sorgente (SD digitale terrestre e SD come film dvd) possa vedersi peggio sul FHD che sul HDR. Da suggerimenti avuti da amici e da quello che ho letto, dipende molto dal processore/pannello del tv, che deve (il primo) adattare/inventarsi il segnale SD alle 1900 colonne rispetto alle 1300. E' corretto dire che "e' possibile vedere peggio col FHD" ? Mi scuso in anticipo se avete gia' risposto. Ho letto velocemente la vostra discussione e posto qui perche', non vorrei sbagliarmi, non ho colto una risposta alla mia domanda. Mi sta anche bene che a quella distanza eventuali difetti del FHD rispetto al HDR non si notano.

Ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this