iBook


Recommended Posts

  • Replies 9.8k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Benvenuti ai nuovi macuser's....

Bravi ragazzi non ve ne pentirete... Posted Image

Sarebbe interessante, creare una specie di report aggiornati dei nuovi arrivi e dei loro commenti, di come si trovano, quali sono state le loro motivazioni e quali i loro "problemi" da neo macuser...

Mickey

Link to comment
Share on other sites

Ciao! Sono un musicista (più o meno). Voglio incidere alcuni brani da chitarra col mio ibook ed in generale mi interessa saperne di più sulle possibilità del mio mac per quanto riguarda la musica e la creazione in questo senso; come registrare su cd i miei preziosi vinili di Billy Joel e altro ancora. Trattare la musica col computer è una cosa nuova per me e a questo riguardo mi domandavo: L'ibook non ha un'entrata audio come ad esempio le schede Creative Sound Blaster; che soluzione mi consigliate? Per quanto riguara la registrazione da vinile a cd mi hanno consigliato di collegare il giradischi ad un preamplificatore e in entrata sul mac ma, avendo il preampli due jack di quelli da stereo che non so come si chiamino, non so come attaccarli all'ibook. Per finire se la vostra pazienza è giunta fin qui ditemi, esistono buoni siti che si occupano di tutto ciò? Mac se possibile. La teoria prima di tutto!

Ciao e grazie. Menelik (Massimo)

Link to comment
Share on other sites

Massimo,

tutti i computers, di tutte le marche, trattano la musica nello stesso modo: elaborano la quantità enorme di numeri nei quali è stata trasformata :-) Quindi un iBook è in grado, a parità di software, di ottenere gli stessi identici risultati della più costosa stazione di editing audio; al limite ci mette un quarto d'ora per applicare un DSP che altrimenti richiederebbe due minuti ma il risultato non cambia.

Il problema sta nell'introdurre questi numeri nell'iBook e nel manico che si ha elaborandoli, visto che i software semplici ed intuitivi tali sono sempre a scapito della possibilità di regolare i parametri in modo preciso sul tipo di dati da manipolare.

In pratica ti serve un box esterno di conversione A/D a 16 bit per 44 (o 48) Khz al secondo. I sistemi professionali campiomano anche a 24 bit e 96 Khz ma usandoli in configurazioni meno che allo stato dell'arte non otterresti alcun percepibile vantaggio.

L'editing su Mac a livello amatoriale è molto più problematico che su Windows perchè ci sono i migliori software (ed harware) ma sono tutti molto costosi. Mentre su windows c'è Goldwave e c'era CoolEdit per meno di 50 dollari (CoolEdit è diventato Adobe Audition) su Mac il minimo oggi disponibile è il cmq eccellente Bias Peak.

http://www.bias-inc.com/products/peak/

Lo stesso discorso per i filtri anti fruscio che sono quasi indispensabili per la digitalizzazione dei vinili: puoi provare SoundSoap, sempre di Bias-inc, oppure il premiere plug-in di Arboretum "Raygun" ma se vuoi investire e rompertici un po' la testa sopra il meglio si chiama Hyperprism; sempre di Arboretum

http://www.arboretum.com/

Dai un'occhiata anche al sito di waves:

http://www.waves.com/

Infine, per quel che riguarda il preamplificatore, ancora meglio sarebbe usarne uno di quelli che correggono solo la RIAA

Gianni

Link to comment
Share on other sites

Ciao a tutti,

posseggo un Powerbook 1400 e da alcuni giorni si accende non dal tasto di alimentazione posto sulla tastiera, ma solo dal pulsantino di reset, posto dietro fra le porte seriale e ADB. Quando lo collego all'alimentatore (senza la batteria), prima di accenderlo, compare già la spia verde, che resta accesa, ma con minore intensità, se si stacca l'alimentazione. Evidentemente resta corrente nel circuito interno e suppongo che devo ricorrere all'assistenza. O no? Cosa ne pensate?

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share