Sign in to follow this  
lucanema

18-55 o 18-70 su D80

Recommended Posts

Anche le compatte lo hanno, ancora più spinto in quanto i sensori sono generalmente molto più piccoli.

In ogni caso, come dicevo prima, un obiettivo 50mm non diventa realmente un 75mm, perchè la prospettiva e il fattore d'ingrandimento rimangono sempre gli stessi di un 50mm, e l'immagine, andando a posarsi su un sensore di superficie inferiore rispetto al formato "pieno", risulterà croppata (ritagliata) ai lati come quella ottenuta appunto da un obiettivo 75mm.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti,mi sono appena iscritto a questo forum nella speranza do avere qualche consiglio utile.Dovete avere pazienza ma son ancora possessore di una vecchia reflex completamente manuale che per 25 anni ha fatto egregiamente il suo lavoro (un vero mulo indistruttibile).

Ma adesso mi sono un pò stufato di continue discussioni con i vari laboratori di sviluppo(lavorano sempre peggio.Quindi o mi faccio tutto da solo (improponibile o salto il fosso e mi prendo una digitale.

Da un pò mi guardo intorno ma non vedo gran chè,ieri però ho visto e maneggiato un pò una Nikon d80 e devo dire che mi è piaciuta moltissimo.

Due cose mi piacerebbe sapere da chi ne sa più di me:

Il tempo che passa dallo scatto all'acquisizione effettiva della foto(difetto insopportabile di molte digitali)

Sento spesso parlare di pulizia del sensore,è veramente così delicato?

ecome avete risolto voi?

Per ultimo:

nei vari kit mi vengono offerti due obiettivi 18-55 o 18-135 spero di ricordare giusto

Quale mi consigliate?

Scusate se ho scritto stupidaggini ma sul digitale sono proprio a 0

Grazie per la pazienza

Share this post


Link to post
Share on other sites

che reflex avevi prima? gli obiettivi sono utilizzabili sulla nikon?

io ti consiglio il 18-135 per avere una ottica che copra già un buon campo, poi dopo potrai ampliarla con altri obiettivi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti,mi sono appena iscritto a questo forum nella speranza do avere qualche consiglio utile.Dovete avere pazienza ma son ancora possessore di una vecchia reflex completamente manuale che per 25 anni ha fatto egregiamente il suo lavoro (un vero mulo indistruttibile).

Ma adesso mi sono un pò stufato di continue discussioni con i vari laboratori di sviluppo(lavorano sempre peggio.Quindi o mi faccio tutto da solo (improponibile o salto il fosso e mi prendo una digitale.

Da un pò mi guardo intorno ma non vedo gran chè,ieri però ho visto e maneggiato un pò una Nikon d80 e devo dire che mi è piaciuta moltissimo.

Due cose mi piacerebbe sapere da chi ne sa più di me:

Il tempo che passa dallo scatto all'acquisizione effettiva della foto(difetto insopportabile di molte digitali)

Sento spesso parlare di pulizia del sensore,è veramente così delicato?

ecome avete risolto voi?

Per ultimo:

nei vari kit mi vengono offerti due obiettivi 18-55 o 18-135 spero di ricordare giusto

Quale mi consigliate?

Scusate se ho scritto stupidaggini ma sul digitale sono proprio a 0

Grazie per la pazienza

Se sei uno che va a discutere con i laboratori di sviluppo credo tu sia una persona abbastanza esigente, per cui non so se i due obiettivi in kit potranno soddisfare appieno le tue esigenze.

In ogni caso potresti cominciare col dire quale macchina hai usato finora e con quali obiettivi, così magari ci si fa un'idea.

Per quanto riguarda i tempi di acquisizione non ti devi preoccupare: ormai sono molto rapidi e in ogni caso diventano un problema se usi speso raffiche molto lunghe perché in tal caso si esaurisce il buffer di memoria della macchina ed entra in gioco la velocità di scrittura sulla scheda.

Sul sensore ti posso dire che molto dipende dagli ambienti nei quali scatti di solito (interni, esterni, molta polvere, vento, umidità ecc...) e soprattutto da quanto spesso cambi l'obiettivo e da quanta attenzione fai quando cambi gli obiettivi

Share this post


Link to post
Share on other sites

ok,lo ammetto sono un debole,non ho resistito.

Ieri dopo aver lascito il messaggio sul forum sono andato a vederla ancora e mi sono fregato.

Kit Nikon d80 con obiettivo 18-135 scheda memoria da 1 GB e tutto il resto.

Il tutto a 1050 euro

Che mi dite?

