Variazione dei prezzi


Recommended Posts

Sto riflettendo sul cambio del mio iBook. Eè tempo di passare ad un nuovo modello, processore Intel, Core duo, ecc ecc. Faccio un giro sullo store, poi vado su quello americano giusto per fare un confronto: il Macbook 2.1 li costa 1.099 dollari. Al cambio 705 euro. Il modello 2.4. 1299, cioè 833 dollari. Ma ok, sappiamo che abbiamo un cambio favorevole. Vado su quello inglese: 699 sterline il 2.1, 829 il 2.4. Vale a dire 887 euro uno, 1.052 l'altro. Comprarli in Italia significa spendere rispettivamente 999 euro e 1199 euro. Ok, l'euro, i tassi di cambio, ecc ecc......ma posso incacchiarmi un pochino lo stesso?

Link to comment
Share on other sites

Se cominciassi a fare i conti con le tasse (o senza che è più facile, decidi tu) per tutti gli store, forse noteresti differenze meno abissali...

Se considerassi poi che il mercato americano è decisamente enorme rispetto ai singoli mercati europei, che ogni mercato europeo ha la sua sede, i suoi magazzini, i suoi call center, ecc... noteresti che le differenze si assottigliano ancor di più fino ad arrivare a una percentuale di differenza che sarà meno del 10% e che copre le variazioni dei cambi e altre spese che in america non ci sono...

Link to comment
Share on other sites

I prezzi negli store sono sempre tasse incluse. Il problema non riguarda solo apple a mio avviso. Paghiamo troppo cara la tecnologia che viene prodotta tutta nella stessa parte di mondo e poi distribuita "nell'impero". Il discorso rischia di diventare più ampio in realtà....io sono inca**ato nero perchè l'italia è un paese vecchio...vecchio!!!Il decreto Bersani, che consentiva di rescindere un contratto con un gestore tv o telefonico senza costi.....si sono inventati il "costo operatore" che rende il recesso anticipato più oneroso di prima!!! ridurre il problema Italia a tasse su tasse giu , radicali/cattolici, destra/sinistra....mi sembra tutto senza senso......siamo un paese bloccato!!!tecnologia troppo cara e inaccessibile, mercato bloccato. Un paese grigio e nero

Link to comment
Share on other sites

No ti sbagli, i prezzi USA sono senza tasse (che variano da stato a stato)... e già così parte dei tuoi conti non sono più validi.

Poi, Apple è un'azienda USA che ha un certo regime fiscale, pur producendo all'estero (ma sviluppa internamente).

Come già scritto, un conto è avere una sede (con servizi accessori) per una nazione di 250 milioni di abitanti, un altro è avere 15 sedi, 15 magazzini, 15 servizi di distribuzione e logistica differenti per lo stesso numero di persone...

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share