Recommended Posts

stiamo organizzando un convegno internazionale sulla didattica e le nuove tecnologie, questo è un argomento molto interessante...se vengono buone idee potremmo anche parlarne lì :D

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Allora: Macity pubblichera' una breve serie di articoli riguardanti le piattaforme di e-learning.

Il settore e' vasto, ma mi sono concentrato su un paio di soluzioni open source (quindi modificabili e gratuite) e semplicissime da installare e gestire.

Mi piacerebbe sapere quali sono le esigenze che gli operatori dei vari gradi scolastici ritengono piu' importanti.

Ad esempio nella tua universiat', Gennaro, utilizzate abitualmente una piattaforma integrata o ve la cavate con gli strumenti tradizionali (email e sito?).

Erogare corsi in modalita' FAD o no?

Share this post


Link to post
Share on other sites

marco, sfortunatamente, strumenti moooolto tradizionali.

io sto cercando di raccogliere quanto più materiale possibile da elaborare per un lavoretto...marco, se t'interessi a queste problematiche perché non vieni a partecipare?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Mi interess :seguo un corso post-laurea della uni di firenze.

Molto interessante, devo dire.

E devo ammettere che ho rivisto certe mie posizioni: fondamentalmente non credevo che computer e scuola andassero d'accordo, se non per moda.

Adesso continuo a pensare che siano poche le situazioni in cui e' utile un supporto simile, ma ho aperto gli occhi su alcune realta'.

Comunque la storia dell'insegnamento tramite computer e' assai piu' complessa di come viene venduta normalmente, e l'insegnamento a distanza ancora di piu'.

>n vieni a partecipare?

--- quando e dove?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Gennaro, l'aereoporto di Vibo Valentia???

Volevi dire Lamezia Terme, vero?

Io sono toscano, ma la Calabria è la mia seconda patria, non mi freghi...Posted Image

A Gizzeria Lido si mangia un pesce da favola...

Ciao, Buona Pasqua.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Attendo con interesse la pubblicazione degli articoli di Marco.

La formazione a distanza e' uno strumento fondamentale per la formazione continua del personale della Pubblica Amministrazione, pero' non ho ancora visto in giro soluzioni ( e con soluzione non intendo solo piattaforme hw/sw ) soddisfacenti. Sto cominciando a studiare il problema e sono curioso di vedere cosa potra' venire fuori da un dibattito nel mondo di Macity.

Purche' non venga proposta l'istituzione di scuole coraniche on-line per MacTalebani! Posted Image

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Dirigo la societa' di servizi dell'UNCEM, l'Unione Nazionale Comuni Comunita' Enti Montani, il "sindacato" degli Enti Pubblici Montani.

Riguardo alla formazione on-line stiamo conducendo un po' di esperimenti. Il punto fisso e' che la formazione frontale in aula non risolve: costa troppo dal punto di vista organizzativo. Deve essere almeno integrata dalla formazione on-line. Come?

Il problema numero 1 e': come motivare i dipendenti pubblici a partecipare? Come selezionare quelli realmente interessati?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

> Deve essere almeno integrata dalla formazione on-line. Come?

--- organizzare un buon corso online non e' facile.

Anzitutto occorre definire con precisione cosa si vuole ottenere, con quali mezzi e chi sono i destinatari dei corsi.

Sembra una balnalita', ma sovente si parte in quarta tralasciando di definire questi aspetti.

A questo punto bisogna vedere se il corso in questione trarrebbe beneficio da una modalita' interattiva: fimati, audio, sessioni di chat, forum ecc.

Ovvio che se c'e' solo da imparare una sfilza di leggi, c'e' poco da animare...

A questo proposito, ti ricordo che un corso FAD deve essere piu' di un semplice elenco di lezioni cui fruire tramite computer. L'evoluzione della formazione a distanza tende a rivalutare fortemente la modalita' della partecipazione collettiva: si e' notato che i risultati sono drasticamente migliori se si tende a creare una sorta di comunita', e anche il tasso di abbandono e soddisfazione e' ben diverso.

Altra considerazione da fare: vogliamo erogare esclusivamente a distanza o prevediamo dei momenti in aula?

E ancora, ecco il punto cruciale, pensiamo di utilizzare strumenti tradizionali o una piattaforma integrata?

Ricordiamoci che il mezzo non e' neutro: la tipologia del corso puo' richiedere maggiormente il primo o il secondo strumento.

Ovviamente occorre considerare anche i costi...

Ci sono una serie di testi anche in italiano che possono essere di aiuto, anche se tendono ad essere poco pratici e molto didattici...

>Il problema numero 1 e': come motivare i dipendenti pubblici a partecipare? Come selezionare quelli realmente interessati?

--- beh, questo e' un problema che precede la FAD e che tutto sommato non e' strettamente legato: la selezione e la motivazione intervengono anche in caso di formazione in aula tradizionale.

Quello che si puo' fare e' invece intervenire sugli stimoli durante la formazione, in modo da mantenere alta l'attenzione: occorre un forte e competente tutoraggio (dove per tutor si intende l'animatore e coordinatore della attivita', piu' che il docente), l'intervento su meccanismi psicologici quali ad esempio una sana (ma moderata) competizione, la formazione di gruppi di numero e capacita' adeguati, la creazione di tappe intermedie di autovalutazione, la promozione di stimoli personali (forum liberi) e di induzione alla autoformazione (link esterni) eccetera...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this