Sono già preso dai vari manuali e devo dire che non mi aspettavo

tanto spazio per la creatività e la manualità,la cosa mi intriga molto.

Comunque per 25 anni ho usato una yashica fx3 tutta manuale quindi con obiettivi 28 50 35-70 70-210 originali,

fotografo prevalentemente in esterno,montagna mare ecc...

uso pellicole diapo Kodak 64 o fuji velvia per il b/n ilford

Sono abituato quindi con una fotocamera praticamente indistruttibile che funziona in ogni circostanza (qualche volta anche senza batterie) quindi dovrò cambiare qualche abitudine e prendere qualche precauzione.

Accetterò ben volentieri qualsiasi consiglio da parte vostra

Grazie per la disponibilità

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ottima scelta!!..

Una batteria di riserva non ti servirà di sicuro, ma un filtro neutro per proteggere l'obiettivo te lo consiglio..

Nikon produce l' NC MM.77 che però costa 100euro..te la cavi tranquillamente con 20-30 euro prendendone uno non Nikon..

Ti assicuro che la scheda ti si rimepirà in men che non si dica e a meno che stai via un giorno solo ti conviene prenderne un'altra..se non hai pretese una SD da 1GB la trovi anche a 10 Euro..e una CF da 1GB a 15 euro..

Altro non saprei dirti!!..

Buon divertimento! ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho avuto la D80 fino al mese scorso e devo dire che ci ho fatto molte buone foto (almeno rispetto alle mie capacità).

Ti accorgerai in fretta che col digitale non avrai remore a scattare ogni volta che vedrai un soggetto anche solo passabile, al contrario di quando, con le analogiche, si dovevano fare i conti con i costi dei rullini e dello sviluppo.

Per questo anche io ti consiglio di comprare almeno un'altra scheda da 2/4 Gb, perchè con un solo Gb, e magari scattando in NEF, esaurirai velocemente lo spazio. Soprattutto all'inizio ti troverai a scattare tantissimo.

La D80 non è particolarmente avida di corrente e generalmente una carica ti basta per almeno un paio di fine settimana di scatti intensivi.

Usando solo un obiettivo il problema polvere dovrebbe essere abbastanza limitato. In ogni caso ti consiglio di riporre sempre la fotocamera in una borsa ben chiusa quando non la utilizzi.

Buone foto...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sicuramente il sistema VR è più utile sulle ottiche di tipo "tele", però tieni conto che il 18-55 non è molto luminoso e se ti capita di dover "inseguire" in un interno un soggetto che non sta fermo un secondo (tipo mio figlio) sei costretto a lavorare con tempi abbastanza lunghi e il sistema VR aiuta parecchio.

Tutto dipende dall'utilizzo che si deve fare dell'obiettivo

scusa ma il VR non dovrebbe aiutare solo per il tremolio della mano? Intendo dire: se c'è poca luce e devi usare tempi lunghi ma il soggetto è in movimento ( tipo tuo figlio ;) ) quest'ultimo verra ritratto mosso comunque.... o non ho capito niente :D ???

Share this post


Link to post
Share on other sites

scusa ma il VR non dovrebbe aiutare solo per il tremolio della mano? Intendo dire: se c'è poca luce e devi usare tempi lunghi ma il soggetto è in movimento ( tipo tuo figlio ;) ) quest'ultimo verra ritratto mosso comunque.... o non ho capito niente :D ???

il VR aiuta per limitare i movimenti, da qualunque parte arrivino, tan'è vero che per fare pannig con il VR attivo devi impostarlo su modalità Normal (riduce le vibrazioni verticali ma non il movimento orizzontale) e non su ACTIVE (riduce i movimenti in tutti le direzioni (ottimo se sei in macchina e vuoi fotografare il paesaggio.

Ovvio che il VR riduce il movimento, non è l'acqua di Lourdes

Share this post


Link to post
Share on other sites

il VR aiuta per limitare i movimenti, da qualunque parte arrivino, tan'è vero che per fare pannig con il VR attivo devi impostarlo su modalità Normal (riduce le vibrazioni verticali ma non il movimento orizzontale) e non su ACTIVE (riduce i movimenti in tutti le direzioni (ottimo se sei in macchina e vuoi fotografare il paesaggio.

Ovvio che il VR riduce il movimento, non è l'acqua di Lourdes

mi permetto di dissentire: il vr agisce solo sulle vibrazioni dell'insieme corpo-ottica, infatti, come dici anche tu, per il panning è necessario che si attivi il funzionamento normal che distingue tra vibrazioni orizzontali e verticali. per il movimento del soggetto non c'è vr che tenga, essendo le vibrazioni rilevate da accelerometri e non da sistemi ottici.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this