Sign in to follow this  
xja

PASemi apre la strada a processori marchiati Apple?

Recommended Posts

Secondo un'intervista rilasciata da Steve Jobs al New York Times http://bits.blogs.nytimes.com/2008/06/10/apple-in-parallel-turning-the-pc-world-upside-down/ l'acquisizione di P.A.Semi (una compagnia che progetta, ma non realizza, processori PowerPC per sistemi militari, acquistata ad aprile) servirebbe ad Apple a progettare l'elettronica dell'iPhone e iPod.

Quando si era diffusa la notizia ad Aprile, questo fatto era già stato anticipato, ora arriva la conferma.

Sappiamo che ultimamente Apple sta usando iPodTouch e iPhone per sperimentare tecnologie che vengono successivamente introdotte in MacOS, come il Multi-touch, l'integrazione di MS Exchange, la riduzione dello spazio occupato su disco (queste ultime due verranno introdotte in Snow Leopard).

Sarà il caso anche per questa tecnologia?

Apple riprenderà a progettare i propri processori?

Il 25 aprile, dopo la notizia dell'acquisto di P.A.Semi da parte di Apple l'opinionista Robert X. Cringely nel suo sito http://www.pbs.org/cringely/pulpit/2008/pulpit_20080425_004775.html speculava su questo fatto, concludendo che "Il tuo prossimo Mac avrà, probabilmente un processore Intel, ma quello dopo sarà completamente Apple".

...fra una decina d'anni?

Ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

apple per anni ha sviluppato OSX per Intel di nascosto, Next girava perfettamente su intel, possono continuare a sviluppare l'OS per entrambi i sistemi senza problemi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sicuramente se Apple progetterà l'elettronica per iPod e iPhone nella prospettiva di realizzare processori da montare sui Mac di domani, si porterà avanti col lavoro.

Questo significa che le basi del sistema dei futuri iPod sarà ottimizzato per l'elettronica e viceversa, e saranno le stesse basi che alimenteranno il MacOS ottimizzato per i futuri processori Apple.

Tutto questo nell'ottica della strategia del sistema singolo, svelata all'annuncio del primo OSX.

E allora Steve Jobs riprenderà a sfottere le architetture rivali, come piace ai fan del PowerPC...

Ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

apple per anni ha sviluppato OSX per Intel di nascosto, Next girava perfettamente su intel, possono continuare a sviluppare l'OS per entrambi i sistemi senza problemi

Speriamo, ma per avere conferme terrei d'occhio le offerte di lavoro della Apple, non credo che abbiano abbastanza gente per sfornare un sistema nuovo ogni anno e mezzo, tenere aggiornato quello dell'iPhone/iPod e contemporaneamente un sistema ombra...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quando Apple ha annunciato il passaggio ai processori Intel non ho propriamente fatto i salti di gioia. La scelta di questa strategia e certamente opportuna, ma secondo me per Apple avere dei processori esclusivi, soltanto sulle proprie macchine intendo, sarebbe una marcia in più.

I processori Intel sono anche negli altri computer, mentre se i mac avessero un processore solo per loro, preferibilmente ben studiato (;)), saremmo sicuri di avere per le mani un pezzo ancora più unico.

Certo che, nel caso, portare avanti tutti questi sistemi sarebbe una cosa pesantina... Per mio conto è difficile che Apple torni indietro dalla scelta di Intel, ma potrebbe sempre decidere di dotare i Mac Pro o i loro eredi di un processore particolare...

Non ci resta che aspettare

Ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me progetterà i propri processori e li realizzerà nelle fabbriche Intel, in modo da poter usare le tecnologie più innovative (come i nuovi semiconduttori Hi-k all'afnio) in modo da tenere il consumo elettrico del processore basso.

Ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

arkigigi, bello avere un pezzo unico quando consuma il quadruplo e ha la metà delle prestazioni dei pezzi non unici.

P.A.Semi realizza ottimi processori, credo che faranno un buon lavoro per l'iPhone. Ma certamente non faranno mai nulla per i mac.

Share this post


Link to post
Share on other sites

arkigigi, bello avere un pezzo unico quando consuma il quadruplo e ha la metà delle prestazioni dei pezzi non unici.

P.A.Semi realizza ottimi processori, credo che faranno un buon lavoro per l'iPhone. Ma certamente non faranno mai nulla per i mac.

preferibilmente ben studiato (;))

Io non ho detto che Apple dovrebbe produrre processori suoi a prescindere, ma ho scritto "ben studiati" proprio perché la cosa va fatta solo se ne vale la pena. Io continuo a pensare che se Apple volesse, domani potrebbe iniziare a lavorare su dei suoi processori, arrivando a renderli performanti. Nessuno può dire se questo accadrà o meno, ma sono anch'io dell'idea che sia parecchio difficile.

Se tu hai la certezza che questo non succederà va bene, ma il mio era un semplice esercizio di fantasia...

Ciao :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se Apple fa qualcosa non la fa certo studiata male, basti pensare al fatto che la transizione ad Intel è stata preparata per 5 anni.

Probabilmente per studiare un nuovo processore insieme al sistema da farci girare prenderà un po di più, ma di certo hanno già in mente cosa fare.

Inoltre avranno tempo per perfezionare l'architettura sull'iPod.

Ciao.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che bello, ci libereremo dagli hacker che installano osx86 su pc e i fanboy PC che dicono "guarda che con la metà dei soldi mi ci faccio un PC con quad, 1 tb, raid, 8 gb e ionizzatore nucleare"

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che Apple riprenda la strada per CPU dedicate per i suoi Mac, credo sia davvero improbabile. Ripeterebbe lo stesso "errore" compiuto con i processori PPC, ovvero di legarsi ad un unico produttore e di sostenerne tutti i costi ed eventuali problematiche. D'altronde il passaggio alla piattaforma Intel è stato obbligato: IBM dimise la propria linea produttiva per le CPU, mentre Motorola non riusciva a soddisfare la domanda e, tanto meno, a mantenere lo sviluppo di nuovi modelli. Per Apple tutto ciò si è tradotto in uno "scacco al re" di difficile soluzione, se non, appunto, il cambio radicale di piattaforma.

Con Intel, Apple, ha potuto anche beneficiare di una maggiore scelta di processori per i suoi Mac, garantendosi, allo stesso tempo, una continuità di sviluppo e flessibilità di produzione ( i Core 2 Duo dei MB Air lo testimoniano ) che mai ha avuto in passato.

Con l'acquisizione di PAsemi, Apple vuole garantirsi una solamente una piattaforma tecnologica per i suoi dispositivi palmari futuri e, perchè no, in futuro, entrare nel mercato dei processori a basso consumo e ad alta efficienza di calcolo. Infatti questo è un settore ancora in pieno sviluppo e fermento, dove uno standard non è stato ancora definito.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this